LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Le “supermarionation” (Super Marionette Animation) usata nelle serie Supercar, Stingray, Thunderbirds e Joe 90 sono marionette controllate da fili molto sottili che guidano gli arti dei personaggi. Il sistema permette anche di trasformare la voce in segnale elettrico per il movimento delle labbra in sincronia con la voce dell’attore.

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Furono inventate negli anni sessanta dal britannico Gerry Anderson (1929 – 2012), regista, sceneggiatore e produttore televisivo, insieme alla moglie Sylvia (1927 – 2016), scrittrice, doppiatrice e costumista britannica. I due furono sposati dal 1960 al 1981.

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Gerry e Sylvia Anderson

Gerry si occupava soprattutto degli effetti speciali e di realizzare materialmente i personaggi e macchinari, mentre Sylvia dei costumi, delle storie, e dava anche la voce a diversi personaggi femminili.

Nel 1957, Gerry Anderson e Arhur Provis, direttore della fotografia, fondarono la società di produzione cinematografica indipendente: Ap Films, chiamata poi Century 21 Productions, e iniziarono a produrre le serie tv con protagoniste queste “super-marionette”.

 

Supercar

In Italia la prima serie fu trasmessa mercoledì 15 novembre 1961, sul Programma Nazionale (l’attuale Rai Uno) alle 17.30, all’interno della “Tv dei Ragazzi”: Supercar (1961).

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Supercar è un veicolo multifunzione in grado di spostarsi in aria, a terra e nelle profondità marine, ideato dal Professor Popkiss e dal suo aiutante un po’ stralunato, il dott. Beaker.
Il pilota collaudatore, Mike Mercury, è accompagnato nei viaggi da un intrepido ragazzino, l’orfano Jimmy Gibson, sempre in compagnia della scimmietta Mitch. I due sono reclutati nella prima puntata, quando il superveicolo va in soccorso di un aereo privato precipitato.

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Il team ha il quartier generale in un laboratorio segreto del Nevada, dove il professore aggiunge sempre nuovi gadget all’auto ipertecnologica, in grado anche di vedere attraverso la nebbia o il fumo, e di decollare in spazi ristretti come fosse un elicottero.

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Oltre a partecipare alle missioni di soccorso, il team deve contrastare i loschi piani di Masterspy, una spia straniera che vuole impossessarsi della Supercar, aiutato dallo scagnozzo Zarrin

 

Stingray

Lunedì 21 gennaio 1974 alle 18.15, all’interno della “Tv dei Ragazzi” sul Nazionale, inizia Stingray: Pattuglia acquanautica di sicurezza (Stingray, 1964-65).

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Siamo nel 21° secolo, la Wasp (Water Aquanautical Security Patrol), un’organizzazione con base a Marinville, dispone di un avanzato sottomarino che pattuglia gli oceani: lo Stingray, comandato dal capitano Troy Tempest. Suo vice è il luogotenente George Lee “Phones” Sheridan, che si occupa delle comunicazioni.
Sam Shore è il comandante della base. Sua figlia, il tenente Atlanta, lavora alla torre di controllo di Marineville. La giovane ha un debole per il capitano…

LE MARIONETTE DI STINGRAY E THUNDERBIRDS

Ma al capitano piace anche Marina, una creatura degli abissi muta ospite della base.

Il fondo degli oceani è popolato da diverse civiltà, una di queste è quella del regno di Titanica. La guida il guerrafondaio re Titano, il quale invia i suoi pericolosi sottomarini ad attaccare il mondo di superficie.

Marina è invece un’abitante di Pacifica. Nel primo episodio salva i malcapitati Troy e Sheridan diventando loro alleata. Titano si mette d’impegno per eliminarli, ma il suo poco sveglio agente segreto X-2-Zero combina più guai che altro.
Oltre a combattere re Titano, i nostri eroi interagiscono con altre civiltà sottomarine e affrontano cataclismi naturali.

 

Thunderbirds

Domenica 6 luglio 1975 alle 18.15 all’interno della “Tv dei Ragazzi” sul Nazionale, inizia Thunderbirds (1965-1966).

La serie di Thunderbirds, ambientata nell’anno 2065, ha come protagonista la famiglia di Jeff Tracy, un ex-astronauta americano rimasto vedovo con cinque figli: Scott, John, Virgil, Gordon e Alan.

Jeff ha fondato la Ir (International Rescue), che si occupa di proteggere le persone dai disastri naturali e dai sabotaggi. Il gruppo ha a disposizione i Thunderbirds, veicoli tecnologicamente avanzati in grado di operare in aria, terra, mare e pure nello spazio.
La loro base segreta è nel sud dell’Oceano Pacifico, dove la famiglia risiede in una lussuosa villa insieme alla madre di Jeff, e al cameriere malese Kyrano, il quale ha una figlia di nome Tin-Tin che aiuta l’ingegnere Brains a mantenere in efficienza i veicoli.

L’organizzazione di Thunderbirds dispone anche di una sezione con agenti segreti, agli ordini di lady Penelope.
L’avversario più pericoloso della squadra è il malvagio Hood, che pianifica azioni distruttive dal suo tempio malese sfruttando conoscenze occulte.

 

Joe 90

Mercoledì 1 ottobre 1975 alle 17.45, all’interno della “Tv dei Ragazzi” sul Nazionale inizia Joe 90 (1968-1969).

In un prossimo futuro Joe McClaine, un ragazzo adottato dal professor Ian “Mac” McClaine, trascorre tranquillamente la sua vita nella casa curata dalla governante, la signora Harris. Ma l’abitazione cela nello scantinato un laboratorio segreto in cui il padre ha realizzato il Big Rat, un macchinario in grado di duplicare e trasferire da un cervello ad un altro la conoscenza che una persona ha accumulato in uno specifico campo.

A sfruttare questa invenzione è proprio Joe. Infatti Sam Loover, un amico del padre che lavora come agente per la Win (World Intelligence Network), convince Mac a mettersi al servizio della sua organizzazione. Grazie al fatto di essere molto giovane e, quindi, ritenuto non pericoloso, Joe può svolgere le missioni assorbendo varie capacità e competenze grazie al macchinario e agli occhiali speciali che memorizzano le informazioni necessarie.

In questo modo Joe riesce a organizzare operazioni di salvataggio e a contrastare le organizzazioni criminali che minacciano i cittadini.

Anche se la maggior parte di queste serie sono arrivate in Italia negli anni settanta, erano state trasmesse in Gran Bretagna negli anni sessanta.

Di seguito Gerry e Sylvia Anderson si sono dedicati a telefilm con attori in carne e ossa, come Ufo (1969) e Spazio 1999 (1975).

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*