90 ANNI FA LA PRIMA (DIMENTICATA) STORIA DI TOPOLINO IN ITALIA

90 ANNI FA LA PRIMA (DIMENTICATA) STORIA DI TOPOLINO IN ITALIA

Sul numero di gennaio 1934 del Supplemento di Nerbini appare la prima storia di Topolino pubblicata in America,  conosciuta in seguito con il titolo Le audaci imprese di Topolino nell’Isola misteriosa (1930).

90 ANNI FA LA PRIMA STORIA DI TOPOLINO IN ITALIA90 ANNI FA LA PRIMA STORIA DI TOPOLINO IN ITALIA

Ma questa non è la prima edizione italiana dell’episodio. La storia d’esordio di Mickey Mouse (pubblicata sui quotidiani americani dal 13-1-1930 al 31-3-1930) è apparsa infatti ben tre anni prima, a puntate di una striscia per volta, sull’Illustrazione del Popolo, supplemento del quotidiano torinese La Gazzetta del Popolo, a partire dal n. 13 del 30 marzo 1930.

90 ANNI FA LA PRIMA STORIA DI TOPOLINO IN ITALIA90 ANNI FA LA PRIMA STORIA DI TOPOLINO IN ITALIA

Eccola lì, piccola e davvero… strisciante, la prima daily strip di Mickey Mouse pubblicata in Italia.

90 ANNI FA LA PRIMA STORIA DI TOPOLINO IN ITALIA

Il 30 marzo 2020 saranno quindi novanta anni dell’arrivo dei fumetti Disney in Italia.

Le freschissime strisce disegnate da Ub Iwerks e scritte (pare) da Walt Disney in persona, appaiono quindi solo tre mesi dopo la prima edizione americana.
Ma è dal numero 29 che appare l’inizio della storia, a partire dalla striscia del 13 gennaio 1930, con il titolo Topolino emulo di Lindbergh: Avventure aviatorie.

Sul numero 23 c’è un articolo sul creatore di Topolino, che è… Ub Iwerks!

Siamo proprio a ridosso delle origini di Mickey Mouse, e ancora non è stato stabilito il “canone” ferreo che vuole Walt Disney unico e instancabile artefice di tutta la produzione marchiata con il suo nome.

Iwerks, proto animatore e unico animatore (lui sì, davvero!) dei primissimi shorts di Mickey, cadrà molto presto in disgrazia, e non sentiremo più parlare di lui fino agli anni sessanta.

In tutto, su L’illustrazione del Popolo del 1930 vengono pubblicate solo 32 strisce. L’edizione sarà totalmente dimenticata, e riscoperta solo negli anni sessanta dai più accaniti collezionisti.

Dopo questa pubblicazione, del resto, anche le strisce spariranno dalle edicole italiane, e saranno i Nerbini ad acquistarle, nel gennaio del 1933 per il nuovo settimanale di Topolino.

 

(Potete leggere QUI gli altri articoli di Giornale POP dello stesso autore dedicati ai fumetti pubblicati in Italia negli anni trenta e quaranta).

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*