SCEGLIERE I SEGNALI DI TRADING SUL MERCATO DELLE VALUTE

SCEGLIERE I SEGNALI DI TRADING SUL MERCATO DELLE VALUTE

Una delle soluzioni operative più efficaci per costruire una strategia di investimento sul mercato valutario, che dia risultati apprezzabili e duraturi nel tempo, è rappresentato dall’uso dei segnali di trading: si tratta di avvisi contenente un’informazione su un determinato asset inviato da un distributore.
Tale metodologia è molto apprezzata dai neofiti non ancora in grado di muoversi autonomamente sui mercati, tuttavia rappresenta un plus anche per chi ha una buona esperienza nel settore, ma non dispone del tempo per seguire in prima persona i propri risparmi oppure gradisce un confronto sull’interpretazione degli scenari di sviluppo di un particolare sottostante.
Un segnale forex, nello specifico, può contenere un’analisi della coppia oggetto di valutazione oppure specifiche indicazioni dei livelli di prezzo su cui interagire con l’asset.

Quando si valuta un servizio di raccomandazioni operative bisogna tener conto del canale di erogazione, della natura dell’indicazione e, soprattutto, del fornitore. Le modalità che consentono la ricezione di un segnale di trading sono molteplici: warning mediane software da installare su pc o dispositivi mobili, attraverso sms o semplici e-mail oppure attraverso applicazioni di messaggeria istantanea –Telegram e Whatsapp sono le più diffuse-.
Nel caso in cui l’avviso contenga un chiaro valore della quotazione su cui aprire e chiudere il trade, l’operazione può essere disposta sia manualmente, dopo aver preso visione dell’informazione, o in automatico sfruttando software creati ad hoc. Il segnale forex di norma può essere generato dall’algoritmo di un trading system, in alternativa da un professionista del settore con approccio discrezionale.

Naturalmente servizi di questo tipo sono erogati sia a titolo gratuito sia a pagamento; quindi per riuscire a selezionare al meglio segnali di trading online funzionanti, è necessario analizzare con attenzione le caratteristiche della proposta del provide.
Infatti, la distribuzione di strategie open source potrebbe nascondere un’operatività non troppo vantaggiosa. A maggior ragione lo stesso discorso vale per raccomandazioni non gratis, dato l’esborso di un compenso. In questi casi è molto importante riuscire a raccogliere informazioni sulla storia e sulla professionalità del fornitore -o analizzare i backtest, con tutti i loro limiti, delle strategie sistematiche-, in quanto, non essendo l’erogazione di segnali operativi regolamentata dagli organi di vigilanza, l’utenza potrebbe non essere tutelata da eventuali danni cagionati.

 

Broker online: segnali forex gratuiti

Attualmente i risparmiatori che intendano fruire dei segnali forex possono contare sulle prestazioni di alcuni intermediari finanziari, che nel proprio catalogo prodotti mettendo liberamente a disposizione degli iscritti tale approccio operativo.
Chiaramente già il fatto di sostenere l’attività di una società del settore può essere interpretato come una forma di garanzia per gli utenti, in quanto il broker rappresenta una sorta di barriera di ingresso per soggetti sprovvisti di determinati requisiti.

Attraverso la MetaTrader, il tool di investimento di punta sui mercati over the counter, si possono sfruttare ad esempio gli expert advisor, per ricevere i segnali e applicarli direttamente sugli account personali.
Inoltre, pur non appartenendo in senso stretto alla categoria di software appena introdotta, anche i social trader rappresentano un mezzo molto funzionale per l’implementazione di strategie passive.

 

Dall’Intelligenza Artificiale di Capital.com al social trading eToro

Tra i broker online più utilizzati nel forex trading merita una citazione Capital.com, che fra le varie funzionalità interfacciabili con i TOL in gamma –webtrader, MetaTrader e TradingView– propone agli utenti l’applicativo Intelligenza Artificiale, un sistema che genera consigli personalizzati in base all’allocazione di portafoglio del risparmiatore, fornendo un’ottimizzazione dello stesso.

Nel panorama degli intermediari, che offrono ai propri clienti il social trading, spicca una realtà nota agli investitori attivi sul mercato valutario: si tratta di eToro, il broker online che ha fatto dello sharing tool il suo marchio di fabbrica. Gli iscritti alla piattaforma proprietaria, infatti, possono operare in sinergia condividendo e replicando i propri trade.

 

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*