I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

Hanna-Barbera

William Hanna e Joseph Barbera si conoscono alla Metro Goldwyn Mayer nel 1938.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Insieme realizzano i cortometraggi della serie a cartoni animati Tom & Jerry: Hanna si occupa della regia, Barbera delle storie e dei disegni.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Dopo la chiusura del settore dei cartoni animati della Mgm, perché la diffusione delle televisione mette in crisi gli spettacoli “collaterali” dei cinema (oltre ai cartoni, serial dal vivo e cinegiornali), il 7 luglio 1957 i due fondano la Hanna-Barbera Productions Inc. Casa di produzione che produrrà tante serie di cartoni animati per il nuovo media di successo: la televisione. Di personaggi ne hanno sfornato davvero tantissimi, utilizzando una tecnica semplice e veloce, con l’animazione limitata all’essenziale. Questo perché la televisione, soprattutto nei primi decenni, paga molto meno del cinema e quindi bisogna fare economia.

In Italia le serie animate Hanna-Barbera sono arrivate per la prima volta agli inizi degli anni sessanta sul Programma Nazionale, come si chiamava a quei tempi Rai Uno. In seguito sono state mandate in onda fino ai giorni nostri, sempre sulla Rai e sulle tv commerciali nate alla fine degli anni settanta.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

I primi cartoni Hanna-Barbera in una trasmissione contenitore presentati in Italia sono quelli del Braccolbaldo Show (The Huckleberry Hound Show). Programma iniziato in America il 29 settembre 1958, da noi è andato in onda da mercoledì 26 dicembre 1962 sul Canale Nazionale, nella Tv dei Ragazzi. Insieme al bracco azzurro nello “show” ci sono i cartoni de L’orso Yoghi (Yogi Bear) e di Ginxi, Pixi e Dixi (Pixie, Dixie and Mr. Jinks).

L’orso Yoghi dà poi origine a una serie tutta sua e il suo posto, all’interno dello show, viene preso da Ugo Lupo (Hokey Wolf), che fa il suo esordio sulla nostra tv molto più in là (martedì 15 luglio 1969, sempre nella Tv dei Ragazzi).

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Braccobaldo è un cane piuttosto “rilassato”: intraprende molti lavori in svariati campi che alla fine vanno sempre a finire male, ma riesce a uscirne con qualche piccolo colpo di fortuna. Vive avventure non solo nei tempi moderni, ma anche nel West, nell’antichità o nel medioevo. Spesso canticchia la canzone “O mia cara Clementina”.

L’orso Yoghi vive nel parco di Jellystone insieme al suo fido compagno, il piccolo Bubu, che cerca di inutilmente di consigliarlo per il meglio. Il pensiero principale di Yoghi è quello di “nutrirsi”, sgraffignando i cestini ai campeggiatori. A provare a metterlo in riga c’è il ranger Smith, che sorveglia il parco.

Pixie e Dixie sono due topolini che fronteggiano gli assalti del gatto Mr. Jinks / Jinksie. Il quale escogita grandi piani per acciuffarli, ma i topini riescono con astuzia a farglieli fallire tutti.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

La seconda serie Hanna-Barbera, sui nostri schermi, fa il suo esordio alle 22.20 di venerdì 30 agosto 1963, stavolta sul Secondo Canale (la futura Rai Due): sono Gli Antenati (The Flinstones), serie trasmessa in America dal 30 settembre 1960.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

È ambientata nella città di Bedrock all’età della pietra, che però ha tutte le caratteristiche dell’epoca moderna. I protagonisti sono la famiglia Flinstones, con l’irascibile Fred e la sua compagna Wilma. E i loro vicini di casa, nonché grandi amici: la famiglia Rubble, con il basso e gentile Barney e sua moglie Betty. I Flinstones hanno una figlioletta di nome Peebles, mentre i Rubble adottano il piccolo, ma incredibilmente forzuto, Bam Bam.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

I Flinstones vivono i tipici problemi familiari, di lavoro, e del rapporto con gli altri cittadini di Bedrock. Hanno un auto di pietra e legno che muovono con la forza motrice dei piedi. Gli animali domestici sono piccoli dinosauri e tigri con i denti a sciabola che sostituiscono i normali cani e gatti, come Dino e Baby Puss, o fungono da “elettrodomestici”. I dinosauri sono utili anche in città, dove azionano ascensori o fungono da aerei.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Fred ama giocare a bowling e ha il vizio di ficcarsi nei pasticci per il suo carattere irascibile. Barney, calmo e riflessivo, aiuta il suo amicone quando si trova nei guai. Fred lavora nella cava di George Nate Slate. Terminata la giornata di lavoro urla il suo famoso “Yabba-Dabba-Doo” e si fionda a casa dalla adorata moglie.

Alle 17.30 di venerdì 8 maggio 1964, nel programma Giramondo del Canale Nazionale, all’interno della Tv dei Ragazzi, esordisce la terza serie Hanna-Barbera sulla nostra tv: I Due Masnadieri (The Hanna-Barbera New Cartoon Series: Lippy the Lion and Hardy Har Har). Trasmessa in America il 3 settembre 1962.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

I Due Masnadieri sono Lippy, un leone ottimista che studia il modo di potersi arricchire in fretta, e Hardy, una iena costretta, suo malgrado, ad aiutare Lippy restando però pessimista sulla riuscita dei piani del compagno. Il pessimismo di Hardy è giustificato dal fatto che finisce sempre per pagare lui le conseguenze.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Alle 18 di domenica 24 maggio 1964, all’interno della Tv dei Ragazzi del Programma Nazionale, va in onda Arriva Yoghi (The Yogi Bear Show). Serie trasmessa in America dal 30 gennaio 1961. Al suo interno, oltre ai cartoni di Yoghi, ci sono le avventure di Svicolone (Snagglepuss) e Iacchi Du-Du (Yakky Doddle).

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Anche in questa nuova serie in cui è il padrone di casa, Yoghi continua la caccia ai cestini da pic-nic dei campeggiatori nel parco di Jellystone, insieme al suo piccolo amico Bubu che cerca di frenarne le intemperanze.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Svicolone è un puma, detto anche leone di montagna americano, di colore rosa, colto e raffinato. Cerca di farsi benvolere dagli umani, che invece lo braccano vedendolo come una belva feroce. Suo storico doppiatore è l’attore Renzo Palmer, che lo fa parlare con un tipico accento bolognese.

 

Iacchi Du-Du è un paperotto che ha come migliore amico il bulldog Chopper, il quale lo difende dagli attacchi della volpe Fibber e dell’alligatore Alfy Gator.

Alle 18 di venerdì 18 settembre 1964, ancora nel programma Giramondo all’interno della Tv dei Ragazzi, fa il suo esordio un nuovo personaggio Hanna-Barbera con il titolo Vita allo zoo, ovvero Wally Gator. Insieme ai Masnadieri è un cartone dello show originale The Hanna-Barbera New Cartoon Series, iniziato il 3 settembre 1962.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Wally Gator è un allegro alligatore ospite dello zoo cittadino. Il guardiano dello zoo è Mr. Twiddle, che cerca di tenerlo sotto controllo perché Wally, essendo piuttosto curioso, ama “evadere” per visitare il mondo esterno. Alla fine però, dopo varie peripezie, finisce sempre per ritornare allo zoo.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Alle 22.45 di sabato 7 novembre sul Secondo Canale arriva un’altra “famiglia”, dopo quella dei Flinstones: I Pronipoti (The Jetsons). Serie iniziata in America nel 23 settembre 1962. I Jetson vivono nella città di Orbit City in un futuro pieno di robot, alieni, ologrammi e invenzioni ipertecnologiche.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Il capo famiglia dei Pronipoti è Chico (George) Jetson, ligio ai doveri di marito e padre, ma che spesso combina disastri dovuti alla sua ingenuità. Sua moglie è Chica (Jane), casalinga, appassionata di moda e gadget. I loro due figli sono l’adolescente Didi (Judy), una ragazza amante dei bei vestiti e del divertimento, e il piccolo Poppy (Elroy), genietto della casa. Addetta alle pulizie è la cameriera-robot Tonia (Rosie). La famiglia ha anche un animale domestico, il cane Asso (Astro), che è in grado di parlare e “aiuta” il suo padrone a combinare pasticci.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

George lavora alla fabbrica di astronavi Spacely Space Sprockets, alle dipendenze di Cosmo Spacely, che se la prende sempre con lui. Il rivale in affari di Spacely è il signor Cogswell, proprietario della compagnia Cogswell Cogs.

Alle 18 di domenica 31 luglio 1966, all’interno della Tv dei Ragazzi, fanno il loro esordio ben quattro nuovi cartoni Hanna-Barbera. Tre fanno parte dello show di Magilla Gorilla (The Magilla Gorilla Show), iniziato in America il 14 gennaio 1963.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Magilla è un gorilla gentile che, mentre si trova esposto nella vetrina del negozio di animali di Melvin Peebles, trascorre il tempo divorando banane. Mr. Peebles spera che qualcuno venga a comprarlo onde evitare il salasso finanziario per mantenerlo, ma, nonostante il prezzo sia basso, Magilla viene sì acquistato, ma poi riportato indietro dal compratore insoddisfatto che si fa rimborsare.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Quello stesso giorno, dopo Magilla, vanno in onda Tornado Kid e Sonnecchia (Ricochet Rabbit e Droop-a-long), e Poncho Cat e Sombrero, chiamati anche Gatto Bernardo e Topo Didi (Punkin’ Puss e Mushmouse). Sono gli altri due cartoni inseriti nel “Magilla Gorilla Show”.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Tornado Kid è un coniglio sceriffo del selvaggio West, velocissimo a estrarre la pistola con proiettili “speciali” per acchiappare i fuorilegge. Il vice Sonnecchia è un coyote piuttosto flemmatico.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Il Gatto Bernardo e il Topo Didi sono due “montanari” che si tormentano a vicenda. Poncho Cat prende a schioppettate il topo che, spesso, chiama in aiuto i suoi parenti per fronteggiare gli attacchi del gatto.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Il quarto cartone è Pippopotamo e Yo-Yo (The Peter Potamus Show). Programmato in America dal 16 settembre 1964.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Pippopotamo è un ippopotamo che viaggia per il mondo in compagnia della scimmietta Yo-Yo (So-So). I due esplorano varie località a bordo di una mongolfiera in grado di viaggiare nel tempo, così da poter assistere anche a diversi eventi storici.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Alle 17 di domenica 17 novembre 1968, all’interno della Tv dei Ragazzi nel programma dal titolo Arrivano i vostri – Domenica in allegria, vanno in onda due nuove serie.
La prima è Le avventure di Stanlio e Ollio (Laurel and Hardy), uscita in America il 10 settembre 1966. Protagonista è il celebre duo di attori comici Stan Laurel e Oliver Hardy. I due affrontano diverse avventure seguendo, più o meno, il canovaccio delle loro “comiche” in bianco e nero.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

La seconda è Luca Tortuga (Touchè Turtle and Dum Dum), cartone del 3 settembre 1962.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Luca Tortuga e il suo amico, il cane pastore Dum Dum, affrontano i cattivi e intervengono ad aiutare chi si trova in difficoltà. Tortuga, che usa la spada con maestria e indossa un cappello in stile moschettiere, riceve le chiamate di aiuto attraverso un telefono posto nel suo guscio. Insieme al fido aiutante vive avventure in ogni tempo: dal medioevo al vecchio West, fino all’epoca attuale.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

Alle 22.10 di martedì 31 dicembre 1968 sul Nazionale vengono trasmessi due episodi della serie Le favolose avventure di Huckleberry Finn (The New Adventures of Huckleberry Finn). In America iniziata il 15 settembre 1968. La serie è basata sul famoso personaggio creato da Mark Twain nel romanzo omonimo del 1884. Ha la particolarità di avere combinato per la prima volta in tv attori in carne e ossa con i cartoni animati.

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

I protagonisti sono Michael Shea (Huckleberry Finn), Lu Ann Haslam (Becky Thatcher), Kevin Shultz (Tom Sawyer), Anne Bellamy (Zia Polly), Dorothy Tennant (Signora Thatcher) e Ted Cassidy (Indiano Joe).

I CARTONI HANNA-BARBERA ARRIVANO IN ITALIA

 

I giovani Huck, Tom e Becky vivono nella cittadina di Hannibal (Missouri) quando un giorno, per arrivare prima a casa, prendono una scorciatoia attraverso il cimitero della città. Qui incappano nel terribile Indiano Joe, furioso con loro perché hanno testimoniato contro di lui per l’assassinio del dott. Robinson. Si rifugiano in una grotta riuscendo a far perdere la loro tracce, ma poi si perdono nel labirinto delle caverne finendo per trovarsi in un mondo di cartoni animati. Iniziano così la ricerca del modo per tornare a casa viaggiando attraverso terre fantastiche dove incontrano personaggi a volte amichevoli, altre volte da evitare. In ogni episodio c’è un avversario che somiglia all’Indiano Joe, il quale non dà tregua nemmeno nel mondo della fantasia. La serie verrà riproposta con più episodi dalle 13 di martedì 4 marzo 1969 sul Canale Nazionale, all’interno di Oggi cartoni animati.

 

Alle 18.45 di martedì 15 luglio 1969, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Ugo Lupo (Hokey Wolf). Serie del 11 settembre 1960.

 

Ugo Lupo cerca di imbrogliare vari personaggi al fine di ottenere un posto dove abitare o qualcosa da mettere sotto i denti, senza faticare troppo e senza preoccuparsi delle conseguenze. Ad accompagnarlo c’è il lupetto Dingaling, il quale vorrebbe imitare il suo mentore anche se non sempre ne condivide i piani.

 

Alle 13 di martedì 30 settembre 1969, all’interno di Oggi Cartoni Animati, vanno in onda altre due serie Hanna-Barbera, la prima è Lupo De Lupis o Lupo de’ Lupi (Loopy De Loop). Serie del 5 novembre 1959.

 

Lupo De Lupis cerca di cancellare la brutta reputazione di cui sono vittime i suoi simili: fa di tutto per essere buono prestando aiuto a chiunque si trovi in difficoltà.

 

Nonostante i suoi buoni propositi, finisce sempre per farsi pestare e scacciare dalle stesse persone che cerca di soccorrere, che lo vedono comunque come il solito lupo cattivo.

 

L’altra serie sono Le avventure di Gianni e Pinotto (The Abbott and Costello Cartoon Show), in America iniziata il 9 settembre 1967. Il famoso duo comico ripropone le sue gag in formato cartone. 

 

Alle 17 di domenica 26 ottobre 1969, all’interno della Tv dei Ragazzi, vanno in onda Le avventure di Ruff e Reddy o semplicemente Ruff e Reddy (The Ruff & Reddy Show). Serie del 14 dicembre 1957: la prima realizzata dalla Hanna-Barbera Productions.

 

I protagonisti sono il gatto Ruff, intelligente e risoluto, e il cane Reddy, buono e coraggioso anche se non non molto sveglio. Affrontano diverse avventure e ne escono fuori grazie all’aiuto del Dott. Gizmo.

 

Dopo alcune storie nello spazio, i tre si spostano su un’isola sperduta, nel selvaggio West contro dei banditi, e poi per i mari e sotto i mari contro i pirati. Affrontano la giungla, dinosauri, castelli infestati e bizzarri personaggi. Aiutandosi tra loro riescono sempre a uscirne fuori.

 

Alle 17 di domenica 12 aprile 1970, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Tippete, Tappete e Toppete (Yippee, Yappee and Yahooey). Serie iniziata in America il 16 settembre 1964. 

 

Tippete, Tappete e Toppete, un chiaro riferimento ai Tre moschettieri di Dumas, sono le guardie reali di Sua maestà, pronti a servirlo e proteggerlo dai furfanti e pericoli vari. Anche se, spesso, combinano pasticci che mettono a dura prova la pazienza del sovrano.

 

All’interno del programma Eroi di cartone, nella puntata dedicata ai superuomini di venerdì 12 giugno 1970 viene trasmesso Birdman. Serie del 9 settembre 1967, creata dal fumettista americano Alex Toth.

 

Lo rivedremo dal 24 marzo 1980, in Birdman e il Galaxy Trio, trasmesso all’interno del contenitore di cartoni animati dei primi anni ottanta FantaSuperMega, di Rete 1.

 

Birdman è Ray Randall, un uomo potenziato dall’energia solare dal dio egizio Ra, che lo sceglie come campione per combattere i malvagi. Lancia raggi solari dalle mani, proietta scudi di energia solare e vola grazie alle ali. Fedele compagna è l’aquila Eagle (Avenger, nella versione originale). Il suo quartier generale è all’interno di un vulcano inattivo. La Inter-Nation Security, un’agenzia segreta del governo, lo chiama per fronteggiare i criminali attraverso l’agente Falcon 7.

 

Principale avversario è Numero Uno, capo dell’organizzazione criminale F.E.A.R. che recluta supercriminali per minacciare il mondo. Birdman è sempre pronto a difendere la giustizia, piombando dal cielo lanciando il grido di battaglia “Biiiiiirdman!”.

Il Galaxyy Trio è composto da Vapore, Meteora e Gravità. Tre supereroi alieni che sorvegliano lo spazio a bordo dell’astronave Condor One come agenti della Pattuglia Galattica, pronti a fronteggiare le minacce di alieni ostili.

Alle 18.10 di domenica 27 settembre 1970, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Vladimiro e Placido (Breezly e Sneezly). Serie del 16 settembre 1964.

 

Vladimiro è un orso polare sempre pieno di idee, Placido una foca infreddolita che lancia degli starnuti micidiali. Vivono in un igloo in Alaska e le escogitano tutte per “infiltrarsi” nel campo militare del Col. Fuzby, allo scopo di saccheggiare la dispensa o le attrezzature del campo. A dispetto del colonnello che cerca di impedirglielo a tutti i costi.

 

Alle 17.45 di giovedì 5 novembre 1970, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Jonny Quest. Serie del 18 settembre 1964 creata dal disegnatore di fumetti Doug Wildey.

 

Jonathan “Jonny” Quest è un ragazzino americano di undici anni intelligente e amante dell’avventura. Gira il mondo accompagnando il padre, il Dr. Benton C. Quest, uno scienziato che lavora per il governo americano. A completare il team ci sono Roger T. “Race” Bannon, un agente speciale nonché guardia del corpo del dottore, e Hadji, un orfano di Calcutta (oggi Kolkata), anche lui di undici anni. Infine Bandit, il cagnolino mascotte. Insieme studiano misteri scientifici e affrontando criminali, anche mostruosi e fantascientifici.

 

Alle 13 di martedì 9 marzo 1971, all’interno di Oggi Cartoni Animati, con il titolo I Rapidissimi, esordiscono tre cartoni animati appartenenti allo stesso show iniziato in America il 19 settembre 1950 (The Quick Draw McGraw Show – Snooper & Blabber – Augie Doggie and Doggie Daddy). Sono Ernesto Sparalesto, Snooper e Blabber (o Snooper e Bla Bla) e Tatino e Papino (o Tatino e Tatone).

 

Ernesto Sparalesto è un cavallo sceriffo del Far West che, insieme al suo fido assistente, l’asinello messicano Babalui (Baba Looey), va a caccia di banditi e furfanti vari. I suoi piani però hanno spesso dei punti deboli che, invano, Babalui cerca di mettere in evidenza. Sparalesto lo rassicura che tutto andrà per il meglio, ma poi, puntualmente, i timori di Babalui si rivelano esatti e il piano fallisce miseramente. Un aiuto è dato anche dal cane Snuffles, il quale esige, come ricompensa, un biscotto che lo fa letteralmente volare in aria. A volte Ernesto si traveste da El Kabong, un giustiziere con mascherina nera e mantello per dare la caccia ai ladruncoli armato di chitarra.

 

Snooper è un gatto detective aiutato dall’assistente topo Blabber (o Bla Bla).

Tatino e Tatone sono due bassotti, padre e figlio. Tatone (o Papino) cerca di educare con affetto e moderata severità l’esuberante figliolo sempre desideroso di renderlo orgoglioso.

 

Alle 13 di martedì 27 aprile 1971, all’interno di Oggi cartoni animati, va in onda Gatto Temistocle (Top Cat). Una serie iniziata in America il 27 settembre 1961.

 

Temistocle vive in un vicolo di New York, dove è il leader di una banda di gatti composta da Benny the Ball, Choo-Choo, Spook, Fancy-Fancy, e Brain. La banda escogita mille modi per tirare a campare, organizzando piccole truffe. L’agente di polizia locale, Charlie Dibble, li tiene sempre sotto stretta sorveglianza.

 

Alle 17.45 di giovedì 11 novembre 1971, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Sooby Doo, pensaci tu! (Scooby Doo where are you!). Una serie iniziata in America il 13 settembre 1969.

 

Fred Jones, Daphne Blake, Velma Dinkley e Norville “Shaggy” Rogers, insieme al cane alano Scooby-Doo, viaggiano per gli Stati Uniti a bordo del loro furgone Mystery Machine. Risolvono misteri che hanno spesso a che fare con leggende locali affrontando mostri vari. Il mostro è sempre una persona mascherata, la quale sfrutta la paura che incute per profitto personale.

 

Fred e Velma cercano gli indizi, Daphne trova sempre il modo di essere minacciata dal mostro di turno, mentre Shaggy con Scooby si preoccupano soprattutto di trovare qualcosa da sgranocchiare, finendo per essere braccati dal mostro.

Alle 17.45 di venerdì 18 febbraio 1972, all’interno della Tv dei Ragazzi, vanno in onda Le avventure del giovane Gulliver (The Adventures of Gulliver). Serie iniziata in America il 14 settembre 1968.

 

Gary Gulliver, accompagnato dal suo cane Tagg, mentre viaggia con il padre naufraga sull’Isola di Lilliput. I minuscoli lillipuziani stringono amicizia con il “gigante” alla ricerca del padre disperso, e di un tesoro segnato su una mappa. A volere il tesoro c’è anche il malvagio capitano Leech.

 

Alle 18.15 di venerdì 6 ottobre 1972, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Dastardly e Muttley e le macchine volanti (Dastardly & Muttley in their flying machine + Magnificent Muttley). Una serie iniziata in Usa il 13 settembre 1969.

 

La serie si compone di due episodi dello Squadrone Avvoltoi e un breve intermezzo dove è protagonista il solo Muttley, che vive ogni volta un sogno. La serie nasce come spin-off di Wacky Races, in cui Dastardly e Muttley gareggiavano insieme ad altre star dei cartoni Hanna-Barbera.

 

Il perfido Dick comanda alcuni piloti della Prima guerra mondiale il cui obiettivo è l’intercettamento del coraggioso e furbo piccione viaggiatore, Yankee-Doodle, per evitare che consegni i suoi messaggi alle forze nemiche. Dastardly rende conto del proprio operato al Generale, che non si vede mai e che lo sgrida sempre per telefono.

 

Muttley funge da aiutante tuttofare e a volte con la sua coda-elicottero salva il padrone da rovinose cadute. Non lo fa per fedeltà canina, ma per avere sempre una nuova medaglia. I piloti dello Squadrone sono il fifone Zilly, sempre pronto a nascondersi, e Klunk, il costruttore dei mezzi volanti. Klunk si esprime con delle smorfie, l’unico in grado di capirlo è Zilly. Gli aerei e le trappole escogitate da Klunk sono sempre strampalate, inutile dire che falliscono regolarmente nella cattura del piccione.
Il cartone verrà poi riproposto dalle nuove emittenti locali all’interno del programma contenitore Ciao Ciao dal 19 febbraio 1980.

 

Alle 18.15 del 29 novembre 1972, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Le peripezie di Penelope Pitstop (The Perils of Penelope Pitstop), serie del 13 settembre 1969. Era già stato trasmesso sabato 22 agosto 1970 all’interno degli Eroi di Cartone, ma solo pochi episodi. Anche questo cartone è uno spin-off delle Wacky Races, in cui Penelope gareggiava.

 

Penelope Pitstop, ricca ereditiera, è affidata alle “cure” del tutore Sylvester Sneekly, il quale, travestendosi nel furfante mascherato Artiglio Incappucciato, cerca di farla fuori per ottenere l’eredità. I suoi scagnozzi sono i Bully Brothers, una coppia di gemelli incaricati di rapire, di volta in volta, la dolce fanciulla.

 

A soccorrerla c’è la banda di Clyde: lo “sciocco” Dum Dum, il tutto-fare Pockets, il sempre triste Snoozy, il sempre allegro Yak Yak, lo sveltissimo Zippy e l’apatico Softy. A bordo della loro macchina antiproiettile Chugga Boom intervengono per salvare la ragazza dalle incredibili trappole mortali del perfido Artiglio. Altre volte Penelope riesce a liberarsi da sola. Anche Clyde e la sua banda partecipavano al Wacky Races con la macchina antiproiettile.

 

Alle 17.45 di venerdì 15 dicembre 1972, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda La sfida di Mototopo e Autogatto (Motormouse and Autocat), serie del 6 settembre 1969. 

 

Autogatto costruisce vetture bizzarre nel tentativo di acciuffare Mototopo (chiamato anche Topomoto), che gli sfugge sempre a bordo della sua mini Harley Davidson.

 

Autogatto vive in un garage, dove c’è anche la tana di Mototopo. Il geniale felino mette insieme auto incredibili, dotate di innumerevoli gadget e potenti motori, ma, sia perché è un po’ imbranato, sia perché il roditore è molto più furbo, gli vanno sempre tutte storte.
La serie verrà riproposta all’interno del contenitore di cartoni Ciao Ciao, come segmento dello show dei Cattanooga Cats dall’11 marzo 1980.

 

Alle 17.45 di mercoledì 17 ottobre 1973, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda Napo orso capo (Help!… It’s the Hair Bear Bunch!). Serie del 11 settembre 1971.

 

I protagonisti sono tre orsi guidati dal “capellone” Napo (Hair Bear), il piccolo Cico (Bubi), e Babà (Square), che è in grado di far comparire una moto invisibile sui cui i tre filano a tutto sprint. Vivono in una caverna supertecnologica del Wonderland Zoo e, nonostante se la passino piuttosto bene, le escogitano tutte per evadere e andare alla ricerca di cibo e divertimenti.

 

Nei loro piani coinvolgono anche altri animali dello zoo, cercando di non farsi beccare dal severo Sig. Otto (Mr. Peevly) e dal suo assistente non troppo sveglio, McKallock (Botch).

 

Alle 13 di martedì 30 ottobre 1973, all’interno di Oggi disegni animati del Canale Nazionale, vanno in onda I figli degli Antenati (The Pebbles and Bamm-Bamm Show). Serie dell’11 settembre 1971.

 

I figli degli Antenati sono Ciottolina (Pebbles), figlia di Fred e Wilma Flinstones, e Bam-Bam (Bamm-Bamm), figlio di Barney e Betty Rubble. I due affrontano i problemi tipici degli adolescenti nella città di Bedrock. Hanno formato una band musicale, i Bedrock Rockers, e vivono le loro avventure tra amici e rivali, con i genitori pronti a dar loro una mano nel difficile percorso della crescita.

 

Alle 17.45 del 6 maggio 1975, all’interno della Tv dei Ragazzi, va in onda L’allegra banda di Yoghi o La Gang di Yoghi (Yogi’s gang). Serie dell’8 settembre 1973.

 

Il programma è tratto dal lungometraggio d’animazione del 1972 Yoghi e l’arca di Noè (Yogi Ark Lark), trasmesso alle 16.15 di domenica 30 dicembre 1973 all’interno della Tv dei Ragazzi.

L’orso Yoghi e Bubu, insieme a Braccobaldo, Ernesto Sparalesto, Svicolone, Tatino e Tatone, Top Cat, Snooper e Blabber, Atom Ant, Wally Gator, Magilla Gorilla, Squiddly Diddly, Pippopotamo, Luca Tortuga, Supersegretissimo, Ugo Lupo, Pixie e Dixie, Tornado Kid e Sonnecchia, Lippy e Hardy, gli Orsi di Hillbilly, viaggiano per il mondo a bordo di una grande arca volante. Vanno alla ricerca del luogo ideale per stabilire una nuova casa, lontana dall’inquinamento e dai rifiuti.

 

Durante gli episodi hanno a che fare con tutti i difetti del genere umano, rappresentati da temibili avversari: Mr. Bigot (episodio della macchina lavacervelli), The Greedy Genie (il genio dell’avidità), Mr. Prankster, Mr. Fibber, Gossipy Witch (la strega pettegola), Mr. Sloppy, Mr. Cheater, Mr. Waste (l’isola dei fanfaroni), Mr. Vandal, The Sheik of Selfishness (lo sceicco egoista), Mr. Smog, Lotta Litter, The Envy Brothers (i fratelli invidia) e Captain Swipe (Capitan Furto).

Di volta in volta uno o più membri dell’equipaggio vengono colpiti dalle brutte tendenze rappresentate dal furfante di turno: invidia, pettegolezzo, avarizia, egoismo eccetera. Fino a quando, nel corso dell’episodio, si rendono conto della situazione. Allora sconfiggono l’avversario collaborando con spirito di amicizia e solidarietà.

Alle 12.55 di domenica 28 settembre 1975, all’interno del contenitore Oggi disegni animati, va in onda La fantastica Jeannie (Jeannie). Serie dell’8 settembre 1973. Trae spunto dal telefilm Strega per Amore, la sit-com del 1965 con Larry Hagman e Barbara Eden.

Jeannie è una genietta innamorata di Corey Anders, studente californiano delle superiori che, insieme al suo migliore amico Henry Glopp, divide il proprio il tempo tra la scuola e la passione per il surf.

 

Corey, sulla spiaggia, trova una bottiglia da cui fuoriesce Jeannie e Babu, un genio alle prime armi che prova a rendersi utile, ma combina solo pasticci a cui Jeannie deve rimediare. La genietta, molto gelosa dell’amato, lo aiuta spesso con la magia. Tra gli altri personaggi ci sono la mamma di Corey, il Maestro dei Geni, Hadji, e il rivale di Corey, Melvin, che ha dei sospetti circa l’identità magica della ragazza.

 

Alle 12.55 di domenica 2 maggio 1976, all’interno di Oggi disegni animati, va in onda Ribelli in famiglia (Wait Till Your Father Gets Home), serie del 12 settembre 1972.
Verrà ritrasmessa all’interno del contenitore di cartoni Ciao Ciao dal 2 marzo 1981,con il titolo più simile all’originale: Aspettando il Ritorno di Papà. Il cartone è una sit-com di satira sociale, destinata a un pubblico più grandicello del solito.

 

Protagonisti di Ribelli in famiglia sono i Boyle, una tipica famiglia americana degli anni settanta. C’è il padre Harry, agente commerciale di una ditta d’arredamento; sua moglie Irma, casalinga; la figlia Alice, femminista convinta; il figlio Chet, che ha lasciato gli studi e ha poca voglia di fare qualsiasi cosa; e infine il piccolo Jamie, un bimbo vivace che segue le orme del padre.

 

Il loro vicino di casa è Ralph Kane, ossessionato da un possibile complotto dei russi ai danni degli american. In questa “lotta” viene assistito dall’anziana signora Sara Whittaker, con cui ha formato un esercito di volontari per debellare l’ipotetico attacco nemico.

 

Harry e Ralph danno vita a diversi battibecchi, perché il signor Boyle non condivide le preoccupazioni e l’estremismo del vicino, pur essendo un conservatore. La serie si focalizza soprattutto sul confronto-scontro fra Harry e i suoi figli, che non vogliono seguire i suoi insegnamenti sulla morale, con Irma che cerca di fare da paciere.

 

Alle 12.30 di domenica 13 marzo 1977, all’interno di Qui cartoni animati, va in onda Il Gorilla Lilla (The Great Grape Ape Show), serie del 6 settembre 1975.

 

Il Gorilla Lilla è tanto grosso quanto ingenuo e buono. Viaggia insieme all’amico Beegle Beagle, che si sposta con un furgoncino giallo su cui l’immenso Grape Ape si accovaccia. Il cane Beagle deve spesso rimediare ai disastri involontari causati dal pesante amicone.

 

Alle 20.40 di martedì 15 marzo 1977, all’interno del programma Supergulp di Rete Due, vanno in onda, tra gli altri I Fantastici Quattro (The Fantastic Four), serie del 9 settembre 1967 che narra le avventure dei quattro eroi Marvel.

 

Qualche episodio era già stato trasmesso alle 18.15 di martedì 13 febbraio 1973, negli Eroi di Cartone all’interno della Tv dei Ragazzi.

 

Alle 18.45 di martedì 3 gennaio 1978, Nel programma Buonasera con… Tarzan e company di Rete 2, vengono trasmesse due serie: Tarzan, della casa di produzione Filmation, e La Famiglia Addams (The Addams Family) di Hanna-Barbera. Serie iniziata in America l’8 settembre 1973.

 

Lo spunto per la nascita della serie sugli Addams è dato da un episodio del 1972 degli Speciali di Scooby Doo, in cui i ragazzi incontrano, appunto, gli Addams. Personaggi tratti dalle vignette autoconclusive di Charles Addams che già avevano ispirato il telefilm del 1964.

 

La Famiglia Addams è composta da Gomez (Mortirio), Morticia (Mortiria), zio Fester (zio Ulcera), Pugsley (Nottolo), Mercoledì (Nottola), la Nonna e il maggiordomo Lurch (Bruto), che inizialmente hanno i nomi “italianizzati” indicati tra parentesi e solo nel ridoppiaggio riprenderanno quelli originali. La famiglia ha come animali “domestici” un polipo, un alligatore e un avvoltoio. Gli Addams viaggiano a bordo di un camper particolare, in linea con le loro caratteristiche horror, che li porta in giro per tutta l’America tra varie avventure.

Alle 17 di martedì 3 ottobre 1978, all’interno del contenitore L’Aquilone di Rete 1, vanno in onda Gli inseparabili rivali: Tom e Jerry (The Tom & Jerry Show), serie del 6 settembre 1975.

 

A differenza dei cartoni animati della Mgm degli anni quaranta e cinquanta, in cui sono nati, in questa nuova serie i due storici rivali, il gatto Tom e il topo Jerry, stringono amicizia.

 

Insieme viaggiano per il mondo partecipando a gare di diversi sport. Incappano in varie disavventure, affrontano avversari cattivoni, aiutano il prossimo e risolvono casi misteriosi. Ai due può anche capitare di essere in competizione, ma è una “sana” competizione senza colpi bassi.

 

Abbiamo esaurito le serie Hanna-Barbera trasmesse nel periodo dominato dalla Rai, la compagnia statale che aveva il monopolio televisivo (alcune serie venivano presentate anche dalle emittenti straniere che coprivano le regioni settentrionali: la Tv della Svizzera italiana, la iugoslava Tv Capodistria e Telemontecarlo).

Nella seconda parte tratteremo il periodo che, a partire dalla fine degli anni settanta, vede l’arrivo delle emittenti private, inizialmente su base locale. In questa seconda fase molte nuove serie Hanna-Barbera vengono presentate da Ciao Ciao, programma televisivo trasmesso dalle emittenti regionali, che si differenzia dalla seconda edizione della Fininvest per la mancanza di un conduttore e per il genere dei cartoni animati.

 

2 commenti

  1. Mi pareva che ci stesse tutto in un solo articolo, comunque bravissimi. Mentre scrollavo dicevo “Ricordo anche questo … e anche questo”, da commuoversi ! Spesso ho letto che Barbera faceva storie e schizzi preparatori e Hanna la regia ma non si sa niente degli altri collaboratori (oltre ad Alex Toth) . Mi sembra impossibile che solo in due abbiano creato questa infinità di personaggi.

  2. Ottimo articolo come sempre!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*