IL FUMETTO UNDERGROUND EUROPEO SI SPOSTA SUL WEB

IL FUMETTO UNDERGROUND EUROPEO SI SPOSTA SUL WEB

Nell’era del digitale chiunque può autopubblicare le proprie opere, anche di genere underground, e esprimere la propria opinione critica sul fumetto creando uno spazio online. Un tempo si chiamavano fanzine, pubblicazioni non professionali e non ufficiali, prodotte da entusiasti per il piacere di condividere i propri interessi con altri fan. I costi elevati anche per il più volenteroso tra gli “editori” underground hanno spinto tante pubblicazioni sul web, dando vita a esperimenti anche di autori molto bravi. Ma un po’ come per il redivivo vinile, i feticisti del fumetto sperano che la carta stampata ritorni e che a ogni web comic corrisponda una rivista cartacea di fumetti underground su cui mettere le mani. Esplorare questo pianeta sotterraneo in Europa può riservare molte so... »

DA TENERE A MENTE

POP – DA TENERE A MENTE

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

GATTI, BREVE STORIA DEI DOMINATORI DELL’UMANITÀ

GATTI, BREVE STORIA DEI DOMINATORI DELL’UMANITÀ

«Per favore, come ti chiami?», domandò al gatto. «Senti, io mi chiamo Coraline. Okay?». Il gatto sbadigliò lentamente e con attenzione, rivelando una bocca e una lingua di un rosa sorprendente. «I gatti non hanno nome», disse. «No?». «No», disse il gatto. «Voi persone avete il nome. E questo perché non sapete chi siete. Noi sappiamo chi siamo, perciò il nome non ci serve». Neil Gaiman, “Coraline” Tra tutte le varietà di felini esistenti è possibile trovare rapporti di parentela genetici. Che siano i felini appartenenti al genere Panthera (tigre, leone, leopardo, giaguaro, ghepardo, puma), di dimensioni ragguardevoli e con un peso che può raggiungere i 300 kg per 2,5 metri di lunghezza, 3,5 con la coda (la tigre siberiana), o felini della famiglia dei Felinae (lince, caracal, gatti selvatic... »

buone idee

PV – BUONE IDEE

.   »

Tags:
JACK RYAN, L’ESTETA SESSUOMANE CHE CREÒ BARBIE

JACK RYAN, L’ESTETA SESSUOMANE CHE CREÒ BARBIE

Seni che sfidano la forza di gravità, fianchi stretti, spalle larghe, una faccia da bambina sensuale, con labbra imbronciate rosso vivo e occhi sexy da cerbiatta. Sembra più la protagonista di un film erotico, che uno dei giocattoli per bambine più venduti di sempre. Del resto l’uomo che nel 1959 disegnò la Barbie, il geniale ingegnere della Mattel Jack Ryan, era quello che una volta si sarebbe definito un libertino.   Nato nel 1926, dopo un’esperienza nella progettazione di missili militari, negi anni cinquanta Jack Ryan divenne designer dei giocattoli Mattel. In azienda assumeva donne giovani e belle perché credeva che i suoi collaboratori sarebbero stati più creativi. Jack diceva: “Perché pensi che gli aerei di linea abbiano hostess così carine? Fanno rilassare le perso... »

IL GIALLO, L'ARANCIONE E IL ROSSO NON BASTANO

POP – IL GIALLO, L’ARANCIONE E IL ROSSO NON BASTANO

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

LO POTEVO FARE ANCH’IO, L’ARTE CONTEMPORANEA

LO POTEVO FARE ANCH’IO, L’ARTE CONTEMPORANEA

Quando entriamo in un museo di arte contemporanea (il Moma di New York, il Guggenheim di Bilbao o, per restare in Italia, quello del Castello di Rivoli vicino a Torino) e ci fermiamo di fronte alle opere esposte nelle sale, ci verrebe da dire: “Lo potevo fare anch’io!”. Ma è davvero così ? No, ovviamente. Ma perché ? Proviamo a cercare una risposta. Se pensiamo all’arte in generale ci vengono in mente i nomi dei grandi pittori del passato, e quelli dei movimenti a cui appartennero: Monet e l’impressionismo, Picasso e il cubismo, e così via. Ci piacciono perché guardando le loro opere riconosciamo immediatamente il soggetto o la scena rappresentati: ritratti, paesaggi, episodi della Bibbia o della mitologia greca, battaglie, nature morte. Questa è l’arte figurativa. In essa l’ar... »

LA POSTA – AL FUMETTO MANCANO EDITOR INNOVATIVI

LA POSTA – AL FUMETTO MANCANO EDITOR INNOVATIVI

NUOTATORI NUDI E SPETTATRICI VESTITE Buona domenica Direttore: 1) Ho letto una graphic novel sul nuoto nudo. In America, i maschi dal 1920 al 1970 facevano gare a scuola davanti a familiari e compagne di classe completamente nudi. Ma le ragazze restavano in costume. In seguito le gare di nuoto nudi sono state abolite perché gli organizzatori si sono accorti che era una umiliazione pubblica per i ragazzi e una goduria voyeuristica per le ragazze. Lei sapeva di questa barbara usanza? Grida vendetta. E poi dicono adesso che siamo sessisti. 2) Oltre a Holly e Benji ci sono altri anime/manga sul calcio validi? 3) Che ne pensa della storia Zanardi intitolata “La prima delle tre”? È quella con il mostro di Firenze. Andrea Gentile Andrea, non ho presente la graphic novel di cui parla (... »

LA BONELLI NON PUBBLICA PIÙ NUOVI PERSONAGGI

LA BONELLI NON PUBBLICA PIÙ NUOVI PERSONAGGI

Già Sergio Bonelli aveva dato la sua approvazione a un fantasy classico apparso nella collana I romanzi, Dragonero, e a una collana fantascientifica, Orfani, che per temi e realizzazione grafica occhieggiava ai videogame con l’intento di attrarre un pubblico giovane. Se Dragonero, tutto sommato, è in grado di soddisfare il gusto anche del lettore più tradizionale e, con l’aiuto dei ripetuti aumenti del prezzo di copertina della pubblicazioni di via Buonarroti, resiste tuttora in edicola, Orfani non ha dato gli esiti sperati e dopo qualche “stagione” ha mestamente concluso il suo percorso editoriale. Ci sono stati molti altri esperimenti, dal cerebrale Mercurio Loi a testate come 4Hoods e Creepy Past indirizzate a un target di giovanissimi. Tutte naufragate in tempi ... »

RICORDI IMPROVVISI

POP – RICORDI IMPROVVISI

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

CARTONI ANIMATI EUROPEI IN ITALIA DAL 1960 Al 1980

CARTONI ANIMATI EUROPEI IN ITALIA DAL 1960 Al 1980

Dopo aver parlato dei viaggi fantastici di Aladar Mezil, uno dei più famosi cartoni animati dell’Europa dell’Est trasmessi dalla nostra televisione, diamo uno sguardo alle altre serie animate provenienti dall’Ungheria, dalla ex Iugoslavia, dalla ex Cecoslovacchia, dalla Polonia, dalla Francia, dalla Svezia, dall’Inghilterra, e anche alcuni di produzione italiana. Martedì 8 ottobre 1963 sul Programma Nazionale (l’attuale Rai Uno), all’interno della “Tv dei Ragazzi”, va in onda Joe e le api (Joe chez les abeilles, 1960-1963), cartone francese di Jean Image. Il giovane Joe interviene per fermare due coetanei che stanno rubando il miele da un alveare. L’ape regina lo ringrazia per l’intervento e lo invita a visitare il suo regno, facendolo diventare piccolo come loro grazie a una puntura... »

MATITE BLU 212

MATITE BLU 212

.   »

10 FILM HORROR DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

10 FILM HORROR DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Ce ne sono di film horror da vedere. Ti metti lì, spaparacchiato vergognosamente sul divano e via, a lampadarti le retine con quattro-cinque film uno dietro l’altro. Film horror da vedere a Halloween per farti tremare pure le mutande… Giusto una piccola premessa: “paura” è un termine che indica un preciso stato emotivo. Non esiste un’unità di misura per determinare, individualmente, cosa o non cosa faccia paura. In altre parole, qualcosa che spaventa uno potrebbe far ridere l’altro. Per fare questa selezione, puntiamo la ruota su tre parole: inquietudine, angoscia e disagio.   Non aprite quella porta (The Texas Chain Saw Massacre) Anno: 1974 Regia: Tobe Hooper Il fatto che appartenga al filone “New Horror” degli anni settanta e abbia contribuito alla successiva diffu... »

XENA PRINCIPESSA GUERRIERA

XENA PRINCIPESSA GUERRIERA

Al tempo degli dèi dell’Olimpo… Xena Principessa Guerriera è, come noto, il primo spin-off della serie Hercules: The Legendary Journeys di Sam Raimi. Con questa condivide l’ambientazione fantasy mitologica, e ci aggiunge una gestione “allegra” della storia con la S maiuscola. La protagonista passa infatti dalla Guerra di Troia (secondo la tradizione avvenuta nel 1200 a.C.) alle Guerre persiane (500 a.C. circa), fino a Giulio Cesare e ai primi imperatori romani. Il tutto nell’arco di una vita.   Xena e Olimpia Xena è una donna guerriera, chiamata principessa non per le sue origini nobili (sua madre infatti è una semplice locandiera), ma per il potere e la gloria accumulati in lunghi anni di imprese e conquiste militari. Spietata e sanguinaria, cambierà le proprie convinzion... »

sapore di casa

POP – SAPORE DI CASA

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

RECORD OF RAGNAROK, GLI DÈI SFIDANO GLI UOMINI

RECORD OF RAGNAROK, GLI DÈI SFIDANO GLI UOMINI

Divino e umano, mortalità e immortalità, forza e debolezza: contrasti decisi che sono a fondamenta di miti e leggende. Contrasti che fanno da sfondo a Record of Ragnarok di Azychika e Shinya Umemura, un manga in cui il mondo divino incontra quello terreno per sfidarlo in una lotta all’ultimo sangue. Pensate se a sfidare le più potenti divinità siano famosi personaggi provenienti dalla storia. Provate a immaginare lotte all’ultimo sangue in cui il risultato non è per nulla certo (nonostante siamo portati a puntare tutto sul divino). Pensateci, ma nel frattempo lasciatevi guidare dai creatori di questo manga che hanno dato vita a un racconto epico e sensazionale, fondato sulle lotte a base di forza e astuzia. Tutto accade durante l’ultima assemblea millenaria che vede riuni... »

preparativi

PV – PREPARATIVI

.   »

Tags:
I VENDICATORI DELLA COSTA OVEST

I VENDICATORI DELLA COSTA OVEST

I Vendicatori, meglio conosciuti oggi anche da noi con il nome originale di Avengers, sono attualmente il titolo di punta della Marvel. Questa popolarità è senza dubbio dovuta all’incredibile successo avuto dai film prodotti dai Marvel Studios. Circostanza che ha portato anche all’incremento di altre loro testate: Avengers, New Avengers, Mighty Avengers, Secret Avengers, lo spin off Avengers Accademy e altre ancora. A cavallo tra gli anni ottanta e novanta, invece, i Vendicatori non erano di certo gli eroi più celebri della Marvel, surclassati nelle vendite degli X-Men e di Spider-Man. Tuttavia, anche allora avevano una seconda serie, oggi finita un po’ nel dimenticatoio, sebbene proprio su quelle pagine alcuni Vendicatori abbiano subito i cambiamenti più epocali e vissut... »

POP – MA CERTO

POP – MA CERTO

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

GIA CARANGI, AUTODISTRUZIONE DI UNA TOP MODEL

GIA CARANGI, AUTODISTRUZIONE DI UNA TOP MODEL

Di Gia Carangi si conosce una sola intervista televisiva del 1982. Si tratta di un servizio della rete americana Abc dedicato al lato oscuro del dorato mondo della moda. È la top model più famosa e più pagata del momento, niente le è precluso, ha letteralmente il mondo ai suoi piedi. “Sei felice del tuo successo?”, le chiede il giornalista della Abc. Lei indugia, gli occhi scuri fuggono in alto. Poi, seria, risponde: «Sì, sono felice». È una bugia. Gia Carangi è la modella perfetta, la più iconica, la più desiderata dai grandi fotografi per la autenticità quasi selvaggia che esprime durante i photoshoot, ma non può essere felice mentre sta ancora fuggendo dai suoi fantasmi. Ce lo dicono le sue foto. Quegli occhi spaventati da animale braccato, che la rendono unica sulle copertine delle riv... »

FARE SESSO PER DIVENTARE FUMETTISTE

LA POSTA – FARE SESSO PER DIVENTARE FUMETTISTE

Proposte più o meno indecenti Caro direttore, cosa ne pensa del movimento di fumettiste appena sorto per contrastare le molestie nell’ambiente di lavoro? Claudia Gentile Claudia, tra persone allo “stesso livello” c’è la possibilità di fare proposte e di respingerle senza conseguenze (almeno così dovrebbe essere). Diverso il caso dove esiste un rapporto di “subordinazione”, come tra insegnante e allievo o tra principale e lavoratore. Siccome non viviamo in un mondo ideale, a molti sarà capitato di subire pressioni sessuali da parte dei “superiori”. Magari in cambio di qualche vantaggio. A 15 anni io e un mio amico venivamo continuamente avvicinati da una prof che ci proponeva di spiegarci praticamente “come far provare il doppio orgasmo ... »

L’UOMO RAGNO NON È SPIDER-MAN!

L’UOMO RAGNO NON È SPIDER-MAN!

Che il mio vicino sia un tipo singolare lo si evince già dall’ingresso della sua magione. Piccoli dettagli sparsi qua e là sembrano volermi dire qualcosa. Sì, ma cosa? Toh, chi avrebbe mai pensato di trovare qui un’Agama mwanzae! Pensavo fosse confinata alla sola Africa. Va be’, pure il giardiniere ha qualcosa di sospetto. Forse ho capito: ragni, ragni… Ragni di tutte le fogge… Ecco dove sono! Sono finito dentro le pagine dell’Uomo Ragno! Questa, per esempio, è la prima tavola disegnata da Steve Ditko nel 1962. Un pezzo di carta, scollandosi a causa dell’usura del tempo, mostra al di sotto il logo che il creatore aveva pensato per il Ragno. Già, il grande Ditko, ideatore dell’Uomo Ragno con l’aiuto di Stan Lee e del mondo psichedelico d... »

COPRIFUOCO

POP – COPRIFUOCO

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

HALLOWEEN CON IL TERRIBILE LUCIBAUT

HALLOWEEN CON IL TERRIBILE LUCIBAUT

“La notte è terrificante per tutti, specialmente per le donne e i bambini, che si spaventano al minimo rumore di un topino che si volta e lo trasformano in un gigante o un enorme fantasma che cresce a misura che la paura aumenta” (Annali della Chiesa, Cattedrale di Noyon, 1633). Sono le parole di Jacques le Vasseur, dottore in teologia, canonico della Chiesa Cattedrale di Noyon (Piccardia, Francia) e decano della stessa. Da bambino era terrorizzato dal Lucibaut. “Mi ricordo perfettamente dei brividi di paura di cui ho sofferto a causa sua”. Cos’era e a che cosa rassomigliava questo Lucibaut? Era un animale? Un uomo? Non tutti quelli che dichiaravano di averlo visto erano concordi, ognuno aggiungendo un tocco personale a quella forma agghiacciante. La città di Noyon “ha il suo Lucibaut, il ... »

MATITE BLU 211

MATITE BLU 211

.   »

UNA VITA DA SCAMBISTA

UNA VITA DA SCAMBISTA

Barbara e Claudio formano una normale famiglia come tante, ma nascondono un piccolo segreto: praticano abitualmente lo scambio di coppia. Una vita da scambista è il titolo di un ebook che sta scalando le classifiche, intervistiamo l’autrice per cercare di conoscere meglio un fenomeno trasgressivo più diffuso di quanto si possa pensare.   Barbara, chi sei? Mio marito e io siamo di Roma, ma abbiamo vissuto per tanti anni a Milano per motivi lavorativi. Siamo una coppia scambista felicemente sposata, con due bellissimi e pestiferi bambini, che ha deciso (in realtà ho quasi fatto tutto io) di scrivere un libro sulla sessualità allargata.   Che cosa è il sesso per voi? Il sesso è importante, non solo per noi. Lo è per tutti, ma solo se fatto bene. Il peggiore è quello quasi obbl... »

LE DERNIER ATLAS, UNA SAGA RETROFUTURISTA

LE DERNIER ATLAS, UNA SAGA RETROFUTURISTA

In italiano i due volumi realizzati finora di Le Dernier Atlas sono in corso di serializzazione sul settimanale Skorpio di Editoriale Aurea, dal n. 2262 del luglio 2020. Al momento non ci sono notizie della pubblicazione in volume nel nostro paese. Ismaël Tayeb, un piccolo gangster della città di Nantes, riceve l’incarico di trovare una batteria nucleare da Jean Legoff, suo capo e padrino dell’organizzazione criminale per cui lavora. Tayeb decide di andare in India per rubare quella montata sul Georges-Sand, l’ultimo Atlas ancora funzionante. Gli Atlas sono possenti e titanici robot nucleari costruiti, nella finzione del fumetto, dalla Francia negli anni sessanta per essere utilizzati nell’industria, specialmente quella delle costruzioni e petrolifera. Nel frattempo, nel deserto del Maghre... »

autisti

POP – AUTISTI

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

LA CENSURA DELLE OPERE D’ARTE

LA CENSURA DELLE OPERE D’ARTE

Come spesso avviene per altri temi, anche nel caso della censura alle opere d’arte scoppia una polemica, violenta quanto breve, solo in occasione di eventi eclatanti, come la visita del presidente iraniano Rohani a Roma nel 2016, di cui avremo modo di parlare. Questo episodio ha avuto ampia risonanza sui media, conquistandosi i titoli dei quotidiani, ma altri non meno importanti sono rimasti confinati nelle pagine interne, quando non relegati nell’ambito di una discussione tra studiosi, senza raggiungere un pubblico più vasto. La censura delle opere d’arte coinvolge principalmente gli ambiti della pittura, della scultura e della letteratura. Qui parleremo solo delle prime due, poiché la terza meriterebbe un discorso a parte. L’applicazione della censura non è, com’è ovvio, un’invenzione de... »

libido

PV – LIBIDO

.   »

Tags:
ottanta

IL CINEMA ANNI OTTANTA GUARDA AL PASSATO

Tra le peculiarità che contraddistinguono il cinema americano tra la metà degli anni settanta e la fine degli ottanta c’è il riferimento ai primi decenni del Novecento, nei quali si sviluppano le avanguardie artistiche: un periodo che viene considerato l’inizio dell’era postmoderna. Un esempio eclatante è rappresentato dalla versione (ridotta a 87 minuti, “colorizzata” e con musiche pop-rock) del film muto di Fritz Lang Metropolis (1927), voluta da Giorgio Moroder nel 1984.   Significative anche le scenografie art déco realizzate da John De Cuir per Ghostbusters – Acchiappafantasmi (1984), diretto da Ivan Reitman, o quelle per film fantascientifici come Blade Runner (1983, Ridley Scott) e Brazil (1985, Terry Gilliam).   La grande creatività mostrata ... »

Pagina 2 di 1381234»