CARRAMBA CHE MAFIA!

CARRAMBA CHE MAFIA!

Finalmente Totò e Salvuccio Riina potranno riabbracciarsi e baciarsi rispettivamente le mani secondo l’usanza della mafia, perché il Tribunale di Sorveglianza di Venezia ha accolto la richiesta del terzogenito del padrino corleonese.

L’ex Capo dei Capi è al momento malato e si trova nell’ala ospedaliera del carcere di Parma. La prima richiesta fatta da Riina junior per andare a trovare il papà era stata rigettata dai giudici a giugno. La visita allora era stata negata sulla base di una relazione della polizia che metteva l’accento su presunti contatti mantenuti da Salvuccio con famiglie mafiose.

Il giovane attualmente si trova sottoposto a misura di sicurezza a Padova dove ha l’obbligo di risiedere e ha già scontato nove anni di carcere per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso.

Salvuccio avrà così l’occasione per aggiungere un nuovo capitolo al suo libro “Riina Family Life” che all’uscita scatenò vibranti polemiche, ricorderanno infatti i lettori, che fu addirittura ospite di “Porta a Porta” su Raiuno condotto da Bruno Vespa. I due non si vedono da 12 anni.

Filosofo. Giornalista. Fannullone. Ha scritto per Libero, LiveSicilia, BlogSicilia, I Love Sicilia, I Vespri, The Front Page, Gli Stati Generali, Iene Sicule, Giornale Pop, La Spia Press e diretto i quotidiani online Tweet Press e L’Urlo. Ha pubblicato due saggi per la rivista Samgha e un libro, Archeologia del concetto di politico in Carl Schmitt (Mimesis, 2017). L’uscita del suo prossimo libro, La Rinuncia, Nota teologico politica (Algra Editore), è previsto per giugno 2017.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*