BUONE VACANZE!

BUONE VACANZE!

Una settimana di pausa per la nostra redazione: anche un hobby come quello di preparare tre volte la settimana gli articoli di “Giornale POP” è un specie di lavoro! Nella home page trovate una selezione di articoli usciti alcuni mesi fa ancora attuali, nel caso vi fossero sfuggiti. »

HO INCONTRATO ANDREA PAZIENZA A PORTA PORTESE

HO INCONTRATO ANDREA PAZIENZA A PORTA PORTESE

Può capitare di decidere, una domenica mattina, di fare un giro a Porta Portese, al mercatino delle pulci più famoso della capitale (e forse d’Italia) che dista pochi km da casa mia. Così, senza un motivo apparente e senza una necessità impellente. Nessun acquisto programmato o altro. E può capitare di non portarsi appresso tutto il portafoglio visto che già me l’hanno fregato due volte (bastardi!!), ma solo dei contanti: 150 euro, per la precisione! Può anche capitare (ma questo onestamente è più raro) di soffermarsi tra i vari banchi improvvisati e di incappare su una grande serigrafia di Riccardo Mannelli (cm 50 x 70) appoggiata in qualche modo su un muretto, e di fermarsi a chiedere informazioni. Mi risponde un tipo sulla sessantina, baffuto, magrolino, camicia sbottonata, un po’ trasc... »

I PRIMI SPARI DEL “POLIZIOTTESCO”

I PRIMI SPARI DEL “POLIZIOTTESCO”

Giorgio Scerbanenco, italianizzazione di Vladimir Šerbanenko, nato da madre italiana e padre ucraino a Kiev il 28 luglio 1911 e morto a Milano il 27 ottobre 1969, è stato uno scrittore e giornalista italiano di origine sovietica. Autore di letteratura noir di insuperato livello, nel 1969 scrive quella che forse è la sua migliore raccolta di racconti criminali, tutti ambientati nell’Italia delle bettole, dei baretti, delle periferie e della piccola malavita: Milano calibro 9, ripubblicata dall’editore Garzanti nel 2000. Il linguaggio eccellente, il ritmo, la tecnica narrativa e i personaggi a tutto tondo rendono Milano calibro 9 un’opera certamente interessante, forse la migliore dell’intera produzione scerbanenchiana. È inoltre storicamente rilevante il suo effetto su un certo tipo di cine... »

INCOMUNICABILITÀ

INCOMUNICABILITÀ

Ritorna Marbuse, l’autore di “Eroi”, con una storia di due tavole che ripercorre ancora una volta l’irripetibile esperienza del passaggio dall’infanza all’età adulta. »

IL VERO UOMO RAGNO È L’INATTUALE STEVE DITKO

IL VERO UOMO RAGNO È L’INATTUALE STEVE DITKO

In origine l'Uomo Ragno (Spider-Man) era un personaggio in radicale conflitto con la modernità, come il suo autore Steve Ditko. La cosa non poteva durare a lungo... »

MAZZERI E MURTULAGHJI: SCIAMANI NEL MEDITERRANEO

MAZZERI E MURTULAGHJI: SCIAMANI NEL MEDITERRANEO

La cultura popolare dell’area mediterranea è affollata da personaggi misteriosi, infernali e sanguinari. È un complesso di leggende, credenze, mitologie, figure paurose che s’intersecano, si nutrono le une delle altre o, al contrario, prendono vita spontaneamente e si sviluppano in un territorio isolato dal resto del mondo. L’isola di Corsica è uno di quei luoghi privilegiati dove prolificano queste creature, frutto dell’immaginario collettivo o reali entità malvagie. La figura dominante, che ancora fa tremare e discutere i corsi intorno al fugone, le lunghe sere d’inverno, è senz’altro quella del mazzeru. Il termine è derivato, secondo una teoria, da “ammazzà”, uccidere in corso o, secondo un’altra, da “mazza”, bastone, strumento di morte che porta spesso con sé. Più probabile, tuttavia, ... »

FETISH: FAR FINTA DI ESSERE CANI

FETISH: FAR FINTA DI ESSERE CANI

Il Puppy Play,  gioco fetish che consiste nel comportarsi come cuccioli giocherelloni, indossando un collare, ginocchiere, code, mantelline e altri accessori in pelle o lycra, e scegliere un padroncino per farsi portare a spasso al guinzaglio, si sta diffondendo rapidamente nei bondage club e gay bar inglesi. Gli appassionati di questo nuovo passatempo sostengono che sia terapeutico: la vita da cani non è per niente da cani. Gli Human Puppy, “Cuccioli umani”, come si definiscono le persone che amano travestirsi da cane, sono in rapido aumento, e stanno per uscire dall’underground dei bar gay e  bondage club per fondare,  alla luce del sole, la propria “comunità pup”. Sembra, infatti, che un numero imprecisato di persone in tutto il mondo ami indossare una maschera d... »

FUMETTISTI CONTRO YOUTUBERS

FUMETTISTI CONTRO YOUTUBERS

Oppai Kannon Shrine

LE TETTE SACRE

Quando si parla di Giappone, prima o poi qualcuno tira sempre fuori il festival del pene. Che non è una competizione dove si prendono delle misure o una attrazione di qualche locale per spogliarellisti, ma una festa religiosa legata alla fertilità. Se ne celebra uno famoso a Kawasaki che non è solo una moto, ma anche una città. Tipo Aprilia. Ma perché fossilizzarci su qualcosa di cui, ci scommetto, avrà parlato pure Piero Angela in qualche Quark negli anni ottanta? Allarghiamo i nostri orizzonti, e parliamo di tette! Casualmente in un quartiere sempre di nome Kawasaki, anche se in un’altra città (Shunan, prefettura di Yamaguchi), c’è il tempio delle tette, Kawasaki “Oppai” Kannon. Kannon è la dea misericordiosa da adorare, Kawasaki la sua due ruot… il quartiere dove sorge il tempio e oppai... »

TEST PER LUI: QUANTO PIACI ALLE DONNE?

TEST PER LUI: QUANTO PIACI ALLE DONNE?

Come te la cavi nel corteggiamento? Ti basta uno sguardo per avere tutte le donne ai tuoi piedi, o devi prendere una laurea in strategia per avere qualche possibilità che si accorgano della tua esistenza? Per capire che tipo sei (e che speranza hai di portarti a letto la donna dei tuoi sogni), rispondi sinceramente alle domande che trovi qui sotto e scopri se sei il Mago dell’Acchiappo o Mister Sfigato dell’anno. Tieni presente che questo è solo un gioco, privo di ogni pretesa scientifica, ma ha comunque una sua attendibilità. Che importanza dài al tuo aspetto fisico? A) Vivo tra la palestra e la profumeria. B) L’importante è essere sempre puliti. C) L’omo ha da puzza’! La tua prima uscita con lei. Dove la porti? A) In un ristorante intimo e di classe. B) In una trattoria con c... »

LA PRIMA VERA STORIA DI RICK & JOSHUA

LA PRIMA VERA STORIA DI RICK & JOSHUA

Duilio Cusani di mestiere fa il grafico, allo stesso tempo nutre una grande passione per i fumetti. Dopo anni di studi da autodidatta, di riflessioni, di lotte e di ripensamenti, di “lacrime e sangue”, ecco una sua storia inedita di otto pagine che ha come protagonista la coppia “Rick & Joshua”. La storia originale che l’autore ha nel cassetto (o meglio, negli hard drive) è molto più lunga e complessa, ma Duilio ha pensato che il miglior modo per far comprendere ai potenziali lettori (ed editori) il tipo di fumetto che vorrebbe fare è attraverso, appunto, le storie brevi. Di certo la carica umoristica e la verve non gli fanno difetto! d.cusani@gmail.com   »

I PEGGIORI TELEFILM DEGLI ANNI NOVANTA

I PEGGIORI TELEFILM DEGLI ANNI NOVANTA

Specchio, specchio delle mie brame, qual è il telefilm più scarso del reame? Eh… una parola a rispondere. Il fatto è che alcune idee sulla carta parrebbero anche avercelo del potenziale, ma una volta sviluppate risultano di una stupidità epocale. Spesso i risultati fanno impallidire persino le scimmie più imbranate e ti riempiono le sinapsi di cattiveria allo stato puro: una vaghissima scintilla di buona idea che annega disperata in un gorgo di trame ridicole, personaggi indecenti interpretati da cani che latrano disorientati e, di fondo, un alone di pateticità che ti accompagna fin dai primi dieci secondi di visione. Le Avventure del giovane Indiana Jones  (1992 – 1996) Cominciamo con un esempio calzante di quanto detto: un soggetto potenzialmente valido, ma che al momento di svilupparlo ... »

FAI COLPO CON IL SALMONE MARINATO ALL’ARANCIA

FAI COLPO CON IL SALMONE MARINATO ALL’ARANCIA

Mi chiamo Grazia, faccio lo chef a Londra. Tra le altre cose, mi occupo di cibi senza glutine e senza lattosio: insomma, cerco di stare attenta alle allergie. Potreste chiedermi consigli su come cucinare in modo nuovo qualcosa che vi piace. Mi piacerebbe aiutarvi a preparare degli squisiti manicaretti e fare bella figura a tavola. Per questo passiamo a una ricetta di pesce, adatta per single che vogliono fare colpo sull’ospite: il salmone marinato all’arancia. Partiamo dal presupposto che un buon piatto ha bisogno di una buona preparazione, quindi elenchiamo gli ingredienti per 2 persone: 2 porzioni di salmone fresco 1 cavolo rosso 2 cucchiaini di semi di sesamo olio di oliva 30 gr. di pinoli una lattina di birra da 33 cl 300 gr. di fagiolini verdi il succo di 1 arancia. Tagliamo 1/4... »

Blood sweat and tears

L’INDIMENTICABILE PRIMO ALBUM DEI BLOOD, SWEAT AND TEARS

È il primo album dei Blood Sweat and Tears pubblicato in un anno fatidico: il 1968. Child Is Father To The Man già dalla copertina e dal titolo dell’album (allora si chiamavano LP) dimostra di essere figlio dei tempi e di rappresentare a pieno la forza innovatrice di quella generazione di musicisti. In Italia, in quegli anni, per ascoltare questo tipo di musica bisognava ingegnarsi; infatti esisteva solo la radio di Stato che dava pochissimo spazio alla musica giovanile. In pratica c’era Bandiera Gialla (dal 1965) condotta da Gianni Boncompagni e Renzo  Arbore che andava in onda il sabato alle 17,40 e una rubrica di 15 minuti, a cura delle case discografiche internazionali, che andava in onda tutti i giorni feriali dalle 14,10. La rubrica, che si chiamava incredibilmente “... »

POPPA E IL VIRUS

POPPA E IL VIRUS

Ecco Poppa, la maialina più amata dai bambini, nella sua ultima esilarante avventura! E quando diciamo ultima, intendiamo proprio ultima… »

MOMENTO POP – DIO NON TI AMA

MOMENTO POP – DIO NON TI AMA

Visita il nostro sito satirico: https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/?fref=ts »

5 SEQUENZE DI FILM ITALIANI ISPIRATI A SUCCESSI AMERICANI

5 SEQUENZE DI FILM ITALIANI ISPIRATI A SUCCESSI AMERICANI

Quando, negli anni settanta, in America compaiono con maggiore frequenza i remake, anche il cinema italiano comincia a produrre film che si rifanno ai titoli americani (e non solo) di maggior successo. Con una certa prevalenza di pellicole appartenenti ai generi che in quel periodo andavano per la maggiore: la fantascienza, il thriller e l’horror. Alcuni di questi film, più che mere scopiazzature, possono essere considerati variazioni sul tema e il risultato è tutt’altro che indegno. Ne forniamo cinque esempi tra i più riusciti. Si può far risalire tale tendenza al 1974, quando i produttori nostrani cercarono di sfruttare gli incassi stratosferici realizzati l’anno prima dal capolavoro di William Friedkin: L’esorcista (The Exorcist). Edmondo Amati affidò ad Alberto De Martino la regia di L... »

RUSS MANNING, TITANO SCONOSCIUTO

RUSS MANNING, TITANO SCONOSCIUTO

Russ Manning è un autore importante nella recente storia del fumetto, sebbene poco conosciuto anche tra gli addetti ai lavori. Il suo stile è realistico ma, diversamente da quello di Hal Foster, per nulla fotografico. Manning, non essendo prigioniero dei fotogrammi, imposta ogni singola vignetta seguendo la propria fantasia: non ricalca i contorni di un negativo proiettato sul foglio dall’episcopio. Nato in California nel 1929, Russ Manning è morto nel 1981 a soli 52 anni. Nel 1963 crea il comic book “Magnus Robot Fighter” per la Gold Key. Nel 1965 disegna l’albo di Tarzan per lo stesso editore. Nel 1967 passa al fumetto sindacato (quello dei quotidiani), disegnando ancora Tarzan per la United Feature Syndicate, prima la striscia quotidiana in bianco e nero e, dall’anno s... »

I CHINSON – ARSENALE

I CHINSON – ARSENALE

FERMIAMO I GABBIANI CHE CI INVADONO

FERMIAMO I GABBIANI CHE CI INVADONO

I gabbiani reali sono uccelli acquatici di grandi dimensioni. Fino agli anni settanta vivevano vicino al mare o alla foce dei fiumi, insieme ai gabbiani comuni e ad altre specie acquatiche. Oggi regnano incontrastati vicino alle coste e sono risaliti verso l’interno. Hanno occupato i cieli delle nostre città dove contendono gli spazi e il cibo ai gabbiani comuni, ai piccioni e agli altri uccelli che ci vivono. Il gabbiano reale è un uccello lungo da 55 a 65 centimetri, con un’apertura alare che può raggiungere il metro e mezzo. Ha le zampe palmate di un bel colore giallo vivo. Il becco forte e arcuato di colore giallo presenta una caratteristica macchia rossa nella mandibola inferiore. Forma una coppia stabile con la femmina, che fisicamente assomiglia al maschio. Alla fine del... »

ROKKO CIPOLLA – 40

ROKKO CIPOLLA – 40

CONTAMETRI

CONTAMETRI

Feci due passi per andare in bagno e subito, come di norma, scattò il conta-metri. Questo maledetto governo se ne era inventata un’altra delle sue: una tassa in base al numero di metri percorsi durante il giorno. Come se già non bastasse la tassa sull’aria inspirata (espirare era gratuito), quella sui chilometri percorsi al giorno e, non ultima, la tassa sul consumo dell’asfalto cittadino. Ecco un’ottima scusa per darmi ammalato e restarmene a letto, pensai. Con due balzi felini saltai sul lettone e da lì non mi mossi più. Ma ogni giorno che passava sul mio tablet si leggevano aggiornamenti sempre più inquietanti con l’introduzione di nuove tasse giornaliere. I cittadini ormai se ne stavano rintanati nelle proprie case, i bambini stipati in stanze minuscole e buie (per calmierare la tassa ... »

FRANK CARTER – PRIGIONIERO DI ARES 13

FRANK CARTER – PRIGIONIERO DI ARES 13

MOMENTO POP – CONTRO IL CALDO

MOMENTO POP – CONTRO IL CALDO

Visita il nostro sito satirico: https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/?fref=ts »

I VIAGGI NEL TEMPO DI ALLEY OOP

I VIAGGI NEL TEMPO DI ALLEY OOP

La letteratura fantastica si basa su alcuni capisaldi, tra i quali rivestono un particolare fascino l’ambientazione preistorica e la possibilità di viaggiare nel tempo. Negli anni trenta un personaggio riuscì a integrare queste due tematiche in maniera mirabile. Si chiamava Alley Oop, un simpatico uomo preistorico dall’aspetto vagamente scimmiesco e dal corpo tozzo che si appoggiava saldamente su grosse gambe elefantiache. Il creatore di questa divertente striscia ambientata tra antichissimi vulcani e mastodontici (e anacronistici) dinosauri era un giovanotto nato nello Iowa nel 1900: Vincent T. Hamlin. Vincent aveva alle spalle una storia molto particolare. Partito volontario per il fronte europeo durante la Prima guerra mondiale, aveva avuto uno spiacevolissimo incontro ravvicinato con l... »

SIMONETTA STEFANELLI DA IL PADRINO AI FILM SEXY

SIMONETTA STEFANELLI DA IL PADRINO AI FILM SEXY

Simonetta Stefanelli, nata a Roma nel 1954, incarna la classica bellezza da brava ragazza, molto carina, sensuale, occhi grandi e penetranti, pare quasi un cerbiatto: la sua arma migliore è il fascino irresistibile che emana con la sola presenza. È pure un’ottima attrice che comincia a lavorare a soli quattordici anni, quando Gian Luigi Polidoro la nota e la vuole sul set di Una moglie giapponese (1968). Si tratta di una piccola partecipazione, ma è pur sempre un buon inizio, così come un anno dopo la vediamo nel cast di Medea di Pier Paolo Pasolini (1969). Niente di rilevante ma come biglietto da visita non è male. Homo eroticus di Marco Vicario (1971) è il suo primo vero film, dove recita un ruolo da figlia diciassettenne: una pellicola importante che consacra Lando Buzzanca a mito della... »

MATITE BLU 50

MATITE BLU 50

IL PACCO DELLA SPESA – RACCONTO NOIR

IL PACCO DELLA SPESA – RACCONTO NOIR

Il pacco della spesa variazione 3 di 4   Ieri sera la guardavo. Non sono passati che pochi mesi dal suo arrivo ed è già smagrita, il viso pallido, gli occhi velati di malinconia. E stanotte, passando di sotto, la sentivo parlare nel sonno, agitata. La lampada sempre accesa sul pianerottolo non è servita a tenere lontana quella presenza: galleggia nell’aria incurante di tutto, anche della luce. Dovrò parlarle. Non avrei dovuto aprire quella porta. Le dirò che nella camera accanto alla sua una ragazza si è suicidata. Il perché non l’ho mai saputo. L’agenzia immobiliare si era ben guardata dal dirmi quale maledizione gravasse su questa casa. A dire il vero non son sicuro nemmeno del suicidio: l’ho intuito quando ho forzato la serratura della stanza per completare i lavori di ristrutturaz... »

ROKKO CIPOLLA – 39

ROKKO CIPOLLA – 39

SI VENDONO CASE E ORO MENTRE L’ITALIA DECADE

SI VENDONO CASE E ORO MENTRE L’ITALIA DECADE

La crisi economica sembra irreversibile: le nuove generazioni sono più povere di quelle che le hanno precedute. Si cerca di andare avanti vendendo le case ricevute in eredità e gli ori di famiglia. L’Italia, nel corso della sua storia, ha avuto periodi di grande prosperità ai quali sono seguiti periodi di decadenza. L’Impero romano governò su gran parte del mondo conosciuto, poi cadde. I barbari, cioè le popolazioni non romane, lo invasero spinti dalla fame, dallo spostamento di altri popoli e dal desiderio di conquistare la ricca Roma. C’era anche stata una decadenza interna che favorì la penetrazione di popoli meno evoluti dei romani. I barbari erano però bellicosi e decisi. Una delle cause della decadenza dell’impero pare fosse la ridotta natalità. I cittadini ro... »

FRANK CARTER – PRIGIONIERO DI ARES 12

FRANK CARTER – PRIGIONIERO DI ARES 12

Pagina 1 di 57123»