Musica

MARK CHAPMAN, ASSASSINO DI JOHN LENNON

MARK CHAPMAN, L’ASSASSINO DI JOHN LENNON

Negli anni settanta ricorreva un tormentone: “Quando si riuniranno i Beatles?”. Ogni voce su un loro possibile riavvicinamento veniva presa sul serio: si pensava che prima o poi i Beatles sarebbero tornati a comporre e suonare fantastiche canzoni insieme, come avevano fatto nei magici anni sessanta. Nel 1980, a spegnere per sempre quell’illusione provvederà il venticinquenne Mark Chapman. La sera ... »

musica trap

5 CANZONI DA ASCOLTARE PER CONOSCERE LA MUSICA TRAP

Il termine “Bufu” vi fa venire in mente niente? E se dicessi “dark polo gang” o “Sfera Ebbastasta”? Se questi nomi non vi suonano familiari vuol dire che ancora non conoscete la trap, il genere musicale le cui canzoni sono tra le più ascoltate del 2019, apprezzatissime dai più giovani e non solo. Ma quali sono i brani che non puoi proprio non conoscere se vuoi dimostrarti un vero intenditore di mu... »

LO STORICO INCONTRO DEI PINK FLOYD CON IL DOTTOR STRANGE

LO STORICO INCONTRO DEI PINK FLOYD CON IL DOTTOR STRANGE

I leggendari Pink Floyd integrarono nella copertina del loro secondo album, “A Saucerful of Secrets” (1968), un riquadro dell’albo Strange Tales n. 158 tratto dalla storia di Doctor Strange “Sands od Death”. Un episodio nel quale il Tribunale Vivente, entità cosmica comparsa per la prima volta al cospetto di Strange in tutta la sua inquietante magnificenza nel n. 157,... »

FRANK ZAPPA A PALERMO TRA I LACRIMOGENI

FRANK ZAPPA A PALERMO TRA I LACRIMOGENI

The Man from Utopia, pubblicato nel 1983, è un album di Frank Zappa celebre in Italia soprattutto per la copertina realizzara da Tanino Liberatore, disegnatore di Ranxerox, che ritrae Frank impegnato con una paletta per uccidere zanzare durante un concerto, con riferimento all’esibizione del musicista statunitense del 7 luglio 1982 al Laghetto di Redecesio di Segrate ed a altri concerti di q... »

Out Run

IN VACANZA CON LE MUSICHE DI OUT RUN

Out Run non è solo il videogioco arcade creato da Yu Suzuki e più venduto da Sega nel 1986. È molto di più: Out Run è uno stato dell’anima.     Respirate un po’ di nostalgia anni ottanta, indossate gli occhiali da sole, allacciate le cinture e seguitemi in questo breve resoconto dell’esperienza di gioco e delle sue ascendenze e derivazioni musicali.     Alla b... »

Al Aprile & The National Geographix

CROWDFUNDING PER IL DISCO CHE CHIUDE GLI ANNI ’80

Giornale POP sostiene e collabora all’edizione di questo prezioso disco pressoché inedito della fine degli anni Ottanta, una raccolta di canzoni che per testi e musica chiudono simbolicamente quel decennio che forse deve ancora essere rivisto con un occhio che vada al di là dei luoghi comuni.   Racconta Franco Battiato di avere deciso un giorno di adottare uno pseudonimo che lo rendesse... »

anni Settanta

LA MUSICA DEGLI ANNI SETTANTA

Insoddisfatto del mondo circostante e della mia vita adulta, tempo fa ho deciso di trasferirmi stabilmente indietro nel tempo, nel giugno del 1976. Se fosse ancora vivo, il mio analista non ne sarebbe forse contento, ma da uomo di ampie vedute non ne sarebbe neppure scandalizzato. È una scelta che presenta numerosi aspetti positivi. Soprattutto non si invecchia: la percezione di sé è piuttosto sta... »

Le stelle del goth

LE BRILLANTI STELLE OSCURE DEL GOTH

Il goth è il risultato di una epopea precedente. “L’era post punk è senza dubbio in competizione con gli anni sessanta per quanto riguarda la mole di splendida musica prodotta, allo spirito d’avventura, all’idealismo di cui era intrisa e al legame inestricabile che sembrava unire la musica alla turbolenza politica e sociale del tempo”, scrive il critico musicale Simon Reynolds nell’int... »

ZETA, EMERGENTE DELL'HIP HOP ITALIANO

ZETA, EMERGENTE DELL’HIP HOP ITALIANO

Sono sempre più numerosi i giovani che fanno musica usando il linguaggio di strada, parlando delle loro sensazioni di un momento o di ciò che hanno dentro. Un esempio è Zeta, giovanissimo artista emergente della nuova scuola hip-hop.   Perché Zeta? Il nome d’arte di Alessandro Lo Duca nasce dal suo primo nickname, Zoopsia, che utilizzava tra gli 11 e i 13 anni. Quando iniziò a far m... »

Glam Rock

GLI ANGELI RIBELLI DEL GLAM ROCK

Il glam rock secondo i più sarebbe solo immagine, esteriorità e uno sciame di paillettes: questa etichetta applicata in modo superficiale ha offuscato il significato di una profonda svolta creativa e anticonformista. L’esplosione di un fenomeno tipicamente inglese segna la fine degli spensierati anni sessanta e l’inizio dei complicati settanta.   La rivoluzione estetica e interiore del glam r... »

Afterhours

IL PICCOLO MISTERO DELLE COPERTINE DEGLI AFTERHOURS

Nel 2005 gli Afterhours, gruppo rock italiano che si è fatto conoscere a Milano negli anni ottanta come esponente principale dell’alternative rock, pubblicarono l’album Ballate per piccole iene, il cui cd aveva una particolarità: uscì con quattro copertine diverse, in ognuna delle quali i membri del gruppo si fecero ritrarre singolarmente dal celebre fotografo Guido Harari in compagnia delle rispe... »

Nel cupo 2019 respirano a colori i Forever Still

NEL CUPO 2019 RESPIRANO A COLORI I FOREVER STILL

Il nuovo album Breathe In Colours dei metallari danesi Forever Still è un concept cybperpunk su un distopico 2019, l’anno di Blade Runner e Akira che ora è diventato il presente. La nostra intervista alla cantante Maja Shining. La stesura del saggio FantaRock mi ha imposto di occuparmi ecumenicamente anche di generi e musicisti che fino a quel momento non avevano particolarmente acceso i miei gust... »

THE SECRET, IL MAGICO RITORNO AL PASSATO DI ALAN PARSONS

THE SECRET, IL MAGICO RITORNO AL PASSATO DI ALAN PARSONS

Alan Parsons Project è uno dei gruppi musicali di progressive / psychedelic / pop rock più famoso e influente degli ultimi quarant’anni e più. Nato nel 1975 dal sodalizio tra il produttore e ingegnere del suono Alan Parsons (che ha lavorato con Pink Floyd, Joh Miles, Beatles, Paul McCartney, Steve Willson, solo per citarne alcuni) ed Eric Woolfson, gli Alan Parsons Project esordirono l’anno seguen... »

LA CROCE DI FREDDY DELIRIO E I PHANTOMS

LA CROCE DI FREDDY DELIRIO E I PHANTOMS

Freddy Delirio, il tastierista dei Death SS, nell’album The Cross esplora sonorità che rallentano il goth nel doom e lo dilatano a sontuosità progressive. Continuiamo a occuparci in qualche modo di fantarock, area in cui escono proposte discografiche molto curiose e assai differenti fra loro. The Cross è il secondo lavoro da solista di Federico Pedichini, più noto come Freddy Delirio, alias ... »

FREDDIE MERCURY E I SIGNIFICATI NASCOSTI DI BOHEMIAN RHAPSODY

FREDDIE MERCURY E I SIGNIFICATI NASCOSTI DI BOHEMIAN RHAPSODY

Freddie Mercury compose Bohemian Rhapsody per rivendicare il diritto di ognuno di noi a essere se stesso, a non nascondersi e a non dover mentire. Il brano divenne un singolo dei Queen nel 1975. Era il primo brano estratto dal quarto album in studio della band, A Night at the Opera (Notte all’opera). Il significato del testo è sempre rimasto abbastanza misterioso, anche perché lo stesso Fred... »

OOFTH, ARIE FANTAJAZZ CHE CADDERO SULLA QUARTA DIMENSIONE

OOFTH, ARIE FANTAJAZZ CHE CADDERO SULLA QUARTA DIMENSIONE

“È un mondo tridimensionale allo stesso tempo vicino e lontano, è una cosa impossibile e quindi non può essere illustrato.” M. C. Escher   Eccoci a parlare di fantamusica: la scrittura del saggio FantaRock – oltre ad avermi portato ad ascoltare musica che prima ignoravo – continua a possedermi come una maledizione, per cui non posso fare a meno di osservare con un occhio di riguardo i dischi ... »

The Young Gods

THE YOUNG GODS, SEMPRE GIOVANI GLI DÈI SVIZZERI

Al recente concerto milanese, gli svizzeri Young Gods si confermano una delle voci più interessanti di un rock industriale che riesce a essere elettronico senza perdere in energia e visceralità. Anzi, conquistando con la maturità un’apertura psichedelica “cosmica”. Gli Young Gods non sono certo la novità del giorno: hanno esordito nell’ormai lontano 1987, planando sulla scena del rock cosiddetto i... »

HURT DAL DISTRUTTIVO TRENT REZNOR ALLA FEDE DI JOHNNY CASH

HURT DALL’AUTODISTRUTTIVO TRENT REZNOR ALLA FEDE DI JOHNNY CASH

I hurt myself today To see if I still feel I focus on the pain The only thing that’s real (Trent Reznor, “Hurt”)   È il 1994 quando esce The Downward Spiral, secondo album dei Nine Inch Nails, gruppo industrial metal del polistrumentista e cantante Trent Reznor, fondatore e unico membro fisso della band, di cui è (con qualche eccezione) unico autore dei brani, cantante, strumentista e produtt... »

Bulgaria Wappe

L’INNO DELLA BULGARIA È IL PIÙ BELLO DEL MONDO?

Sono pochi gli inni nazionali davvero belli, per musica e testo. E sono relativamente noti solo quello inglese, quello tedesco su musica di Haydn e il francese (che secondo ricerche musicologiche dovrebbe forse essere eseguito lentamente e con solennità, ma che ormai è e resterà una marcetta). E quello americano, che si associa perlopiù alle bandiere olimpioniche. L’Italia si sarebbe meritata qual... »

Sabrina Salerno

LE CURVE ESPLOSIVE DI SABRINA SALERNO IN 13 SEQUENZE

Negli anni ottanta, tra i vari sintomi di quello che veniva definito “riflusso” dall’impegno politico del decennio precedente, ma che potrebbe rientrare anche tra le ossessioni regressive tipiche del postmoderno, si assiste a un fenomeno che aveva avuto grande rilievo ad esempio nel periodo fascista (con la Signorina Grandi Firme, celebrata dalle copertine realizzate dall’illustratore ... »

l'elefante gay

35 ANNI FA L’ELEFANTE GAY, LA CANZONE PER BAMBINI SULL’OMOSESSUALITÀ

Al di là dei generi musicali, dei ritmi, degli autori, degli interpreti, la canzoni si suddividono essenzialmente in due categorie: quelle belle e quelle brutte. E poi, fuori gara, ci sono le canzoni uniche. “L’Elefante Gay” è una di queste. Ecco la sua storia. Era il 1983 quando mi fu proposto di scrivere una canzoncina per bambini da presentare al concorso canoro Ambrogino ‘84, versione milanese... »

SINÁN CAPUDÁN PASCIÁ

SINÁN CAPUDÁN PASCIÁ, UN RINNEGATO GENOVESE TRA I GIANNIZZERI

Sinán Capudán Pasciá è un brano del cantautore genovese Fabrizio De André, del quale quest’anno ricorre il ventesimo dalla morte. Nel 1984 pubblicò l’undicesimo album di inediti, Creuza de mä, con la volontà di fare un disco in genovese usando strumenti musicali tradizionali del Mediterraneo. De André unì a sé nell’impresa, come musicista e produttore, Mauro Pagani, un musicista ... »

Giradischi Technics SL-1500

GUIDA ALLA NON SCELTA DI UN GIRADISCHI

Dopo l’articolo sui dischi di vinile (se non l’avete ancora fatto lo potete leggere QUI) molti mi hanno scritto chiedendo di essere ben indirizzati nel mondo dei giradischi. Una via possibilmente conveniente, qualcosa da spender poco, diciamo meno di 4-500 euro. È una richiesta difficile da esaudire, ma volentieri vi indico alcuni punti fondamentali. Il giradischi è un aggeggio che ser... »

Trio Of Awesuhm Giornale Pop

TRIO OF AWESUHM, UNA BAND CON I CONTROFIOCCHI

Come redattore musicale, ogni mese ricevo centinaia di file mp3 e Cd di gruppi e solisti che cercano promozione. Nella maggior parte dei casi è spazzatura sonora, favorita a mio parere anche dai vari talent show che invitano a un’omologazione di basso livello. Nei mesi passati, però, due artisti hanno attirato la mia attenzione e ammirazione. Il primo è Roger d’Arcy, che di mestiere è ... »

Lucio Battisti

E SE L’ULTIMO LUCIO BATTISTI NON FOSSE POI TANTO MALE?

Su Lucio Battisti prima maniera, quello del lungo e fortunato sodalizio artistico con Mogol, pubblico e critica sono concordi: si tratta senza dubbio del più grande artista musicale italiano e il suo lavoro rimarrà per sempre nella storia. Lucio Battisti senza Mogol Sul Battisti del periodo post-Mogol le opinioni sono contrastanti, si va da chi (una esigua minoranza) considera quelle composizioni ... »

le groupie

LE GROUPIE CHE AMAVANO HENDRIX E MORRISON

“Se non hai groupie intorno vuol dire che non stai facendo sul serio”. Questa celebre massima di Frank Zappa racchiude tutta la filosofia delle rockstar e delle loro giovani seguaci, le groupie, nella sfrenata era della libertà sessuale degli anni sessanta e settanta. “Una groupie è una persona che ama la musica così tanto da voler stare vicino alle persone che la fanno”, spiega Pamela... »

di Natale

RIASCOLTIAMO CINQUE CANZONI DI NATALE ALTERNATIVE

Si fa presto a tirare in ballo Mariah Carey. Troppo scontato chiamare in causa Michael Bublé. Pur con tutto il dovuto rispetto, è eccessivamente comodo rifarsi al solito John Lennon. Se volete passare un Natale davvero “alternativo”, la colonna sonora ve la consiglio io. Quella della canzone di Natale è una sfida con cui si sono cimentati tanti autori musicali, quasi una tappa obbligata, un eserci... »

La grande semina del rock

TRA NILLA PIZZI E I BEATLES: LA GRANDE SEMINA DEL ROCK

Poco sex, niente drugs, molto rock and roll. Venivamo da “Vola colomba”, “Granada”, “Papaveri e papere”, “Casetta in Canadà”, “Grazie dei fior”, Nilla Pizzi, Claudio Villa, Achille Togliani, Tonina Torrielli… La ventata americana, inevitabile in quel secondo dopoguerra di rinascita, spazzò via tutto in un attimo, atterrando non più con i bombardieri, ma con i juke-box, e liberandoci di nuovo... »

Le perle dimenticate del progressive italiano

LE PERLE DIMENTICATE DEL PROGRESSIVE ITALIANO

Nel periodo della contestazione, che inizia nel 1968, si afferma la musica progressive. Questa musica poco orecchiabile, densa di contenuti e di sonorità ricercate, sembrò rappresentare al meglio l’irrequietudine del periodo. Dal beat al progressive Il progressive nasce come evoluzione della musica beat, sulla quale si innestano la lezione del rock psichedelico e alcune suggestioni derivanti dalla... »

vinile

I NUOVI DISCHI IN VINILE SONO UNA FREGATURA

Che siate giovani in cerca di nuove esperienze tecnologiche o ultracinquantenni che sperano di rallentare la senescenza recuperando il giradischi di gioventù dalla cantina, sconsiglio di comprare dischi di vinile di nuova produzione, quelli che ormai si trovano persino nei centri commerciali e che costano sedici, venti, addirittura cinquanta euro, che si tratti di ristampe di vecchi titoli o di nu... »

Beat

IL FENOMENO DELLE COVER NEL BEAT ITALIANO

La musica beat si sviluppa in Italia nella metà degli anni sessanta, sull’onda del dilagante successo dei Beatles. Si tratta di una rivoluzione musicale, una ventata di freschezza, un sound coinvolgente e leggero, ideale per i ragazzi del boom economico che “avevano solo voglia di ballare e di colorare il mondo”. In questo periodo l’interesse dei giovani per la musica è altissimo, tant... »

New Wave

LA NEW WAVE ITALIANA DEGLI ANNI OTTANTA

La stagione del punk inglese fu una fiammata di breve durata, che però illuminò a giorno l’intero 1977. Splendidamente incarnata nella storia del suo gruppo più significativo, i Sex Pistols, che si sciolsero dopo aver pubblicato un solo album. Fu una specie di ciclone che con furia iconoclasta distrusse il modo di fare rock. La sua carica si esaurì quando, terminata la fase distruttiva, divenne in... »

Il punk in Italia

IL PUNK TRA BOLOGNA E MILANO

Il fenomeno punk entrò nelle case della maggior parte degli italiani martedì 4 ottobre 1977 alle 21.30 grazie alla trasmissione di Rai Due “Odeon, tutto quanto fa spettacolo”, rotocalco intellettual-scollacciato del Tg2 che oggi finirebbe in seconda o terza serata. Qui veniva pronunciato il termine “punk” per la prima volta nel piccolo schermo. Ad ascoltarlo c’erano circa 15 milioni di spettatori ... »

Parco Lambro

LE WOODSTOCK ALL’ITALIANA DI RE NUDO

La tre giorni musicale di Woodstock fu un evento epocale che segnò un’intera generazione. L’eco del suo straordinario successo assunse in breve tempo dimensioni planetarie e da lì a poco i festival musicali cominciarono a diffondersi in tutto il mondo, Italia inclusa. Nel nostro Paese passarono alla storia quelli organizzati da Re Nudo, una rivista di “controcultura e controinformazion... »

E LO CHIAMARONO JAZZ ROCK

E LO CHIAMARONO JAZZ ROCK

Miles Davis Nell’agosto del 1969 il grande Miles Davis riunisce una crew di musicisti jazz assieme ai quali si prepara a registrare un disco epocale. “La musica jazz sembrava non andare più di moda alla fine degli anni sessanta. Per la prima volta in molto tempo non suonai con il tutto esaurito. Nonostante in Europa i miei concerti fossero sempre ancora sold out, negli Stati Uniti spesso ci ... »

I SEI APOSTOLI NERI DEL FREE JAZZ

I SEI APOSTOLI NERI DEL FREE JAZZ

Il jazz nasce come musica nera, trova origine nel desiderio di libertà che anima un popolo in schiavitù. È una musica la cui principale caratteristica è quella di riuscire a convogliare le emozioni dell’esecutore all’interno del flusso sonoro creato dallo strumento. E sull’onda dei movimenti di protesta per i diritti degli afroamericani, nasce negli anni sessanta un nuovo modo di fare jazz. All’in... »

LE CINQUE GEMME DEL KRAUTROCK

LE CINQUE GEMME DEL KRAUTROCK

Il luogo è la Germania. Il tempo gli anni settanta. Anni che sono testimoni della nascita di un nuovo tipo di musica, figlia di una generazione di rinascita e libera di dimenticare. Musica assembrata in periferie tutte uguali percorse dai tumulti della contestazione giovanile, dall’euforia del passaggio all’azione. Generazione cresciuta a miti americani digeriti troppo in fretta e dalla disperata ... »

4 BRACCIA E 4 PIEDI PER UN ORGANO

4 BRACCIA E 4 PIEDI PER UN ORGANO

Racconta il compositore Franz Lachner (1803-1890) che un giorno del 1828 fu invitato dall‘editore della rivista di moda “Modezeitung”, il signor Schichk, a visitare assieme a Franz Schubert (1797-1828) – diventato famoso dopo che Al Bano ne rivelò al mondo la tormentata biografia nel film Angeli senza paradiso – l‘organo dell’abbazia di Heiligenkreuz, vicino a Vienna.... »

RITORNO AI PRIMORDI CON THE PLAGUE OF A COMING AGE

RITORNO AI PRIMORDI CON THE PLAGUE OF A COMING AGE

Nato nel 2003 come progetto solista di musica acustic dark di Mikko Lehto, il chitarrista e cantante polistrumentista ha poi deciso di includere negli October Falls anche il batterista Marko Tarvonen (Thy Serpent e Moonsorrow) e il bassista Ville Metsola, sostituito da Sami Hinkka (Ensiferum) proprio da questo The Plague Of A Coming Age. Quello degli October Falls è un black metal misurato che non... »

A 70 ANNI BONNET RITORNA CON FORZA

A 70 ANNI BONNET RITORNA CON FORZA

Settanta. Torno a ripetere tra me e me questa cifra: settanta. Settanta gli anni del cantante inglese Graham Bonnet. Cosa che non pare impensierirlo, visto che questo 2018, dopo essere stato uno dei cantanti presenti su “Resurrection”, ultimo disco di Michael Schenker, lo vede più in forma che mai con un nuovo lavoro della sua Graham Bonnet Band, dal titolo Meanwhile, Back In The Garage. Le domand... »

Guinguette

LA PARIGI DEI BALLI NELLE GUINGUETTE

Oltre alla Parigi della Tour Eiffel, dell’Arc de Triomphe e dei Grands Boulevards, esiste una Parigi per i nostalgici incalliti e i convinti assertori del “si stava meglio prima”. È la Parigi delle guinguette e del bal musette. Oggi non si balla più. O meglio, non siamo più noi a ballare, ma quattro energumeni che per strada cercano di impressionarci con degli innaturali movimenti hip ... »

CREPAX PRIMA DI DIVENTARE DISCOGRAFICO

CREPAX PRIMA DI DIVENTARE DISCOGRAFICO

Una decina di anni fa chiesi al produttore discografico Franco Crepax (uno che ha venduto duecentocinquanta milioni di dischi, ringraziatelo per Ricky Gianco e Lisa dagli occhi blu) di fare da speaker per una pubblicità radiofonica che stavo producendo. Avevo bisogno di una voce non giovane, e sapevo anche che Crepax mi avrebbe stravolto il testo inventandosi qualcosa di interessante. Per cavare i... »

LA TRASCENDENZA NELLE LITANIE DI JEHAN ALAIN

LA TRASCENDENZA NELLE LITANIE DI JEHAN ALAIN

Parlando di compositori del Novecento, i nomi che vengono subito in mente sono i soliti quattro o cinque, tralasciando gli Einaudi ed emuli che a mio parere sono solo degli Steven Schlaks sdoganati: Stravinskij, che nel 1913 con la sua Sagra della primavera inventò la musica contemporanea; i quasi inascoltabili Schönberg e Berg, il cui successo puramente intellettuale fu sostenuto soprattutto da A... »

ITALIANE PAZZE PER IL MOSTRO JIMI HENDRIX

ITALIANE PAZZE PER IL MOSTRO JIMI HENDRIX

“Udirono alle spalle il lamento di una sirena che si avvicinava. Mary ebbe a domandarsi chi si sarebbe presentato nelle vesti di poliziotto (…). Chissà, pensò, potrebbe essere Jimi Hendrix”. Nel racconto E hanno una band dell’altro mondo del 1992 (contenuto nella raccolta Incubi e deliri dell’anno successivo) Stephen King immagina Rock and Roll Heaven, un paesino dell’Oregon (uno di quelli c... »

POTERE DROMEDARIO CONTRO IL POLITICHESE

POTERE DROMEDARIO CONTRO IL POLITICHESE

Verso la fine del 1976, o l’inizio del 1977, a tutte le radio private milanesi fu recapitato un pacchetto promozionale contenente una bottiglia di vino, una confezione di tarallucci e un 45 giri di Piergiorgio Maffi intitolato Potere dromedario. Tarallucci e vino furono consumati in pochi minuti dai fortunati presenti in studio in quel momento, e il disco fu ascoltato con crescente perplessità. Er... »

COPERTINE DI DISCHI COME OPERE D’ARTE

COPERTINE DI DISCHI COME OPERE D’ARTE

Le copertine dei dischi in vinile possono essere considerate un genere artistico a se stante. È opinione comune che molte siano veri e propri capolavori. Abbiamo già parlato QUI delle copertine illustrate da fumettisti, stavolta tratteremo quelle realizzate da noti maestri della fotografia. Cavalli selvaggi Patty Smith e Robert Mapplethorpe si incontrarono nell’estate del 1967, la lunga summer of ... »

RISOLTO IL MISTERO DELLA SIGLA DI LAMÙ?

RISOLTO IL MISTERO DELLA SIGLA DI LAMÙ?

Sull’edizione italiana del cartone animato di Lamù, basato sul manga creato nel 1978 da Rumiko Takahashi, esiste un mistero. Malgrado annose indagini, non si è ancora capito chi cantò la prima sigla dell’anime Lamù la ragazza dello spazio, trasmesso nel 1983 da Telecapri. Perché tanti segreti? QUESTIONE DI DIRITTI Quel che ho scoperto è che la faccenda riguarderebbe diritti mai assolti... »

LA TITINA DALLE TRINCEE ALLE PENTOLE

LA TITINA DALLE TRINCEE ALLE PENTOLE

Quando, nel 1917, le truppe americane si stanziarono lungo le linee amiche, a rallegrare o cullare il cuore dei soldati impegnati nella Prima guerra mondiale c’erano, oltre ai canti e alle marce militari di ordinanza, le canzoni nostalgiche dedicate alla donna amata rimasta a casa o canzoni dal gusto comico e un po’ goliardico. Una, in particolare, piaceva ai francesi: “Quand Madelon”. Racco... »

IL THEREMIN DA STAR TREK AL ROCK

IL THEREMIN DA STAR TREK AL ROCK

Tempo fa un amico mi stava descrivendo quello che per lui sarebbe stato lo strumento musicale del futuro. Ne parlava come di un congegno in cui le mani non toccavano corde o tasti, ma si muovevano spostando l’aria. E lo spostamento dell’aria produceva i suoni. «Ma quello strumento esiste già!» gli risposi. «Si chiama theremin». In effetti, tutti conoscono la particolare musica del theremin, anche ... »

IL ROCK TOTALE DI LOST ON THE ROAD TO ETERNITY

IL ROCK TOTALE DI LOST ON THE ROAD TO ETERNITY

A quarant’anni di distanza dalla prima apparizione discografica dei Magnum, esce Lost On The Road To Eternity: il ventesimo album di inediti. Formatasi nel 1972, sei anni dopo la band inglese dei Magnum si affaccia sulla scena musicale progressive e hard rock con “Kingdom of Madness”, un ottimo debutto che fa intuire le potenzialità della band di Birmingham capitanata dal chitarrista Tony Clarkin ... »

Pagina 1 di 3123