LE COPERTINE CDE DI BRUNO MUNARI

LE COPERTINE DEI LIBRI DI BRUNO MUNARI

Raccontare di Bruno Munari, artista milanese nato nei primi anni del Novecento e dalla vita lunga e produttiva fino all’ultimo (ci ha lasciato nel 1998), significa aprire una numerosa sequenza di porte rivolte alle attività e le arti più disparate, in un lavorio sempre avvolto da una tensione innovativa e una costante ricerca quando non risultato di anticipazione. È stato pittore, scrittore, designer, scultore. Ha dato contributi fondamentali alla cinematografia, al disegno industriale e alla grafica, ha creato una didattica, ha rinnovato la grafica editoriale, ha profuso la sua fantasia (un concetto primario che impresse nel suo interesse verso l’infanzia) nell’arte cinetica e nell’arte visiva dell’installazione in cui l’opera d’arte diventa un ambiente tridimensionale. Famosi sono i suoi... »

Animalier Instinct

ANIMALIER INSTINCT: LA MODA QUEST’ANNO SI FA PITONATA, MACULATA E ZEBRATA

Nel 1999 i Cranberries lanciavano un pezzo musicale destinato a diventare un cult: Animal Instinct. Oggi, a distanza di 20 anni, dall’Animal si è passati all’Animalier Instinct: nel mondo della moda, infatti, pare proprio che i trend parlino la lingua delle stampe pitonate, maculate e zebrate. E in fondo si tratta di una tendenza in linea con la moda primavera estate di ogni anno: la regola è stupire, e farlo all’insegna di colori e fantasie sempre più estreme. Ecco perché l’Animalier al momento rappresenta una delle tendenze più in voga e più apprezzate non solo dagli stilisti, ma anche dalle donne italiane.   Tornano le stampe animalier Torna la moda delle stampe animalier, e lo fa in maniera prepotente, senza guardare in faccia a nessuno: perché tutti i capi del guardaroba finiscon... »

LA FANTASCIENZA DEGLI ANNI CINQUANTA IN 10 FILM

LA FANTASCIENZA DEGLI ANNI CINQUANTA IN 10 FILM

La fantascienza, dalla sua nascita come cultura popolare, ha accompagnato gli Stati Uniti in tutte le vicende storiche del Novecento e oltre.   La fantascienza della guerra fredda In modo particolare, secondo alcuni, durante la “guerra fredda” tra Stati Uniti e Unione Sovietica la fantascienza ha costruito un nuovo immaginario attraverso romanzi e film. In base a questa diffusa teoria, gli alieni rappresenterebbero i comunisti che dall’Unione sovietica cercano di infilitrarsi negli Stati Uniti. Ma era veramente questo lo spirito dei film? Difficile dirlo con sicurezza, dato che la generazione che li ha prodotti è cresciuta leggendo le pulp di fantascienza degli anni trenta, mentre l’isteria dell’invasione aliena inizia dopo il primo presunto avvistamento,... »

Esorcismo

MOMENTO POP – ESORCISMO

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

ll settimanale di Topolino viene lanciato nel 1932 dall'editore fiorentino Nerbini, ma tre anni dopo da Milano si fa avanti un editore ben più agguerrito: Arnoldo Mondadori...

L’EDITORE MONDADORI SI APPROPRIA DI TOPOLINO

Il settimanale di Topolino viene lanciato nel 1932 dall’editore fiorentino Nerbini, ma tre anni dopo da Milano si fa avanti un editore ben più agguerrito: Arnoldo Mondadori… Secondo la vulgata classica, all’uscita mondadoriana de I Tre Porcellini e soprattutto degli albi Nel Regno di Topolino, Mario Nerbini pensa di reagire all’evidente atto di forza concordato tra Disney e Mondadori conservando la testata di Topolino (di sua proprietà) e pubblicandoci i soli Cino e Franco, che a suo giudizio sono il vero motivo che spinge i lettori all’acquisto del settimanale. Non si dà quindi eccessivo pensiero, anche perché in quel momento L’Avventuroso viaggia alla grande e si dice, ma senza il supporto di adeguata documentazione, che sfiori le 500.000 copie settimanali. Fin qui, appunto, ... »

MATITE BLU 137

MATITE BLU 137

. »

I MIGLIORI FILM DI SUPEREROI DA VEDERE

I MIGLIORI FILM DI SUPEREROI DA VEDERE

Quali sono i migliori film di supereroi da vedere? Le storie di supereroi sono parte integrante della cultura pop in generale da circa un’ottantina d’anni, tuttavia c’è pure da rendersi conto che, da quando Topolino ha messo le sue grinfie sul genere, la situazione ha assunto connotati non voglio dire grotteschi, ma quasi. Se prendiamo in considerazione solo i film usciti dal 2008 in poi, cioè dall’inizio del Marvel Cinematic Universe, abbiamo avuto in undici anni ben trentaquattro film. Il che fa una media di circa tre l’anno. Uno ogni quattro mesi. Un tempo i film di supereroi erano pochi e molto distanti fra loro, bip casuali sui radar delle grandi major. Una ventina di anni fa, nel 1997, c’erano solo, per dire, Spawn e Batman e Robin. Film così tanto da ridere, che George Clooney... »

RIFLESSIONI TARDIVE SULL’ASSOLUZIONE DI TINTIN DALL’ACCUSA DI RAZZISMO

RIFLESSIONI TARDIVE SULL’ASSOLUZIONE DI TINTIN DALL’ACCUSA DI RAZZISMO

Può una sentenza cambiare la storia? Certamente sì. Dal processo di Ponzio Pilato a Gesù, sino ai nostri giorni, grandi infamie sono state commesse in aule cosiddette di giustizia. Al tempo stesso, grandi trasformazioni sociali si sono compiute per via giudiziaria piuttosto che alla volontà di governi o parlamenti: basti pensare alle sentenze della Corte suprema americana che, negli anni sessanta, diedero il colpo di grazia alle norme che, in alcuni Stati del sud, ancora impedivano a un nero di sedersi di fianco a un bianco in autobus. L’impatto giudiziario può essere molto forte anche per le arti, dato che grandi scrittori furono sottoposti a processo penale: Oscar Wilde e Gustave Flaubert, per fare dei nomi. Nei libri di storia del cinema è citata la cosiddetta “sentenza Paramount&... »

Morire felici

MOMENTO POP – MORIRE FELICI

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

REPORTAGE A CASTELSEPRIO TRA LE OMBRE DEI LONGOBARDI

REPORTAGE A CASTELSEPRIO TRA LE OMBRE DEI LONGOBARDI

Se vi dovesse capitare di passare dalla provincia di Varese e aveste almeno mezza giornata libera, fate un sopralluogo al parco archeologico di Castelseprio. Sarà una magica sorpresa in cui il cuore e la memoria verranno toccati da un viaggio interiore, mentre percorrerete vie antichissime e toccherete con mano la vita di innumerevoli generazioni. Innumerevoli perché il parco ha una storia stratificata su diversi periodi storici e di ognuno conserva testimonianza. Si trova nella zona extraurbana settentrionale del borgo di Castelseprio, immerso nei boschi su un’area che occupa circa 130mila mq di territorio. Dal 2011 è diventato patrimonio Unesco insieme ad altre sei località sparse per l’Italia che rappresentano le testimonianze più importanti del periodo longobardo, raccolte nel progetto... »

TOM & PONSI – 30

TOM & PONSI – 30

. »

PV – ALBERI

PV – ALBERI

. »

Tags:
FREDDIE MERCURY E I SIGNIFICATI NASCOSTI DI BOHEMIAN RHAPSODY

FREDDIE MERCURY E I SIGNIFICATI NASCOSTI DI BOHEMIAN RHAPSODY

Freddie Mercury compose Bohemian Rhapsody per rivendicare il diritto di ognuno di noi a essere se stesso, a non nascondersi e a non dover mentire. Il brano divenne un singolo dei Queen nel 1975. Era il primo brano estratto dal quarto album in studio della band, A Night at the Opera (Notte all’opera). Il significato del testo è sempre rimasto abbastanza misterioso, anche perché lo stesso Freddie Mercury rifiutò di spiegarlo. Il chitarrista Brian May dichiarò che se anche ne avesse conosciuto appieno il significato non lo avrebbe rivelato. Alcuni biografi di Mercury e suoi amici sostennero che fosse il suo coming out, la dichiarazione della sua vera identità sessuale. La rapsodia del titolo rimanda a un tipo di composizione musicale formato da varie parti che narra di grandi imprese di... »

Posture

MOMENTO POP – POSTURE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

I DIVERSI STILI DI SCRITTURA DI STAN LEE E DI JACK KIRBY

I DIVERSI STILI DI SCRITTURA DI STAN LEE E DI JACK KIRBY

Come tutti i bambini della mia generazione ho amato alla follia il modo di scrivere di Stan Lee. Storie scorrevoli, facili e divertenti, difficile chiedere di più a quell’età. Ma la scrittura di Jack Kirby? Era diversa. Quando ero giovane non riuscivo quasi mai a finire una storia di Kirby. Anche adesso devo ammettere che richiede molta più concentrazione. Crescendo, dopo aver letto la Bibbia, Shakespeare e i miti greci, la fantascienza, la teologia e la fisica quantistica (sul serio? – NdR) il mio rispetto per quanto scriveva Kirby non ha fatto che aumentare. Ora penso che la scrittura di Jack Kirby sia più ricca e profonda di quella di Stan Lee, anche se non altrettanto accessibile. Stan sarà sempre il migliore a costruire una storia per chi vuole evitare di pensare, immergendosi p... »

Obiezioni

I CHINSON – OBIEZIONI

. »

INGLESE

COME PRONUNCIARE DECENTEMENTE L’INGLESE

Per quanto riguarda la pronuncia delle lingue straniere esistono tre scuole di pensiero, di solito inconsapevoli. La prima prevede che si imiti il meglio possibile la pronuncia della lingua appresa, con risultati di solito analoghi a quelli di Alberto Sordi in Un americano a Roma: una sonorità verosimile ma talmente pasticciata da coprire il senso delle parole. Inoltre, spesso una pronuncia perfettamente imitata nasconde ignoranza della lingua, ho conosciuto italiani che ad Amburgo sanno ordinare con perfetto accento del luogo un piatto al ristorante e che poi non hanno la minima idea di che cosa risponda il cameriere (“Birra grande o media?”). La seconda è libertaria: si pronuncia alla meno peggio facendo prevalere il significato del discorso alla sua espressione sonora. In ef... »

COME KAREN BERGER HA FONDATO LA VERTIGO CON NEIL GAIMAN

COME KAREN BERGER HA FONDATO LA VERTIGO CON NEIL GAIMAN

Per arrivare a parlare di Karen Berger e della sua etichetta Vertigo occorre fare un tuffo negli anni ottanta. Anni in cui i Jack Kirby Award sono tra i più ambiti premi fumettistici degli Stati Uniti, dedicati al Re del fumetto. Il premio è stato assegnato per la prima volta nel 1985 e dopo una serie di problemi legali, ai quali Jack Kirby è del tutto estraneo, si sdoppiarono nel 1988 con i Will Eisner Award in onore del padre di The Spirit e gli Harvey Award in onore di Harvey Kurtzman, fondatore di Mad, la nota rivista umoristica americana. Guardando i Jack Kirby Award del 1987, troviamo capisaldi del fumetto come The Dark Knight Return n.1 di Frank Miller, premiato come miglior albo singolo. Ancora Miller, con Klaus Janson e Lynn Varley, prende il premio come il miglior “team cre... »

maledetto thanos

MOMENTO POP – MALEDETTO THANOS

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

HEIDEGGER NEI FILM HORROR

L’ESSERE-PER-LA-MORTE DI HEIDEGGER NEI FILM HORROR

Scrive il filosofo tedesco Martin Heidegger in Essere e tempo: “L’anticipazione svela all’Esserci la dispersione nel Si-stesso, sottraendolo fino in fondo al prendente cura avente cura, lo pone innanzi alla possibilità di essere se stesso, in una libertà appassionata, affrancata dalle illusioni del Si, effettiva, certa di se stessa e piena di angoscia: la libertà per la morte”. Potrà sembrare una forzatura voler “utilizzare” il pensiero del più importante filosofo del Novecento per la lettura di alcuni film dell’orrore che appartengono a un periodo in particolare, collocato all’incirca tra gli anni settanta e gli anni ottanta. Eppure si sa che Heidegger ebbe dei buoni rapporti con i surrealisti, molto vicini al mondo artistico e letterario del fantastico... »

MATITE BLU 136

MATITE BLU 136

. »

OOFTH, ARIE FANTAJAZZ CHE CADDERO SULLA QUARTA DIMENSIONE

OOFTH, ARIE FANTAJAZZ CHE CADDERO SULLA QUARTA DIMENSIONE

“È un mondo tridimensionale allo stesso tempo vicino e lontano, è una cosa impossibile e quindi non può essere illustrato.” M. C. Escher   Eccoci a parlare di fantamusica: la scrittura del saggio FantaRock – oltre ad avermi portato ad ascoltare musica che prima ignoravo – continua a possedermi come una maledizione, per cui non posso fare a meno di osservare con un occhio di riguardo i dischi che escono anche dopo la pubblicazione del libro e che traggono linfa dal mondo del fantastico, nei generi musicali più diversi: la scoperta è stata infatti che l’interesse per il fantastico ha nutrito musicisti dei generi più vari: da David Crosby e Paul Kantner – radici nel folk ma voraci lettori di Heinlein e anche del cyber-Gibson – a cantautori come Dalla e Battiato, oltre al Finardi di Extra... »

Corrado Roi negli horror della Universo

CORRADO ROI NEGLI HORROR DELLA UNIVERSO

I personaggi classici dell’orrore, come licantropi e vampiri, non venivano trattati dalla Casa Editrice Universo dei fratelli Del Duca nelle diffusissime testate Intrepido e Il Monello, che nei loro momenti di gloria sfioravano rispettivamente le 600mila e le 500mila copie vendute ogni settimana. Draghi o dinosauri e qualche strega sì, per il resto al massimo si ruotava intorno al fantasy o alla fantascienza. Soprattutto all’avventura, al giallo e al western. Nelle serie un po’ particolari come “Aldilà della Realtà” o “Psycostoria” le vicende paurose sono inserite in una cornice psicologica, quindi priva di esseri mostruosi. Invece vengono usate le figure premonitrici e i fantasmi, questi ultimi a iosa, magari sulla scia di sceneggiati televisivi italiani di s... »

Love Lovecraft

MOMENTO POP – LOVE LOVECRAFT

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Mad Max: Fury Road

MAD MAX: FURY ROAD È UNA CAGATA PAZZESCA?

Per me Mad Max: Fury Road è una cagata pazzesca! Ecco, ora che l’ho detto voglio i miei novantadue minuti di applausi. Anzi, ne voglio il doppio, perché con cagata pazzesca intendo dire un’altra cosa, ovvero che… … il mondo ha bisogno disperatamente di film come Mad Max: Fury Road!   Il problema sta nel fatto che qualunque cosa non appaia immediatamente riconoscibile, che provi a venir fuori da schemi facilmente identificabili, automaticamente diventa lecito dirne la qualunque e la qualsivoglia, anche senza sapere esattamente di cosa si stia parlando. Automaticamente, tutto diventa una cagata pazzesca. Il de gustibus non sputacchiandum e bla bla bla non ha nulla a che vedere con questo. Un film può piacere oppure no. L’insieme di fattori che ci portano a dire mi piace/non mi piace è a... »

TOM & PONSI – 29

TOM & PONSI – 29

. »

Cosa tira di più?

PV – COSA TIRA DI PIÙ?

. »

Tags:
AVENGERS ENDGAME - UN FILM FAN SERVICE

AVENGERS: ENDGAME – UN FILM FAN SERVICE

Avengers: Endgame è il film della vita. Avengers: Endgame deve essere, per forza, il film della vita. A tutti i costi. Perché Endgame è il culmine, l’apogeo, la gemma della corona di quel Marvel Cinematic Universe che, con pazienza e soldoni, la Disney è riuscita a trasformare a vero e proprio fenomeno di costume. Un concetto, questo, che a pensarci un attimo ha dell’incredibile. L’idea stessa del Marvel Cinematic Universe è, ormai chiaro, un modello di business spaventosamente remunerativo. Ma è pur sempre vero che una catena è forte tanto quanto il suo anello più debole. In questo senso, il Mcu proietta ombre grandi tanto quanto brilla la sua luce. Il film dell’anno scorso, Avengers: Infinity War, era una giostra luccicante e divertente. Pur essendo solo una parte del dittico, la c... »

zinne

MOMENTO POP – ZINNE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Maschera Nera

RITORNA MASCHERA NERA, IL PRIMO SUCCESSO DI LUCIANO SECCHI

L’albo mensile di Maschera Nera, scritto da Luciano Secchi e disegnato da Paolo Piffarerio, uscì nelle edicole al prezzo di 100 lire nel marzo del 1962 in un ampio formato (circa 19 centimetri per 24) che l’editore Andrea Corno, cognato dello sceneggiatore, già aveva sperimentato per altre pubblicazioni, come Gordon che presentava le avventure delle strisce quotidiane disegnate dal piacevole Dan Barry e quelle delle tavole domenicali di Mac Raboy. L’albo ha le pagine alternate a colori e in bianco e nero, come si usava all’epoca per risparmiare stampando in quadricromia solo un lato del foglio. Maschera Nera funziona, al punto che dopo pochi mesi al mensile viene affiancato un settimanale da 50 lire in formato “quadernetto” a due colori. Le due pubblicaz... »

tutto come prima

I CHINSON – TUTTO COME PRIMA

. »

Pagina 2 di 1031234»