SHERLOCK HOLMES CONTRO CTHULHU: TUTTE LE STORIE

SHERLOCK HOLMES CONTRO CTHULHU

Alcuni racconti, fumetti e altre opere di intrattenimento uniscono le creazioni di Howard Phillips Lovecraft ai personaggi della serie di Sherlock Holmes, il celebre detective nato dalla penna di Arthur Conan Doyle.
L’ambientazione irrazionale dei Miti (nella quale ogni certezza umana sul mondo che ci circonda è annichilita non appena il velo che avvolge la realtà viene leggermente trapassato dalla conoscenza) e quella di Sherlock Holmes (le cui avventure sono fortemente improntate sulla certezza dei fatti che deriva dalle osservazioni e deduzioni inoppugnabili) solo apparentemente sono agli antipodi. 

Sherlock Holmes, il detective creato da Arthur Conan Doyle, è l’emblema del raziocinio e del prevalere della logica oggettiva: anche se talvolta i suoi casi del canone sfiorano il paranormale si scopre sempre esserci motivazioni terrene attorno ai misfatti che vengono compiuti. Vedi i casi del mastino dei Baskerville e del vampiro del Sussex.

Nel Ciclo di Cthulhu di Lovecraft, invece, le doti umane sono qualità inutili di fronte alla incommensurabile grandezza del cosmo, o peggio ancora la chiave per far entrare nel nostro universo indicibili orrori che ci circondano ma dei quali siamo all’oscuro.
Sembrerebbero quindi dei mondi narrativi del tutto opposti. Invece, diversi autori hanno realizzato racconti, romanzi, fumetti e videogiochi che costituiscono ottime opere di intrattenimento nonché un pastiche del mondo soprannaturale di Lovecraft e di quello ultrarazionale di Conan Doyle.

Parleremo soltanto dei prodotti che presentano espressamente le creazioni di Lovecraft e di Doyle allo stesso tempo, e non gli elementi sulla loro falsariga (come il film “Piramide di paura” o il videogioco “The Sinking City”, che non soddisfano appunto questo requisito). Se ne ho dimenticato qualcuno segnalatemelo nei commenti.

 

Romanzi e racconti

Il più celebre evento letterario che unisce le fonti di Arthur Conan Doyle e Howard Phillips Lovecraft a mio parere è “Shadows Over Baker Street” del 2003, una raccolta antologica curata da Michael Reaves e John Pelandi di storie ambientate dal 1881 al 1915 scritte da venti autori, tra i quali Neil Gaiman.

SHERLOCK HOLMES CONTRO CTHULHU

 

Uno studio in smeraldo

“Uno studio in smeraldo”, stando al suo autore Neil Gaiman (scrittore del fumetto Sandman, del romanzo “American Gods” e altro), è praticamente una fan fiction su Holmes e Lovecraft. Ha vinto nel 2004 lo Hugo Award for Best Short Story e il Premio Locus per il miglior racconto lungo. È comparsa la prima volta nell’antologia “Shadow over Baker Street”, mentre la versione italiana del racconto è pubblicata dalla rivista Robot da Delos Books e nell’antologia “Cose Fragili”.
Da questa opera sono stati realizzati un gioco da tavolo chiamato “A study in emerald” e un fumetto realizzato da Rafael Scavone, Rafael Albuquerque e Dave Stewart.

“Uno studio in smeraldo” è ambientato in una Londra alternativa del 1881. Il protagonista, apparentemente Watson ma molto più probabilmente il colonnello Sebastian Moran (de “L’avventura della casa vuota” di Doyle), torna a casa dopo la campagna militare in Afghanistan e fa amicizia con un detective che ricorda da vicino Sherlock Holmes. I due iniziano un’indagine che ricorda quella de “Uno studio in rosso” a partire da un brutale omicidio di un membro della famiglia reale. In questa ambientazione le dinastie reali della Terra sono composte da mostruosi Grandi Antichi, e alcuni anarchici si oppongono a questo stato delle cose.

SHERLOCK HOLMES CONTRO CTHULHU

 

The Cthulhu Casebook

The Cthulu Casebook è una serie di tre romanzi scritti da James Lovergrove, che costituisce un gustoso omaggio a entrambe le ambientazioni, vittoriana e horror, costituita da tre libri.

SHERLOCK HOLMES CONTRO CTHULHU

“Sherlock Holmes and the Shadwell Shadows
Il Dottor Watson torna a Londra, non dopo una ferita di guerra ma in seguito a un primo contatto con l’occulto. Holmes e Watson indagano su una serie di decessi nel distretto di Shadwell, nell’East End di Londra: le vittime sembrano morte di fame benché fino a poco tempo prima erano in salute. Inoltre le autorità riscontrano la presenza di ombre striscianti che inquietano la popolazione.
Le indagini del duo si concentrano su il signore della droga Gong-Fen Shou, che sta cercando di espandere il proprio impero: tuttavia, risulta chiaro che in gioco ci sono forze molto più terrificanti di quelle terrene, che solamente degli incauti o dei folli possono sentire l’esigenza di evocare.

“Sherlock Holmes and the Miskatonic Monstrosities” 
Siamo nel 1895, Watson è stremato dalla lotta che da anni prosegue contro le dimensioni dell’incubo e che gli è costata anche l’adorata moglie Mary.
Sherlock e il suo caro biografo assistono al caso di uno smemorato rinchiuso nel manicomio di Bedlam che parla in R’lyehiano: si tratta dell’unico scienziato superstite della spedizione della Miskatonic Universiy in cerca dei leggendari Shoggoth.

“Sherlock Holmes and the Sussex Sea-Devils”
In questa storia che chiude il ciclo, uno Sherlock Holmes ormai fuori dai giochi torna in campo per investigare sulla morte di suo fratello Mycroft, provocata dal Dio Esterno R’luhlloig, una versione pazzesca del suo arcinemico Professor Moriarty, e sugli apparenti suicidi di vari membri del Circolo Diogene.

E, ovviamente, non possono mancare dei mostruosi “diavoli marini del Sussex”!

 

Sherlock Holmes vs Cthulhu

Sherlock Holmes vs Cthulhu è una serie di tre romanzi della scrittrice Lois H. Gresh.

SHERLOCK HOLMES CONTRO CTHULHU

“Sherlock Holmes vs. Cthulhu: The adventure of the deadly dimensions”
Una minaccia che grava su Londra ha un qualcosa di antico e di innominabile. Sherlock Holmes e il fido Watson indagano su una serie di brutali omicidi, contraddistinti dalla presenza di una sfera coperta di strani simboli. C’è il sentore che bizzarre geometrie, basate su antichi schemi, siano state realizzate per consentire il passaggio nella nostra dimensione.
Il materialismo di Holmes sarà messo in seria difficoltà dal presenziare a evocazioni soprannaturali ordite dall’Ordine esoterico di Dagon.

“Sherlock Holmes vs. Cthulhu: The adventure of the neural psychoses”
Amelia Scarcliffe sta per dare alla luce la progenie di Cthulhu: i suoi incantesimi sono una fonte di follia ma anche di potere, e il professor Moriarty è pronto anche a sovvertire le leggi della realtà per metterci le mani sopra.
Sherlock Holmes, dopo il suo scontro con l’Ordine esoterico di Dagon, si trova a dover contenere l’emergere di mostri che infestano le rive del Tamigi. E la spietata guerra tra la banda di Moriarty e un culto devoto agli Antichi Dei. Ospite d’onore: la psicosi neurale, che rischia di mietere tra le sue vittime anche il Dottor Watson.

“Sherlock Holmes vs Cthulhu: The Adventure of the Innsmouth Mutations”
Moriarty e un altro scienziato raggiungono Innsmouth, il centro principale del culto degli Antichi Dei. La coppia Holmes-Watson, gettandosi sulle loro tracce, viene a sapere di un orrendo complotto per risvegliare gli antichi esseri e scatenare il pandemonio sulla Terra.
Sherlock Holmes si troverà ad affrontare nientepopodimeno che il grande Cthulhu, in una lotta che vedrà l’arduo scontro tra logica inossidabile e forze oltre l’umana comprensione.

 

Inoltre, Ralph E. Vaughan ha scritto due storie: Sherlock Holmes, the Dreaming Detective, nella quale lo scienziato Nikola Tesla viene inviato nelle Dreamlands alla ricerca di Holmes, e Sherlock Holmes in the Adventure of the Ancient Gods, dove il detective di Baker Street si rivolve a Lovecraft nel corso di una delle sue indagini.

 

Giochi da Tavolo e videogiochi

Dal racconto omonimo di Neil Gaiman è stato tratto il gioco da tavolo “Uno studio in smeraldo” (edito in Italia Asterion Press). Un gioco di spionaggio e di controllo del territorio nel quale si possono interpretare due fazioni: i Lealisti (coloro che vogliono agevolare l’entrata nel nostro mondo dei Grandi Antichi) e i Restauratori (che perseguono lo scopo opposto).

“Sherlock Holmes: The awakened” è un videogioco di avventura grafica del 2006 prodotto dalla Frogwares.
Il gioco ci immerge in una indagine in piena ambientazione de I Miti di Cthulhu, nel quale si interpreterà il celebre Sherlock Holmes, assistito dal consueto Watson.

Le indagini vertono su misteriose sparizioni connesse a una setta segreta e coinvolgono diverse location: Londra, Basilea, la Louisiana e la Scozia. Una lotta tra il razionale e il soprannaturale.
Nel corso del gioco Holmes e Watson scopriranno che gli adepti del culto stanno compiendo una serie di omicidi in onore di una entità sovrannaturale, che altri non è che Cthulhu, che il culto intende risvegliare per far scoppiare l’apocalisse.

 

Fumetti

“La lega degli straordinari Gentlemen”, una serie scritta da Alan Moore e disegnata da Kevin O’Neill, narra di un improbabile gruppo di eroi vittoriani costituito da diversi personaggi di romanzi fantastici dell’epoca: Allan Quatermain, Mina Murray, il Capitano Nemo, l’Uomo Invisibile e Mister Hyde. I quali vengono radunati nella prima storia per salvare la Terra dal pericolo rappresentato da un genio cinese stile Fu Manchu e nella seconda dall’invasione dei marziani.
Il loro capo, M, si rivela essere il professor James Moriarty, il nemico storico di Sherlock Holmes. Si scopre che è sempre stato un agente segreto del governo britannico, con la sua identità di professore di matematica e di “Napoleone del Crimine” adottata soltanto come copertura al fine di tenere sotto controllo il mondo .
Sherlock Holmes compare in alcuni flashback, dove gli viene chiesto da Mina Murray di diventare consulente della Lega, ma rifiuta siccome egli crede che, a dispetto delle buone intenzioni, gli individui eccezionali siano in genere un pericolo per la società.

Holmes non compare nel relativo film del 2003 anche se Moriarty allude indirettamente agli eventi di “The Final Problem”, c’è invece nella novellizzazione del film.
Nel fumetto compare inoltre Mycroft Holmes, fratello di Sherlock, come stratega militare sempre del governo di Sua Maestà.

Passiamo alle citazioni lovecraftiane della serie dei Gentlemen di Moore. I Grandi Antichi appaiono come esseri potentissimi del reame di Yuggoth, giunsero sulla Terra dove combatterono contro gli Dei Antichi. Essi vennero banditi, ma non prima di generare un gran numero di razze ibride come i Tcho-Tcho e i Deep Ones.
I membri presentati sono Azathoth, Cthulhu, Nyarlathotep e Shub-Niggurath.
Uno degli Antichi (Elder Thing) appare nel fumetto “The League of Extraordinary Gentlemen: Black Dossier”. Nello stesso episodio Nyarlathotep appare come emissario di Yuggoth per negoziare una pace tra Prospero e i Lloigor (qui intesi come Grande Antichi).

Cthulhu viene momentaneamente evocato a Londra nel 1930 da un emissario di Yuggoth, dopo un suo primo risveglio avvenuto nel 1926 a R’lyeh.

Nella storia “Allan and the Sundered Veil” i Mi-Go (qui intesi come i Morlock de “La macchina del tempo” di Wells) rapiscono diversi tipi di viaggiatori, fra i quali anche Randolph Carter (di “La ricerca onirica dello sconosciuto Kadath”) che appare anche nell’episodio “The New Traveller’s Almanac”.
Vengono citate anche località lovecraftiane come Exham Priory, Arkham, le Montagne della Follia, ed esseri come gli Shoggoth.

Esiste una serie a fumetti di tre episodi costituita dal ciclo Holmes & Lovecraft della 001 Edition (edito in Italia da Editoriale Cosmo nella collana Weird Tales).
In
Sherlock Holmes e i Vampiri di Londra di Cordurié e Laci, Sherlock Holmes deve affrontare alcuni vampiri affiliati a Moriarty.
Nel sequel
Sherlock Holmes e il Necronomicon si scopre che il Professor Moriarty è sopravvissuto innestando parte della sua anima proprio in Holmes. Per tornare completo ha bisogno del Necronomicon custodito a Londra. Questa versione di Moriarty è dotata di poteri magici dati dalla sua connessione con l’oscuro tomo. Nella storia compare il Necronomicon e dei generici Dei Esterni.
Nel seguito
Sherlock Holmes Le cronache di Moriarty il Napoleone del crimine si sacrifica per impedire l’avvento degli Dei Esterni, finendo loro prigioniero, ma non per questo cessa di tessere le proprie tele.

È stata pubblicata anche una serie a fumetti italiana intitolata H.P. Lovecraft & Sherlock Holmes prodotta dalla associazione culturale Cagliostro E-Press.

 

 

1 commento

  1. Rodolfo Martínez, scrittore ed editore spagnolo di fantascienza e fantasy ha pubblicato e scritto diverse avventure di Holmes contro i Miti: http://www.bibliopolis.org/editorial/bibliofan/sabiduriamuertos.htm
    https://www.ciencia-ficcion.com/limites/lm0483.htm

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*