bilancio Bonelli

I DATI DELL’ULTIMO BILANCIO BONELLI

Il bilancio 2021 di Sergio Bonelli Editore (SBE), dopo la fase più critica della crisi Covid, arriva con la ripresa dei fatturati, tornati ai livelli del 2019, e con un ulteriore aumento dei profitti (a livello di EBITDA), ai massimi storici dal 2016, quando abbiamo iniziato queste brevi analisi annuali. Anche quest’anno, come già il precedente, l’approvazione è arrivata a ridosso dei termini di legge, e il bilancio è stato quindi disponibile solo a estate inoltrata.   CONTO ECONOMICO Il fatturato d’azienda di SBE nel 2021 è stato di €30,4M, in aumento del 9,4% rispetto al valore 2020 di €27,4M e quasi al livello 2019 di €30,6M. Rispetto al 2020 segnano un incremento sia i periodici (€26,7M, massimo storico degli ultimi 5 anni), sia i libri (€2,2M, in incremento rispetto al 2020 €1,7M... »

I MANGHJA PUMATE CONTRO TUTTI

I MANGHJA PUMATE CONTRO TUTTI

Il ristoratore della Corsica odia i manghja pumate (mangia pomodori). La prima cosa che fa il manghja pumate (chiamato anche pumataghju) appena messo piede nell’isola è di comprarsi un bel chilo di pomodori. Un pizzico di sale, un morso, un pizzico di sale, un altro morso. Buoni i pomodori! Egli non entra mai nei ristoranti. Il ristoratore lo guarda passare dall’ingresso del suo locale e, sprezzante, gli lancia una cordiale maledizione. In corso, ovviamente. Il manghja pumate è il tipico turista che sbarca nell’isola a piedi e non fa mai tappa dal benzinaio. Cammina sotto uno zaino gigantesco dove trova posto un’enorme quantità di cose (sacco a pelo, materassino, coperte, cuscino, pentole, piatti, posate, vestiti, pomodori, carta igienica) e passa davanti ai distrib... »

JULIUS SCHWARTZ LANCIA LA DC NELLA SILVER AGE

JULIUS SCHWARTZ LANCIA LA DC NELLA SILVER AGE

La Dc Comics rivitalizzò il genere supereroistico nella seconda metà degli anni cinquanta, dopo il crollo della fine degli anni quaranta, grazie soprattutto all’editor Julius Schwartz. Schwartz è considerato unanimemente il responsabile dell’inizio della Silver Age, l’età d’argento degli albi a fumetti americani dopo quella d’oro degli anni quaranta, un’intera era del fumetto basata su una visione fondata saldamente su concetti fantascientifici. Se i supereroi tornarono al successo, dopo la crisi che li aveva eliminati quasi tutti, lo si deve soprattutto a questo gentile appassionato di fantascienza. Julius Schwartz era prima di tutto un patito di sci-fi. Nel 1932, a soli 17 anni, creò la prima fanzine di fantascienza, The Time Traveller, assieme al suo amico ... »

Bob Rafelson

BOB RAFELSON E ALTRI REGISTI DIMENTICATI

Il 23 luglio è morto il regista statunitense Bob Rafelson, che è stato uno degli autori di punta della cosiddetta Nuova Hollywood degli anni Settanta. Secondo Renato Venturelli, Rafelson apparteneva alla corrente più intellettuale del cinema americano di quel periodo. Una reputazione dovuta soprattutto alle prime pellicole, in particolare Il re dei giardini di Marvin (The King of Marvin Gardens), diretto nel 1972 con echi bergmaniani (ma Rafelson sosteneva che casomai il suo maestro era John Ford). Il regista, comunque, ha sempre saputo far convivere un certo rigore espressivo “all’europea” e un’attenzione non banale alle esigenze commerciali: che è poi il segreto del cinema a stelle e strisce. Così sono nati i noir Il postino suona sempre due volte (The Postman Always Rings Tw... »

OK I WATCHMEN, MA I MINUTEMEN CHI SONO?

OK I WATCHMEN, MA I MINUTEMEN CHI SONO?

Watchmen, di Alan Moore e David Gibbons, è universalmente riconosciuto come uno dei migliori fumetti mai pubblicati. Presentato dalla Dc Comics tra il 1986 e il 1987 in una “maxi-serie” di 12 albi, poi ripubblicati in volume, ha significato uno spartiacque per i comic book dei supereroi. È merito senz’altro di una storia accattivante, di una struttura unica nel suo genere, che scava nella psiche dei personaggi. La storia di Watchmen è centrata su una generazione di eroi alle prese con un misterioso caso di omicidio da risolvere mentre il mondo è sull’orlo della guerra atomica. Lo sceneggiatore britannico voleva originariamente utilizzare alcuni supereroi caduti in disuso, per la sua opera di maggior successo. Ma poi dovette cambaire idea, come vedremo. Se oggi sappi... »

PREY, IL PREDATOR DELLE PARI OPPORTUNITÀ

PREY, IL PREDATOR DELLE PARI OPPORTUNITÀ

Prey è ufficialmente il quinto film di Predator. Quinto capitolo di quella che è diventata una serie di film, prima. Un multi-media franchise comprensivo di romanzi, fumetti, videogiochi e qualunque altra cosa su cui si possa schiaffare un marchio registrato, poi. In altre parole, significa che dal 1987, anno in cui uscì il film originale con Arnold Schwarzenegger, da Predator sono stati capaci di tirar fuori l’impossibile. Appunto per questo, nell’Anno Domini 2022 diventa ancor più difficile vedere un film come Prey. Con trentacinque anni sul groppone, con tonnellate di storie e storielle venute su nell’arco di oltre tre decenni, diventa difficile credere che possa esistere un film del genere. Un film che, essenzialmente, non ci prova nemmeno lontanamente. Il bello non è manco questo. Pre... »

MATITE BLU 300

MATITE BLU 300

.   »

JOE KUBERT, DA TARZAN A TEX WILLER

JOE KUBERT, DA TARZAN A TEX WILLER

Joe Kubert nacque il 18 settembre 1926 a Yzeran, una piccola località della Polonia (oggi in Ucraina), da una famiglia ebraica. Suo padre Jacob era un macellaio kosher, preparava le carni secondo le prescrizioni delle sacre scritture per gli ebrei osservanti.   In virtù di questo ruolo, la posizione sociale nella piccola comunità poteva dirsi benestante, ma Jacob voleva dare maggiori opportunità alla sua famiglia e decise di trasferirsi negli Stati Uniti. La prima volta avevano tentato il viaggio nella primavera del 1926, ma a Southampton le autorità inglesi avevano rifiutato loro il visto per imbarcarsi, perché sua moglie Etti era incinta di Joe, ed erano dovuti tornare indietro per attendere la sua nascita. Joe aveva due mesi quando finalmente la sua famiglia emigrò a New York, stab... »

chirurgia estetica

CHIRURGIA ESTETICA, GLI INTERVENTI PIÙ RICHIESTI

Sempre più persone scelgono di ricorrere alla chirurgia estetica per porre rimedio a qualche piccolo o grande difetto, come un naso troppo lungo, un seno piccolo o cadente, le borse sotto gli occhi e via dicendo. Le tecnologie alla base di questi interventi sono sempre più evolute e in grado di garantire risultati ogni giorno più naturali ed esteticamente appaganti. I prezzi sono molto variabili e possono cambiare a seconda della struttura, del tipo di intervento richiesto o del Paese in cui si sceglie di sottoporsi all’operazione. Per farsi un’idea dell’ampia gamma di prezzi, è ad esempio possibile consultare i costi per rifarsi il seno; come si può vedere, il costo di una mastoplastica additiva può andare da 4000 a 10000 euro, mentre quella riduttiva varia dagli 8000 ai... »

10 INDIMENTICABILI GIOCATTOLI DEGLI ANNI OTTANTA

10 INDIMENTICABILI GIOCATTOLI DEGLI ANNI OTTANTA

Parleremo di dieci giocattoli degli anni ottanta che valgono una fortuna in affetto e nostalgia. Spesso e volentieri non valevano la plasticaccia di cui erano fatte. Che vuoi farci? A quei tempi al cuore mica potevi comandare. Erano i tempi in cui il cammino del bambino era minacciato da ogni parte dalle iniquità dei giocattolai.   HE-MAN E I DOMINATORI… DEI GIOCATTOLI DEGLI ANNI ANNI OTTANTA Il mercato dei giocattoli degli anni ottanta è stato, letteralmente, dominato dai Masters of the Universe. Certamente c’erano (o subito dopo ci sono state) linee di giocattoli riuscitissime e dall’enorme popolarità. Vedi Transformers e G.I. Joe, tanto per dirne un paio. Tuttavia, nessuno o quasi è arrivato a quei picchi di fama e celebrità raggiunte da Mattel con i Masters. Fatto, questo, c... »

PV - IMPAGABILI

PV – IMPAGABILI

.   »

Tags:
L’EVOLUZIONE DI JACK KIRBY NEI FANTASTICI QUATTRO

L’EVOLUZIONE DI JACK KIRBY NEI FANTASTICI QUATTRO

La carriera di Jack Kirby, una delle più prolungate nella storia del fumetto americano, si estese per un periodo superiore ai quattro decenni. È normale che il suo stile sia cambiato più volte nel corso di questo percorso. Il Jack Kirby degli anni quaranta è diverso da quello degli anni cinquanta, che a sua volta è diverso da quello degli anni sessanta e settanta. I cambiamenti più interessanti avvengono durante il suo decennio alla Marvel, dove a detta di molti, raggiunge l’apice creativo. Abbiamo deciso di analizzare questa evoluzione in modo dettagliato, facendo riferimento a una dozzina di albi dei Fantastici Quattro tra i più rappresentativi.   N. 2 – Gennaio 1962 Se analizziamo il n. 2 dei Fantastici Quattro, “Meet the Skrull from outer space”, ci rendiamo subito conto che... »

I VIAGGI NEL TEMPO DALL’ETERNAUTA AGLI X-MEN

I VIAGGI NEL TEMPO DALL’ETERNAUTA AGLI X-MEN

Strani viaggi nel tempo Chi per un motivo o per l’altro non ha mai sognato di vivere in un’altra epoca? Il primo e più semplice modo per viaggiare nel futuro è quello di addormentarsi profondamente e lasciare che il tempo passi, un po’ come la Bella Addormentata della fiaba. Dorme per vent’anni Rip Van Winkle nell’omonimo racconto scritto da Washington Irving nel 1920, e nella sua versione a fumetti disegnata da Antonio Canale del 1985: “Leggende della Vecchia America”. Dorme per poco più di cent’anni il protagonista del romanzo utopico di Edward Bellamy del 1888 “Looking Forward” (Guardare indietro). Invece dorme per vari secoli l’eroe del romanzo di Herbert George Wells del 1899 “When the Sleeper Wakes” (Il ris... »

L’OCEANIA DI HUGO PRATT E DEGLI ALTRI

L’OCEANIA DI HUGO PRATT E DEGLI ALTRI

I fumetti ambientati in Oceania non sono poi molti. Naturalmente si contano vari episodi di singoli personaggi famosi ambientati in Australia, come “Donald Duck in Adventure Down Under” (Paperino cacciatore di canguri – 1), una storia di Carl Barks del 1947 che si segnala per le accurate ricostruzioni dei costumi aborigeni. O “I Figli del Sogno” e “Moha-Moha” (2), avventure di Martin Mystère scritte da Alfredo Castelli e disegnate da Ferruccio Alessandrini tra il 1984 e il 1985, in cui i deserti australiani fanno da sfondo ad apparizioni di alieni e altre creature misteriose. Tra le poche ambientate interamente in Oceania, troviamo due serie a fumetti pubblicate dalla rivista francese Pilote. Norbert et Kari di Christian Godard, le disavventure com... »

LE DARK LADY HORROR, BELLE E CATTIVE

LE DARK LADY HORROR, BELLE E CATTIVE

Il termine dark lady è stato coniato da William Shakespeare nei suoi ultimi sonetti, dove esplora il lato oscuro del femminile. “Gli occhi della mia donna sono neri come corvi”, dice nel sonetto 127; “In nulla tu sei nera, se non nelle tue azioni”, aggiunge nel sonetto 131. Shakespeare definisce così per sempre l’aspetto fisico e caratteriale della bad girl. Il tema del lato femminile oscuro e distruttore è in realtà antichissimo e universale. Nel vicino oriente è legato alle divinità lunari, come la dea Ishtar in Mesopotamia e la dea Iside in Egitto. Sono divinità che, come la luna, vivono una dimensione ciclica: luna piena e luna nera, azione protettrice ed azione distruttiva. Aspetto materno e erotismo senza freni convivono in loro. Da sempre il carattere ambivalente del principio femmi... »

LE DIECI PIÙ BELLE DONNE DI STAR TREK

LE DIECI PIÙ BELLE DONNE DI STAR TREK

Essendo la serie televisiva cult per eccellenza, oltre che quella oggetto del fandom più esteso a livello mondiale, Star Trek deve necessariamente presentare molteplici motivi di interesse. Le anticipazioni tecnologiche sono senz’altro uno di questi. Star Trek ha anticipato diversi oggetti tecnologici che decine di anni dopo sono diventati di uso quotidiano come i minidischi, i telefoni satellitari e i computer palmari. Star Trek ha introdotto nell’immaginario collettivo altre suggestive possibilità futuribili: il teletrasporto, i viaggi più veloci della luce e quelli nel tempo, che sono oggi oggetto di dibattiti scientifici. Un altro motivo di interesse sono i temi legati alle lotte sociali degli anni sessanta. Di primaria importanza il tema del razzismo e della comprensione t... »

MATITE BLU 299

MATITE BLU 299

.   »

CINQUE HOBBY DA PROVARE

CINQUE HOBBY DA PROVARE

Prendersi del tempo per sé stessi, dedicarsi ad attività creative come l’hobby del découpage, della pittura o anche della creazione di oggetti con la pasta modellabile Das può risultare utile per staccare la spina, rompere la routine di una vita troppo frenetica. In un mondo che corre veloce, ritrovare la propria pace interiore risulta essenziale. Ecco perché coltivare un hobby che permette di impiegare il proprio tempo in un’attività creativa svolta per puro piacere è così importante. Ken Robinson affermava che nella società odierna la creatività è tra le abilità più richieste. Secondo lui, l’unico modo per impararla e mantenerla è continuare a creare e giocare proprio come fa un bambino. Quale modo migliore se non trovarsi un hobby artistico? Se sei a corto di idee ecco cinque hobb... »

CHARLES SCHULZ DISEGNA LA CONQUISTA COMUNISTA DELL’AMERICA

CHARLES SCHULZ DISEGNA LA CONQUISTA COMUNISTA DELL’AMERICA

Nel 1947, tre anni prima di lanciare la striscia dei Peanuts con Charlie Brown e Snoopy, Charles Schulz disegnò un comic book per una casa editrice cattolica americana, pur essendo lui protestante (in quegli anni fece anche il predicatore laico).   L’albo, intitolato Is this tomorrow (“È questo il domani”), contiene un fumetto fantapolitico sulla presa del potere negli Stati Uniti d’America da parte dei comunisti. Gli Stati Uniti durante la Seconda guerra mondiale avevano aiutato in tutti modi la Russia di Stalin contro la Germania di Hitler, a partire dall’invio di una enorme quantità di materiali strategici attraverso il Corridoio persiano. Terminato il conflitto, gli occidentali rimasero sconcertati dal comportamento dei sovietici negli stati dell̵... »

DRACULA SECONDO LA MARVEL

DRACULA SECONDO LA MARVEL

Dopo l’esordio di Morbius nella serie di Spider-Man, il tema del vampirismo era ormai sdoganato con buona pace del Comics Code, l’organo autocensorio degli editori di comic book che dovette adeguarsi ai nuovi tempi. La Marvel ritenne opportuno approfondire il discorso con una serie mensile sul più famoso vampiro di sempre, il conte Dracula. Il personaggio creato dal romanziere Bram Stoker, divenuto celebre con i film interpretati da Bela Lugosi e Christopher Lee, era già apparso in epoca Atlas in Suspense n. 7 (marzo 1951), in una versione differente da quella moderna. La Marvel volle riproporlo in uno stile più al passo con i tempi su Tomb of Dracula, una serie di comic book uscita dall’aprile 1972 all’agosto 1979.   Fu una delle serie horror più longeve della Marve... »

PV - PROMOZIONI

PV – PROMOZIONI

.   »

Tags:
I RONIN DAI MANGA A FRANK MILLER FINO AL CINEMA

I RONIN DAI MANGA A FRANK MILLER FINO AL CINEMA

“I bushi sono immortali! Dunque ci incontreremo ancora se siete immortali anche voi”. Da “Kozure Okami” di Kazuo Koike e Goseki Kojima.   Nonostante il Giappone sia il maggior produttore mondiale di fumetti, i manga hanno impiegato molto tempo per essere esportati in Occidente a causa delle differenze culturali, non ultima delle quali il senso di lettura delle storie, che, come la scrittura, in Giappone va da destra a sinistra. A causa del crescente militarismo del Giappone, negli anni trenta del Novecento furono lanciati diversi personaggi devoti alle autorità e dedicati alle imprese belliche, come il samurai Hinomaru Hatanosuke di Kikuo Nakajima o il cane soldato Norakuro di Suihou Tagawa. Invece le storie del piccolo re pacifista Boken Dankichi di Keizo Shim... »

MIRACLEMAN NELL’UNIVERSO MARVEL

MIRACLEMAN NELL’UNIVERSO MARVEL

Gioia, dolore, caldo, freddo, amore, odio, guerra, pace. Vita, morte, nascita, dipartita, lacrime, sudore, sorrisi, addii, arrivederci, disperazione. Super poteri, battaglie, buoni, cattivi, nemici, alleati, amicizia, crimine, giustizia. Avventura, romanticismo, fantascienza, stupore, realismo, commozione, brividi, corruzione, onestà. Letteratura, illustrazione, pittura, arte. Tutto questo e molto altro ancora è Miracleman, anche conosciuto con il suo nome originale di Marvelman. Marvelman è un’opera seminale, a tratti crepuscolare, scaturita nel 1982 per la rivista antologica inglese Warriors, edita dalla Quality Communications, dalla mente di Alan Moore, coadiuvato dai disegni di Garry Leach prima e Alan Davis in seguito. Nacque come rilancio dell’omonimo personaggio creato n... »

L’EDITORE CORNO CONDANNATO PER KRIMINAL

L’EDITORE CORNO CONDANNATO PER KRIMINAL

Kriminal è un personaggio nato nel 1964 sulla scia di Diabolik e che ha cessato le pubblicazioni regolari dieci anni dopo, pur riapparendo periodicamente in ristampe, riprese, volumi antologici. È difficile dire qualcosa di originale su Kriminal. Il personaggio è citato in tutte le enciclopedie del fumetto ed esistono volumi monografici di saggistica Il suo creatore letterario, Luciano Secchi in arte Max Bunker, è tuttora in attività e potrebbe in ipotesi rilanciare la serie (è morto invece il creatore grafico, Roberto Raviola in arte Magnus). Qualche anno fa l’editore Mondadori aveva addirittura annunciato una nuova serie, con tanto di numero zero presentato a Lucca, la più importante manifestazione del settore. Per ragioni mai del tutto chiarite non se ne fece nulla. Le opinioni generali... »

SHADE, IL SUPEREROE FOLLE DI STEVE DITKO

SHADE, IL SUPEREROE FOLLE DI STEVE DITKO

Nei fumetti non mancano certo i personaggi folli, soprattutto tra i criminali. In particolare i classici nemici di Batman come Joker, Due Facce o il Cappellaio Matto sono etichettati come folli e vengono regolarmente rinchiusi nel manicomio cittadino chiamato Arkham Asylum, che prende il nome dell’immaginaria città in cui si svolgono alcuni inquietanti racconti di Howard Phillips Lovecraft. Tra le più interessanti storie di Batman dedicate al tema della follia, vanno ricordate almeno quelle realizzate dagli autori britannici. In “The Killing Joke” (Lo scherzo che uccide) del 1988, di Alan Moore e Brian Bolland, un Joker più spietato che mai cerca di far impazzire il commissario Gordon, mentre ricorda le drammatiche esperienze che hanno fatto impazzire lui. In “Arkha... »

LA STORIA D’ITALIA A FUMETTI

LA STORIA D’ITALIA A FUMETTI

Quando i personaggi dei fumetti iniziano a diffondersi in Italia agli inizi del Novecento (pur ancora privi di nuvolette) sulle pagine del Corriere dei Piccoli non manca, tra le tante tavole umoristiche, una serie dichiaratamente patriottica, in un’epoca in cui alcune regioni del Nord-Est erano ancora occupate dall’Austria. Il protagonista, il piccolo contadino Italino, creato nel 1915 dal grande illustratore Antonio Rubino, si prende continuamente gioco dei soldati austriaci. Più che nella Storia, siamo qui nel campo della propaganda bellica, per quanto simpatica e graficamente raffinata. Meno ironica e più cupa è la propaganda fascista dei decenni seguenti. Negli anni trenta e quaranta, diversi autori di fumetti rileggono la Storia in chiave fascista. Anche il Corriere dei Pi... »

MATITE BLU 298

MATITE BLU 298

.   »

SORRY, LA BREVE VITA DI UNA RIVISTA

SORRY, LA BREVE VITA DI UNA RIVISTA

Sorry, parlare di riviste a fumetti, oggi, sembra come parlare delle guerre puniche. Qualcuno ricorda gli elefanti di Annibale, qualcun altro ricorda che c’è stata un’epoca in cui si poteva andare in edicola e trovare svariate pubblicazioni, pronte a offrire, dietro una copertina più o meno rutilante, un ventaglio di proposte variegate: strisce umoristiche, storie complete d’autore, redazionali, rubrica della posta. Il momento buono è ormai passato; nonostante qualche periodico tentativo di rinascita, sembra superata alla radice l’idea dell’appuntamento fisso in edicola. Un po’ perché non ci sono più le edicole; un po’ perché non si ha voglia nemmeno dell’appuntamento fisso. Si vuole tutto e subito, si guardano gli episodi delle serie televisive a cinque o sei alla volta, figuriamoci se si... »

JOHN DILLINGER, IL NEMICO PUBBLICO

JOHN DILLINGER, IL NEMICO PUBBLICO

Edgar J. Hoover è preoccupato per il destino del Bureau of investigation, l’ufficio di investigazione da lui diretto. All’inizio il Bureau si occupava di prostituzione, ma poi Hoover aveva diversificato i compiti. Il problema è che gli Stati Uniti sono un paese federale, dove ogni Stato, come il Texas o la California, rivendica con orgoglio la propria autonomia. Così gli agenti di polizia non possono sconfinare dal loro territorio e i criminali ne approfittano. Il Bureau di Hoover, in teoria, potrebbe agire in tutta l’Unione, ma a condizione che vengano commessi reati “federali” (per esempio, un’auto rubata in uno stato e condotta in un altro), ma in pratica le autorità locali non chiedono mai il suo intervento. Hoover non osa prendere iniziative per pau... »

PV - REALTÀ VIRTUALE

PV – REALTÀ VIRTUALE

.   »

Tags:
REGALI AL PROPRIO LUI PER L’ANNIVERSARIO DI FIDANZAMENTO

REGALI AL PROPRIO LUI PER L’ANNIVERSARIO DI FIDANZAMENTO

Festeggiare l’anniversario di fidanzamento è un traguardo importante all’interno della coppia e soprattutto un’occasione in cui si può dimostrare il proprio affetto donando al partner quel regalo che ha sempre sognato. Sul mercato sono disponibili tanti prodotti che possono prestarsi per festeggiare tale ricorrenza, ma sin troppo spesso questa ampia varietà di scelta diviene un’arma a doppio taglio capace di aumentare insicurezze e ansie immotivate. Andiamo a vedere quali sono i migliori regali per lui anniversario fidanzamento.   Regali anniversario per lui: cosa scegliere? Orologio da uomo Un orologio da uomo è un regalo perfetto se si vuole abbinare all’utilità dell’oggetto la sua bellezza estetica. Oggigiorno gli orologi sono delle vere e proprie opere d’arte in grado di rappresen... »

Pagina 1 di 88123»