I NERI NEI PRIMI FUMETTI AMERICANI

I NERI NEI PRIMI ALBI A FUMETTI AMERICANI

Per trattare dei neri, o afroamericani, nei primi comic book dobbiamo andare nella New York di diversi decenni fa. I comic book (albi a fumetti) escono in America dalla metà degli anni trenta. Prima di allora i fumetti venivano pubblicati solo in bianco e nero nei quotidiani e a colori nel loro supplemento domenicale. New York era la capitale dei comic book. Le redazioni si trovavano in questa città anche quando la casa editrice era, poniamo, a Chicago. Gli autori dovevano abitare a New York o nel circondario per essere facilmente reperibili. All’epoca New York presentava diverse comunità etniche ben definite, che a volte parlavano la lingua del loro Paese di provenienza. Anche se dai primi anni trenta, quando l’immigrazione venne ostacolata dalle autorità a causa della crisi e... »

BUCK ROGERS PORTA IL REALISMO NEL FUMETTO

BUCK ROGERS PORTA IL REALISMO NEL FUMETTO

La strip di Buck Rogers nasce nel 1929, alcuni mesi prima dell’inizio della Grande depressione economica. Infatti, il 7 gennaio, nei quotidiani escono in contemporanea due strisce destinate a rivoluzionare i fumetti. Salvo eccezioni sporadiche, tutti i fumetti erano comici (in inglese si chiamano “comics” per questo motivo), ma quel giorno fanno la comparsa in forma disegnata due personaggi delle pulp, le riviste di narrativa popolare molto diffuse all’epoca. Uno è Tarzan di Edgar Rice Burroughs, disegnato da Hal Foster in stile fotografico, come tipico degli illustratori come lui. L’altro è, appunto, Buck Rogers, un personaggio creato da Philip Francis Nowlan per la pulp di fantascienza Amazing Stories, dell’editore Hugo Gernsback (l’uomo che ha rilanciato il genere letterario creato da V... »

THE WALKING DEAD: RICOMINCIO DA NEGAN

THE WALKING DEAD: RICOMINCIO DA NEGAN

Torna The Walking Dead, la saga televisiva prodotta da Amc, tratta dall’omonimo comic e trasmessa in Italia da Sky. La serie è giunta ormai alla settima stagione. L’attesa è spasmodica, grazie anche ad un nuovo personaggio di cui abbiamo intuito le potenzialità nel finale della sesta stagione: Negan, il cattivo che ameremo odiare, oppure che ameremo tout court, a seconda delle nostre private perversioni, ma che non ci lascerà indifferenti. Ma vediamo di chi si tratta, accennando brevemente al personaggio del fumetto.   La circostanza che Negan sia un personaggio presente anche nella serie a fumetti The Walking Dead di Robert Kirkman, è già garanzia di un carattere ben delineato. Anche se ad essere onesti,  i personaggi presenti solo nel serial, come Daryl Dixon, finora non ci ha... »

TINÌ TRANTRAN – 24

TINÌ TRANTRAN – 24

VIDEOGAME ANNI OTTANTA: L’EVOLUZIONE DEL GORE E DELLO SPLATTER

VIDEOGAME ANNI OTTANTA: L’EVOLUZIONE DEL GORE E DELLO SPLATTER

Gli anni ottanta sono stati un decennio boom per il settore videoludico. Dal 1980, quando uscì Pacman, al 1990 di Super Mario World, dalle macchinette arcade con la grafica alimentata a immaginazione (più che con vera e propria tecnologia) ai “potenti” sistemi d’intrattenimento con 16-bit, è passata molta acqua sotto i ponti. La componente visiva, la rappresentazione sempre più dettagliata del gore, dello splatter, dello spargimento di sangue nel tempo ha trovato aspre proteste e muri di costernazione, da chi “per-l’amor-del-cielo-qualcuno-pensi-ai-bambini” l’hanno come motivo di vita, ma anche una accettazione abbastanza generalizzata. DEATH RACE (1976) Il primo gioco elettronico a meritarsi l’appellativo di “controverso”, probabilmente è questo “Death Race” uscito nel lontanissimo ... »

STUDENTI UNIVERSITARI: MEGLIO APPARTAMENTO O BED AND BREAKFAST?

STUDENTI UNIVERSITARI: MEGLIO APPARTAMENTO O BED AND BREAKFAST?

Fatti i test, comprati i testi: l’anno accademico è iniziato. Siccome abitate a 100-200 chilometri dalla città universitaria direi che è giunta l’ora di guardarvi intorno e cercarvi un appartamento, preferibilmente in posizione centrale. Come si è soliti fare in questi casi, date un’occhiata su subito.it ma anche ai vari annunci che rivestono le bacheche delle facoltà. Cercasi o affittasi camera in appartamento. Wifi. Posizione centrale. 300€. Uhmmm… e ora facciamoci un calcolo: come minimo dovrete fittare per dieci mesi e con un contratto regolare per poter recuperare quei 19 o 20% con la dichiarazione dei redditi. Poi, a parte, c’è l’acqua, la corrente e il gas. Si prospetta una spesa mensile di 350-400 €  e annuale di 3500-4000 euro. E poi c’è il problema dei coinquilini. Se avete i coi... »

FRANK CARTER – EQUIVOCO A CASABLANCA 30

FRANK CARTER – EQUIVOCO A CASABLANCA 30

QUANTO VENDONO OGGI I FUMETTI? RISPONDE COMIX ARCHIVE, IL BLOGGER PIÙ ODIATO D’ITALIA

QUANTO VENDONO OGGI I FUMETTI? RISPONDE COMIX ARCHIVE, IL BLOGGER PIÙ ODIATO D’ITALIA

Parlo con Comix Archive? Il mio nome è Alex Planori, forse hai letto alcuni pezzi che ho scritto come Al Plano sul sito. Chi sei veramente? Un esperto di fumetti, ma non sono un lettore, se con questo termine s’intende chi legge fumetti per spasso. Non sono uno scrittore e nemmeno un disegnatore. E non ho rapporti di collaborazione con gli editori o altri autori e disegnatori. Così chiariamo subito il punto. Dicono che sei fascista, è vero? No, sono un democratico che ha a cuore gli interessi degli altri. Sono convinto che la libertà costituisca un valore da difendere. Il fascismo ha espresso un concetto in totale antitesi con la libertà e quindi non posso essere qualcosa che non solo disapprovo, ma che considero un grande errore della storia di questo Paese. Sono di destra e la dest... »

GOLDEN GATE BRIDGE: IL PONTE DEI SUICIDI

GOLDEN GATE BRIDGE: IL PONTE DEI SUICIDI

“Quando ho staccato le mani dalla balaustra, ho percepito subito un senso di consapevolezza che stavo commettendo una follia. Stavo ponendo fine alla mia vita”. Questa frase è stata pronunciata sessanta giorni dopo il tentato suicidio di un ragazzo australiano di 27 anni: una delle molte persone che hanno cercato di togliersi la vita recandosi in un luogo ben preciso come se fossero richiamate da un’entità misteriosa. Uno dei pochi a essere sopravvissuto al “mantra” diabolico del Golden Gate Bridge, meglio noto come “il ponte dei suicidi”. L’idea di costruire un ponte che collegasse San Francisco e la Marin County fu di Joseph Baermann Strauss, un ingegnere che ne aveva già progettati cinquecento. I lavori di costruzione iniziarono nel gennai... »

WARHOL E NOTO, IL BAROCCO IMMAGINARIO

WARHOL E NOTO, IL BAROCCO IMMAGINARIO

Lo scorso agosto all’ex convitto Ragusa di Noto si è inaugurata la mostra “Warhol è Noto, il Barocco immaginario”, mostra che è giunta agli sgoccioli, considerato che chiuderà i battenti il 31 ottobre prossimo. L’ottimo percorso espositivo curato da Giuseppe Stagnitta e realizzata da Fenice Company Ideas e Associazione Culturale Studio Soligo in collaborazione con il Comune di Noto, comprende circa 120 opere provenienti dalla famosa Collezione Rosini-Gutman. L’idea della mostra è nata dall’esigenza di raccontare e far conoscere al grande pubblico la potente forza comunicativa della grande personalità eclettica tra le più importanti dell’arte del novecento. La mostra inizia con venti disegni degli anni cinquanta che descrivono l’inizio della s... »

MOMENTO POP – HORROR

MOMENTO POP – HORROR

Fai un salto nella satira: https://www.facebook.com/group/1791129604449853/ »

IL MONDO PERDUTO DI FRAZETTA

IL MONDO PERDUTO DI FRAZETTA

Se siete stanchi dei fumetti di oggi perché sembrano la brutta copia dei telefilm e volete spaziare con la fantasia, niente paura: Frank Frazetta, nato a New York nel 1928 e morto in Florida nel 2010, con le sue illustrazioni vi parlerà di un mondo perduto. Si tratta del mondo perduto degli autori dei comic book della golden age (dalla fine degli anni trenta all’inizio degli anni cinquanta), anche se Frazetta, come Alex Toth e Fred Guardineer, non ha avuto la fortuna di realizzare un personaggio famoso o di disegnare per un bravo sceneggiatore. Di un immaginario che nasce dalle pulp, riviste avventurose popolari dagli anni dieci agli anni quaranta, che furono soppiantate proprio dai loro continuatori, i comic book. Le pulp dalle sgargianti copertine ci campavano sui mondi perduti. L’... »

L’EROINA DEL MARE ACCUSATA DI OMICIDIO COLPOSO

L’EROINA DEL MARE ACCUSATA DI OMICIDIO COLPOSO

Capita che la vita possa cambiare in maniera improvvisa ed inaspettata. E che una persona che si era abituati a pensare come proba e ligia al dovere ora debba rispondere davanti alla Legge di accuse piuttosto pesanti. Non è la trama di un film, né tantomeno una nuova fiction, ma è la vicenda di Catia Pellegrino, prima donna a comandare una nave della marina militare italiana, la Libra. La quarantenne salentina, in passato, era diventato il simbolo dei salvataggi in mare. Numerose le operazioni di recupero dei migranti alle quali aveva partecipato nell’ambito di “Mare Nostrum”. Su di lei fu pubblicato persino un libro e girato un docu-film. Una passione, la sua, che era stata anche premiata l’anno scorso dal Presidente Sergio Mattarella, il quale l’aveva insignita con le onorificenze al mer... »

SOTTO CONTROLLO

SOTTO CONTROLLO

Con internet e gli smartphone non c’è più privacy. Si può sapere tutto di tutti confrontando Facebook con Whatsapp, interpolando i dati della scheda Sim telefonica con i Gps, passando alle intercettazioni delle telecamere installate ovunque. Ottimi strumenti per combattere la criminalità, ma il diritto alla riservatezza e all’anonimato ormai è perduto. L’importante è esserne consapevoli… »

KRIMINAL, IL PRIMO FILM SU UN FUMETTO ITALIANO

KRIMINAL, IL PRIMO FILM SU UN FUMETTO ITALIANO

Kriminal (1966) rappresenta il primo tassello della trilogia fumettistica italiana al cinema che prosegue con Diabolik di Mario Bava (1967) e Satanik di Piero Vivarelli (1968). Umberto Lenzi ha per primo l’idea di portare un fumetto noir sul grande schermo, anche se avrebbe voluto fare Satanik, ma in quel periodo la Editoriale Corno era disponibile a cedere i diritti del solo Kriminal. I fumetti italiani dei primi anni Sessanta raccontavano le gesta di criminali sadici e assassini, che spesso erano permeate di torbido erotismo. Se scorriamo i nomi di quei personaggi troviamo una serie interminabile di eroi negativi. Diabolik delle sorelle Giussani fu il primo a conquistare il mercato, ma subito dopo arrivarono: Kriminal, Satanik, Sadik, Demoniak, Mister X, Fantax, Killing e molti altri. Tu... »

IL CASO AMAZON

IL CASO AMAZON

Amazon colpisce ancora. Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon.com, non si accontenta del successo ottenuto fino ad oggi e vorrebbe fornire connettività Internet in Europa. Non è ancora stata divulgata notizia ufficiale, ma secondo la testata The Informant fonti autorevoli avrebbero confermato lavori in corso. Nel 1994 Jeff decide di abbandonare una carriera lavorativa prima a Wall Street e poi nel settore finanziario e del commercio internazionale, per dedicare anima e corpo al suo progetto. Si chiude nel suo garage e cominciando ad immaginare il futuro, partorisce Amazon. Ribattezzato come il negozio del mondo, Amazon è un everything store sul quale possiamo trovare di tutto: cibo, libri, oggettistica, passando dai vestiti, fino ad approdare al souvenir vintage. Ma Amazon non si ferma e s... »

I 30 ANNI DI DYLAN DOG TRA ZEROCALCARE E MERCHANDISING

I 30 ANNI DI DYLAN DOG TRA ZEROCALCARE E MERCHANDISING

Panoramica delle novità in uscita per Lucca Comics & Games 2016 per festeggiare i trentanni di Dylan Dog, dal kit antizombie a Zerocalcare. »

TINÌ TRANTRAN – 23

TINÌ TRANTRAN – 23

CACCIA ALL’UOMO A DOGPATCH

CACCIA ALL’UOMO A DOGPATCH

Immaginate la scena: un’orda di ragazze in età da marito (e anche nubili ben oltre quella fascia d’età) che inseguono gli scapoli del paese e li rastrellano casa per casa. Davvero una visione apocalittica, frutto della mente deviata di uno scrittore pazzo. Andiamo con ordine. Li’l Abner è una striscia a fumetti creata dal cartoonist statunitense Al Capp. Arriviamo in una cittadina fittizia del profondo sud degli Usa, Dogpatch, e andiamo a fare la conoscenza di un giovanotto locale di belle speranze, un certo Li’l Abner. Un omone alto e aitante, moralmente ineccepibile: il prototipo dell’americano ideale degli anni quaranta del secolo scorso. Li’l è il figlio che tutti i genitori vorrebbero e che tutte le ragazze sposerebbero. Ha un sorriso hollywoodiano perennemente stampato sulla fa... »

FRANK CARTER – EQUIVOCO A CASABLANCA 29

FRANK CARTER – EQUIVOCO A CASABLANCA 29

RACCONTI DI CENTO PAROLE: SARÒ BREVE…

RACCONTI DI CENTO PAROLE: SARÒ BREVE…

Il termine drabble è usato in fanfiction per indicare un testo narrativo di cento parole esatte (cioè il drabble per eccellenza). In generale il numero può variare dalle novanta alle cento, a seconda dei limiti che ci si dà. In altre parole, il drabble è un racconto brevissimo entro il quale l’autore deve riuscire a narrare una storia compiuta, nonostante il limite imposto dall’esiguo numero di parole.   A titolo di esempio, riporto un drabble scritto da Poeta Zaza, che è anche l’ideatrice del titolo della silloge entro cui è stato pubblicato: Dammi del lei La donna disse: «Meglio darmi del lei e chiamarmi Signora Marta, come gli altri». La risposta di Giulia fu uno scoppio disperato di pianto. Da quel momento, l’affetto di una bambina per una persona che riteneva come una... »

“KISS ME ON MY TULIPS”: I COLORI DEGLI SMALTI

“KISS ME ON MY TULIPS”: I COLORI DEGLI SMALTI

La scelta del colore dello smalto per le unghie è ovviamente legata alla moda. Esistono marche di smalto con le quali è difficile sbagliare, ma si deve considerare che le società cosmetiche mettono nella palette anche colori assolutamente improponibili per creare scandalo e far accorrere i fotografi alle sfilate. Il Mimosa di Chanel piacque molto quando uscì nel 2010, ma che con quel giallino  piuttosto smorto fa pensare all’unghia di una mummia. È ancora nella memoria il mitico Particulière di Chanel, che è un color taupe, cioè talpa piuttosto chiaro, saturo. Era stato messo a punto da una società del triangolo d’oro della cosmesi fra Crema, Milano e Bergamo, che prepara il 50% degli  smalti e dei cosmetici del mondo, ed era stato offerto ai compratori durante la presentazione dei n... »

MISO: UN ANTICO SEGRETO DI SALUTE E LONGEVITÀ CHE VIENE DALL’ORIENTE

MISO: UN ANTICO SEGRETO DI SALUTE E LONGEVITÀ CHE VIENE DALL’ORIENTE

Il miso è un prodotto fermentato a base di soia che viene usato da secoli in Giappone come toccasana e ingrediente indispensabile per una buona e lunga vita. Gli ingredienti usati per fare un buon miso sono soia, cereali, acqua, fermenti e sale. La caratteristica di questo peculiare condimento sta nell’avere una grande ricchezza di fermenti vivi, che tengono pulito il tratto intestinale favorendo anche la risoluzione di molti problemi digestivi, tanto che ho sentito qualcuno chiamarlo “idraulico liquido”, proprio per il notevole effetto. Altra particolarità del miso è quella di essere forse uno dei cibi più equilibrati dal punto di vista dell’energia che apporta: un perfetto incontro tra espansione e contrazione che conferiscono a questo alimento la capacità di eliminare gonfiori (espansio... »

PAPA PIO XIII, LA TRADIZIONE È GIOVANE E HA LA FACCIA DI JUDE LAW

PAPA PIO XIII, LA TRADIZIONE È GIOVANE E HA LA FACCIA DI JUDE LAW

La premessa d’obbligo è che stiamo commentando una serie TV e non un’enciclica pontificia. In “The young Pope” di Paolo Sorrentino, Jude Law, Diane Keaton e Silvio Orlando in stato di grazia (chissà se divina?) danno corpo rispettivamente a Lenny Belardo (l’immaginario papa Pio XIII), suor Mary e il cardinale Voiello, mentre Sorrentino, avendo a disposizione i tempi lunghi della televisione, evoca tre personaggi ambigui e benedetti. Tutti figli dell’irrequietezza del tempo. Le prime due puntate sono andate in onda venerdì 21 ottobre su Sky. Lenny Belardo è stato lasciato in orfanotrofio dai genitori, due hippies scappati a Venezia, ed è cresciuto in un istituto religioso cattolico, sotto l’occhio materno e vigile di suor Mary, e poiché il conclave è misterioso, è divenuto... »

IL REALISMO FUMETTOSO DI WALLY WOOD

IL REALISMO FUMETTOSO DI WALLY WOOD

Il fumetto realistico non deve per forza essere “fotografico”, come quello che imperversa oggi. Lo ha dimostrato la carriera di Wally Wood, che pure si “vantava” di copiare qua e là. Prendiamo la storia di Wood pubblicata nel numero 7 di “Daredevil” del 1965, e proviamo a immaginarci come sarebbe stata realizzata da un disegnatore “fotografaro”.   Intanto un fotografaro spesso non ha la fantasia per creare situazioni immaginarie come una Atlantide subacquea (in precedenza, Bill Everett, creatore di Sub-Mariner, chiamava questa città semplicemente Sottomarina). La sceneggiatura di Stan Lee è, come al solito, piuttosto tirata via: si salva con le battute brillanti che inserisce qui e là. Il generale Krang smania di attaccare i terricoli pe... »

MOMENTO POP – DIMENSIONI

MOMENTO POP – DIMENSIONI

Fai un salto nella satira: https://www.facebook.com/group/1791129604449853/ »

I CHINSON – ENDORSEMENT

I CHINSON – ENDORSEMENT

SUPERGULP I FUMETTI IN TV!

SUPERGULP I FUMETTI IN TV!

Correva l’anno 1972. Un giovanissimo Bill Gates e l’amico Paul Allen fondano la Traf-O-Data, azienda che di lì a poco si sarebbe trasformata nella a dir poco remunerativa Microsoft. Il presidente americano Richard Nixon visita la Cina comunista di Mao Zedong, il preludio al ristabilimento delle relazioni diplomatiche tra la Repubblica Popolare e gli Stati Uniti nel 1979. Nel mese di settembre, alle Olimpiadi di Monaco, un commando palestinese di Settembre Nero irrompe nel villaggio olimpico, uccide due componenti della squadra olimpica israeliana e ne prende in ostaggio altri nove. Il tentativo di liberazione da parte delle forze dell’ordine finisce in un bagno di sangue. Al cinema esce “Il Padrino” di Francis Ford Coppola; l’Italia è ingessata nel gover... »

BATTICUORE

BATTICUORE

TINÌ TRANTRAN – 22

TINÌ TRANTRAN – 22

TERZA PLAYLIST D’AUTUNNO

TERZA PLAYLIST D’AUTUNNO

“If I Ever Was a Child” è la traccia n. 11, tratta dal nuovo lavoro dei Wilco (Schmilco), storica band di Chicago. Questa è una canzone dallo stile bluegrass, un ritorno alle radici musicali della formazione americana, che si distacca definitivamente da tutte le ritualità della rock band che si apre al mondo, sempre alla conquista di nuovi ascoltatori, adepti, fan, innamorati che li ha fin qui contraddistinti. Tutto l’album è un affare in gran parte acustico, musica e testi carichi di dolci melodie, una autentica produzione dal sentimento autunnale carico di ricordi come questo brano. Una gemma rilucente di malinconia al riparo del picco di sole. Ho scelto per la traccia n. 12 una canzone autenticamente pop come “M Doll” degli statunitensi Posies, giunti tra l’altro al nono alb... »

Pagina 96 di 109«9495969798»