delitti famosi

L'ATTORE DYLAN MCDERMOTT E L'ASSASSINO DELLA MADRE

L’ASSASSINO DELLA MADRE DI DYLAN MCDERMOTT

L’attore Dylan McDermott è noto al pubblico italiano soprattutto per il ruolo di Bobby Donnell, il protagonista di The Practice – Professione avvocati, la lunga serie televisiva andata in onda su Rai Due sino al 2005. McDermott deve gran parte della sua popolarità a questa serie, ma ha anche interpretato una trentina di film per il grande schermo. Un’altra serie tv di cui è protagonista si i... »

MARK CHAPMAN, ASSASSINO DI JOHN LENNON

MARK CHAPMAN, L’ASSASSINO DI JOHN LENNON

Negli anni settanta ricorreva un tormentone: “Quando si riuniranno i Beatles?”. Ogni voce su un loro possibile riavvicinamento veniva presa sul serio: si pensava che prima o poi i Beatles sarebbero tornati a comporre e suonare fantastiche canzoni insieme, come avevano fatto nei magici anni sessanta. Nel 1980, a spegnere per sempre quell’illusione provvederà il venticinquenne Mark Chapman. La sera ... »

ANTHONY PELLICANO, IL DETECTIVE CHE RICATTAVA HOLLYWOOD

ANTHONY PELLICANO, IL DETECTIVE CHE RICATTAVA HOLLYWOOD

Nel 2002, due giornalisti del Los Angeles Times indagano su presunti legami tra l’attore Steven Seagal e la mafia. Un giorno, i due trovano sul parabrezza della loro macchina un pesce morto con una rosa rossa in bocca, accanto alla scritta “stop”. Grazie alla descrizione di un testimone, ben presto l’Fbi scopre che a confezionare la bizzarra minaccia è stato un certo Alexander Proctor, collaborat... »

NESSUNO HA UCCISO DALIA NERA

NESSUNO HA UCCISO DALIA NERA

Alla signora Betty Bersinger piace passeggiare all’alba per Leimert Park, quando c’è ancora poca gente in giro. Ma alle sette e mezza del 15 gennaio 1947 la donna scopre in quel quartiere periferico di Los Angeles qualcosa che le fa accapponare la pelle dall’orrore. Vicino a un marciapiede, l’uno accanto all’altro, giacciono i due pezzi del corpo nudo di una giovane donna perfettamente segato a m... »

CHRISTIAN, IL FIGLIO ASSASSINO DI MARLON BRANDO

CHRISTIAN, IL FIGLIO ASSASSINO DI MARLON BRANDO

La mattina del 16 maggio 1990, l’attrice polinesiana Tarita Teriipaia arriva a Los Angeles dall’isola di Tahiti per andare a trovare l’ex marito Marlon Brando. Lui è il più grande attore del mondo: l’indimenticabile “selvaggio”, il rozzo e sensuale Stanley di Un tram che si chiama Desiderio, l’eroe ammaccato di Fronte del porto, per il quale vinse l’Oscar nel 1955. Ne aveva rifiutato un altro pe... »

IL DESTINO DI BRUCE LEE E DEL FIGLIO BRANDON

IL DESTINO DI BRUCE LEE E DEL FIGLIO BRANDON

A Hong Kong, il 20 luglio 1973, Bruce Lee si trova in casa di Betty Ting Pei, attrice con la quale deve girare il suo prossimo film. Da un paio di anni, Betty è anche amante del famoso protagonista dei film di kung fu. Nel pomeriggio, Bruce avverte un forte mal di testa. L’amica gli dà una pastiglia di Equagesic, un potente analgesico da prendere solo su prescrizione medica: contiene il principi... »

ANCESCA ALINOVI, 47 COLTELLATE

FRANCESCA ALINOVI, 47 COLTELLATE… PER GIOCO?

È una sera afosa del 15 giugno 1983, quando i pompieri di Bologna arrivano davanti a un edificio al numero 7 di via del Riccio, una stradina del centro storico. Li ha chiamati Marcello Jori, un autore di fumetti del mensile Linus, amico e vicino di casa di una giovane professoressa universitaria che non dà notizie da tre giorni. Con la scala mobile i vigili del fuoco salgono fino a una finestra ... »

Sharon Tate

LA STRAGE SATANISTA NELLA QUALE MORÌ SHARON TATE

Quando Sharon Tate nasce a Dallas (Texas) il 24 gennaio 1943, nessuno immagina che diventerà un’attrice famosa e la moglie di un grande regista. Tantomeno che morirà a soli 26 anni, trafitta da sedici pugnalate in un massacro che sconvolgerà il mondo. Suo padre, Paul James Tate, pilota militare, si trova sui fronti della Seconda guerra mondiale. Rimane in aviazione anche dopo il conflitto, fa c... »

È STATO BARETTA A UCCIDERE

È STATO BARETTA A UCCIDERE “QUELLA CAGNA”?

Robert Blake, l’attore diventato famoso negli Anni Settanta grazie al telefilm Baretta, e Bonnie Lee Bakley, una donna con un oscuro passato e un presente poco raccomandabile, sono sposati da pochi mesi quando, la sera del 4 maggio 2001, vanno a cena al “Vitello Y” di Studio City, alla periferia di Los Angeles. All’uscita del ristorante italiano, Bonnie entra in auto e abbassa il finestrino perche... »

FATTY IL CICCIONE NON FA PIÙ RIDERE HOLLYWOOD

FATTY IL CICCIONE NON FA PIÙ RIDERE HOLLYWOOD

Da bambini, tutti abbiamo visto le comiche in bianco e nero. Tra i personaggi di quei film muti che tanto ci facevano divertire c’era spesso un “grassone” dalla faccia ingenua e simpatica che si distingueva per la sua agilità. In America questo attore era chiamato Fatty, ossia semplicemente “Ciccione”: alto 1.78 metri per 136 chili di peso, il suo vero nome era Roscoe Arbuckle. Purtroppo per lui,... »

L'ASSASSINA ERA DAVVERO LA FIGLIA DI LANA TURNER?

L’ASSASSINA ERA DAVVERO LA FIGLIA DI LANA TURNER?

È il 4 aprile 1958 quando squilla il telefono di Jerry Geisler, il famoso avvocato delle stelle di Hollywood. «Sono Lana Turner», dice una voce incerta, «è successa una cosa terribile, può venire a casa mia?». Raggiunta la grande villa in stile coloniale, l’avvocato incontra l’attrice con il volto solcato dalle lacrime e la figlia quattordicenne, Cheryl, in piena crisi isterica. In una camera v... »

IL MARCHESE CASATI STAMPA DAVA LA MOGLIE A TUTTI

IL MARCHESE CASATI STAMPA DAVA LA MOGLIE A TUTTI

Sono le 4 del mattino del 30 agosto 1970, quando il marchese Camillo Casati Stampa, conclusa una battuta di caccia presso la tenuta di Valdagno, in Veneto, telefona alla propria abitazione romana per parlare con la bella moglie Anna Fallarino. L’ora è insolita, ma il marchese ha buone ragioni per essere irrequieto. Dall’altro capo del filo gli risponde Massimo Minorenti, uno studente di 25 anni c... »

IL VERO DIABOLIK SI CHIAMAVA DIABOLICH

IL VERO DIABOLIK SI CHIAMAVA DIABOLICH

Prima del Diabolik a fumetti c’era un Diabolich in carne e ossa, che uccideva e sfidava direttamente la polizia. Aveva colpito solo a Torino, ma di lui parlavano i giornali di tutto il mondo. Oggi nessuno lo ricorda più, anche se sfruttando il suo nome (quando Diabolich era ancora temuto) Angela Giussani è riuscita a creare un grande successo editoriale. Ma per iniziare, vi piacerebbe vedere... »

DYLAN DOG SMASCHERA (DAVVERO) JACK LO SQUARTATORE

DYLAN DOG SMASCHERA (DAVVERO) JACK LO SQUARTATORE

Il primo numero di Dylan Dog, uscito nel 1986, mi era sembrato troppo artefatto, troppo costruito. La passione per il personaggio è scattata dal secondo episodio, dove lo stile brillante di Tiziano Sclavi si coniuga perfettamente con i suoi incubi. Purtroppo i personaggi odierni di Bonelli sono quasi tutti molto tristi, per niente divertenti. Vogliamo ancora personaggi brillanti, come il primo Dyl... »