ORATA RIPIENA AL CARTOCCIO

ORATA RIPIENA AL CARTOCCIO

Oggi vi presento un pesce che amo molto: l’orata.
Un pesce dalle carni prelibate che si presta a moltissime ricette in cucina.
L’orata (Sparus aurata) è uno sparide che si distingue per la fascia dorata che presenta sul capo, da cui prende il nome. Altra caratteristica è la grande macchia bruna sul margine superiore dell’opercolo.
I giovani delle orate vivono in gruppo, mentre gli adulti cacciano da soli.
L’orata è ermafrodita: sviluppa prima gli organi maschili e successivamente quelli femminili, dunque gli esemplari di taglia superiore ai 20-30 cm sono tutte femmine. Possiede, inoltre, denti sviluppati grazie ai quali è in grado di triturare molluschi, crostacei e gasteropodi. Non è solo carnivora, a volte si ciba anche di alghe.
È un pesce longevo in quanto vive fino a 20 anni, può superare i 5 Kg di peso e i 70 cm di lunghezza.
L’orata vive in prevalenza su fondali sabbiosi o nelle praterie di posidonia, in profondità che raggiungono i centro metri.
Abita anche le lagune e gli stagni costieri, dove generalmente migra all’inizio della primavera per rimanervi fino all’inizio dell’inverno.
È diffusa in tutto il Mar Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico orientale.

INGREDIENTI
per 4 persone

4 orate di 250 gr l’una
3 pomodori pelati
4 rametti di rosmarino
4 spicchi di aglio tagliato a metà
1 limone
Basilico
1 cucchiaio di capperi
Sale e pepe
Olio extravergine di oliva
Vino bianco
4 fogli di alluminio
Una teglia da forno

PROCEDIMENTO

Non è necessario che il pesce venga squamato, quindi apriamolo dalla pancia per togliere viscere e branchie. Laviamo le nostre orate e mettiamole da parte.
Prepariamo il ripieno.
Tagliamo i pomodori a dadini e mettiamoli in una ciotola, togliendo l’acqua in eccesso.
Tritiamo il basilico e aggiungiamo l’aglio tagliato a metà, i capperi, un bicchiere di vino bianco, sale pepe e mischiano bene il tutto.
Se riusciamo, facciamo questo mix un paio d’ore prima.
Prendiamo i 4 fogli di alluminio, che dovranno avvolgere il pesce perfettamente.
Appoggiamo sul foglio un’orata e mettiamo dentro la sua pancia 2 fettine di limone, un cucchiaio di ripieno che abbiamo preparato prima, il rametto di rosmarino e ancora il ripieno (anche la parte liquida).
Chiudiamo accuratamente il foglio di alluminio, in modo che dall’interno non esca niente, e ripetiamo l’operazione con tutti gli altri pesci.
Ora prendiamo la teglia, posizioniamo all’interno i 4 pesci e aggiungiamo acqua nel contenitore.
L’acqua deve coprire solo la metà del pesce.
Accendiamo un fornello medio-grande e lasciamo cuocere per 15 minuti, poi giriamo i pesci e facciamo passare altri 7 o 8 minuti.
Prendiamo un’orata: se la pinna dorsale si stacca facilmente vuol dire che è cotta.
Serviamo il pesce nel suo cartoccio e accompagnamolo con un buonissimo Torbato Sardo.

Divertitevi a preparare questa ricetta per stupire chi vi sta a cuore.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*