ATTENZIONE ALLE INFIAMMAZIONI DEL CAVO ORALE

ATTENZIONE ALLE INFIAMMAZIONI DEL CAVO ORALE

Tra la infiammazioni del cavo orale alcune sono piuttosto diffuse e manifestano sintomi tipici. È bene imparare a conoscerle perché sono elevate le probabilità che si manifestino nell’arco del tempo. Conoscere un tipo di infiammazione significa anche riuscire a prendersene cura il più in fretta possibile.

 

La glossite: l’infiammazione della lingua

A volte quando il medico ci indica il disturbo di cui soffriamo ce lo descrive con termini difficili da interpretare, glossite è uno di questi. Si indica con questo termine una qualsiasi infiammazione della lingua, che può essere correlata a diversi sintomi e disturbi.
Per capire come curare la glossite alla lingua è necessario che il medico effettui un esame visivo, in quanto alcuni sintomi sono specifici di particolari forme di glossite. Può capitare che dopo l’esame visivo dell’aspetto della lingua il medico richieda degli esami diagnostici.
In alcuni casi, infatti, la glossite è causata da carenze alimentari o da infezioni. Questi disturbi possono avere diverse origini, è necessario quindi effettuare un esame del sangue o un’analisi dei microrganismi presenti sulla lingua.

 

La gengivite

La gengivite è un’infiammazione delle gengive causata solitamente dall’attacco da parte dei batteri della placca. Spesso la gengivite è il risultato di una scarsa igiene orale, ci sono però persone che soffrono di gengive arrossate per altre cause, come l’assunzione di farmaci.
Il medico che diagnostica questo disturbo può consigliare al paziente di andare da un odontoiatra per ulteriori indagini. Una gengivite trascurata può portare a parodontite e alla perdita dei denti.

 

Afte e herpes

Le afte sono delle fastidiose lesioni che si presentano sulla mucosa orale, di piccole dimensioni. Sono anche dette stomatiti e possono essere correlate a una serie di cause, dallo stress fino a carenze nutrizionali o particolare sensibilità al contatto con alcune sostanze.
L’herpes è un’infezione causata dall’attacco da parte di uno specifico virus. Questo virus è moto diffuso e una volta che colpisce un soggetto rimane nel suo organismo per lungo tempo, a volte anche per sempre.
L’herpes si manifesta con delle pustole sulle labbra, che si lacerano e risultano particolarmente dolorose. Dopo alcuni giorni la lesione tende a guarire, ma si potrebbe ripresentare molte altre volte, spesso in periodi di forte stress.

 

Il mughetto

Viene comunemente chiamato mughetto l’infezione causata da un fungo, la candida albicans. Si manifesta come piccole macchie bianche, solitamente presenti sulla parte interna delle guance, ma che possono svilupparsi anche attorno alle labbra.
La candida è un parassita fungino comunemente presente nel nostro intestino, in situazione di particolare stress o sotto cura con antibiotici può svilupparsi a dismisura, andando a colonizzare la pelle o le mucose del cavo orale.
Ricordiamo poi che la presenza di bollicine, chiazze, irritazioni localizzate all’interno della bocca possono avere cause tra le più varie, a partire dai traumi causati da un dente spezzato, dallo spazzolino da denti utilizzato in modo eccessivamente vigoroso o dall’assunzione di alcuni farmaci. In ogni caso se una piccola irritazione nella bocca sembra non voler guarire è sempre bene andare dal medico.

 

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*