De Crescenzo

IL FUMETTO SBAGLIATO DI LUCIANO DE CRESCENZO

Non ricorderò Luciano De Crescenzo, appena scomparso, parlando delle sue cose migliori che in questi giorni potrete trovare senza problemi in molti altri articoli. Al contrario ricorderò De Crescenzo attraverso il suo lavoro più insensato, almeno in apparenza: il fumetto Raffaele, pubblicato in volume da Mondadori nel 1978.   Curioso che un uomo così brillante da saper spiegare in due minuti la filosofia antica o l’arte moderna sia inciampato in un’opera così modesta.     A dire il vero già nella introduzione l’autore mette le mani avanti: “Sfogliando questo libro sul banco di un libraio, sicuramente qualche lettore si domanderà se l’autore è la stessa persona che ha scritto Così parlò Bellavista […].Vuoi vedere che è un bidone?, penserà qualcun... »

correzione bozze

LE SCUOLE DI REDAZIONE E TRADUZIONE SONO DAVVERO UTILI?

Oggi che nell’editoria libraria e periodica nessuno trova più lavoro (pagato), proliferano le scuole di editoria: dovrebbero insegnare a tradurre, a redazionare, a correggere le bozze, a volte a trattare per i diritti d´autore, a mettere insieme una grafica decente, eccetera. Sono spesso costosissime, i prezzi vanno dai 3mila ai 6mila euro per qualche decina di ore di corso. Gli insegnanti sono perlopiù quelle persone che hanno perso il loro lavoro editoriale, magari dopo trenta o quarant´anni, e che non sanno più come pagare le bollette. Questo significa che gli insegnanti sono spesso ottimi, inoltre immagino che essendo corsi universitari siano ben progettati; tuttavia penso che sia il concetto stesso di scuola di editoria a essere sbagliato, mi sembra un paradosso quantistico: a f... »

QUANDO IL GIOCO SI FA DURO

POP – QUANDO IL GIOCO SI FA DURO

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI   »

sinti

COME ROM E SINTI SONO GIUNTI TRA NOI

I rom e i sinti insieme ai kalè e ad altri sottogruppi costituiscono la popolazione romanì (che un tempo veniva chiamata zingara). In Italia sono tra le 90mila e le 140mila persone. Nel mondo la popolazione romanì arriva a 12-15 milioni di persone.     Rom è una parola indiana che significa uomo. La loro bandiera fu creata nel 1933 e venne accettata ufficialmente nel 1971 dal congresso mondiale dei rom. La ruota rossa al centro della bandiera è la ruota del carrozzone, che era il tipico mezzo di trasporto dei rom. (Ma ricorda anche l’antico simbolo della “ruota solare” che appare nella bandiera indiana).   In un dipinto di Vincent Van Gogh è rappresentato un accampamento rom formato da carrozzoni. Oggi sostituiti dalle roulotte.   Il viaggio dei rom da... »

MATITE BLU 147

MATITE BLU 147

. »

sbe

BILANCIO SBE: CERCASI SOLUZIONE PER PERDITA DI 400MILA COPIE ANNUE

Il contesto in cui si colloca la Sergio Bonelli Editore (d’ora in poi SBE), il mercato dei fumetti, soffre nel complesso dell’andamento dell’editoria periodica, di cui l’anno scorso avevamo fornito alcuni indicatori. Il mercato nel 2018-2019 ha persistito nella tendenza di ribasso, inducendo alla contrazione il canale delle edicole, contrazione che è a sua volta parziale concausa del ribasso del mercato dell’editoria periodica cartacea, in un circolo vizioso che sembra non avere fine (alcuni dati qui e qui).     SBE: CONTO ECONOMICO Il fatturato d’azienda di SBE nel 2017 è stato di € 29,4M (quasi 30milioni), in aumento del 3,6% rispetto al dato 2017 di € 28,4M. Purtroppo nel 2018 non è stata pubblicata la distinzione tra il canale delle edicole e il canale delle librerie, p... »

Mister No

IL NUOVO MISTER NO È SBAGLIATO

Ci tenevo alla ripartenza di Mister No perché, diversamente dalle tante serie lugubri sfornate dalla Bonelli negli ultimi anni (l’ultima è Odessa), questo era un personaggio di genere brillante. Zagor, creato nel 1961 sostanzialmente da Gallieno Ferri come spiego qui, permise per la prima volta a Sergio Bonelli di tirare fuori questa verve brillante Poi Sergio dovette occuparsi sempre più di Tex, che il padre Gian Luigi Bonelli prima o poi avrebbe dovuto abbandonare per motivi anagrafici, riuscendo, tra l’altro, in uno dei migliori restyling della storia del fumetto, dato che ha migliorato il personaggio senza snaturarlo.     Per Tex, Sergio Bonelli lascia Zagor, ma nel 1975 decide comunque di fare uscire un personaggio tutto suo. Il quale riprende, in maniera diversa, lo spirito... »

TU GUARDA

POP – MA TU GUARDA

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI   »

Adriano Aprà

IL CINEMA DI GENERE È TROPPO RIVALUTATO?

Recentemente, lo studioso e saggista cinematografico Adriano Aprà ha polemizzato con l’eccessiva rivalutazione del cinema di genere italiano.     Lo possiamo ascoltare per esempio in un’intervista fattagli durante l’ultima edizione della Mostra del Cinema di Pesaro. Della sua stessa opinione è il regista Pasquale Misuraca, che su Aprà ha girato un documentario.   Aprà non ha tutti i torti, specialmente quando sostiene che il cinema di genere verrebbe proposto “come modello del futuro del cinema italiano”. In effetti abbiamo potuto assistere negli ultimi anni ad alcuni tentativi di realizzare film di genere (horror, thriller, ma anche comici, che è pur sempre un genere), non andati a buon fine. Lasciando perdere il discorso qualitativo, spesso non ottengono ... »

TOM & PONSI – 40

TOM & PONSI – 40

. »

punti di vista

PV – PUNTI DI VISTA

. »

Tags:
mitologia giapponese

L’INFLUENZA DELLA MITOLOGIA GIAPPONESE NEI MEDIA

Da dove vengono molti dei mostri e delle creature fantastiche presenti nei manga e negli anime? La risposta è semplice: dalla mitologia giapponese. Bisogna tenere presente che il Giappone è un paese animista e politeista, quindi ricco di spiriti e divinità di vario tipo che risalgono all’antichità. A differenza dell’Occidente, dove le credenze antiche sono state spazzate via dalla religione cristiana.   La mitologia giapponese è sempre viva La mitologia giapponese è chiamata Shin-to’, dottrina degli spiriti. Molte storie leggendarie sono state tramandate di generazione in generazione, rimanendo fedeli nel tempo. Un elemento caratterizzante della mitologia giapponese è la funzione di alcune figure che non sono solo eroi, mostri o semidei come nella religione greco-ro... »

QUANDO TI DANNO UNA LEZIONE DI VITA

POP – QUANDO TI DANNO UNA LEZIONE DI VITA

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI   »

Silent Hill

SILENT HILL DA STEPHEN KING A DAVID LYNCH

Nel 1999 leggevo su Psm (internet ce l’avevo già, ma era un’epoca ancora perlopiù analogica) del gioco Silent Hill, prodotto da Konami. Non era un vero e proprio articolo su Silent Hill, ma poco più di un trafiletto d’anteprima. In Giappone, si diceva, il gioco sarebbe uscito a marzo, mentre da noi, nel vecchio continente, ad agosto. Mi incuriosiva molto ‘sto Silent Hill. A partire dal titolo: “Collina Silenziosa”, strano nome per un videogame. Tanto più per un survival horror.     In quelle due foto pubblicate ce n’era una in cui si vedeva questo personaggio, fermo, vicino a una barella per ambulanze logora e completamente ricoperta di sangue. La barella si trovava in un vicolo di una città completamente avvolta dalla nebbia. All’epoca, avevo già letto La nebbia (The Mist) di St... »

a destra

PERCHÉ TENIAMO LA DESTRA SE GLI ANTICHI ANDAVANO A SINISTRA?

Qualche anno fa, mentre ero a Londra per un corso d’inglese, l’insegnante chiese alla classe se sapesse come mai in Inghilterra (e in altri Paesi) si tenesse il volante a destra e guidasse a sinistra. Le ipotesi che ne uscirono fuori da quella conversazione “multietnica” variarono dalle più probabili a quelle più fantasiose. Dal canto mio, fino a quel momento non mi ero mai posta la domanda. Ma ciò mi portò a chiedermi veramente perché in alcuni Paesi del mondo si guida tenendo la sinistra e in altri la destra. I Paesi che hanno il volante a destra, e tengono la guida quindi a sinistra, sono l’Inghilterra, l’Australia, il Giappone e alcune nazioni dell’Africa.     Essendo una minoranza, si potrebbe pensare che siano stati loro a decidere di modificare la propria... »

La mitologia di Lovecraft

GRANDI ANTICHI E DÈI ESTERNI: LA MITOLOGIA DI LOVECRAFT

L‘universo partorito dalla fantasia dello scrittore statunitense Howard Phillips Lovecraft è un cosmo popolato da orrori inenarrabili, costellato di abissi senza fondo gravidi di osceni segreti che priverebbero della ragione chiunque osasse addentrarvisi. Il fascino di questa mitologia, seppure vaga e spesso interpretata in maniera contrastante dagli altri autori del Ciclo, consiste nell’aver spostato l’attenzione dai consueti incubi della mitologia terrena (come vampiri, licantropi, streghe e non morti) alle recondite profondità dello spazio. Le storie dei Miti di Lovecraft, infatti, sono un originale mix di fantasy, fantascienza e horror nel quale gli orrori non sono partoriti dalle tradizioni folkloristiche della Terra ma dalle insensate profondità siderali, di cui i m... »

fotografia

LA CRESCITA DEI SOCIAL INCREMENTA I CORSI DI FOTOGRAFIA

Siamo un popolo di social addicted, malati di social, forse non nel vero senso della parola ma la realtà non si discosta poi molto. Gli ultimi dati riferiti all’anno 2018, diffusi da Censis Internet, dipingono un quadro piuttosto chiaro: il 52% degli italiani accede mensilmente alle piattaforme social. I dati relativi a Facebook dimostrano, in particolare, una grande crescita: il 74% degli italiani lo utilizza quotidianamente. Nel complesso sono 35 milioni gli italiani che trascorrono due ore tutti i giorni sui social. Questo quadro indica che buona parte della nostra vita reale si è spostata sui social, con le conseguenti ripercussioni.   Condividere foto durante la giornata Soffermiamoci sui social più utilizzati come Facebook, per l’appunto, e Instagram. Ormai condividere le foto d... »

vino rosso

IL VINO ROSSO MADE IN ITALY FA TENDENZA ANCHE IN ESTATE

I prodotti del Made in Italy sono sempre più richiesti all’estero. Tra questi, quelli che probabilmente più ci rappresentano in tutto il mondo appartengono alla tradizione enogastronomica. L’Italia è il paese del mangiare bene e del buon vino, un riconoscimento che nessuno oserà mai contestare. Infatti, quando si parla di enologia siamo subito presi come riferimento dall’estero. Vuoi per tradizione e cultura, vuoi per la conformazione del territorio italiano, particolarmente favorevole alla coltivazione della vite soprattutto per i fattori climatici che ne favoriscono la crescita. Qui i vini buoni trovano ampio terreno fertile.   La tradizione dei vini in Italia Da Nord a Sud la scelta è vasta e articolata: elencare tutti i vini è praticamente impossibile. L’Italia è il primo pa... »

l'ospite

POP – L’OSPITE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI   »

SEBASTIANO CRAVERI CEDE IL TESTIMONE A LINO LANDOLFI

CRAVERI CEDE IL TESTIMONE A LANDOLFI

Il Vittorioso è uno dei pochissimi settimanali di fumetti che riesce a resistere con il suo grande formato nel dopoguerra, quando si afferma rapidamente il più economico formato striscia in bianco e nero. E Sebastiano Craveri, “padre fondatore” del Vittorioso, cosa fa, tra il 1950 e il 1951? Nei dieci anni in cui sulle pagine del settimanale letteralmente esplode il talento del giovanissimo Benito Jacovitti, il suo ruolo diventa sempre più quello di un outsider: un peccato, perché se è vero che Jac è un genio del fumetto, le poetiche, delicate storie di Zoolandia sono piccole opere d’arte che avrebbero meritato, allora, assai miglior sorte, e certamente la meriterebbero adesso.   Il malinconico destino di Craveri Nel dopoguerra soffia un vento decisamente più spietato rispetto a quell... »

MATITE BLU 146

MATITE BLU 146

. »

Clue

CLUE, LA CENA CON DELITTO DIVENTA UN RAFFINATO FUMETTO

Il Prof. Plum, un esperto nella valutazione di oggetti rari, riceve un messaggio in codice inviatogli da un facoltoso collezionista, Mr. Boddy, che dopo aver ricevuto alcune minacce di morte ha deciso di dare una cena nel suo castello. Nel castello, oltre alla cameriera e alla governante, Mrs. White, faremo la conoscenza di Mr. Green e Mrs. Peacock, di Miss. Scarlet e del Col. Mustard. In breve tempo, la cena si trasforma in una scena del crimine con l’uccisione di uno degli ospiti prima che sia servito il dessert. Plume e gli altri ospiti dovranno dividersi e cercare nel castello… immaginate un po’ cosa.     Cluedo, negli Usa conosciuto come Clue, è un gioco da tavolo pubblicato originariamente in Inghilterra nel 1949. È un gioco estremamente popolare e relativamente incentrato ... »

L'Uomo Ragno

QUANDO L’UOMO RAGNO PERSE 100MILA COPIE

Nel 1968 l’Uomo Ragno (creato nel 1962 da Stan Lee e Steve Ditko) è il nuovo fenomeno editoriale nei fumetti americani, da anni le vendite sono in crescita: è arrivato a raggiungere una media di 378mila copie a numero, diventando la testata Marvel più venduta. A essere obiettivi non è una diffusione altissima, nella piccola Italia i fumetti vendevano molto di più, ma bisogna tenere presente che dal 1955, a causa della persecuzione del fumetto innescata dallo psicologo Fredric Wertham, le vendite complessive dei comic book si sono ridotte enormemente. Ciononostante all’inizio della seconda metà degli anni sessanta si ha un certo rialzo generale, dovuto soprattutto ai telefilm di Batman e ai primi cartoni animati dell’Uomo Ragno, che portano a una rivalutazione pubblica dei bistr... »

ORA SI SPIEGA

POP – ORA SI SPIEGA

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI       »

IL CF (CAG***RE FOLLE): UNO STRANO CRIMINALE

IL CF (CAG***RE FOLLE): UNO STRANO CRIMINALE

Non ci sono peggiori scherzi di cattivo gusto di quelli perpetrati dal cagatore folle (d’ora in poi, per decenza, CF). Chi è questo individuo e perché agisce in tale sorta? Secondo l’Urban Dictionary, il CF (Mad Shitter in inglese) è un individuo che fa i suoi bisogni in luoghi insoliti come corridoi, uffici, laboratori e via dicendo. Il termine sarebbe stato ideato dall’esercito americano per definire gli squilibrati che lasciano i loro ricordini in aree ben visibili o negli equipaggiamenti personali. Il loro scopo è il più delle volte quello di disgustare e di scioccare gli scopritori, altre volte cercano di provocare delle malattie inquinando acqua e cibo. In genere questi attacchi vengono interpretati come “scherzi”, raramente come degli atti di vendetta. Le are... »

TOM & PONSI – 39

TOM & PONSI – 39

. »

BRICIOLE

PV – BRICIOLE

. »

Tags:
BUSTE DI CARTA PER LA POSTA

BUSTE DI CARTA PER LA POSTA, CONTENITORI CHE NON PASSANO DI MODA

Le buste di carta per impieghi postali non passano mai di moda. Nel corso degli ultimi anni è anzi scattata una sorta di corsa a personalizzarle, in modo da poter conferire loro una confezione grafica accattivante. Tale esigenza è avvertita in particolare dalle aziende, che proprio in questo modo possono farsi pubblicità a costi estremamente contenuti. Una necessità che ha trovato il suo naturale sfogo sul web, ove sono moltissimi i servizi predisposti all’uopo, come nel caso di Paesedellebuste.it, in grado di assicurare un risultato di buon livello oltre che molto conveniente.   Il dettaglio conta molto Per le aziende più piccole la cura del dettaglio è ormai un obbligo, se vogliono riuscire a trasmettere una sensazione di affidabilità alla propria clientela. Il primo modo per riusci... »

La nuova Sirenetta Disney

LA SIRENETTA DISNEY ISTIGA ALLA CONTRAPPOSIZIONE ETNICA?

Questo articolo sull’attuale filosofia della Disney, che si evince da scelte come quella della interprete per La Sirenetta, non è politico. Del resto non parteggio per nessuna forza politica, di destra, di sinistra, di sopra o di sotto che sia. C’è solo un modo per realizzare storie non razziste: trattare i personaggi indipendentemente dal colore della pelle. Mettere bianchi, neri e gialli tra i “buoni” e bianchi, neri e gialli tra i “cattivi” in maniera del tutto casuale. Naturalmente solo se l’epoca e la località in cui è ambientata la storia rendono logico e non forzato l’assortimento cromatico delle epidermidi. Invece le storie che mettono i neri sempre dalla parte del bene e i bianchi sempre dalla parte del male sono razziste. Non importa se si vuole rappresentare tutti i neri c... »

JOHN RIDGWAY CONTRO HELLBLAZER

JOHN RIDGWAY CONTRO HELLBLAZER

Hellblazer è una serie a fumetti della Dc che dal 1988 racconta le avventure di John Constantine, un personaggio creato da Alan Moore nel 1984 sull’albo di Swamp Thing. I primi episodi pubblicati quando ancora non c’era l’etichetta Vertigo, che in seguito ospiterà il personaggio, furono realizzati da una coppia di autori inglesi responsabili del successo della serie: Jamie Delano (il quale ha continuato a scriverlo per molti anni) e l’illustratore inglese John Ridgway. A quest’ultimo ho voluto rivolgere alcune domande…     John, quale motivo ti spinse a lasciare la serie Hellblazer? Per capire perché abbandonai Hellblazer, devi conoscere qual era il mio background fumettistico prima di iniziare a lavorare su quel fumetto. Per molti anni ho disegnato fumetti sull... »

Minnie live action

POP – MINNIE LIVE ACTION

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI   »

Pagina 1 di 107123»