nazismo

KAPPLER, IL NAZISTA CHE FUGGÌ DENTRO UNA VALIGIA

KAPPLER, IL NAZISTA CHE FUGGÌ DENTRO UNA VALIGIA

Alle Fosse Ardeatine, vecchie cave abbandonate alla periferia di Roma, una ventina di soldati delle SS devono uccidere trecentotrenta prigionieri italiani: troppi per organizzare una normale fucilazione. Il colonnello Herbert Kappler decide allora che i condannati vengano presi cinque alla volta con le mani legati dietro la schiena, portati dentro le cave e uccisi con un colpo di pistola alla test... »

I FILM DI BRUNO MATTEI AMBIENTATI NEI LAGER

I FILM DI BRUNO MATTEI AMBIENTATI NEI LAGER

Il sottogenere nazi-erotico, nel quale si è distinto in particolare il regista Bruno Mattei (1931-2007), nasce in Italia con Salon Kitty (1975) di Tinto Brass. Secondo i critici Paolo Mereghetti e Andrea Bruni il genere risente anche de Il portiere di notte (1974) di Liliana Cavani, mentre per Marco Giusti alla base di tutto c’è La caduta degli dei (1969) di Luchino Visconti, soprattutto per l’amb... »

L’ECOLOGISMO DAL NAZISMO ALL’ESTREMA DESTRA ATTUALE

L’ECOLOGISMO DAL NAZISMO ALL’ESTREMA DESTRA ATTUALE

Il dibattito sull’ecologia è datato: tracce di un interesse per l’ambiente tra personalità e movimenti di estrema destra le ritroviamo in Francia e in Germania tra l’Ottocento e il Novecento. L’invocazione di leggi naturali (patrimonio del cattolicesimo), il ritorno alla natura contro la città che corrompe, sono un cavallo di battaglia della vecchia destra reazionaria, proposta dai tradizionalisti... »

stalag letteratura

STALAG, PORNOGRAFIA ISRAELIANA DELL’OLOCAUSTO

In tedesco, stalag è il termine che indica i campi di concentramento per i prigionieri di guerra nella Germania nazista Stalag è una contrazione di Stamm lager, a sua volta abbreviazione di Kriegsgefangenen-Mannschaftsstammlager, cioè “campo principale degli squadroni di prigionieri di guerra”. Pertanto, tecnicamente stalag significa “campo principale”. In Israele, tra la f... »

KA-TZETNIK, IL SESSO DELL’OLOCAUSTO

KA-TZETNIK, IL SESSO DELL’OLOCAUSTO

Un sopravvissuto di Auschwitz noto come Ka-Tzetnik 135633 tra il 1949 e il 1975 ha scritto una serie di romanzi definiti pornografici da molti critici. Da altri, invece, sono stati letti in un modo diverso. Praticamente ogni israeliano conosce Ka-Tzetnik, o più precisamente Ka-Tzetnik 135633. Nato in Polonia come Yehiel Feiner, si trasferì in Israele dopo la Seconda guerra mondiale e iniziò a scri... »

IL SALUTO ROMANO NON ERA ROMANO

IL SALUTO ROMANO NON ERA ROMANO

La Legge Fiano, che punisce “chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco”, ha riportato in primo piano il “saluto romano”, che consiste nello stendere il braccio destro teso alzato a circa 135 gradi dal corpo con le dita della mano unite. Saluto usato dai militanti di estrema destra in manifestazioni pol... »

GINO BOCCASILE, L’ILLUSTRATORE ITALIANO DELLE SS

GINO BOCCASILE, L’ILLUSTRATORE ITALIANO DELLE SS

Forse la più famosa illustrazione di Gino Boccasile è quella di un “negraccio americano” che cinge i fianchi della Venere di Milo: la candida statua rappresenta una indifesa donna italiana. “I tedeschi lo costringevano a disegnare i manifesti per la Repubblica di Salò con i mitra puntati addosso”: questa è l’ingenua ricostruzione che mi dava un mio compagno di scuola nipote... »

LE RIVISTE PER ADULTI DELLA MARVEL

LE RIVISTE PER ADULTI DELLA MARVEL

Martin Goodman (1908-1992), oltre a essere stato l’editore dei fumetti Marvel, ha pubblicato diverse “riviste d’avventura” per adulti. All’inizio degli anni quaranta queste pubblicazioni erano la versione popolare del sofisticato maschile generalista “Esquire”, mentre alla fine della loro parabola editoriale, nei tardi anni settanta, si erano trasformate in riviste di fotografie porno.... »