CONTRATTO CON DIO DI UN EBREO AMERICANO

CONTRATTO CON DIO DI UN EBREO AMERICANO

Contratto con Dio è un romanzo a fumetti di Will Eisner, o graphic novel, pubblicato in America nel 1978. È stato tradotto per la prima volta in Italia nel 1980 a puntate sulla rivista Eureka. Il romanzo è formato da quattro storie e un prologo che si svolgono negli anni trenta in un tenement (casamento) del Bronx.   La città di New York è divisa in cinque distretti: il Bronx, Manhattan, Queens, Brooklyn e State Island.   Eisner era nato a Brooklyn, dove vivevano molti ebrei newyorchesi. Anche il regista e attore ebreo Woody Allen è nato lì. Nel distretto di Brooklyn c’è il quartiere di Williamsburg, la zona soprannominata “ghetto” dove vivevano gli ebrei dell’Europa centro-orientale arrivati a New York alla fine dell’Ottocento e all’inizio del... »

POP! QUANDO DEVI UCCIDERE BATMAN

POP! QUANDO DEVI UCCIDERE BATMAN

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

A ME FASCIO?... IO SO' COMUNISTA COSÌ!

A ME FASCIO?… IO SO’ COMUNISTA COSÌ!

«A me fascio? Io fascio? A zoccolè, io mica so’ comunista così, sa! So’ comunista cosìììì!!!». È l’estate del 1979 quando Mario Brega rende immortale il papà di Ruggero dinnanzi alla cinepresa di Un sacco bello.   La sequenza più citata del film mostra un anziano comunista reagire con veemenza alla più grave delle infamie: quella di chi vorrebbe annoverarlo tra i suoi nemici di sempre, quelli più odiati, i fascisti. La giovane hippy di borgata se la cava con un epiteto poco elegante, ma non possono dire lo stesso quei ragazzi torinesi che qualche mese prima sono incappati nella furia spietata del “compagno” Michelangelo. Questa storia non si svolge in un film ma in piazza Vittoria a Torino, il 30 maggio 1979. È quasi mezzogiorno quando un gruppo di ragazzi poco più che ado... »

I GRANDI DISEGNATORI FILIPPINI – LA POSTA

I GRANDI DISEGNATORI FILIPPINI – LA POSTA

Disegnatori filippini negli Stati Uniti Gentile direttore, negli anni settanta si dicevano meraviglie del fumetto filippino. Diversi artisti, come Nestor Redondo e il suo studio, furono ampiamente impiegati nella produzione di comics americani. Qual è la situazione attuale? I disegnatori filippini contribuiscono ancora allo sviluppo del fumetto mondiale? Isidoro Gentile Isidoro, negli anni settanta la Dc Comics firmò dei contratti con lo studio di Tony De Zuniga e altri per fare disegnare ai filippini gli allora numerosi comic book antologici dell’orrore (similmente aveva fatto con gli spagnoli la Warren, per le proprie riviste horror in bianco e nero). Probabilmente erano stati scelti per l’horror perché i filippini, ancor più degli spagnoli, avevano uno stile calligrafico che... »

THOR E L’EPICA DI JACK KIRBY

THOR E L’EPICA DI JACK KIRBY

Molto prima del dio nordico Thor, Mercurio nel XX secolo fu il primo lavoro di Jack Kirby per la compagnia che sarebbe diventata la Marvel, chiamata a quei tempi Timely Comics. La storia di otto pagine (una lunghezza abbastanza tipica per i fumetti dell’epoca) fu pubblicata su Red Raven n. 1 dell‘agosto 1940. Si tratta di una storia molto semplice. Giove, il padre degli dei olimpici, è preoccupato per le macchinazioni del malvagio Plutone, dio dei morti, che incoraggia la guerra e la distruzione sulla Terra. Del resto siamo all’inizio della Seconda guerra mondiale, nella quale gli Stati Uniti non sono ancora entrati. Giove manda suo figlio Mercurio a risolvere il problema, cosa che il giovane dio fa in modo non violento, rubando gli ordini degli stati maggiori in modo che le tr... »

POP! NOMEN OMEN

POP! NOMEN OMEN

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

I FILM DI BRUNO MATTEI AMBIENTATI NEI LAGER

I FILM DI BRUNO MATTEI AMBIENTATI NEI LAGER

Il sottogenere nazi-erotico, nel quale si è distinto in particolare il regista Bruno Mattei (1931-2007), nasce in Italia con Salon Kitty (1975) di Tinto Brass. Secondo i critici Paolo Mereghetti e Andrea Bruni il genere risente anche de Il portiere di notte (1974) di Liliana Cavani, mentre per Marco Giusti alla base di tutto c’è La caduta degli dei (1969) di Luchino Visconti, soprattutto per l’ambientazione nazista. Le scene di Salon Kitty sono molto forti, ma saranno rese più truci in molti film successivi e più scadenti del filone, come La bestia in calore (1977) di Luigi Batzella, dove Salvatore Baccaro interpreta ancora il ruolo dell’essere deforme e mostruoso. Salò o le 120 giornate di Sodoma (1975) di Pier Paolo Pasolini è un altro film colto dal quale deriva il sottogenere nazi-erot... »

MATITE BLU 249

MATITE BLU 249

.   »

QUANDO DIEDERO UN TAGLIO A JOHN BOBBITT

QUANDO DIEDERO UN TAGLIO A JOHN BOBBITT

Manassas è una cittadina della Virginia a circa trenta chilometri da Washington, la capitale degli Stati Uniti. Quando scende la sera, il 23 giugno 1993, nell’appartamento dei coniugi Bobbitt tutto è apparentemente tranquillo. John Bobbitt è un ex marine di 26 anni amante della vita sregolata, che lavora come buttafuori in un locale di spogliarelli. Sua moglie Lorena Gallo è una bella immigrata ecuadoriana di 23 anni, che lavora come manicure. Lei è bassina ed esile, lui alto e muscoloso. John sta dormendo pesantemente, mentre la moglie si alza per andare in cucina. Prende un bicchiere e beve. Poi apre il cassetto delle posate per estrarre un grosso coltello dalla lama affilata. Alza il lenzuolo e, con decisione, taglia il pene del marito alla base. Con un urlo infinito, John si alza... »

LA MANUTENZIONE DEGLI ELETTRODOMESTICI GARANTISCE LA DURATA

LA MANUTENZIONE DEGLI ELETTRODOMESTICI GARANTISCE LA DURATA

Ognuno di noi, per lo svolgimento della gran parte delle mansioni di vita quotidiana, fa affidamento sugli elettrodomestici. Il loro utilizzo è fondamentale per aumentare il comfort e la produttività: farne a meno è praticamente impossibile. Sfortunatamente gli elettrodomestici non durano in eterno e anche un piccolo guasto può comprometterne fortemente le funzionalità e l’utilizzo, per questo è necessario avere grande attenzione per le prestazioni dei nostri apparecchi ed effettuare spesso una manutenzione degli elettrodomestici. Cimentarsi in riparazioni fai da te non sempre migliora la situazione, anzi, può decisamente peggiorarla, aggravando il danno e rendendo inutilizzabile l’elettrodomestico a lungo termine. L’assistenza di un tecnico professionista assicura la lon... »

THANOS CONTRO CAPITAN MARVEL

THANOS CONTRO CAPITAN MARVEL

In che modo Thanos è diventato uno dei principali personaggi negativi dell’universo Marvel? La sua creazione si deve allo sceneggiatore e disegnatore Jim Starlin in un numero di Iron Man, che lo ha poi sviluppato nella saga di Capitan Marvel. Nella Marvel degli anni settanta nulla era scontato. “Non ho tempo di supervisionare”, diceva il direttore editoriale Roy Thomas agli sceneggiatori. Massima libertà d’azione. Unico limite il cielo. All’inizio del 1973 Jim Starlin, un giovane reduce dal Vietnam, sale su questa giostra variopinta che sembra girare sempre più veloce. Viene catapultato sulle pagine di Capitan Marvel, un titolo che non aveva mai venduto molto. L’ideale per mettere alla prova un semiesordiente. Jim Starlin ci resterà per poco meno di due anni. Fino al settembre ... »

POP! DIVI INDIMENTICATI

POP! DIVI INDIMENTICATI

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

THE MORTUARY COLLECTION, UN SALTO ALL’OBITORIO

THE MORTUARY COLLECTION, UN SALTO ALL’OBITORIO

Così, semplice semplice: The Mortuary Collection è l’equivalente di un diamantino, piccolo e modesto, che buttato in mezzo a un mucchio di letame rifulge come la più splendida tra le gemme. Certo, non proprio quello che ti aspetti da un film tirato su da una campagna crowdfunding. The Mortuary Collection è un’antologia, un classico film dell’orrore a episodi, un concetto che risale agli albori del cinema.   The Mortuary Collection, quattro storie all’obitorio A un certo punto, ai tempi d’oro delle case di produzione Hammer e Amicus, film del genere te li tiravano appresso pochi cent la tonnellata: La bottega che vendeva la morte, Il club dei mostri, Trilogia del terrore, Delirious – Il baratro della follia, Creepshow, Racconti dalla tomba, Body Bags e così via. Metti, forse, che... »

PV - PER ESCLUSIONE

PV – PER ESCLUSIONE

.   »

Tags:
KYLE RAYNER, LANTERNA VERDE PER CASO

KYLE RAYNER, LANTERNA VERDE PER CASO

Kyle Rayner, la Lanterna Verde di nuova generazione, è stato concepito per prendere il posto di uno dei personaggi più rappresentativi della casa editrice di Superman & Batman: Hal Jordan, la Lanterna Verde della Silver Age, un’eredità non da poco. Nonostante la pesante incombenza, Kyle ha saputo conquistarsi nel tempo un posto di prestigio nell’affollato mondo supereroico.   L’universo di Lanterna Verde Occorre premettere che Hal Jordan e Kyle Rayner non sono le uniche Lanterne Verdi. Il primo personaggio ha portarne il nome e i poteri è stato Alan Scott, un eroe della Golden Age. Ideato dallo sceneggiatore Bill Finger e dal disegnatore Martin Nodell su All American Comics n. 16 del luglio 1940, Alan è un ferroviere che trova casualmente una lanterna e un anello... »

Letture per

POP! LETTURE PER L’ESTATE

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

LA NASCITA DEL CINEMA HARD ITALIANO

LA NASCITA DEL CINEMA HARD ITALIANO

L’anno di riferimento per il cinema hard in Italia può essere orientativamente identificato nel 1978. Il problema di trovare personale disposto a lavorare nel settore non si pone nemmeno, nel contesto di grave crisi che la cinematografia italiana attraversa verso la fine degli anni Settanta. Anzi, si può certamente credere che molte centinaia di persone tra registi, truccatori, attori e operatori di vario genere abbiano potuto tirare avanti per diversi anni grazie al porno, considerando che ai tempi era ben nota la permeabilità tra il cinema normale e l’hard. Basti pensare ad Aristide Massaccesi, in arte Joe D’Amato, regista romano scomparso una ventina di anni fa, considerato oggi dai numerosi fan del cinema di genere un vero punto di riferimento.   IL PERIODO EROTICO-ESOTICO DI MASS... »

IL RESTYLING DI MARTIN MYSTÈRE – LA POSTA

IL RESTYLING DI MARTIN MYSTÈRE – LA POSTA

Gli ultimi misteri di Martin Mystère Caro Direttore, la pensa come Marcello Toninelli riguardo al restyling di Martin Mystère? Mi piacerebbe avere la sua opinione in proposito, dato che in passato ha scritto alcune storie di questo personaggio. Rossana Gentile Rossana, prima di tutto vorrei chiarire un paio di cose. 1) Giornale POP non ha una linea editoriale, se non quella di presentare cose interessanti. Questo significa che ogni autore la pensa come vuole. Io qualche volta la penso come Marcello Toninelli, altre volte no. Nello specifico non ricordo neppure cosa avesse scritto su Martin Mystère. 2) Il fatto che io in passato scrivessi fumetti non ha alcuna importanza: esprimo le mie opinioni come lettore. Venendo al punto, ho letto gli ultimi due numeri di Martin Mystère. Il numero 376,... »

SCIENZA E FANTASCIENZA DEI FANTASTICI QUATTRO

SCIENZA E FANTASCIENZA DEI FANTASTICI QUATTRO

La saga dei Fantastici Quattro non è una storia qualunque. Rappresenta qualcosa di nuovo nel mondo dei fumetti. Qualcosa di deflagrante: la nascita dell’universo Marvel. Il prodotto migliore partorito dalla premiata ditta Stan Lee e Jack Kirby. I primi cento numeri sono avvolti da una tale aura di leggenda che si fa fatica persino a parlarne. In questa sede proviamo a sostenere la tesi che una delle carte vincenti del quartetto fantastico fu il riuscitissimo mix tra le tematiche della fantascienza classica e quelle traslate dalla ricerca scientifica reale che avveniva in quegli anni. Questo derivava da due passioni ben note di Jack Kirby: le riviste di fantascienza e quelle di divulgazione scientifica. L’intrecciarsi di questi due argomenti all’interno di storie avventurose decretò il succ... »

POP! BODY GUARD

POP! BODY GUARD

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

MARIA LUISA D’AMELIO UCCISA DA DUE “MATTI”

MARIA LUISA D’AMELIO UCCISA DA DUE “MATTI”

Diciassette anni appena compiuti, Maria Luisa D’Amelio, detta Mary, è una ragazzina magrolina e di bassa statura. Frequenta il quarto anno del liceo scientifico e fa parte del gruppo politico-religioso di Comunione e Liberazione. Non ci tiene proprio ad apparire seducente: l’ultima volta che viene vista, l’8 novembre 1987 in discoteca, indossa un abito scuro di lana con gonna al ginocchio e un giaccone chiaro a grandi quadri. Però a scuola si dà da fare, parla in assemblea, si occupa di volontariato. È estroversa e sicura di sé, a differenza di molti altri adolescenti. Ha pagato diecimila lire per andare allo Sphinx’s, il locale affittato per una festa con i compagni di scuola, nella speranza di trovarci Marco, il coetaneo per il quale aveva preso una cotta, ma lui non è venuto. Forse si è... »

MATITE BLU 248

MATITE BLU 248

.   »

AUTOGRAFI E SCRITTORI FAMOSI

AUTOGRAFI E SCRITTORI FAMOSI

Una volta gli scrittori scrivevano… con la penna, la matita, le stilografiche. Immagino la dura fatica dei redattori, quando, a lavori consegnati, dovevano tradurre in un testo a stampa i manoscritti, vergati con scritture fini, larghe, pulite, svolazzanti, a ghirigori, eleganti e spesso incomprensibili. Eppure, anche e perfino nelle pubblicazioni cosiddette economiche, non si trovava un refuso, come oggi invece è invalso l’uso. In proposito vedremo un articolo di inizio secolo che parla di autografi e carte autografe. Scrittori che poi presero a consumare le dita sulle macchine da scrivere manuali, non di rado pestando con violenza, soprattutto quando il modello invecchiava e qualche lettera sbiadiva. Per quello arrivava il tecnico: cambiava il nastro e le lettere tornavano a risaltare su... »

I NEMICI PIÙ BIZZARRI DI DEVIL

I NEMICI PIÙ BIZZARRI DI DEVIL

In un articolo precedente (qui) abbiamo parlato di come Devil, l’eroe cieco della Marvel, abbia impiegato diversi anni per raggiungere la propria dimensione narrativa e lo status di eroe di prima fascia. Questo forse è stato dovuto anche per la galleria dei suoi nemici, in genere piuttosto strambi. Stan Lee, maggiormente predisposto al lato rosa delle trame e alla psicologia dei personaggi, non è riuscito a dare a Devil degli avversari all’altezza, facendolo scontrare spesso con nemici presi da altre serie (Electro, il Bue, Hyde e il Cobra, lo Scarabeo e in un occasione il Dottor Destino) o dandogli dei nemici ricorrenti poco riusciti. Insomma, senza il contributo di un co-autore creativo come Jack Kirby e Steve Ditko, Stan Lee non riesce a caratterizzare gli avversari in manie... »

POP! SOVRANNATURALE

POP! SOVRANNATURALE

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

METIS DI MEO È MEGLIO DELLA NAZIONALE

METIS DI MEO È MEGLIO DELLA NAZIONALE

In un periodo nel quale sembra essere esploso l’orgoglio nazionale, grazie alla vittoria del campionato europeo di calcio 2020 ottenuta dall’Italia di Roberto Mancini, è quasi d’obbligo parlare di Metis Di Meo. Pelle bianca, capelli rossi e occhi verdi, può rappresentare il nostro paese come un gol di Chiesa o di Barella. Dopo un inizio di carriera in cui si è divisa tra l’attività di attrice e quella di presentatrice, Metis Di Meo a un certo punto decide di abbandonare la recitazione. Preferisce dedicarsi all’ideazione e alla conduzione di programmi televisivi. Produttori e registi, quindi, non hanno più avuto occasione di valorizzare una giovane promessa di notevole bellezza e dalle spiccate doti comunicative. Lei, se consideriamo il livello delle fiction (C... »

PV - COME SEI

PV – COME SEI

.   »

Tags:
LA VEDOVA NERA, UNA SPIA VENUTA DAL FREDDO

LA VEDOVA NERA, UNA SPIA VENUTA DAL FREDDO

La Vedova Nera (Black Widow), l’ex spia sovietica di casa Marvel, gode oggi di grande popolarità presso i fan di tutto il mondo. Seppur creata negli anni sessanta come classica femme fatale del Kgb, il servizio segreto dell’Unione Sovietica, Natasha Romanoff è attualmente una delle più note eroine della Marvel, se non addirittura la più nota. Questo lo si deve senz’altro al fatto che il personaggio è stato interpretato in diverse pellicole da Scarlett Johanson, una delle star più in in vista del panorama cinematografico. Grazie alla sua notorietà e al suo sex appeal la diva ha contribuito non poco a rendere il personaggio gradito al grande pubblico, dopo che per anni sulle pagine dei fumetti l’eroina russa ha faticato non poco a ritagliarsi uno spazio nell’aff... »

GIOIELLI IN CASA, SPESSO HANNO GRANDE VALORE

GIOIELLI IN CASA, POSSONO AVERE GRANDE VALORE

Può capitare di avere in casa, magari seminascosto in qualche cassetto, un gioiello appartenuto a un lontano parente del quale quasi non si ha ricordo. Un tempo l’investimento in gioielli era molto più praticato di oggi, così come il loro utilizzo nella vita quotidiana per dare lustro a chi lo indossava. Oggi la vita è cambiata e oggetti di questo genere sono usati maggiormente per gli investimenti. Ecco perché può capitare di ritrovarsi in casa un bene di valore, un gioiello del quale si ignorava l’esistenza. Uno dei primi passi da affrontare è quello di farselo valutare per comprendere la tipologia di gioiello che si ha tra le mani e il suo eventuale valore.   Come farsi valutare gioielli antichi? Occorre tenere sempre presente che è bene rivolgersi ad attività specializzate in grad... »

POP! ESSERE AL GREEN

POP! ESSERE AL GREEN

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

BUIO OMEGA, L’ITALIA ENTRA NEL GORE

BUIO OMEGA, L’ITALIA ENTRA NEL GORE

Con Buio Omega, il 1979 è l’anno che sancisce l’ingresso del cinema italiano nel mondo del gore più estremo. Dopo Zombi 2 di Lucio Fulci, che con gli effetti artigianali di Giannetto De Rossi ha reso i morti viventi più spaventosi degli omologhi d’oltreoceano, Joe D’Amato (pseudonimo di Aristide Massaccesi) si accoda alla scia di sangue con Buio Omega, un remake in chiave splatter del thriller gotico Il terzo occhio, diretto da Mino Guerrini nel 1966. Il protagonista di Buio Omega è Francesco (Kieran Canter), un giovane imbalsamatore che non accetta la morte della fidanzata Anna (Cinzia Monreale): dopo averla dissepolta dal cimitero decide di avvalersi delle proprie competenze per tenere il corpo della ragazza in grande segreto accanto a sé. Orfano di entrambi i ricchi genitori, Francesco ... »

Pagina 1 di 154123»