Psicologia

USARE L’OSSITOCINA PER COMBATTERE IL RAZZISMO?

USARE L’OSSITOCINA PER COMBATTERE IL RAZZISMO?

L’ossitocina è una sostanza prodotta all’interno della scatola cranica. Il puntino rosso nell’immagine in movimento qui sopra indica la posizione dell’ipofisi, l’organo che secerne l’ossitocina riversandola nel sangue. L’ossitocina è presente in tutti i mammiferi. È un ormone, parola che significa “mettere in movimento”. È un messaggero chimico. Per esempi... »

LE ODIOSE AVVISAGLIE DI AUTUNNO A FINE VACANZE

LE ODIOSE AVVISAGLIE DI AUTUNNO A FINE VACANZE

Agosto, tempo di vacanze: autunno stai lontano. Parole d’ordine: smaltire le tossine accumulate sul posto di lavoro; stress da boss, stress da colleghi, stress da utenti, stress da stress. Liberarsi dalle inibizioni: se non ce la sentiamo di fare del naturismo almeno indossare il tanga, ridere a squarciagola, parlare liberamente come fossimo all’estero dove nessuno ci capisce. Lasciarsi il l... »

IL CF (CAG***RE FOLLE): UNO STRANO CRIMINALE

IL CF (CAG***RE FOLLE): UNO STRANO CRIMINALE

Non ci sono peggiori scherzi di cattivo gusto di quelli perpetrati dal cagatore folle (d’ora in poi, per decenza, CF). Chi è questo individuo e perché agisce in tale sorta? Secondo l’Urban Dictionary, il CF (Mad Shitter in inglese) è un individuo che fa i suoi bisogni in luoghi insoliti come corridoi, uffici, laboratori e via dicendo. Il termine sarebbe stato ideato dall’esercito ameri... »

manicomio

IL MANICOMIO E IL SUO FALLIMENTO

Il manicomio moderno nasce nel 1793 in Francia a opera di Philippe Pinel e muore in Italia nel 1978, con la legge Basaglia n. 180.     Il manicomio nacque, nelle intenzioni di Pinel, come un istituzione specializzata nella cura dei soli malati mentali. In precedenza le persone identificate come “folli” venivano internate insieme ai vagabondi, i criminali, i poveri e i mendica... »

LA SINDROME DI STOCCOLMA PRENDE IN OSTAGGIO

LA SINDROME DI STOCCOLMA PRENDE IN OSTAGGIO

La sindrome di Stoccolma, insieme al complesso di Edipo, è forse il disturbo psichico più citato dalla fiction. Chi ne è colpito prova un sentimento di affezione nei confronti del proprio sequestratore. Ma perché si chiama “sindrome di Stoccolma”?     Il 23 agosto 1973 Jan-Erik Olsson, un trentaduenne evaso dal carcere di Stoccolma dove era detenuto per furto, tenta una rapina nella banc... »

Tatuaggi e piercing

TATUAGGI E PIERCING: QUESTIONE DI ESTETICA O DI AUTOLESIONISMO?

Il 60% degli adolescenti italiani tra i 15 e i 19 anni portano un piercing. La parte del corpo più utilizzata è l’orecchio (89%), seguita dal naso (56%) e dall’ombelico. Mentre sette milioni di italiani sono i tatuati. Un po’ più donne che uomini, quasi l’8% sono minori. La diffusione, soprattutto a partire dagli anni ottanta, delle modificazioni corporee a fini estetici costituisce un fenom... »

COSA C’È DA RIDERE?… ECCO LA SPIEGAZIONE

COSA C’È DA RIDERE?… ECCO LA SPIEGAZIONE

Cosa c’è da ridere? A questa domanda hanno tentato di rispondere filosofi, scrittori e cabarettisti. A quanto pare, però, non è ancora stata data una risposta convincente al quesito, altrimenti avremmo sovrabbondanza di libri e film comici oltre che di vignette e numeri di cabaret. Molti diranno che la comicità dipende dalla bravura del comico, sia che racconti una barzelletta, disegni o si ... »

SCARABOCCHIARE PER CAPIRE NOI E GLI ALTRI

SCARABOCCHIARE PER CAPIRE NOI E GLI ALTRI

Scarabocchiare, se disponiamo di una penna e di un pezzo di carta, è un gesto che facciamo spesso quando siamo al telefono, durante una conferenza o in una discussione con un amico. Di solito, terminata l’operazione, non ci siamo resi conto né del tempo impiegato a scarabocchiare né di quello che abbiamo tracciato. Perché questa attività nasce dal profondo e investe la sfera emotivo-emozionale del... »

UN SENO DA URLO GRAZIE AL BISTURI

UN SENO DA URLO GRAZIE AL BISTURI

La chirurgia estetica permette di modificare la parte del nostro corpo di cui non siamo contenti, per esempio il seno. Molte persone sono contrarie alla modificazione di quello che la natura ci ha dato, anche se ritenuto esteticamente sgradevole. Altre, invece, decidono di sottoporsi alla chirurgia estetica per modificare il proprio aspetto. In questo secondo caso, è consigliabile fare interventi ... »

VIAGGIARE PER DIMENTICARE PIÙ FACILMENTE

VIAGGIARE PER DIMENTICARE PIÙ FACILMENTE

Viaggiare è il rimedio migliore per dimenticare. Fare un viaggio serve a curare le pene d’amore, il dolore per le relazioni finite, i lutti che ci hanno devastato. Il ricordo delle gioie passate e della sofferenza presente ci continua a girare nella testa. Non riusciamo a uscirne. Continuamo a ripensare alla nostra o al nostro ex. Se riuscissimo a dimenticare ci sentiremmo meglio. Per fare q... »

SCRIVERE A MANO PER VINCERE LO STRESS

SCRIVERE A MANO PER VINCERE LO STRESS

Forse anacronistica, ma la scrittura manuale a cui molti, soprattutto i più giovani, si sono disabituati è in realtà un utile esercizio per stimolare la concentrazione e combattere lo stress. Come dimostra un recente studio del neuroscienziato olandese Ruud van der Weel, scrivere a mano potenzia le aree cerebrali del linguaggio e della concentrazione. Inoltre coinvolge la memoria visiva, consenten... »

LA TRAPPOLA SESSUALE DELL’INNAMORAMENTO

LA TRAPPOLA SESSUALE DELL’INNAMORAMENTO

Cos’è l’innamoramento? Quando una storia d’amore finisce, gli innamorati cercano di capire come siano passati dall’estasi alla delusione. La prima cosa che si chiedono è quanto si siano sbagliati sul carattere e sulla vera natura del partner. La stessa cosa succede anche se decidono di restare insieme. Per andare avanti in una relazione, è necessario accettare la differenza tra q... »

IL PROFUMO DEI NEGOZI

IL PROFUMO DEI NEGOZI

L’acquisto di un vestito era per mia madre un evento importante, accuratamente programmato. Nasceva sempre da una necessità. I soldi erano pochi e non si potevano spendere per il proprio capriccio o per una decisione d’impulso. Mia madre chiedeva i soldi a mio padre, che teneva la cassa della famiglia. Sedeva a tavola con la schiena ritta, palesemente preoccupata della spesa che avrebbe dovuto aff... »

GELOSE 2.0

GELOSE 2.0

La gelosia femminile si sta evolvendo. Quella che creava risse, omicidi passionali, avvelenamenti, piazzate per la strada, unghiate, morsi e piatti rotti, la “bassa” gelosia, insomma, non è più abbastanza chic. È da sottosviluppate. La donna è un animale bizzarro. Naturalmente predisposta all’evoluzione come e più dell’uomo, è però incline alle evoluzioni ad alta quota: la scia di profumo d&... »

LIBERAMI DALL’ESORCISMO

LIBERAMI DALL’ESORCISMO

La Mostra del Cinema di Venezia premia nella sezione Orizzonti il film-documentario “Liberami” di Federica Di Giacomo. Un film che riporta, con umanità, un fenomeno che sembra relegato al solo cinema horror o al passato medievale: l’esorcismo. Il film segue le vicende di un prete siciliano, padre Cataldo, impegnato nel suo particolare operato. Alcuni articoli hanno definito Liber... »

I COMPLOTTISTI PREFERISCONO NON RAGIONARE

I COMPLOTTISTI PREFERISCONO NON RAGIONARE

Utilizzata per costruire consenso, l’idea di un complotto riscuote successo perché semplifica la realtà. Ma non è senza rischi. Dai Protocolli al Piano Kalergi: dinamiche ed evoluzione della logica complottista. Il cospirazionismo attribuisce la causa ultima di un evento o di una catena di eventi (politici, sociali o naturali) a un complotto. Il complottismo si riferisce a un’ampia serie di ... »

L’UMORISMO NERO IN UN MONDO ASSURDO

L’UMORISMO NERO IN UN MONDO ASSURDO

Accedi a un social network e molto probabilmente compare una immagine di forte impatto, significativa o apparentemente insensata. Magari un meme, con una scritta ben evidenziata. Una battuta sferzante e un po’ macabra, forse grottesca, certo politicamente scorretta. Ieri è capitato con la vignetta di Charlie Hebdo, il settimanale satirico parigino tristemente noto per la  strage del gennaio ... »

A CACCIA DI POKEMON COME GLI ZOMBI DI ROMERO

A CACCIA DI POKEMON COME GLI ZOMBI DI ROMERO

“… Quando non ci sarà più posto all’inferno, i morti cammineranno sulla terra…” Fu con questa storica frase che, nel 1978, George Romero scosse l’intera opinione pubblica portando sul grande schermo il suo celeberrimo capolavoro cinematografico: “Zombi”. Orde di morti viventi ritornano a camminare sulla terra, si riversano nei centri commerciali affo... »