essegesse

FUMETTISTI: DA ANONIMI A ROCKSTAR

FUMETTISTI: DA ANONIMI A ROCKSTAR

Gli Anonimi Quando ero bambino si leggevano i fumetti senza preoccuparsi di chi li realizzasse. Interessavano le storie, alle quali i disegni erano funzionali. Che dietro quelle vignette, in bianco e nero o colorate, ci fossero professionalità diverse non interessava quasi a nessuno. Gli stessi autori spesso non rivendicavano in alcun modo i propri lavori. Alcuni perché, magari, erano anche pittor... »

I DIRITTI DELL’AUTORE DI FUMETTI

I DIRITTI DELL’AUTORE DI FUMETTI

Oggi chiunque lavori nel settore dei fumetti sa di avere dei diritti come autore (o autrice), ma fino a che punto sappiamo davvero in cosa consistono realmente questi diritti? La legislazione che li tutela, al momento, non prende in considerazione il fumetto in modo specifico, costringendo chi ha cercato di occuparsi dell’argomento a “cucire” insieme le regole che, separatamente,... »

CAPITAN MIKI… UN WESTERN EROTICO?

CAPITAN MIKI… UN WESTERN EROTICO?

Come sarebbe stata la vita di un giovane ranger del Nevada in un mondo un po’ più realistico di quello degli albi a striscia per ragazzi degli anni cinquanta? Ispirato dal Dark Knight di Frank Miller, molto più modestamente ho provato a immaginare le avventure di Capitan Miki “venti anni dopo”, in un sentito omaggio al personaggio creato e portato al successo dalla esseGesse (ovv... »

L’INCONTRO TRA IL COMANDANTE MARK E IL GRANDE BLEK

L’INCONTRO TRA IL COMANDANTE MARK E IL GRANDE BLEK

La sigla esseGesse per decenni ha firmato le storie di personaggi famosi come Kinowa, per i soli disegni (i testi sono di Andrea Lavezzolo), e poi, sia per i disegni sia per i testi, di Capitan Miki, il Grande Blek e il Comandante Mark. Gli ultimi due ambientati durante la Rivoluzione americana negli ultimi anni del settecento. Dietro questa sigla c’erano gli autori Giovanni Sinchetto (1922-... »

KINOWA, IL RITORNO DEL VENDICATORE SCALPATO

KINOWA, IL RITORNO DEL VENDICATORE SCALPATO

Il 20 giugno 2017 è tornato in edicola Kinowa dopo un’assenza di 25 anni. Il personaggio fu creato nel 1950 dallo sceneggiatore Andrea Lavezzolo che, come molti suoi colleghi dell’epoca, si nascondeva dietro uno pseudonimo americanizzante, nel suo caso A. Lawson. Ancora più sibillina era la sigla, esseGesse, che celava i nomi degli autori dei disegni: il trio torinese Pietro Sartoris, ... »