L’EFFETTO DIROMPENTE DELLA REGIA IN 17 SEQUENZE

CINEMA PER 18 GRANDI REGISTI

L’attuale pandemia con cui si deve convivere ha un risvolto su cui pochi sembrano soffermarsi, ma che fa riflettere. La chiusura delle sale cinematografiche, nonché il rinvio delle produzioni in corso, pare essere stata assorbita senza gravi traumi dai fruitori (diverso è il discorso per coloro che nel cinema ci lavorano). Sarà che i film oggi possono essere visti in molti modi diversi, e che le serie televisive per una certa parte del pubblico possono supplire in caso di astinenza. Però l’attesa spasmodica per le nuove uscite che poteva esserci tempo addietro, nella nostra epoca pare non sussistere. Il cinema ha perso la sua forza?

Tra le varie cause non ultima è forse la regia a “grado zero” che contraddistingue la maggior parte dei film a cui il pubblico si sta abituando. L’effetto dirompente che aveva la regia sulla visione cinematografica è ormai quasi del tutto svanito (si contano sulle dita di una mano i grandi della macchina da presa capaci di instaurare un tale rapporto con lo spettatore), ma possiamo ritrovarlo nelle 17 sequenze che proponiamo e nelle riflessioni abbinate.

 

Georges Méliès

Credo di poter dire che pochi uomini giunsero a vivere appieno dentro il loro sogno, quanto io in quegli anni. Non pensavo che ai miei lavori, non vedevo che quelli. Mi facevo di volta in volta, secondo l’occorrenza, sceneggiatore, scenografo, attore, regista, trovarobe, montatore, editore. Era proprio questo il mondo della mia fantasia.

 

Ernst Lubitsch

Bisogna imparare a filmare le montagne. Quando si sanno filmare le montagne, si sanno filmare anche gli uomini.

 

Frank Capra

Il direttore della fotografia è un vero artista, cui si dovrebbe dare più importanza che in passato. È colui che si sforza costantemente di sviluppare un più efficiente apparato tecnico, è una splendida appendice del regista.

 

Michael Powell

Io non sono un regista con uno stile personale. Io sono il cinema. Sono cresciuto con e attraverso il cinema; tutto quello che ho imparato l’ho imparato dal cinema; se mi sono interessato alla pittura, alla letteratura, alla musica, è stato grazie al cinema.

 

Ingmar Bergman

Io mi sforzo di dire la verità sulla condizione dell’uomo. Provo il bisogno incoercibile di esprimere mediante il film ciò che in maniera affatto soggettiva si forma in qualche parte della mia coscienza.

 

Alexandre Astruc

La cinematografia è, come la letteratura, un linguaggio che può esprimere ogni sorta di pensieri.

 

Ermanno Olmi

Quando un’opera è poetica, contiene tutte le sfaccettature della realtà. Quindi, è poesia, ma è materialità. Ed è una certa materialità che rivela la poesia delle cose.

 

Richard Lester

La sola cosa che devi imparare quando fai un film d’azione è che indipendentemente dalla fretta che puoi avere o da quanti soldi perdi nell’attesa non devi far correre rischi a uno stuntman. Perché per noi si tratta solo di soldi, ma per loro si tratta della vita.

 

Robert Benton

Se ci si interroga su quale sia l’essenza primordiale del cinema, essa non è altro che una gestione del tempo. Prendi novanta minuti, due ore, due ore e mezza del tempo di qualcun altro e glieli chiedi in prestito. Nient’altro che questo.

 

Ridley Scott

Mi piace andare avanti velocemente, non è vero che bisogna provare e riprovare, non c’è bisogno. Voglio che gli attori siano un po’ tesi perché stiamo per girare. Le prove sono il film stesso.

 

Bernardo Bertolucci

Ho sempre pensato che il cinema conosce soltanto una coniugazione, il presente, perché la macchina da presa filma il presente che ha davanti. Anche se vesti i personaggi da antichi romani o da contadini e padroni del secolo che muore e del secolo che nasce e, quindi, cerchi di dare una connotazione temporale, poi in realtà la prospettiva dello spettatore che guarda il film è di contemporaneità.

 

Walter Murch

Io credo che le generazioni future, in possesso di capacità che non riusciamo nemmeno a immaginare, guarderanno indietro al cinema del XX secolo e diranno: “Come hanno potuto fare tutto questo, a quei tempi, con quelle risorse ridicolmente limitate?”.

 

Hou Hsiao-hsien

Un film non può spiegare in modo esauriente un evento storico, servirebbe qualche altra cosa, ad esempio un rapporto specifico, uno studio di un certo spessore. Il film può soltanto prendere l’evento come sfondo e descriverlo attraverso gli occhi di un piccolo personaggio o di qualche testimone diretto.

 

John Landis

A volte mi è stato chiesto di girare materiale per la televisione. Significa che se c’è una scena con l’attrice in topless, ne giro anche una con un reggiseno. Se c’è un dialogo con linguaggio sconveniente, lo giro anche in una versione epurata. Non puoi prevedere i capricci dei censori televisivi e alla fine sono loro che ti tagliano il film.

 

James Cameron

Il 3-D, la proiezione in digitale, è la sola via del futuro, l’unica in grado di garantire la sopravvivenza della visione dei film nel buio avvolgente della sala, stimolando il pubblico a uscir di casa invece che guardare i film in dvd nei salotti high-tech.

 

Jean-Pierre e Luc Dardenne

Nei nostri film ci sono delle ripetizioni. I percorsi si ripetono. E quindi anche il paesaggio si ripete. Il percorso è esso stesso parte del paesaggio che si ripete (…) Vedere più volte gli stessi confini, è utile allo spettatore, al film e al personaggio. È questo che vogliamo.

 

Scott Derrickson

Credo fermamente, come regista, che l’anticipazione dell’orrore sia molto più potente dei momenti esplosivi dell’orrore stesso.

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*