GENNARO LANZO IL GRAFITISTA – ART POP!

Gennaro Lanzo - sinfonia musicale

Inauguriamo la rubrica Art Pop! con un giovane artista calabrese, Gennaro Lanzo.
Classe 1989, dopo aver concluso un percorso formativo distante dalla passione che lo anima, ora sta frequentando l’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro. Ma già dal 2007 ha cominciato a produrre innumerevoli opere che hanno riscosso interesse sia presso critici che pubblico.

Si inserisce nel movimento artistico del grafitismo con una spiccata tendenza alla doodle art (in inglese doodle ha il significato di scarabocchio).
“Il doodling” mi dice Gennaro “si ha quando si disegna senza alcun chiaro scopo o risultato. Principalmente lascio che la mano si muova e segua la fantasia. Mi ritrovo vicino alla categoria dell’espressionismo apparentemente confusionario. Alcuni artisti sono molto famosi come Kerby Rosanes, Mr. Doodle, Flavio Melchiorre.”.

Gennaro-Lanzo-SoloArteLanzo

“SoloArteLanzo”, Opera su tela, 2018 (1,50×2,00h)

Gennaro-Lanzo-Radici-di-vita

“Radici di vita” (omaggio a G. Klimt, “L’albero della vita”), 2018. Opera su tela (100×0,70h). Collezione privata

gennaro-Lanzo-pulizia

“Pulizia”, Opera su tela, 2018 (70x100h)

Ha partecipato a parecchie mostre collettive. Per esempio, solo per restare nel 2018, ha esibito alcuni suoi lavori a Officina Giovani – Behind the artist, Ai tre bicchieri, Lamezia Terme; a Noi ci siamo – Talents Art, Momenti d’arte a.p.s., Catanzaro; a Photocreando 2018 – Momenti d’arte a.p.s., Catanzaro.
In occasione di alcune mostre sono stati pubblicati cataloghi dove compaiono: Opera: Bianco e Nero, opera su carta, 2008, dal “Catalogo Zentangle & Doodle Show” (Momenti d’arte aps. edizioni, 2017); Opera: Scivolo, Black t-shirt dal “Catalogo Zentangle & Doodle Show (Momenti d’arte aps. Edizioni, 2017); Lost – Sulla via dell’immaginazione, Catalogo (Momenti d’arte aps. Edizioni, 2018).

Di lui Antonella Gentile, critico e curatore d’arte, scrive nel catalogo “Lost – Sulla via dell’immaginazione” dedicato a Gennaro: “La maggior parte dei suoi lavori, disegni, quadri, magliette, sono caratterizzati da alcuni elementi imprescindibili: dall’affollamento continuo di personaggi, dalla loro vivacità coloristica e da un linguaggio contemporaneo, un po’ complesso per chi guarda la prima volta le sue opere, ma immediato nella percezione dei colori, e di facile fruizione per categorie di utenti raffinati. Altre caratteristiche importanti sono il racconto di momenti o di situazioni assurde vissute che rispecchiano i suoi momenti di vita, oltre a rappresentazioni grafiche che rafforzano il significato dell’opera.”.

Gennaro-Lanzo-puzzle

“Puzzle”, Opere su tela e base in legno, 2017

Gennaro-Lanzo-Time-Orologio-con-tela

“Time”, Orologio con tela, 2017 (40x60h)

Gennaro-Lanzo-senza-titolo

“Senza titolo”, Opera su tela, 2017 (100x70h)

In una recensione dal titolo “Grafismo e tangibilità dei segni nelle opere di Gennaro Lanzo”, fatta in occasione della mostra “Lost – Sulla via dell’immaginazione” tenuta a Catanzaro lido nel 2018, lo scrittore e saggista Angelo Di Lieto così conclude: “Le astrazioni grafiche di Gennaro Lanzo sono segni di vita, di profondi motivi psicologici, equilibrati nei gesti e nell’idea ispirata, con una capacità di dosare nelle immagini e nelle fantasie astratte, le proprie intuizioni e le inconsce precognizioni, e se l’osservatore si troverà innanzi ad ogni opera, smarrito ma sorpreso, si sentirà sempre più spinto interiormente ad interpretare quelle inusuali attrazioni e simboli, fermando con maggiore attenzione lo sguardo sulla tangibilità dei segni e sul loro ermetico significato.”.

Gennaro Lanzo

Gennaro Lanzo

“Quali sono i pittori che preferisci?” gli chiedo.
“Adoro le opere di Alfred Kubin, Salvador Dalì, Roland Topor. Mi ispiro molto al surrealismo, al simbolismo e all’espressionismo.”
“Che tecniche usi?”
“Per le mie opere, dapprima progettate, utilizzo particolari colori, che rendono le superfici brillanti e pulite. Esse sono affollate di personaggi che raccontano un disagio, una storia o una situazione vissuta. Inizialmente pensavo di non appartenere a nessun filone artistico, invece andando avanti mi sono reso conto che appartengo al mondo dei doodls artists.”

Trovo singolare la sua versatilità artistica che sfocia anche nelle arti applicate, come lampade o magliette (già ne abbiamo visto un’applicazione mista nell’opera poco più sopra: “Time”, Orologio con tela, del 2017).
Mi dice, infatti, che “tutti mi conoscono per la mia produzione di particolari disegni sulle magliette. Sono un artista che ama l’arte tutta. Dapprima lavoravo solo a disegni sperimentali, oggi gli stessi sono prodotti in maniera professionale. Li personalizzo ad ogni richiesta che mi viene fatta. Utilizzo diverse superfici, dalla tela al cotone, alla sperimentazione su superfici e materiali nuovi. Ho anche registrato un marchio e un giorno spero di riuscire a farcela nel settore moda e merchandising aziendale.”.

Vedo nel suo curriculum che ha vinto come Primo classificato Ex-equo il Carpisa, Bag to paint, Progetto borsa “Abissi”, nel 2018 a Catanzaro.

Gennaro Lanzo - Borsa Abissi

La borsa “Abissi” con cui Gennaro Lanzo ha vinto il “Carpisa, Bag to pain”…

gennaro lanzo - abissi

… e l’opera “Abissi”

Gennaro Lanzo, t-shirt

Gennaro Lanzo, maglietta serpe

Gennaro Lanzo, t-shirt serpe

Gennaro-Lanzo-lampada-2018

Lampada (2018), opera su cartone con materiale elettrico, altezza m. 1,50…

Gennaro-Lanzo-particolare-di-lampada-

… e un particolare della decorazione della lampada

Gennaro-Lanzo-logo-registrato

Il logo di Gennaro Lanzo

Giovanna De Mitri, curatrice d’arte nell’Associazione Il Golfo di Castellaneta Marina, provincia di Taranto, a proposito di un’opera di Lanzo, Sinfonia musicale, una doodle art del 2016 che possiamo vedere appena sotto, dice: “Di chiara propensione espressionistica, l’arte di Gennaro Lanzo, un giovane talento artistico, che nei suoi lavori, predilige il lato emotivo della realtà a quello percepibile oggettivamente. In Sinfonia musicale, un opera complessa e impegnata, una chiave di violino e un pentagramma musicale, diventano elementi essenziali per penetrare nei meandri ispiratori dell’artista. Un andamento ritmico sembra voler assecondare la sua creatività, per cui una musica interiore, guida con i suoi altalenanti motivi, la mano. I colori sono assimilati ai toni che guidano il pennello dettandone il ritmo. In questo connubio l’astrattismo si realizza in antinaturalismo essendone l’imitazione di un modello, le forme non hanno attinenza con il riconoscibile, la pittura si libera dalle dipendenza con l’affetto fisico per dar vita alla spiritualità.”.

Gennaro Lanzo - sinfonia musicale

Gennaro Lanzo, Sinfonia musicale, 2016. Doodle art su tela (70×100)

Alcune opere di Gennaro Lanzo risalenti a prima del 2016.

Gennaro-Lanzo-Dimensioni-parallele

“Dimensioni parallele”, Opera su legno, 2014 (30×40)

Gennaro-Lanzo-“Senza-titolo”-Opera-su-cartone-a-cera

“Senza titolo”, Opera su cartone a cera, 2013 (35x45h)

Gennaro-Lanzo-“Foresta-di-fuoco

“Foresta di fuoco”, Opera su carta, 2012 (A3)

 

Qui la pagina ufficiale facebook di Gennaro Lanzo.
Instagram: soloartelanzo

Sul sito Momentidarte.org c’è una pagina a lui dedicata.

 

 

(ART POP aspetta i tuoi disegni: clicca su questo link e leggi come fare).

 

 

 

 

 

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*