DOCTOR STRANGE: THE END – L’ULTIMO INCANTESIMO

DOCTOR STRANGE: THE END – L’ULTIMO INCANTESIMO

Doctor Strange: The End Doctor è disponibile al momento solo in edizione originale in inglese. In Italia verrà pubblicato prossimamente da Panini Comics. In un futuro cyberpunk avanzato tecnologicamente, un invecchiato e malato dottor Stephen Strange, ultimo utilizzatore della magia, lotta per salvare quello che resta delle arti occulte nel Marvel Universe. L’anziano mago sta esaurendo le sue capacità magiche, la sua reputazione è ormai scemata e sembra inevitabile che sia lui sia le arti magiche non verranno più ricordati dopo la sua dipartita. Se sia possibile l’esistenza di un mondo senza magia e senza stregone supremo è qualcosa che il Dottor Strange non vuole scoprire e farà di tutto per scongiurare questa eventualità. Come ultimo dei mistici, è determinato a ripristinare la magia che... »

esistenzialisti

POP – ESISTENZIALISTI

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

BOSS FIGHT – I PIÙ ESASPERANTI SCONTRI FINALI DEI VIDEOGAME

BOSS FIGHT – I PIÙ ESASPERANTI SCONTRI FINALI DEI VIDEOGAME

Ah, le boss fight. Lo scontro finale, il culmine di una lunga sessione di gioco. La gioia del trionfo dopo una battaglia particolarmente difficile. Fino a non molto tempo fa, in epoca Playstation 3/Xbox 360, pareva che tutto questo stesse per sparire. In un mondo in cui l’online è il dogma e l’open world il nuovo status quo, il concetto stesso di boss fight era diventato quasi accessorio. Specie di separé tra le aree di gioco, insomma. In questi giorni, Bloodborne è ricicciato fuori a tradimento dalla pila di giochi e, metti, che lo vedi e non te la fai ‘na partitina? Pimpantissimo e convintissimo avanzi tra le vie di Yharnam, giri l’angolo e, niente, ‘na manciata di mob ti fanno il culo a capanna. Allora ci riprovi, e muori. Ancora, ancora e ancora. Allora ecco che so’ venuti a galla, di ... »

MATITE BLU 175

MATITE BLU 175

. »

IL CAFFÈ IN BELGIO FA SCHIFO, MA VIENE SERVITO BENISSIMO

IL CAFFÈ IN BELGIO FA SCHIFO, MA VIENE SERVITO BENISSIMO

Quando i proprietari del Café Greenwich decisero che era tempo di rinnovare il locale, la gente si preoccupò che non sarebbe più stato lo stesso. Alcuni temevano che i servizi igienici di fine secolo sarebbero stati sostituiti. Altri avevano paura che i giocatori di scacchi non sarebbero stati più ammessi. La mia preoccupazione era che il caffè non sarebbe più stato servito su un vassoio d’argento.   Una delle cose che mi piace del Belgio è il modo in cui servono il caffè. Puoi lamentarti del cielo eternamente grigio o dei ciclisti killer e soprattutto puoi odiare il caffè, che preparano in maniera penosa, ma non puoi assolutamente criticare il modo in cui in questo Paese viene offerta una tazza di caffè. Ecco come funziona. Vai in un bar. Probabilmente sarà vecchio stile, anche... »

SCARLET, VENDICATRICE DALLE TROPPE PERSONALITÀ

SCARLET, VENDICATRICE DALLE TROPPE PERSONALITÀ

Uno dei volti femminili più rappresentativi dei Vendicatori è quello di Wanda Maximoff, alias Scarlet (in originale Scarlet Witch: Strega Scarlatta). Cercheremo di ripercorrere la sua complessa vicenda dalle origini a oggi.   Anni sessanta, da criminale a vendicatrice Creata dal vulcanico duo Stan Lee e Jack Kirby nel numero 4 degli X-Men (marzo 1964), Scarlet è l’elemento femminile della Confraternita dei mutanti guidata da Magneto. Insieme al fratello gemello, il supervelocista Quicksilver, al secolo Pietro Maximoff. Non ci viene detto molto delle loro origini, neppure il loro cognome, che verremo a scoprire in seguito. Sappiamo solo che fanno parte del gruppo criminale per gratitudine verso Magneto, che li ha salvati. Wanda e Pietro non appaiono minacciosi come gli altri due ... »

a cosa serve un marito

POP – A COSA SERVE UN MARITO

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

haring fumetti

KEITH HARING TRA POP-ART E FUMETTI

Keith Haring usa il fumetto come soggetto artistico »

TOM & PONSI – 69

TOM & PONSI – 69

. »

cellulari distopici

PV – CELLULARI DISTOPICI

. »

LE SEDUTTRICI DELLE TRASMISSIONI CALCISTICHE

LE SEDUTTRICI DELLE TRASMISSIONI CALCISTICHE

La partecipazione di Diletta Leotta al Festival di Sanremo 2020 ha confermato che ormai le giornaliste televisive hanno in parte preso il posto che fino a qualche tempo fa era occupato dalle attrici e dalle soubrette. In particolare le conduttrici delle trasmissioni calcistiche, che si rivolgono a un pubblico in gran parte maschile. il fenomeno della seduzione che passa attraverso i programmi sul calcio, in ogni caso, sembrerebbe già in declino, come dimostra la diminuzione di presenze femminili più o meno svestite negli spazi di Sportitalia, ovvero il canale che puntava maggiormente sull’avvenenza delle conduttrici. Vediamo quali sono state negli ultimi anni le protagoniste in questo ambito, focalizzando l’attenzione sulle presentatrici dei canali nazionali.   Ilaria D... »

POP – NUOVI ESEMPLARI

POP – NUOVI ESEMPLARI

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

OCCHIO DI FALCO, IL JAMES DEAN DEI VENDICATORI

OCCHIO DI FALCO, IL JAMES DEAN DEI VENDICATORI

Occhio di Falco (Hawkeye) lo potremmo definire il Vendicatore per antomasia, se mettiamo da parte i tre big storici: Capitan America, Thor e Iron Man. Oggi più che mai i Vendicatori o Avengers, come li hanno voluti chiamare anche in Italia, sono gli eroi più famosi della Terra grazie ai loro film, che guadagnano centinaia di milioni di dollari. Ma, come spesso accade, la versione cinematografica di Occhio di Falco non è fedele all’originale.   Anni sessanta, la nascita di Occhio di Falco Occhio di Falco appare per la prima volta come “nemico” in un episodio di Iron Man pubblicato su Tales of Suspense n. 57, del settembre 1964. Nella storia scritta da Stan Lee e disegnata da Don Heck, Occhio di Falco mostra alcune caratteristiche uniche del suo genere, almeno fino a q... »

I DUE VERI NATURAL BORN KILLERS

I DUE VERI NATURAL BORN KILLERS

Si definisce “alienazione giovanile” una situazione di forte confusione mentale che colpisce alcuni adolescenti. Questa patologia sta alla base di una catena di omicidi eseguiti da un ragazzo e dalla sua giovanissima amica nell’America degli anni cinquanta. Fatti tragici che hanno ispirato diversi film, come La rabbia giovane del 1973, con Martin Sheen e Sissy Spacek, e Assassini nati del 1994, di Oliver Stone. L’attualità di quei lontani avvenimenti è stata cantata da Bruce Springsteen nei brani Badlands e Nebraska. Charles Starkweather nasce il 24 novembre 1938, terzo di sette figli di una famiglia di Lincoln, nel sonnolento e agricolo stato americano del Nebraska. Il padre, Guy, è un uomo tranquillo, ma dalla salute cagionevole. Un falegname che, per la maggior parte del tempo, non può ... »

IL 2020 È UFFICIALMENTE L’ANNO DEL FUMETTO

IL 2020 È UFFICIALMENTE L’ANNO DEL FUMETTO

Su iniziativa del Ministero della Cultura francese il 2020 è stato dichiarato "l'anno del fumetto". Un evento sotto forma di riconoscimento della nona arte »

bravissimo

POP – BRAVISSIMO

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

AILEEN, IL SERIAL KILLER DONNA

AILEEN, LA SERIAL KILLER DONNA

Aileen Wuornos nasce nel 1956 nello Stato americano del Michigan, due mesi dopo la separazione dei genitori. Suo padre, Leo Pittman, non lo conoscerà mai: arrestato per violenza sessuale su una bambina di 9 anni, viene ucciso in carcere durante un regolamento di conti tra detenuti. Secondo gli psichiatri era paranoico e schizofrenico. La mamma, Diane Wuornos, che aveva solo 15 anni quando si era sposata, non è in grado di badare alla bambina e al fratellino Keith, di un anno più grande. Decide quindi di affidarli ai nonni, i quali li adottano dandogli il loro cognome. Nonno Lauri è un alcolista e spesso frusta con la cintura i piccoli, che presto iniziano a sfogare la loro rabbia con atti di vandalismo. A 6 anni, Aileen si ustiona il volto mentre cerca di appiccare un incendio con una bomb... »

MATITE BLU 174

MATITE BLU 174

. »

IL GRANDE MAZINGA E I SUOI AMICI SUPER-ROBOT

IL GRANDE MAZINGA E I SUOI AMICI SUPER-ROBOT

Il Grande Mazinga per i giovani spettatori tra la fine degli anni settanta e l’inizio degli anni ottanta è stato un cartone animato memorabile. La serie di 56 episodi dedicata al Grande Mazinga o Grande Mazinger (in originale Gureto Majinga), ideata da Go Nagai, si inserisce nell’universo narrativo di Mazinga Z (serie precedente) e Atlas Ufo Robot (serie successiva). Contemporaneamente al cartone animato, trasmesso nel 1974 da Fuji TV, fu sviluppato il manga, che Nagai affidò al suo collaboratore Gosaku Ota.   La storia del Grande Mazinga Si parte esattamente dal punto dove terminava Mazinga Z, anche grazie a un film animato che fa da ponte fra le due serie: Mazinga Z contro il Generale Nero. La Terra è minacciata dall’Impero di Mikenes, l’antico popolo mediterraneo ... »

CLAIRE BRETÉCHER NON C’È PIÙ

CLAIRE BRETÉCHER NON C’È PIÙ

Claire Bretécher è morta. L’autrice francese ha reinventato i codici della satira sociale a fumetti negli anni settanta con opere come Agrippina, Cellulite e I Frustrati. Nel 1976, il critico Roland Barthes disse che era “la migliore sociologa dell’anno”, in occasione di una mostra a lei dedicata al Centre Pompidou.   Tra le poche donne a imporsi nel mondo dei fumetti degli anni settanta, Claire Bretécher era apprezzata anche in Italia, dove era regolarmente pubblicata da Linus. “È con profonda tristezza che le edizioni Dargaud annunciano la morte di Claire Bretécher, il 10 febbraio 2020, all’età di 79 anni”. Il comunicato diffuso oggi dalla sua casa editrice è stato ripreso con cordoglio da tutta la stampa francese. Con il suo tratto essenziale ed espressivo, Bretécher ha racco... »

GUNDAM, DA GUNBOY ALLE OLIMPIADI 2020

GUNDAM, DA GUNBOY ALLE OLIMPIADI 2020

Organizzare i giochi olimpici non è semplice per gli organizzatori: gli stadi, le palestre e le residenze degli atleti devono essere in condizioni perfette. Occorre fare un enorme sforzo logistico per avere l’opportunità di mostrare al mondo i punti di forza del Paese ospitante. In questo sforzo il Giappone ha deciso di usare anche un robot gigante. Per la precisione, il Gundam della prima serie trasmessa nel 1979. Alto 18 metri e perfettamente funzionante, a parte le armi, Gundam si muoverà tra gli atleti durante la cerimonia di apertura.   L’origine del nome di Gundam La serie di Gundam è stata sviluppata principalmente dallo sceneggiatore e regista Yoshiyuki Tomino (autore l’anno prima di Daitarn 3), insieme ai dipendenti dello studio Sunrise sotto lo pseudonimo collett... »

TROPPA GRAZIA

POP – TROPPA GRAZIA

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

RUGHE, UN FUMETTO DELICATO SULL'ALZHEIMER

RUGHE, UN FUMETTO DELICATO SULL’ALZHEIMER

Bentornati, impavidi lettori, stavolta parleremo di Rughe di Paco Roca, pubblicato da Tunué. Rughe è un fumetto che per me ha un valore speciale e personale in quanto parla, tra le altre cose, di una malattia che ho vissuto da vicino con mia nonna: l’Alzheimer. Una malattia spesso sottovalutata e soprattutto mai compresa fino in fondo da chi sta intorno a chi ne è affetto. Paco Roca ci accompagna con eleganza e sensibilità nel viaggio di Emilio, malato di alzheimer che la famiglia, come spesso accade, decide di affidare a una casa di riposo per anziani, perché troppo difficile o troppo pesante occuparsene. E proprio qui Emilio inizierà la scoperta di questo nuovo microcosmo fatto di anziani, dove la vita scorre lenta e tutta uguale, un’esistenza fatta di ricordi di una gioventù ormai persa... »

TOM & PONSI – 68

TOM & PONSI – 68

. »

CHIODO FISSO

PV – CHIODO FISSO

.   »

Tags:
IL DELITTO CHURBAGI NELLA STRADA DELLA DOLCE VITA

IL DELITTO CHURBAGI NELLA STRADA DELLA DOLCE VITA

La mattina di lunedì 20 gennaio 1964, una segretaria cammina di fretta per la via Veneto della dolce vita, a Roma. Imbocca via Lazio ed entra nell’edificio in cui lavora per una società di compravendita di lana. Come al solito, fa capolino nell’ufficio del principale, Faruk Churbagi. La donna esce di corsa, urlando inorridita: l’uomo è disteso sul pavimento sopra un lago di sangue. La polizia constata che è stato ucciso con un colpo di pistola calibro 7.65 alla schiena e tre alla testa. Infine, per puro sfregio, sul volto gli è stato gettato del vetriolo (il corrosivo acido solforico) facendolo diventare irriconoscibile. La vittima era un giovane di 27 anni, aveva nazionalità libanese pur essendo figlio di un ministro egiziano in esilio, si era laureato a Oxford e viveva a Roma da solo un ... »

tutto ok

POP – TUTTO OK

Visita il gruppo satirico Momento Pop cliccando QUI   »

I GADGET DI TOPOLINO DEGLI ANNI OTTANTA

I GADGET DI TOPOLINO DEGLI ANNI OTTANTA

Dopo aver passato in rassegna i gadget che Topolino regalava negli anni sessanta e settanta, diamo un’approfondita occhiata agli omaggi degli anni ottanta. Tra questi ci sono i consueti album di figurine sui lungometraggi Disney. “Gli Aristogatti” davano il via su Topolino n. 1258 del 6 gennaio 1980. Poi “Cenerentola” su Topolino n. 1415 del 9 gennaio 1983. Infine, “Biancaneve e i sette nani” su Topolino n. 1674 del 27 dicembre 1987. E quelli sul calcio con i Mondiali di Espana ’82, di Mexico ’86, e con il campionato ‘88/’89. Più altri album su vari personaggi e argomenti. Tra i gadget del decennio c’è la novità dei mazzi di carte da gioco in diverse versioni. Oltre a veri e propri giochi di società, con cui divertirsi in compagnia. C’erano anche “supplementi” e allegati, mini-... »

ANIMALI SELVAGGI, LO SQUALO E I SUOI FRATELLI

ANIMALI SELVAGGI, LO SQUALO E I SUOI FRATELLI

Scimmie antropomorfe, felini, anfibi, pesci, rettili, insetti, aracnidi, canidi, uccelli… non ci sono animali che al cinema non abbiano conosciuto una declinazione mostruosa. Sul grande schermo fantastico degli anni settanta-ottanta gli animali diventano ultra-violenti: invadono le spiagge prendendosela con bagnanti e pescatori, seminano scompiglio nelle città distruggendo ponti e grattacieli, assalgono innocue famigliole in gita campestre. I cani si trasformano in feroci assassini, e anche i micetti sanno il fatto loro, tramutati in fiere ungulate come nemmeno il peggiore dei predatori. Per tacere di serpenti, api, topi, alligatori ipertrofici e, se ancora non basta, persino delle rane. L’intera fauna diventa selvaggia, non senza qualche ragione, da rintracciarsi nella disinvoltura ... »

SPARTACUS DI JOHN BUSCEMA

SPARTACUS DI JOHN BUSCEMA

La morte a 103 anni dell’attore Kirk Douglas (1916-2020) fa inevitabilmente tornare alla mente i numerosi e bei film che ha interpretato. Nato ad Amsterdam in una famiglia di ebrei bielorussi, si chiamava in realtà Issur Danielovitch. Dopo avere recitato in diversi film importanti a partire dagli anni quaranta, l’età d’oro del cinema americano, Kirk Douglas viene scelto dal regista Stanley Kubrick come protagonista di alcune delle sue prime opere. In particolare lo ricordiamo come protagonista di Spartacus (1960). Un film che si staglia al di sopra delle tante pellicole “anti-romane” tipiche di Hollywood, alle quali pure inevitabilmente assomiglia.   Lo Spartaco storico era un gladiatore che aveva capeggiato una grande rivolta di schiavi durante l’antica Repubblica romana. Cattu... »

DA INTREPIDO A INTREPIDO SPORT

DA INTREPIDO A INTREPIDO SPORT

Dagli anni trenta ai novanta, le Edizioni Del Duca, diventate poi Casa editrice Universo, offrì sulle pagine dell’Intrepido e de Il Monello fumetti piene di eroi, esotismo e storie comiche per poche lire. Negli articoli, ma anche nei fumetti, dei primi anni sessanta dell’Intrepido iniziarono a essere introdotti piccoli flash dedicati ai personaggi sportivi che in quel momento catturavano l’attenzione del pubblico. Più che altro foto con didascalie “simpatiche”. Arrivati a cavallo dei settanta, gli articoli si fanno più corposi e autorevoli, mentre i ritratti degli atleti prendono possesso della copertina con le illustrazioni di Aldo Torchio.   Negli stessi anni, Il Monello si specializza invece nello spettacolo. Con redazionali su cinema, musica e televisione. Comunq... »

Pagina 1 di 120123»