AUGURI DI BUONE VACANZE POP A TUTTI

AUGURI DI BUONE VACANZE POP A TUTTI

La redazione di Giornale POP si prende una settimana di riposo. Non saremo comunque del tutto assenti, dato che in questi giorni vi riproporremo alcuni dei migliori articoli del passato (con qualche aggiornamento) che magari vi siete persi. Non escludiamo la pubblicazione di qualche nuovo articolo legato ai fatti d’attualità. Cogliamo l’occasione per augurare Buone vacanze POP a tutti! »

LE RIVISTE PER ADULTI DELLA MARVEL

LE RIVISTE PER ADULTI DELLA MARVEL

Martin Goodman (1908-1992), oltre a essere stato l’editore dei fumetti Marvel, ha pubblicato diverse “riviste d’avventura” per adulti. All’inizio degli anni quaranta queste pubblicazioni erano la versione popolare del sofisticato maschile generalista “Esquire”, mentre alla fine della loro parabola editoriale, nei tardi anni settanta, si erano trasformate in riviste di fotografie porno. Le pubblicazioni che Goodman faceva uscire con l’etichetta Magazine Management comprendevano anche riviste umoristiche con vignette erotiche e di altro genere. Nei primi anni settanta alcuni fumetti Marvel vennero pubblicati su riviste in bianco e nero, pur non confondendosi con quelle della Magazine Management. La rivista più longeva fra queste ultime è stata “The savage sword of Con... »

trucco permanente al mare

TRUCCO PERMANENTE PER IL MARE

Andare al mare perfettamente truccate, ma in modo naturale e senza che il trucco sbavi, è possibile grazie al trucco permanente! Questa tecnica innovativa ci consente di essere sempre belle e impeccabili anche sotto il sole, nell’acqua e per tutta l’estate, senza il bisogno di ricorrere ad altro per essere presentabili. Esistono però delle precauzioni da prendere per proteggere il trucco permanente, per evitare che i pigmenti possano perdere la loro colorazione originaria. Trucco permanente? È perfetto per il mare Il trucco permanente è ideale per andare al mare ed essere sempre a posto, poiché non cola e non sbava, è perfetto al mattino e la sera non bisogna toglierlo prima di andare al mare. Anche quando sudiamo il trucco permanente rimane intatto e garantisce sempre un viso fresco e lum... »

PASSANDO DAVANTI AL PONTE CROLLATO

PASSANDO DAVANTI AL PONTE CROLLATO

Una specie di 11 settembre italiano. O un film d’azione catastrofico. Ecco quello che mi viene in mente quando, passando in treno da Sampierdarena, vedo il ponte Morandi crollato. Un vuoto immenso fra le alture genovesi. Sono ore che so del crollo del ponte, l’ho anche visto online, ma dal vivo è diverso, quasi surreale, sembra la scena di un film (da qui il paragone con l’11 settembre, anche se so benissimo che un attentato terroristico è improbabile). La foto del furgone sospeso sull’abisso della Basko, una catena ligure di supermercati, probabilmente diventerà iconica. Questo è il secondo articolo consecutivo che scrivo in prima persona, dopo quello per il quotidiano La Stampa sul mio amico disegnatore di fumetti aggredito perché gay. Ne avrei fatto volentieri a meno. Ieri ho deci... »

SUPER AMERICA ANTINAZISTA E ANTICOMUNISTA

SUPER AMERICA ANTINAZISTA E ANTICOMUNISTA

Il concetto alla base di Capitan America fu elaborato alla fine del 1940 da una coppia di giovani autori appena formata: Joe Simon (1913-2011) e Jack Kirby (1917-1994). Essendo Joe Simon il direttore della Timely (la futura Marvel), non fu particolarmente difficile convincere l’editore Martin Goodman (1908-1992) a pubblicarlo. L’eroe era pensato per essere decisamente interventista, mentre la maggior parte degli americani era contraria a entrare nella Seconda guerra mondiale. Come si può capire rileggendo anche le storie dei personaggi a stelle e strisce dell’epoca, come Don Glory. Capitan America venne lanciato direttamente con una propria testata, cosa rara all’epoca, nel dicembre del 1940 (la data di copertina, come al solito “postdatata”, indica marz... »

MOMENTO POP – LAVORI IN REDAZIONE

MOMENTO POP – LAVORI IN REDAZIONE

Visita il nostro sito satirico »

LUPIN III, L’ADATTAMENTO MIGLIORE

LUPIN III, L’ADATTAMENTO MIGLIORE

È uno dei ladri più famosi del mondo. Protagonista di un fumetto e poi di serie animate televisive diventate dei veri e propri cult, Lupin III è anche sbarcato al cinema. Il suo mito risplende ininterrotto, rinnovandosi negli anni. IL FUMETTO DI LUPIN III Nato nel 1967 nelle pagine del settimanale giapponese Manga Action della casa editrice Futabasha, Lupin III è scritto e disegnato da Monkey Punch (pseudonimo di Kazuhiko Katō). Nipote del ladro gentiluomo Arsenio Lupin, il personaggio creato nel 1905 dal romanziere Maurice Leblanc, Lupin III è protagonista di storie umoristiche sospese tra azione e commedia grottesca, destinate a un pubblico adulto. Negli anni sono state prodotte diverse serie a fumetti su Lupin e la sua banda, spesso scritte da Monkey Punch ma in seguito disegnate da alt... »

PROF KNOX – SCOPONE

PROF KNOX – SCOPONE

. »

DIECI PAGINE DI FUMETTI PERFETTE

DIECI PAGINE DI FUMETTI PERFETTE

Le pagine perfette sono le tavole dove testo e immagine si integrano alla perfezione, dove non c’è nulla da togliere o da aggiungere. Una pagina che ci costringe per un attimo a interrompere la lettura per ammirarla. Sono pagine che rimangono impresse nella mente anche dopo anni. Queste pagine sono una delle principali ragioni per cui amiamo leggere fumetti. Hergé: Tintin, “L’Isola nera” Nella prima vignetta abbiamo la tranqulla immagine quotidiana di Tintin a spasso con il cane per la campagna francese. Nella seconda qualcosa interviene a turbare la quiete: graficamente vediamo soltanto una onomatopea, ma Tintin ci svela che sta arrivando un aereo. Nella terza vignetta il disegno mostra un aereo dal comportamento strano. Nelle tre vignette successive l’aereo atterra e Ti... »

MOMENTO POP – SCORRETTISSIMO

MOMENTO POP – SCORRETTISSIMO

Visita il nostro sito satirico »

I CARATTERISTI DELLA COMMEDIA SEXY

I CARATTERISTI DELLA COMMEDIA SEXY

Jimmy il Fenomeno (1932, Lucera – 2018, Milano) Quello di Luigi Origene Soffrano, alias Jimmy il Fenomeno, scomparso il 6 agosto, non è probabilmente un nome che gode della massima popolarità. Magari lo spettatore meno attento non se lo ricorderà, eppure chissà quante volte avrà visto il suo volto inconfondibile in un film comico o in una commedia sexy. Nato nel 1933 a Lucera, in provincia di Foggia, più che un fenomeno è stata una vera e propria leggenda del cinema popolare italiano. Si dice che registi e produttori lo scegliessero perché “portava fortuna”. La sua fama è legata soprattutto alla comicità (apparve anche nello show di Antonio Ricci “Drive-In”) e, appunto, alla commedia scollacciata. Ma lo ritroviamo anche in film di altro genere: thriller (“La m... »

DOPO MARCHIONNE LA FIAT È NEI GUAI?

DOPO MARCHIONNE LA FIAT È NEI GUAI?

La Fiat è di nuovo nei guai. Con la morte improvvisa del suo amministratore delegato Sergio Marchionne, avvenuta il 25 luglio 2018, riappaiono le preoccupazioni per la Fiat. Tutta la città di Torino è di nuovo con il fiato sospeso. Le crisi della Fiat sono cicliche, all’incirca ogni sette anni si ripropongono e le motivazioni sono sempre le stesse. Si è temuto spesso per la sua sopravvivenza. Nascita della Fiat La Fiat fu fondata nel 1899 a Torino da un gruppo di possidenti, imprenditori e professionisti torinesi. Nobili e borghesi che volevano costruire automobili. La parte più attiva della società piemontese riteneva che non fosse disdicevole per un aristocratico impegnarsi in attività industriali e commerciali e contribuire al bene pubblico. Il loro ispiratore era stato Giovanni B... »

ALBI A 24 PAGINE: LA FINE DELLA PANINI MARVEL?

ALBI A 24 PAGINE: LA FINE DELLA PANINI MARVEL?

Quando la Panini di Modena iniziò a pubblicare gli albi della Marvel pensai: finalmente una grossa casa editrice si occupa di fumetti! Date le risorse in campo, pensai a un paio di settimanali spillati a basso prezzo di 112 pagine con cinque storie l’uno, che avrebbero ripreso la gloriosa tradizione degli antologici alla quale gli italiani erano affezionati. Mi immaginai anche mallopponi brossurati di 224 pagine per le edicole, sempre a prezzo abbordabile, con le ristampe delle serie di maggiore successo. Invece, la grande Panini continuò esattamente la politica editoriale della piccola Star Comics, alla quale i fumetti Marvel erano stati scippati, presentando albi dello stesso formato. Soprattutto, all’inizio avevo pensato che una multinazionale come la Panini avrebbe anche prodotto propr... »

LO SQUALO ASSASSINO NELLE SEQUENZE DI 6 FILM

LO SQUALO ASSASSINO NELLE SEQUENZE DI 6 FILM

La suspense e il terrore al cinema vengono declinati in svariati modi. Uno è rappresentato dai film incentrati su una o più bestie feroci, che si scatenano per cause diverse (spesso in realtà una vera e propria causa non esiste), con conseguente sterminio di esseri umani. Sono poche le razze animali che non siano state utilizzate per spargere sangue e spaventare gli spettatori. Sta diventando netta in questo senso la prevalenza di pellicole con squali assassini, che hanno dato vita a un vero e proprio sottogenere. Anche se negli ultimi anni produttori e registi non riescono più a realizzare opere di particolare originalità e successo, ogni tanto un titolo perlomeno dignitoso riesce a raggiungere le nostre sale. Si spera che sarà così per Shark – Il primo squalo (The Meg), distribuito... »

MOMENTO POP – COMODI

MOMENTO POP – COMODI

Visita il nostro sito satirico »

CICLONE, SUPERMAN DURANTE IL FASCISMO E DOPO

CICLONE, SUPERMAN DURANTE IL FASCISMO E DOPO

In Italia, Superman apparve per la prima volta nel 2 luglio 1939, sul numero 19 de “Gli Albi Dell’Audacia” delle Edizioni Juventus con il nome di Ciclone. Il materiale pubblicato proveniva dalle pagine dei quotidiani statunitensi e non degli albi dove Superman veniva pubblicato a partire dal numero uno di “Action Comics”, del giugno 1938. Le strisce quotidiane di Superman erano uscite solo dal 16 gennaio del 1939 e quindi il materiale pubblicabile non era molto. Evidentemente l’accoglienza accordata a Ciclone fu abbastanza buona, tanto che gli albi a lui dedicati iniziarono a uscire con cadenza mensile, e successivamente approdò anche sulle pagine, più prestigiose, del settimanale “L’Audace”, a partire dal n. 299 del 21 settembre 1939. Non essendo possib... »

MATITE BLU 100

MATITE BLU 100

. »

Il BIDET NATO E ABOLITO IN FRANCIA

Il BIDET NATO E ABOLITO IN FRANCIA

Mettetevi nei panni di un francese che ha appena comprato casa. È un bell’appartamento luminoso al terzo piano con vista sul parco. La camera matrimoniale è spaziosa, quella del figlio in arrivo pure, la cucina è come Dio comanda, il bagno è bello grande e non gli manca proprio nulla: la vasca idromassaggi, il lavabo, il water, il… che cavolo ci fa quel coso nel mio bagno? Quel coso sarebbe il bidet. Il francese inorridisce, diventa paonazzo. Torniamo indietro nel tempo, un po’ di storia ci aiuterà a vederci più chiaro e a capire questa strana reazione del nostro cugino d’oltre Alpi. Breve storia del bidet Il bidet, la parola designava un cavallino, nasce in Francia intorno al 1710. Wikipedia ci informa che se ne parla in Relevé des dépenses de Mme de Pompadour del 1751. Inizialmente... »

ANALISI DELL’ULTIMO BILANCIO BONELLI

ANALISI DELL’ULTIMO BILANCIO BONELLI

Abbiamo esaminato l’ultimo bilancio (del 2017), reso pubblico in questi giorni, della Sergio Bonelli Editore S.p.A. (da qui in avanti SBE). La SBE è, dopo Panini S.p.A., la più grande azienda italiana a occuparsi strutturalmente di fumetti con 28,4 milioni di fatturato. A differenza di Panini S.p.A. (circa 750M di fatturato nel 2016, dati 2017 non disponibili) che è suddivisa in 5 aree di affari, di cui l’area Publishing è solo la seconda, e non è quindi esclusivamente dedicata ai fumetti, SBE ha nei fumetti l’unica area d’affari e rappresenta quindi il più grande editore specializzato nei fumetti in Italia. Da un lato, quindi, Bonelli è un pesce piccolo se confrontato con il maggiore editore impegnato in modo rilevante nel mercato dei fumetti e in generale con i grandi gruppi editor... »

Tags:
MOMENTO POP – EFFETTIVAMENTE

MOMENTO POP – EFFETTIVAMENTE

Visita il nostro sito satirico »

MUSEI PERFETTI: IL MUSEO FERROVIARIO DI LUBIANA

MUSEI PERFETTI: IL MUSEO FERROVIARIO DI LUBIANA

Se vi capita di passare da Lubiana, la bella cittadina capitale della Slovenia, non mancate di visitare il suo museo ferroviario, situato a brevissima distanza dal centro storico. Un museo silenzioso e privo di orpelli: vi sono presentate bellissime locomotive a vapore, parzialmente ancora da restaurare, qualche vagone e una collezione di parti di treni, con piccole etichette descrittive poste a distanza dai pezzi esposti e una luce naturale che filtra con un po’ di fatica nel deposito adibito a sala espositiva. Racconterò la prossima volta quali meraviglie sono esposte a Lubiana e perché le esposizioni ferroviarie siano così interessanti anche se i treni non vi attirano granché. Oggi voglio parlarvi del perché quello di Lubiana sia un museo perfetto. Il museo perfetto è quello in cu... »

PROF KNOX – SCOPA

PROF KNOX – SCOPA

. »

PV – PACE

PV – PACE

. »

Tags:
QUANDO STELIO FENZO CONOBBE UGO PRAT

QUANDO STELIO FENZO CONOBBE UGO PRAT

Stelio Fenzo, come ricordi i tuoi esordi nell’Asso di Picche, la storica rivista veneziana con Hugo Pratt, Alberto Ongaro e Mario Faustinelli? Ho conosciuto Hugo Pratt a casa di Paolo Trivellato, un comune amico, quando ritornò assieme a sua madre dal campo di concentramento in Africa. Alcuni anni dopo con questo mio amico che disegnava molto bene eravamo soliti andare a casa di Faustinelli dove sapevamo che Hugo assieme ad altri stava preparando delle storie che sarebbero state editate nella serie “Uragano” dove appunto nacque l’Asso di Picche. Io e il mio amico Trivellato portavamo a far vedere i nostri disegni per avere un giudizio. Da notare che, al tempo in cui lo conobbi, Hugo si chiamava ancora Ugo Prat, senza la “H” e con una sola “t”. Cambiò il nome più tardi, un po’ all’americana... »

MOMENTO POP – CLUB DI TOPOLINO

MOMENTO POP – CLUB DI TOPOLINO

Visita il nostro sito satirico »

MIGLIORARE LO STREAMING SI PUÒ, ECCO COME

MIGLIORARE LO STREAMING SI PUÒ, ECCO COME

I servizi di streaming continuano la loro diffusione: dopo il grande successo di Netflix tra gli utenti italiani la concorrenza in termini di streaming si è fatta via via più imponente. Sebbene a oggi nessuno di questi servizi riesca ancora a intaccare il fascino della “N” rossa, questi ultimi offrono comunque molte alternative di rilievo. Quali sono le piattaforme di streaming più amate dagli utenti italiani? Oltre al già citato Netflix, troviamo esempi virtuosi del calibro di Amazon Prime Video, spesso scelto per via del suo costo molto basso; altri servizi di questo tipo sono Now TV, Infinity e altre piattaforme come Vodafone TV e TIM Vision. Spesso però lo streaming non è fluido come dovrebbe, interrompendosi più volte e bloccando la visione di film e contenuti d’intrattenimento. Come ... »

I CHINSON – TUTTI AL MARE

I CHINSON – TUTTI AL MARE

.   »

Applaudire all'atterraggio è da cafoni?

APPLAUDIRE ALL’ATTERRAGGIO È DA CAFONI?

Applaudire il pilota dell’aereo dopo l’atterraggio è da cafoni? Probabilmente sì. Oggi volare è la cosa più normale che ci sia e l’aereo è più sicuro, cifre alla mano, della macchina o del treno. L’applauso avrebbe senso in condizioni difficili, come nel caso del pilota Chesley “Sully” Sullenberger, che ha portato in salvo tutti i suoi passeggeri atterrando sul fiume Hudson a New York. Quindi, che senso ha applaudire il pilota per una semplice manovra di routine in condizioni ideali? Pare sia irritante sia per il pilota sia per gli assistenti di volo. È così che noi italiani ci facciamo conoscere all’estero. Vi siete mai trovati in mezzo a una turbolenza di quelle che vi fanno rimpiangere le montagne russe? Bambini che piangono, mamme che chiamano e si aggrappano ai mariti, vis... »

IL MISTERIOSO DISEGNATORE DI VENUS

IL MISTERIOSO DISEGNATORE DI VENUS

Una volta non c’era Internet. Una volta non c’era neppure il computer. Una volta c’era la storia della nostra editoria, di cui ben pochi si sono curati di tenere conto. Chi l’ha fatto per passione ha scritto fiumi di parole su Dick Fulmine, ma non si è mai interessato, per esempio, dei suoi editori, né si è mai posto il problema di ricostruirne la storia editoriale. Sì, in parte lo abbiamo fatto nel 1996 Leonardo Gori e io con il saggio Dick Fulmine, l’avventura e le avventure di un eroe italiano, per festeggiare i sessant’anni di Federico Motta Editore. Ma troppo tardi. I protagonisti erano già tutti morti e non si poteva né intervistarli né chiedere conferma di quanto da noi scritto. Eppure qualcuno, prima di noi, aveva già dato il buon esempio. Mi riferisco a ricercatori come Ezio Ferra... »

MOMENTO POP – GRAZIE CARA!

MOMENTO POP – GRAZIE CARA!

Visita il nostro sito satirico »

MATELDI, ILLUSTRATORE FRA BELLE EPOQUE E FUTURISMO

MATELDI, ILLUSTRATORE FRA BELLE EPOQUE E FUTURISMO

Avevo accennato a Filiberto Mateldi nell’articolo dedicato all’illustratrice e disegnatrice di moda Brunetta, perché di Mateldi era stata la moglie. Ma non si poteva trascurare una figura di rilievo come la sua, uno degli artisti che hanno contribuito alla migliore illustrazione italiana. Filiberto Mateldi (1885-1942), nativo di Roma, è stato pittore e illustratore, scenografo e disegnatore di moda, eccellente cartellonista e caricaturista. Nelle bibliografie che lo riguardano di solito si legge che ebbe una iniziale carriera come attore brillante presso varie compagnie, tra cui la Renzi-Gabrielli, con la quale il suo nome salì alle cronache teatrali in seguito al caso dell’attore Antonio Greco, che durante una tournée in Argentina aveva abbandonato la Compagnia perché il capocomico, Seraf... »

Pagina 1 di 84123»