spanking

SPANKING, IL SOTTILE PIACERE DELLA SCULACCIATA

Dopo aver passato un’altra interminabile giornata fingendo di essere buoni, ecco che arriva il momento per sfogare le nostre tensioni, frustrazioni o semplicemente per il piacere di lasciare una cinquina sulla chiappa della nostra lei o del nostro lui. C’è chi gradisce, chi fa finta di lamentarsi oppure chi soffre in silenzio per paura di disturbare. Sta di fatto che la sculacciata ha origini antichissime, sia come punizione sia come pratica erotica che prende il nome di spanking.   Spanking: la sculacciata erotica La sculacciata può coinvolgere la sfera sessuale, dato che le mani e lo sguardo dello sculacciatore si trovano necessariamente molto vicini ai glutei e all’organo sessuale della vittima. Quando è un uomo a sculacciare una ragazza (oppure una donna con un r... »

IL VENERDÌ SANTO IN CORSICA

IL VENERDÌ SANTO IN CORSICA TRA CATENACCIU E GRANITULA

I riti della Settimana santa, e in particolare del Venerdì santo, sono per i credenti occasione di raccoglimento spirituale e partecipazione alla vita della comunità. Si moltiplicano qua e là, nei villaggi come nelle città, rappresentazioni della passione di Cristo e processioni. I fedeli, mai così uniti come in quei momenti, riempiono chiese e strade, soffrendo all’unisono per l’ennesima crocifissione e gioendo, il giorno di Pasqua, per la puntuale resurrezione. La Corsica non viene meno a questi appuntamenti annuali, nei luoghi consacrati si stipano i fedeli pronti a immergersi nei tanto attesi rituali. Tra i più famosi abbiamo “U catenacciu” di Sartene e la “Granitula” di Brando, poco prima di Erbalunga, paese che dista una decina di chilometri a nord di Bastia. U Catenacciu... »

Dipendente pubblico o privato: cosa cambia per i finanziamenti

DIPENDENTE PUBBLICO O PRIVATO: COSA CAMBIA PER I FINANZIAMENTI

Una differenziazione che esiste da sempre all’interno del mercato e che non rappresenta una novità: ci riferiamo alla necessità da parte delle società che erogano i finanziamenti (banche o soggetti privati) di avere maggiori garanzie. E in Italia, come è noto, le garanzie più forti sono sempre considerate quelle del settore pubblico. Chi ha un posto fisso nella Pubblica Amministrazione, per dirla in altri termini, viene considerato “blindato” e quindi contratti di questo tipo prevedono garanzie di gran lunga maggiori rispetto a chi lavora con contratto per una realtà privata. Tutto ciò fa si che, sul mercato, i soggetti che erogano i finanziamenti si contandono i lavoratori privati predisponendo per loro particolari condizioni, ovviamente più favorevoli. Qualche esempio? Per i ... »

I bei giochi di una volta

MOMENTO POP – I BEI GIOCHI DI UNA VOLTA

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

HELLBOY (2019) È DAVVERO DA PRENDERE A PERNACCHIE?

HELLBOY (2019) È DAVVERO DA PRENDERE A SPUTI E PERNACCHIE?

Appena finito di vedere questo Hellboy (2019) di Neil Marshall, adattamento del personaggio creato da Mike Mignola nel 1993, mi è venuta in mente una cosa. Una scintilla, se vogliamo, che mi è passata in testa mentre mi avviavo alla macchina nel parcheggio del cinema: C’è qualcosa che non va. E non sto parlando di Hellboy, ma del mondo. Va bene, viviamo in un periodo in cui stiamo annegando nei film di supereroi: non è che si sentisse tutta ‘sta grandissima esigenza di vedere l’ennesimo cinecomics. Potevamo benissimo fare a meno di un nuovo film di Hellboy. Gli aggregatori di recensioni lasciano il tempo che trovano, ma è logico che il Tomatometer di Rotten Tomatoes arrivi a un miserabile 15% di gradimento per Hellboy (2019)? A cui vanno ad aggiungersi gli incassi di pochi milioni di... »

MATITE BLU 134

MATITE BLU 134

. »

Terry e i pirati in Italia

L’ESORDIO ITALIANO DI MILTON CANIFF CON TERRY E I PIRATI

In un precedente articolo abbiamo visto il lancio sottotono de La Risata, una testata della Casa Editrice Moderna dei fratelli Del Duca (la futura Casa Editrice Universo), nel novembre del 1934. Settimanale nato povero per la mancanza del colore e modesto per i fumetti presentati, anche se in seguito arrivano, come abbiamo visto, personaggi di primo piano come Red Barry e, come vedremo in questo articolo, Terry e i pirati di Milton Caniff.   The Gumps e le altre strip del Chicago Tribune Jim il Rosso (Red Barry di Will Gould) non è il solo nuovo fumetto americano ad apparire sul fatidico numero 37. Un altro è L’allegro Jack, traduzione letterale di Smilin’ Jack di Zack Mosley. Stavolta l’editore Cino Del Duca, o chi per lui, non sceglie nel gruppo dei comics distribuiti dal King... »

L'Uomo Ragno di John Romita

L’UOMO RAGNO CLASSICO DI JOHN ROMITA

Il vero uomo ragno sarà anche quello inattuale di Steve Ditko, come sostiene il buon Sauro (andiamoci piano con la condiscendenza – NdR), ma è innegabile che fu quello meno ombroso e complicato di John Romita a imporsi nell’immaginario collettivo. Quello di Ditko era semplicemente troppo nevrotico per diventare mainstream (era solo il fumetto più venduto della Marvel – NdR), quello di Romita aveva invece tutte le carte in regola per farlo. John Romita, nato nel 1930 nel distretto di Brooklyn, tornò da Stan Lee verso la metà degli anni sessanta dopo avere collaborato con la Atlas/Marvel nei cinquanta, disegnando, tra l’altro, la sfortunata ripresa di Capitan America in chiave anticomunista. Romita capita nel periodo più creativo della Casa delle idee, grazie al lavoro svol... »

MOMENTO POP – PADRI

MOMENTO POP – PADRI

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

RITRATTO DI DONNA VELATA, UNO SCENEGGIATO DI SUCCESSO

RITRATTO DI DONNA VELATA, UNO SCENEGGIATO DI SUCCESSO

Durante gli ultimi anni del monopolio televisivo della Rai, alle 20.55 del 31 agosto 1975 sul Programma Nazionale (l’attuale Rai Uno), va in onda la prima delle cinque puntate di Ritratto di donna velata, per la sceneggiatura di Gianfranco Calligarich e Paolo Levi, e la regia di Flaminio Bollini. È uno sceneggiato “giallo-misterioso” ambientato nei pressi di Firenze e Volterra, avente come tema gli antichi etruschi e le loro necropoli, cimiteri formati da piccoli edifici semisotterrati. (Gli etruschi erano un popolo stanziato nell’attuale Toscana e parte dell’Umbria e del Lazio nel corso del primo millennio avanti Cristo, prima di essere conquistati e assorbiti dai romani. Le loro origini sono ancora fonte di dibattito, così come la lettura della loro scrittura). Lo scene... »

TOM & PONSI – 27

TOM & PONSI – 27

. »

buoni esempi

PV – BUONI ESEMPI

. »

Tags:
LA GRANDE OLANDA DI CRUYFF NATA DALLA CONTESTAZIONE

LA GRANDE OLANDA DI CRUYFF NATA DALLA CONTESTAZIONE

Johann Cruyff, il profeta del gol, uno dei più grandi calciatori della storia, ci ha lasciati nel 2016. Tra i tanti ricordi e le tante dediche che ho letto in quei giorni mi è rimasta impressa quella dello storico leader del movimento studentesco milanese, Mario Capanna: “Vedevo in Johan Cruyff e nella sua Olanda i germi del ’68: era una rivoluzione parallela alla nostra, erano ragazzi che cambiavano un mondo difficile da smuovere. Per questo il Cruyff calciatore mi ha reso felice, e per questo ora la sua morte mi rattrista. Sono da sempre un tifoso di calcio senza eccessi e senza troppe conoscenze, ma ricordo perfettamente quegli anni e l’impressione che Cruyff faceva anche a tutti noi studenti impegnati in politica”. Queste parole mi hanno fatto riflettere e concl... »

indistruttibile

MOMENTO POP – INDISTRUTTIBILE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Bonjour tristesse

BONJOUR TRISTESSE, AMORE E GELOSIA IN COSTA AZZURRA

In Bonjour Tristesse la viziata studentessa parigina di diciassette anni Cécile trascorre l’estate del 1954 in compagnia del padre Raymond, vedovo da parecchi anni, e della sua giovane amante Elsa, in una villa sulla Costa Azzurra. Il rapporto tra padre e figlia è molto profondo e la complicità tra i due è alimentata dalla vita leggera e piena di svaghi che i due conducono abitualmente. Ma le cose sono destinate a cambiare quando Raymond invita nella villa Anne, un’affascinante amica che vorrebbe avere un rapporto più stretto con l’uomo. Completamente diversa da Cécile ed Elsa, Anne è intelligente e colta, ma soprattutto moralista e rigida nei principi. Elsa non vuole perdere il suo rapporto con Raymond, il quale è però anche attratto dalla bella Anne, così diversa da lui e Cécile, seppure... »

I CHINSON – SOGNI D’ORO

I CHINSON – SOGNI D’ORO

. »

Insalata russa

L’INSALATA RUSSA ARRIVA DA LONTANO

L’insalata russa è un antipasto freddo. Di solito si prepara per il pranzo di Natale o per il cenone di Capodanno. Molti però amano consumarla tutto l’anno, soprattutto d’estate, perché è un piatto fresco e appetitoso. Gli ingredienti con cui si prepara sono molto cambiati nel tempo. In origine era un antipasto riservato ai banchetti dei nobili e dei ricchi. Fino agli anni cinquanta e sessanta del Novecento i contadini e gli operai si accontentavano di un piatto unico di pasta o di polenta. In campagna si mangiava una minestra di fagioli o di legumi, di cui poi si consumavano gli avanzi come colazione. Il quadro di Vincent Van Gogh “I mangiatori di patate” rappresenta una famiglia intorno al tavolo intenta a cenare. I commensali condividono delle patate bollit... »

DICK TRACY HA INVENTATO IL GENERE NOIR

DICK TRACY HA CREATO IL GENERE NOIR

In Italia Dick Tracy è stato pubblicato per la prima volta dallo sfortunato settimanale Robinson della romana Esi, uscito dal 1945 al 1947, approfittando della blanda censura dell’immediato dopoguerra (dato che si tratta di un fumetto piuttosto violento). Poi (che io sappia) c’è stato un lunghissimo vuoto fino alla seconda metà degli anni sessanta, quando Dick Tracy è stato ripreso prima da Linus della Milano Libri e poi, negli anni settanta, in maniera massiccia e continuativa dal suo gemello avventuroso Alterlinus (nello stesso decennio lo presentò anche Il Mago della Mondadori). La cosa strana è proprio questa: Dick Tracy nell’Italia degli anni settanta è una contraddizione di termini.   Dick Tracy nell’Italia degli anni settanta Negli anni settanta su Linus... »

A FORZA DI RIMANDARE

MOMENTO POP – A FORZA DI RIMANDARE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

I MERCATINI DELLE PULCI COME ANTIDOTO ALLA VANITÀ

I MERCATINI DELLE PULCI COME ANTIDOTO ALLA VANITÀ

I mercatini delle pulci, soprattutto quelli nordeuropei non segnalati dalle guide turistiche, sono luoghi affascinanti. Difficile fare affari in senso stretto, anche i commercianti hanno internet e più o meno sanno quello che vendono. Ma si fanno affari in senso intimo, ritrovando quel tal libro o disco, o scovando tra la fuffa una bambola da salvare o anelli di fattura industriale degli anni settanta, meravigliosi e snobbati dalla massa di visitatori. I mercatini sono anche un immenso cimitero. Pressoché tutto quanto è in vendita proviene dalle soffitte o dalle case di persone che non ci sono più. Libri, cartoline, lettere, fotografie, raccolte di francobolli, giocattoli, souvenir, braccialetti, spille, biglietti aerei, fedine penali, orologi da muro, lampade, cassettiere, abiti, occhiali... »

MATITE BLU 133

MATITE BLU 133

. »

HURT DAL DISTRUTTIVO TRENT REZNOR ALLA FEDE DI JOHNNY CASH

HURT DALL’AUTODISTRUTTIVO TRENT REZNOR ALLA FEDE DI JOHNNY CASH

I hurt myself today To see if I still feel I focus on the pain The only thing that’s real (Trent Reznor, “Hurt”)   È il 1994 quando esce The Downward Spiral, secondo album dei Nine Inch Nails, gruppo industrial metal del polistrumentista e cantante Trent Reznor, fondatore e unico membro fisso della band, di cui è (con qualche eccezione) unico autore dei brani, cantante, strumentista e produttore. Quattordicesimo e ultimo brano del disco è Hurt (quindicesimo nella versione giapponese che contiene anche Dead Soul, cover dell’omonima canzone dei Joy Division). La canzone racconta i travagli della vita vissuta senza mezze misure, dei dolori che l’accompagnano e del rammarico, di rimorsi e nostalgie dell’autore, all’epoca ventinovenne e abituale consumatore di eroina. Una canzone che parla... »

IMPARARE L'INGLESE, I METODI INNOVATIVI

IMPARARE L’INGLESE, I METODI INNOVATIVI

Se imparare la lingua inglese è fondamentale nel mondo di oggi, sempre più caratterizzato da spostamenti costanti e distanze ridotte (oltre che da un mercato del lavoro complesso che implica il possesso di determinate conoscenze), lo sviluppo di strumenti innovativi che abbiano come scopo la facilitazione del processo di apprendimento diventa una importante novità. I ritmi della vita si sono fatti sempre più pressanti, motivo per il quale ottimizzazione ed efficienza sono due parole chiave da tenere a mente, anche quando si parla di formazione e studio.   I moderni corsi di inglese Facciamo riferimento a percorsi formativi moderni, freschi, semplificati e soprattutto efficienti per tempistiche e durata. Quando si valuta un corso di inglese al quale iscriversi, per quanto strano ciò po... »

Tags:
LA PRIMA APPARIZIONE DI PAPERINO NEI FUMETTI ITALIANI

LE PRIME APPARIZIONI DI PAPERINO NEI FUMETTI ITALIANI

Nel 1934 su Topolino i fumetti avventurosi di Cino e Franco spopolano, ma ovviamente non sono soli. Ci sono, tanto per cominciare, le splendide tavole domenicali del Mickey Mouse di Floyd Gottfredson e collaboratori. A partire dal 7 aprile 1934 appare una memorabile storia “a continuazione”, la favolistica La novella di Topolino, che sarà ristampata con il titolo Topolino Principe Azzurro.   Il fascino della tricromia Il tipo di stampa utilizzato da Nerbini tradisce la cromia originale, ma miracolosamente (grazie a un felice connubio di carta, inchiostri, cura generale) l’effetto è delizioso.   Perché ho detto che Nerbini “tradisce” la cromia originale? La stampa di Topolino, a cura degli stabilimenti fiorentini Vallecchi, utilizza un processo in tricromia, in cui per... »

La piramide

MOMENTO POP – LA PIRAMIDE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Valeria Marini

VALERIA MARINI, UNA BAMBOLA IN 20 SEQUENZE

Non eccelle nel canto, nel ballo e nemmeno nella recitazione. Però nei suoi momenti migliori, soprattutto nella prima parte della carriera (che ha coinciso con le partecipazioni ai varietà del Bagaglino), Valeria Marini ha dimostrato di avere una presenza scenica notevole e di attirare gli sguardi su di sé, qualità fondamentale per una soubrette degna di questo nome. In un articolo pubblicato del magazine Corriere della Sera Tv Sette, Antonio Bozzo ha scritto: “Infinita, diva, bamboleggia in modo perfetto in una dimensione che la mette al riparo dalla caduta degli idoli”. Nata a Roma nel 1967, il suo nome completo è Valeria Virginia Laura Marini. Comincia a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo facendo per alcuni anni la modella con il soprannome di Lolly. La prima apparizione t... »

TOM & PONSI – 26

TOM & PONSI – 26

. »

La colpa della crisi

PV – LA COLPA DELLA CRISI

. »

Le tavole originali dei fumetti

LE TAVOLE ORIGINALI DEI FUMETTI VENDUTE A PREZZI FAVOLOSI

Il collezionismo delle tavole originali dei fumetti è un vero e proprio mercato che oggi frutta guadagni favolosi alle case d’aste di tutto il mondo.   Le quotazioni delle tavole originali Non solo le case d’aste si arricchiscono. Chiunque possegga un disegno originale può venderlo nelle più disparate piattaforme digitali, o nelle fiere dedicate alla nona arte fino al più classico dei mercatini nella piazza del paese. In base all’importanza del disegnatore, del personaggio disegnato o della “serie”, le tavole originali possono valere da pochi spiccioli fino a oltre 2 milioni di euro l’una. Cifre inimmaginabili fino a qualche anno fa. Vediamo qualche esempio.   Europa Nella vecchia Europa a farla da padrone è Hergé. Una tavola di Tintin dell’episodio del 1954 “Uomini s... »

'sto deficiente

MOMENTO POP – ‘STO DEFICIENTE

Visita il nostro gruppo satirico cliccando QUI »

Decamerotico

IL DECAMEROTICO ALL’ORIGINE DELLA COMMEDIA SEXY

Sbocciato in fretta, presto abbandonato, è considerato il punto più becero del cinema italico. Eppure, rivisto nell’epoca del Trono di Spade e di Spartacus, il decamerotico fa quasi tenerezza. Abbiamo selezionato quattordici pellicole del genere boccaccesco che ci faranno rivalutare il genere, o tutt’al più ci strapperanno qualche sana risata.   Da Pasolini al Decamerotico Nel 1972 Pier Paolo Pasolini diresse Il Decameron, tratto dalla celeberrima raccolta di novelle di Giovanni Boccaccio. Primo capitolo di quella “trilogia della vita”, proseguita con I Racconti di Canterbury e Il Fiore delle Mille e una Notte. I censori, tenuto conto dell’alto valore letterario dell’opera di Boccaccio, non osarono bloccare il film benché, per la prima volta in Italia, insistesse sulle nud... »

Pagina 1 di 101123»