Le perle dimenticate del progressive italiano

LE PERLE DIMENTICATE DEL PROGRESSIVE ITALIANO

Nel periodo della contestazione, che inizia nel 1968, si afferma la musica progressive. Questa musica poco orecchiabile, densa di contenuti e di sonorità ricercate, sembrò rappresentare al meglio l’irrequietudine del periodo. Dal beat al progressive Il progressive nasce come evoluzione della musica beat, sulla quale si innestano la lezione del rock psichedelico e alcune suggestioni derivanti dalla musica sinfonica. In italia i gruppi beat furono i più pronti a cavalcare queste nuove tendenze musicali provenienti da oltremanica. Non si limitarono a scopiazzare, ma riuscirono a fondere la musica prog con la tradizione melodica italiana dando origine a un genere a se stante, tanto ibrido quanto interessante. Questo nuovo tipo di musica partorì interpreti che avrebbero raggiunto una notevole f... »

Escher

MOMENTO POP – “ESCHER!!!”

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

The Tick

THE TICK, UNA SUPERZECCA PER AMICO

The Tick (“la zecca”, in inglese) è un massiccio supereroe che indossa una aderente tuta blu. Fortissimo e quasi indistruttibile, The Tick è anche dotato di un disarmante ottimismo. Continuamente impegnato in astrusi discorsi, combatte il crimine in una città chiamata semplicemente The City, in surreali avventure piene di sarcasmo, spesso con l’aiuto di altri supereroi che sono parodie di personaggi del mondo dei comics (o anche parodie delle parodie). Il fumetto di The Tick Ben Edlund crea The Tick all’età di 18 anni, nel 1986, come “mascotte” nella newsletter della New England Comics, una catena di negozi di fumetti dello stato del Massachusetts. Realizza poi alcune storie brevi di sole tre pagine che delineano il personaggio e l’ambito in cui si muove. L’eroe ves... »

TOM & PONSI - 10

TOM & PONSI – 10

. »

maschietti

MOMENTO POP – MASCHIETTI

. »

Il successo delle graphic novel

PIÙ 50%: L’ESPLOSIONE IN LIBRERIA DELLE GRAPHIC NOVEL

Mentre le edicole chiudono e il fumetto popolare entra in una crisi apparentemente senza fine, le graphic novel tentano la conquista delle librerie. Se in Italia nel 2012 il comparto delle graphic novel valeva 8,7 milioni di euro all’anno, nel 2017 è arrivato a 13,6 milioni registrando così un incremento netto di quasi il 50%. Ma non sono tutte rose e fiori, dato che sono ancora pochi gli autori italiani che riescono a guadagnare decentemente: le graphic novel sono tante e i dividenti pochi. Lo sviluppo delle graphic novel Il nuovo millennio si era aperto registrando la crisi di vendite del fumetto seriale, iniziata nel decennio precedente e al contempo l’affermazione di un nuovo modo di fare fumetto: la graphic novel. La graphic novel è stata definita in molti modi, generalmente con quest... »

è solo grassa

MOMENTO POP – È SOLO GRASSA

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Le copertine copiate di Ferri

ZAGOR COPIAVA LE COPERTINE AMERICANE A TUTTO SPIANO

Sergio Bonelli, oltre a schizzare i disegni delle proprie sceneggiature, si occupava anche della impostazione delle copertine. Per le quali non andava troppo per il sottile: se una illustrazione straniera inedita in Italia gli piaceva, la passava al disegnatore di turno per copiarla con le necessarie modifiche. Galep, il disegnatore di Tex, e Gallieno Ferri, disegnatore di Zagor, si sono così visti “costretti” a copiare decine di copertine. Diciamo costretti perché non avevano certo bisogno di farlo: all’interno dei loro albi di ricalchi non se ne trovano. Rimane un dubbio: se Sergio Bonelli realizzava gli schizzi delle sceneggiature è possibile che ricalcasse lui stesso le copertine e che, quindi, i disegnatori fossero inconsapevoli del plagio che stavano commettendo? Fo... »

periodo di prova

I CHINSON – PERIODO DI PROVA

. »

I personaggi dei picchiaduro più fighi

I PERSONAGGI DEI PICCHIADURO PIÙ FAMOSI E FIGHI

Sì, stavolta spenderemo due parole sui personaggi dei picchiaduro più famosi e fighi. C’è stato un tempo in cui imprecare da soli come asini epilettici davanti a uno schermo nell’intimità di casa era qualcosa da venire. Era un tempo in cui sputi e male parole venivano urlate vis-a-vis contro persone in carne e ossa. Persone che potevi incontrare in ambienti appositi. Ambienti come la ormai mitica sala giochi. Gli arcade dei picchiaduro La sala giochi era un luogo dove, all’incirca fra il mesozoico e il giurassico, i giovini trovavano svago, divertimento e, all’evenienza, socializzazione. C’è da dire che il concetto di sala giochi all’epoca era qualcosa di piuttosto fumoso. Dato che qualsiasi luogo, fosse stato l’ultimo e più scrauso bar di periferia o finanche un portale, collegament... »

santa Teresa

L’IMPREVEDIBILE SUCCESSO DI “SANTA COSPLAYER”

Come l’orgasmo, il successo è un concetto difficilmente analizzabile. Se ne possono descrivere le conseguenze, i danni o i benefici, ma le modalità spesso ci sfuggono: lo accettiamo e basta. Sappiamo che quel tale personaggio è famoso, ma non ci soffermiamo troppo a chiederci perché. Le persone di successo ci vengono imposte, anche se in fin dei conti noi stessi di quel successo siamo gli artefici (il pubblico, altro grande mistero). Ma non c’è un solo tipo di successo. Così, all’ingrosso, ne distinguerei almeno due grandi categorie: il “successo semplice” e il “Successo Assoluto”, con le maiuscole. Moltissimi personaggi hanno goduto del successo in una stagione della loro vita, e ora giacciono del tutto dimenticati o casualmente ricordati (successo semplice). Altri, pochissimi, gli ... »

montatelo

MOMENTO POP – MONTATELO

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

I DISEGNATORI SUPERSTAR CHE HANNO FONDATO LA IMAGE

I DISEGNATORI SUPERSTAR CHE HANNO FONDATO LA IMAGE

Gli anni novanta sono stati un’epoca controversa per i disegnatori del fumetto americano. Dal punto di vista della diffusione dei comic book potremmo definirla una decade schizofrenica: da una parte si sono stabiliti picchi di vendita di singoli numeri che non si registravano da parecchi anni, dall’altra ha preso corpo una crisi generale. La nuova ondata di disegnatori Alla fine degli anni ottanta, gli ultimi del direttore generale della Marvel Jim Shooter, venne allo scoperto un gruppo di giovani disegnatori più rivolti al mondo dei manga che agli autori classici americani. Disegnatori che diedero vita a uno stile ibrido, qualcosa di mai visto prima nei comics. Uno stile innovativo immediatamente capito e apprezzato dai giovani lettori, che ne decretarono il successo. I novanta dive... »

MATITE BLU 116

MATITE BLU 116

. »

unicorno

L’UNICORNO È L’ANTICO ELASMOTERIO SIBERIANO?

Parliamo di una figura molto radicata nell’immaginario collettivo e sempre in grado di suscitare interesse e curiosità: l’unicorno.  La recente scoperta della sopravvivenza tardiva di una specie precedentemente ritenuta estinta 350mila anni fa ha riacceso un dibattito sulle affascinanti corrispondenze che possono intercorrere tra folklore e paleontologia. Ma procediamo con ordine… Nel 1808 il naturalista Johann Fischer descrisse il genere Elasmotherium, a cui appartenevano tre specie di rinoceronti diffusi in Europa e Asia apparsi circa 2,5 milioni di anni fa. Tra queste, quella di cui si dispone del maggior numero di informazioni è l’elasmoterio siberiano (Elasmotherium sibiricum), che poteva raggiungere una lunghezza di circa quattro metri e mezzo ed essere alto sino a due me... »

Rubino

ANTONIO RUBINO, DAI PROTOFUMETTI ALLA FANTASCIENZA

Tra le figure artistiche italiane più eclettiche in ambito grafico, e non solo, Antonio Rubino spicca per molti motivi. Uomo nato nell’Ottocento, apre subito il nuovo secolo all’insegna di attività illustrative con un suo segno originale che risente del periodo Liberty in voga, o Art Nouveau, illustrando libri autoconclusivi, collaborando a riviste, disegnando spartiti. Sono molti i versanti in cui sfocerà il suo estro nel corso della lunga carriera: sarà poeta, favolista, commediografo, illustratore di pubblicazioni per bambini, fondatore e direttore di riviste, autore anticipatore di fumetti, realizzatore di cartoni animati, autore di canzoni sia dei testi che della musica. Addirittura la sua arte arriverà nelle arti decorative e applicate con la progettazione e la messa a punto di arred... »

MOMENTO POP – RADICAL CHIC

MOMENTO POP – RADICAL CHIC

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Sailor Moon

ELEMENTI ESOTERICI E SIMBOLICI IN SAILOR MOON

Sailor Moon è un’opera che ha riscosso enorme successo nella metà degli anni novanta. Nato come fumetto, subito ne è stata tratta una serie televisiva esportata in tutto il mondo. Proprio quest’ultima è, di fatto, il medium che ha ottenuto più riscontri. Ed è abbastanza diversa dal fumetto da cui proviene. LA STORIA DI SAILOR MOON Cinque ragazze della Tokyo di oggi sono in realtà la reincarnazione di una principessa lunare e delle sue quattro fedeli protettrici. Combattendo nemici provenienti dal passato, dal futuro e dal presente, le guerriere dovranno affrontare varie prove trovando presto nuovi alleati. (Il riassunto completo delle cinque stagioni televisive, che corrispondono con le cinque saghe del fumetto, lo si può trovare QUI). IL MANGA: UN’OPERA “ALIENAR... »

TOM & PONSI – 9

TOM & PONSI – 9

. »

PV – VITE E CODE

PV – VITE E CODE

. »

Tags:
vampiri

LA PORFIRIA, UNA MALATTIA ALLA BASE DEL MITO DEI VAMPIRI?

I vampiri fanno parte del nostro immaginario e non hanno bisogno di presentazioni: morti in modo accidentale o violento e quindi desiderosi di essere ancora in vita, i vampiri sono richiamati in vita dal loro stesso spirito o da riti magici, e vanno in giro di notte a succhiare il sangue dei vivi per sopravvivere. Il vampiro per eccellenza è senza dubbio il Conte Dracula, protagonista dell’omonimo romanzo gotico nato dalla penna dell’autore irlandese Bram Stoker nel 1897. Stoker si ispira, per il suo personaggio, alla figura di Vlad III principe di Valacchia, noto per la sua pratica di impalare i nemici, e riprende il mito del racconto breve “Il vampiro” di John Polidori, pubblicato nel 1819, in cui questa creatura leggendaria appare per la prima volta nella letteratura moderna. È facile r... »

MOMENTO POP – FIGHETTI

MOMENTO POP – FIGHETTI

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

edicola

LE ULTIME CARTUCCE DEL FUMETTO IN EDICOLA

Il mese di novembre porta in edicola due novità… o quasi. La prima è la nuova collana bonelliana Tex Willer, serie inedita che va ad affiancare l’ammiraglia Tex con l’evidente intento di massimizzare il residuo successo di vendite della collana principale (che, con beneficio d’inventario, dovrebbe viaggiare attualmente intorno alle 150.000 copie mensili). L’idea alla base della nuova pubblicazione è semplice: raccontare di nuovo le prime avventure del character di Gian Luigi Bonelli e Aurelio Galleppini in maniera più approfondita. Per quanto riguarda le sceneggiature il compito se l’è assunto, per il momento, il curatore della collana titolare Mauro Boselli, mentre i disegni sono stati affidati al puntuale Roberto De Angelis. Il racconto è dunque quello... »

I CHINSON – DICEMBRE

I CHINSON – DICEMBRE

. »

COME È NATO IL FASCISMO E COME RINASCERÀ

COME È NATO IL FASCISMO E COME RINASCERÀ

Dall’inizio del Novecento fino agli anni cinquanta la maggior parte degli studenti universitari italiani che si schiera politicamente simpatizza per il fascismo e i movimenti che lo hanno preceduto. Per loro è un modo di contestare il “sistema” degli adulti così come faranno, dal 1968 al 1978, gli studenti di estrema sinistra. Alla “mediocrità del presente”, nei primi anni del Novecento i giovani politicizzati oppongono confusi ideali di rinascita morale basati su testi di pensatori come Friedrich Nietzsche. Personalmente Nietzsche era più o meno un liberale, ma basta leggere qualche sua opera per infervorarsi non si sa bene contro chi e per quale causa. Più per lo stile di scrittura incendiario che per i contenuti non facilmente comprensibili, almeno nel loro significato filosofico. Quest... »

V for Vendetta

INTERVISTA A DAVID LLOYD, DISEGNATORE DI V FOR VENDETTA

Come nasce V for Vendetta? Nel 1982, Dez Skinn, redattore di case editrici di fumetti britanniche come la Ipc (che pubblica i settimanali antologici Eagle e 2000AD), e poi direttore della Marvel UK, decide che è arrivata l’ora di dare al fumetto una sana sferzata rinvigorente. La rivista 2000AD, presentando dalla fine degli anni settanta personaggi come Judge Dredd, ha già contribuito non poco al cambiamento facendo crescere sulle sue pagine grandi nomi del fumetto d’oltremanica. Ma si può fare di più. Dez Skinn fonda la casa editrice Quality Communications per lanciare Warrior, un mensile a fumetti in bianco e nero indirizzato ai lettori adulti, con l’obiettivo di valorizzare i giovani autori che si sono affacciati sul panorama del fumetto inglese. Il primo a essere chiamato è David... »

MOMENTO POP - DOMANDE

MOMENTO POP – DOMANDE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Richard Burton interpreta Edwin Booth

BUONANOTTE DOLCE PENA: RICHARD BURTON, EDWIN BOOTH (E TEX WILLER?)

Esistono film che, pur facendo parte di un sicuro palinsesto pomeridiano o a tutti gli orari sulle reti satellitari dedicate al cinema classico, sono stati dimenticati dagli addetti ai lavori di qualunque tipo e ricevono tenue e forzata critica su manuali e repertori. Uno di questi è Il principe degli attori (Prince of Players, 1955) che, pur godendo di notevoli qualità (benché nel contesto di un’opera biografica nata e realizzata in un’epoca di censure, equivoci e forzosi fraintendimenti) e mostrandosi oggi ricco di interesse e stuzzicanti letture intertestuali più che al suo tempo, non è nel novero delle tante rivalutazioni di cui sono spesso oggetto prodotti ben inferiori. A suo tempo ebbe un notevole successo negli Stati Uniti e negli altri paesi di lingua inglese, ma anche in Francia ... »

MATITE BLU 115

MATITE BLU 115

. »

Sinan

IL GENIO ARCHITETTONICO DELL’OTTOMANO SINAN

Koka Mimar Sinan Aga (nell’ibrida lingua turco-persiana parlata dai dignitari ottomani Sinan Aga significa “grande architetto”), vissuto quasi un secolo dal 1488 al 1590, è stato uno dei più importanti architetti e ingegneri di tutti i tempi. Sinan rinnovò l’architettura sotto tre sultani: Solimano il Magnifico, Selim II e Murad III. Il suo genio e la protezione dei sultani gli consentì di ideare e di portare a termine oltre 300 opere importanti in cinquanta anni di lavoro. Le cupole italiane del Rinascimento Nel primo Rinascimento, Brunelleschi aveva realizzato la cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze studiando l’antica cupola del Pantheon di Roma. Molte opere in seguito furono realizzate grazie allo studio dei testi greci e latini fortunosamente sopravvi... »

SUPERDAN, IL PRIMO FUMETTO DI ALFREDO CASTELLI ERA UN SUPEREROE

SUPERDAN, IL PRIMO FUMETTO DI ALFREDO CASTELLI ERA UN SUPEREROE

Il giovanissimo Alfredo Castelli, intenzionato a diventare disegnatore, incontrò Luciano Secchi, il direttore della Editoriale Corno noto all’epoca soprattutto come autore di Kriminal, il quale gli suggerì di lasciar perdere il genere realistico e di dedicarsi a quello umoristico. Dopo un primo insoddisfacente tentativo con strisce su soggetto di Stanlio e Ollio, “provai a imitare lo stile di Giorgio Rebuffi, che ammiravo molto”, racconta Castelli, “disegnando due avventure di Superdan, una parodia di Superman non certo molto originale. Nella seconda storia, Superdan si scontrava in volo con Febo Conti [rinominato Fobo Canta] facendolo precipitare dalla sedia volante da cui, nel programma televisivo Chissà chi lo sa?, mostrava ai giovani spettatori le meraviglie del... »

Pagina 1 di 92123»