cinque feste

CINQUE FESTE CRISTIANE DI ORIGINE PAGANA

L’epoca moderna è figlia, e frutto, del suo passato. Molte usanze, usi, costumi, modi di dire o fare ci vengono tramandati dalla nostra cultura e dalle epoche più antiche. Potremmo perciò stupirci di quante cose noi abbiamo ereditato (o spesso rubato) alle culture passate? Voglio elencarvi, in particolare, cinque festività che hanno origini, o che hanno preso spunto, da altrettante feste pagane.   1 – Il Natale e i suoi simboli   Il Natale può essere considerato una delle feste più emblematiche del cristianesimo. Per la maggior parte delle Chiese ricade il 25 dicembre, mentre per alcune ricade il 6 gennaio (il nostro giorno dell’Epifania) o il 7 Gennaio. I cristiani iniziarono a festeggiare questo giorno solo intorno al trecento dopo Cristo, prendendo spunto da varie tradiz... »

WESTERN FRANCOFONO

IL WESTERN FRANCOFONO SA DI SPAGHETTI

Nel fumetto europeo il western francofono è secondo solo a quello italiano, ma è anche quello che più si ispira alla nostra tradizione del western spaghetti. “Il western non è dell’America è dell’anima”, si diceva negli anni sessanta per giustificare lo scippo culturale che Sergio Leone e soci avevano perpetrato. “Né storia né sequenze, solo ammazzamenti”, cosi Burt Kennedy illustrava al famoso collega regista John Ford il nuovo genere. In modo del tutto superficiale e forse con una malcelata punta di invidia. In totale, tra il 1964 e il 1969 in Europa sono stati girati circa 400 western. La grande maggioranza in Italia, ovviamente.     Il fumetto europeo ha scoperto il western precocemente, sin dagli anni trenta e quaranta. La nazione che si è mostrata più prolifica ... »

cambiamento climatico

IL CINEMA ROVINATO DAL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Mentre Greta, bordesando bordesando, è arrivata in barca a vela negli States e ha cominciato a tirare le orecchie a Donald Trump per la sua disattenzione al cambiamento climatico, un divertente modo di richiamare l’attenzione l’ha trovato Bepi Vigna (nella foto sotto, al Centro internazionale del fumetto di Cagliari coinvolto nell’operazione), uno dei creatori di Nathan Never, oltreché scrittore e regista. In collaborazione con Green Cross Italia, in occasione della 76esima Mostra Internazionale Cinematografica di Venezia ha allestito una piccola mostra coinvolgendo dodici tra fumettisti e illustratori. Agli artisti è stato chiesto di interpretare alcuni classici della cinematografia, mostrando come sarebbero stati se si fossero già realizzate le drammatiche previsioni ri... »

TOY STORY RESTYLING

POP – TOY STORY RESTYLING

Visita il gruppo satirico “Momento Pop” cliccando QUI   »

5 È IL NUMERO PERFETTO, PARERI FAVOREVOLI E CONTRARI

5 È IL NUMERO PERFETTO, PARERI FAVOREVOLI E CONTRARI

Presentato il 28 agosto alla Mostra del Cinema di Venezia e il giorno dopo uscito nelle sale di mezza Italia, ha intrapreso il suo cammino sul grande schermo 5 è il numero perfetto, il film tratto dal romanzo a fumetti (o graphic novel, come ormai si usa dire) di Igor Tuveri, in arte Igort, che ha anche diretto la versione cinematografica.   Non è il primo film tratto da un fumetto italiano. All’epoca dei “fumetti neri” si sono visti un paio di Kriminal, un Satanik, un Mister X, un Diabolik “d’autore” diretto da Mario Bava (e un altro sta arrivando a opera dei Manetti Brothers). Persino un Isabella, tratto dal primo tascabile dichiaratamente sexy italiano. Persino le Sturmtruppen di Bonvi approdarono al cinema (in un film dimenticabile, ma di succes... »

TOM & PONSI – 46

TOM & PONSI – 46

. »

PV – PER AMARE

PV – PER AMARE

. »

Tags:
EROI COME CORTO MALTESE, MISTER NO E… CRISTALL

EROI COME CORTO MALTESE, MISTER NO E… CRISTALL?!

Abbiamo bisogno ancora di eroi romantici che non si prendono troppo sul serio come Corto Maltese, Mister No e Cristall, in un periodo come questo dove i personaggi sono maledettamente seri e impegnati? Durante l’ozio vacanziero ho lasciato scorrere nella mia mente tutti i fumetti che conosco, alla ricerca di vecchi personaggi di cui avrei letto con molto piacere nuove avventure. Alla fine ne ho selezionati tre con tante cose in comune, anche se hanno lettori molto diversi tra loro.   Mister No Amo Jerry Drake, meglio conosciuto come Mister No, perché è il personaggio più brillante della Bonelli. Un eroe creato nel 1975 da Guido Nolitta (alias Sergio Bonelli) e reso graficamente nella prima avventura da Gallieno Ferri. Successivamente è passato nelle mani di altri validi disegnat... »

QUARTIERI ROMANI

POP – QUARTIERI ROMANI

Visita il gruppo satirico “Momento Pop” cliccando QUI       »

Il genio di Stanley Kubrick in 12 sequenze

IL GENIO DI STANLEY KUBRICK IN 12 SEQUENZE

Fino al 17 settembre, presso il Design Museum di Londra, è in corso la mostra “Stanley Kubrick: The Exhibition“, che attinge all’enorme archivio personale del regista. In questo 2019, d’altronde, ricorre il ventennale della morte di Stanley Kubrick, avvenuta nel Regno Unito il 7 marzo del 1999. Celebriamo perciò uno dei più grandi maestri della storia del cinema ripercorrendone la straordinaria filmografia attraverso dodici sequenze.     La civiltà e la scienza moderne escludono ogni mitologia dalla nostra concezione del mondo, servono esclusivamente il principio di realtà e l’istinto di morte. Per il regista conviene allora creare il più gran numero di opere archetipiche (rimescolate tutte le società e le classi) portatrici di miti in cui gli spetta... »

IL MARCHESE CASATI STAMPA DAVA LA MOGLIE A TUTTI

IL MARCHESE CASATI STAMPA DAVA LA MOGLIE A TUTTI

Sono le 4 del mattino del 30 agosto 1970, quando il marchese Camillo Casati Stampa, conclusa una battuta di caccia presso la tenuta di Valdagno, in Veneto, telefona alla propria abitazione romana per parlare con la bella moglie Anna Fallarino. L’ora è insolita, ma il marchese ha buone ragioni per essere irrequieto. Dall’altro capo del filo gli risponde Massimo Minorenti, uno studente di 25 anni che conosce bene, benché questa familiarità non gli dia il diritto di stare con sua moglie condividendone il letto matrimoniale. Almeno quando lui è assente. Appende il telefono e richiama, stavolta è Anna a degnarsi di rispondere. Dopo averla inondata di minacce, il marchese riattacca di nuovo il telefono e si precipita a Roma. Arriva di sera al suo superattico in via Puccini, nell’elegante qu... »

CAPITAN AMERICA, UN QUIZ SU TELEVISIONE E NAZISTI

CAPITAN AMERICA, UN QUIZ SU TELEVISIONE E NAZISTI

Capitan America viene creato nel 1941 da Joe Simon e Jack Kirby per la Timely di Martin Goodman, prima dell’arrivo di Stan Lee nella casa editrice come ragazzo tuttofare. Le avventure di Capitan America terminano per il disinteresse dei lettori alla fine degli anni quaranta, insieme a quelle di tutti gli altri supereroi della Timely, da Sub-Mariner alla Torcia Umana.     Nel 1952 una serie televisiva di Superman, interpretato da George Reeves, sembra riaccendere l’interesse per i supereroi e la Atlas (il nuovo nome della casa editrice di Martin Goodman) decide di rilanciare Capitan America, oltre a Subby e la Torcia. Il nemico ora è cambiato, la minacchia non è più incarnata dalla sconfitta Germania nazista, ma dalla trionfante Russia comunista.   Il Capitan Amer... »

BLOOD ART

POP – BLOOD ART

Visita il gruppo satirico “Momento Pop” cliccando QUI   »

Bird Box, le Creature e tutti i riferimenti a Lovecraft spiegati

BIRD BOX, SE GUARDI LE CREATURE MUORI

Bird Box è un film del 2018 diretto da Susanne Bier, con Sandra Bullock e John Malkovich, tratto dal romanzo omonimo di Josh Malerman. Ti consigliamo di non proseguire con la lettura dell’articolo o con la visione del video se temi spoiler.   La storia di Bird Box Il mondo è sconvolto da una serie di suicidi di massa indotti da quella che sembra essere un’ondata psicotica. Prima in Russia, poi in America e nel resto del mondo. Mallorie, un’artista incinta, perde sua sorella, che si suicida nel corso del caos cittadino dopo avere assistito a qualche sconvolgente visione. Rimasta da sola e con un figlio in grembo, si unisce a un gruppo di variegati sopravvissuti che hanno fatto fronte comune per sopravvivere e scoprire cosa sta succedendo. Sembra evidente che il mondo ... »

MATITE BLU 152

MATITE BLU 152

. »

artigianato

L’ARTIGIANATO ITALIANO VENDE ALL’ESTERO

L’artigianato italiano riesce a sopravvivere vendendo all’estero. Il 99% delle aziende italiane sono micro, piccole e medie imprese artigiane. Hanno sempre avuto molta difficoltà a ottenere i finanziamenti necessari per svolgere la propria attività.     Tuttavia, nel 2017 le esportazioni di beni e di servizi prodotti dalle imprese di ridotte dimensioni arriva a pesare considerevolmente. Il buon andamento di questo tipo di esportazioni colloca l’Italia al terzo posto dell’Unione europea, dietro la Spagna e la Germania.     Alcuni economisti ritenevano che alla prima crisi queste imprese sarebbero scomparse. Solo le grandi imprese avrebbero dovuto resistere alle due grandi sfide della nostra epoca. Una sfida è la globalizzazione, la possibilità del... »

orologio da luna

OROLOGIO DA LUNA? NE ESISTE UNO E UNO SOLTANTO

Anche se forse non sono in molti a saperlo, attualmente esiste un solo orologio certificato dalla Nasa e, dunque, un solo segnatempo ufficialmente autorizzato ad accompagnare gli astronauti nello spazio. Non serve scavare a fondo per reperire “nome e cognome” di questo accessorio: si tratta di un modello cult come l’Omega Speedmaster, un modello unico nel suo genere e reso tale dalla sua storia, oltre che dalle sue caratteristiche peculiari. Di modelli negli anni se ne sono susseguiti tanti, sempre però rimanendo al top delle performance. Tanto che ormai è difficile capire come scegliere nel 2019 l’Omega Speedmaster più adatto pensando alle proprie caratteristiche ed esigenze. Andiamo quindi a scoprirne le particolarità.   Storia dell’Omega Speedmaster L’Omega Speedmaster è un orologi... »

MATRIX 4, UN'IDEA VERAMENTE PESSIMA

MATRIX 4, UN’IDEA VERAMENTE PESSIMA

Proprio così, Matrix 4. Che storia, eh? Di un eventuale quarto film se ne parlava da tempo. In questi giorni la bomba: Warner Bros ha annunciato che un nuovo Matrix non è più un sogno, ma una solida realtà in produzione nel 2020. Alla regia tornerà Lana Wachowski e insieme a lei Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss. Che riprenderanno i rispettivi ruoli di Neo e Trinity. L’idea che Reeves, Moss e Wachowski stiano tornando tutti insieme appassionatamente per un altro film, a quasi vent’anni da Matrix Revolutions, non m’entusiasma manco un po’. Anzi, diciamo che… … Matrix 4 è qualcosa di cui non avrei mai voluto sentir parlare.   Certo, in tempi piuttosto brevi Matrix è diventato un film di culto, entrando di prepotenza nell’immaginario collettivo. Vero e proprio fenomeno della cu... »

SPONSOR, NON SOLO NIKE E ADIDAS: LE NUOVE

SPONSOR, NON SOLO NIKE E ADIDAS: LE NUOVE “FRONTIERE”

L’ultima Champions League ha messo in risalto l’avanzata dei nuovi sponsor tecnici nel mondo dello sport e del calcio in particolare. A trionfare sul campo è stato il Liverpool con la sua New Balance, capace di giocare due finali di Champions League consecutive, fino al trionfo ottenuto la scorsa stagione contro il Tottenham. Al contempo si è avuta la dimostrazione di come l’egemonia di Nike e Adidas, i due colossi nel campo dell’abbigliamento sportivo, possano essere interrotti. Per quanto lunghissima fosse stata la loro scia di successi nell’ultima decade, tra Real, Barca e United. Anche nel ramo tennistico assistiamo da tempo all’avanzare di nuovi marchi, che cercano di promuovere il proprio brand attraverso la sottoscrizione di contratti faraonici da parte dei maggiori atleti del panor... »

PRIGIONIERO A DISNEYLAND

POP – PRIGIONIERO A DISNEYLAND

Visita il gruppo satirico “Momento Pop” cliccando QUI   »

LE EROINE A FUMETTI DEGLI ANNI QUARANTA

LE EROINE A FUMETTI DEGLI ANNI QUARANTA

Gli anni quaranta sono gli anni delle eroine dei fumetti. Soprattutto sono gli anni della guerra. Con una parte rilevante della popolazione maschile impegnata sotto le armi c‘e bisogno di mano d’opera femminile per portare avanti le normali attività produttive. Le donne americane entrano in massa nel mondo del lavoro, dimostrandosi da subito decise, intraprendenti e laboriose. Si delinea cosi una nuova immagine femminile, nasce una donna diversa, moderna, attiva, autonoma e decisa. Cambiamenti che si riflettono nella moda, che privilegia il tailleur di stampo militare con le giacche squadrate, dalle spalle larghe, le gonne accorciate per l’esigenza di risparmiare tessuto e i pratici pantaloni.   Eroine nella realtà, prima che nella fantasia In realtà questo tipo di donna si afferma gi... »

TOM & PONSI – 45

TOM & PONSI – 45

. »

CIÒ

PV – CIÒ

. »

Tags:
I NERI NEI PRIMI FUMETTI AMERICANI

I NERI NEI PRIMI ALBI A FUMETTI AMERICANI

Per trattare dei neri, o afroamericani, nei primi comic book dobbiamo andare nella New York di diversi decenni fa. I comic book (albi a fumetti) escono in America dalla metà degli anni trenta. Prima di allora i fumetti venivano pubblicati solo in bianco e nero nei quotidiani e a colori nel loro supplemento domenicale. New York era la capitale dei comic book. Le redazioni si trovavano in questa città anche quando la casa editrice era, poniamo, a Chicago. Gli autori dovevano abitare a New York o nel circondario per essere facilmente reperibili. All’epoca New York presentava diverse comunità etniche ben definite, che a volte parlavano la lingua del loro Paese di provenienza. Anche se dai primi anni trenta, quando l’immigrazione venne ostacolata dalle autorità a causa della crisi e... »

DOG WARS

POP – DOG WARS

Visita il gruppo satirico “Momento Pop” cliccando QUI   »

Elisabetta Pellini e Federica Fontana, due bellezze bionde

ELISABETTA PELLINI E FEDERICA FONTANA, DUE BELLEZZE BIONDE

Che Elisabetta Pellini e Federica Fontana siano due bellezze bionde con gli occhi chiari, è evidente. Meno risaputo è che condividano anche gli esordi in televisione. Entrambe hanno infatti mosso i primi passi sul piccolo schermo nello show di Canale 5 Buona Domenica, e in particolare concorrendo al titolo di Miss Buona Domenica, nel 1995. Lo vince Elisabetta Pellini, mentre Federica Fontana arriva seconda. Successivamente partecipano sempre su Canale 5 a Bellissima, la risposta della Fininvest a Miss Italia.     Nell’autunno dello stesso anno sono le vallette nella quarta edizione dello show La sai l’ultima?, diretto da Beppe Recchia e condotto da Gerry Scotti e Paola Barale. Nella puntata speciale che va in onda la notte di Capodanno viene data loro la possibilità d... »

THE BOYS, SUPEREROI DAVVERO IMPERFETTI

THE BOYS, SUPEREROI DAVVERO IMPERFETTI

The Boys, fiammante serie televisiva di Amazon disponibile su Prime Video. Distribuita dal 26 luglio 2019, a voler essere precisi. Suppongo che tutti ormai abbiano sentito parlare di The Boys. La prima domanda da farsi è… … perché spendere otto ore della mia vita per vedere The Boys?   In quanti nel 2006 avevano sentito parlare del fumetto The Boys di Garth Ennis e Darick Robertson? Garth Ennis è sempre stato uno sceneggiatore piuttosto controcorrente e sopra le righe. Diciamo che non ha mai fatto mistero di un rapporto di amore e odio nei confronti dei supertizi in costume. Con The Boys ha portato questo conflitto agli estremi.     La decostruzione della figura eroica tipo non è certo roba di ieri. Dozzine d’autori hanno affrontato il tema (buongiorno Alan Moore... »

PLUTO, IL SUPEREROE DI BONELLI E CAMPANI RIMASTO INEDITO

PLUTO, IL SUPEREROE INEDITO DI BONELLI E CAMPANI

Pluto o Plutos? Due nomi simili, due personaggi leggermente diversi. Plutos è un personaggio dei fumetti nato nel 1949 sulla scia dei supereroi americani, scritto da Gian Luigi Bonelli (il papà di Tex) e disegnato da Leone Cimpellin.     Bill Donovan, deciso a vendicare la morte del fratello ucciso in uno scontro tra bande rivali, indossa un costume rosso e, aiutato dalla bella Lula Michigan e dall’ex pugile Joe, inizia una guerra contro bande di gangster e sette di infidi cinesi. Caratteristica del personaggio sono le pistole emananti un gas soporifero che ha l’effetto di narcotizzare le vittime, destinate a risvegliarsi il giorno dopo… in prigione!   PLUTO PRIMA DI PLUTOS Se Plutos è del 1949, il Pluto senza la esse finale che abbiamo scoperto è addirittura del 1948,... »

I 10 PEGGIORI FILM BASATI SUI VIDEOGAME

I 10 PEGGIORI FILM BASATI SUI VIDEOGAME

Quando nascono i videogame? “Fra il tempo in cui l’oceano inghiottì l’Atlantide e il sorgere dei figli di Aryas, vi fu un’era aldilà di ogni immaginazione. L’era in cui visse Con…” no, aspetta, era l’era in cui Pong… Ovvero due mazzerelle e un quadratino su sfondo nero, shockava le genti tutte, facendole credere di vivere già nel futuro.   Videogame e cinema, un matrimonio problematico Da allora ci sono voluti anni, decenni, prima di arrivare a storie complesse e stratificate nei videogame. Nelle quali si muovessero personaggi eterogenei dalla “personalità” articolata e approfondita che non fossero semplici macchiette stereotipatissime. In questo senso, negli ultimi anni (attingendo sempre più al mondo del cinema) quante fantastiche storie abbiamo avuto, ... »

QUELLA GRAN FIGA DI NONNA ABELARDA

QUELLA GRAN FIGA DI NONNA ABELARDA

Nonostante le apparenze, la società italiana rimane a forte impronta matriarcale. Per questo motivo, non stupisce il fatto che “l’uomo forte” del fumetto italiano sia una donna… anzi, una nonna: Abelarda! Nonna Abelarda, l’amatissima icona dell’umorismo tricolore esordì nel lontano 1955 sul mensile per ragazzi “Volpetto” dell’editore Bianconi. Ideata da Giulio Chierchini e Giovan Battista Carpi, questa prorompente e arzilla vegliarda veniva presentata come l’improbabile nonna di una volpe antropomorfa. Un esordio spurio, dunque. Tuttavia, un paio di anni dopo, Carpi corregge il tiro e apporta gli opportuni cambiamenti. Nel 1957, l’editore Renato Bianconi mandava nelle edicole un nuovo periodico dedicato alle avventure del simpaticissimo bambino Soldino, re dello sco... »

Pagina 2 di 1101234»