IL CUBISMO FUTURISTA DI LUCIANO BOTTARO

IL CUBISMO FUTURISTA DI LUCIANO BOTTARO

Nel 1972, alla fiera del fumetto di Lucca, incontrai per la prima volta Luciano Bottaro (1931-2006), disegnatore noto soprattutto per i fumetti Disney e Pon Pon su Il Giornalino. Malgrado frequentassi Rapallo non mi ero ancora accorto che la città ligure in quegli anni era una piccola capitale del fumetto italiano, sede dello studio Bierreci che raggruppava il meglio dell’arte a quadretti dell’epoca. Fumettisti di grande levatura come Maria Luisa Uggetti, Ivo Milazzo, Giancarlo Berardi, Antonio Canale, Egidio Gherlizza ed Enzo Marciante. Con i tre fondatori del gruppo, Bottaro, Chendi e Rebuffi stabilii una cordiale conoscenza e ritornando a Rapallo spesso andavo a far loro visita. Luciano Bottaro in particolare si confidava con me, che tra le varie cose raccontava dei suoi inizi ispirati ... »

LA CREAZIONE DI SPIRIT, SUPEREROE MANCATO

LA CREAZIONE DI SPIRIT, SUPEREROE MANCATO

The Spirit (“Lo Spirito”) è un personaggio creato da Will Eisner a metà tra il detective hard boiled e il giustiziere mascherato, con abbondanti spruzzate di grottesco, bizzarro e parodistico che fanno spaziare le sue storie in tutti i generi. Il primo Spirit Si può dire che Denny Colt, meglio noto come The Spirit, sia morto e risorto molte volte. La prima coincise con la sua nascita, quando il 2 Giugno 1940 uno dei più innovativi autori della storia del fumetto, il newyorkese d’origine ebraico-austriaca Will Eisner pubblicò nell’inserto domenicale di alcuni quotidiani il primo fascicolo dedicato al suo eroe più celebre. Quella di Spirit è una serie con cui Eisner si proponeva di fondere l’attrattiva dei fumetti popolari pubblicati dai comic book con la maggiore qualità d... »

IL RITORNO DI BERSERK DOPO LA MORTE DI MIURA

IL RITORNO DI BERSERK DOPO LA MORTE DI MIURA

Sono passati nove mesi dall’ultimo capitolo di Berserk, ultimo in tutti i sensi. Si trattava infatti della produzione finale di Kentaro Miura, impostata prima della sua morte. I suoi assistenti vollero portare a termine il lavoro e l’episodio 364 uscì a settembre, come un saluto (apparentemente) definitivo al Maestro. Dopo mesi di silenzio, arriva finalmente la notizia non del tutto inaspettata: l’opera continua. Non sarà il Berserk di Kentaro Miura, non al 100%, ma sarà comunque il Berserk pensato dall’autore, realizzato dal suo staff con lo stesso spirito. La supervisione è del mangaka Kouji Mori, amico personale di Miura e detentore della conoscenza necessaria riguardo il futuro della trama. Lo Studio Gaga ha ormai assorbito lo stile del Maestro e Mori è una gara... »

SOCIOLOGIA E CONTESTAZIONE TRA ’68 E TERRORISMO

SOCIOLOGIA E CONTESTAZIONE TRA ’68 E TERRORISMO

Dalla facoltà di Sociologia dell’università di una città abbastanza periferica come Trento negli anni sessanta sono usciti molti giovani leader politici provenienti da organizzazioni cattoliche, alcuni dei quali hanno fondato Lotta Continua, uno dei principali movimenti dell’estrema sinistra, e altri il gruppo terroristico delle Brigate Rosse. Sempre a Trento, a stretto contatto con il Movimento studentesco, sono affluiti i docenti che domineranno il dibattito culturale degli anni settanta. L’istituzione della facoltà di Sociologia a Trento nel 1962 rappresenta un momento cruciale nella evoluzione della società italiana. Negli anni che vanno dal 1962 al 1968 diverrà una delle centrali della contestazione, quella dove forse più fu presente la componente cattolica dissidente. Gli... »

MATITE BLU 293

MATITE BLU 293

.   »

LE VIGNETTE DI QUINO DOPO MAFALDA

LE VIGNETTE DI QUINO DOPO MAFALDA

“Non credo alle mie illusioni, ma non riesco ad abbandonarle” Quino     Il secondo volume di vignette e tavole senza prsonaggio fisso di Quino uscito in Argentina nel 1972, A mí no me grite! (alla lettera “Con me non alzi la voce!”, pubblicato in Italia da Bompiani nel 1973 con il titolo Lei non sa chi sono io), ha un tale riscontro di vendite che l’anno dopo esce un terzo volume, Yo que usted… (“Io al suo posto…”), inedito da noi. Tra il suo primo libro di vignette e il secondo erano invece trascorsi nove anni.   È chiaro che il successo internazionale di Mafalda ha aumentato la popolarità anche di tutti gli altri lavori di Quino. Inoltre, nel periodo trascorso in gran parte a disegnare le strisce della sua creazione più famosa, lo stile di Quino si è evoluto e affinato. Or... »

OCCHIALI DA SOLE: PIÙ DI UN SEMPLICE TREND ESTIVO

OCCHIALI DA SOLE: PIÙ DI UN SEMPLICE TREND ESTIVO

Accessorio imprescindibile nei look della stagione estiva, gli occhiali da sole rappresentano un must have da indossare per veicolare la propria personalità e dare un tocco in più al proprio outfit. Tuttavia non basta un paio qualsiasi per attirare l’attenzione: quello giusto deve avere una montatura capace di valorizzare i lineamenti e l’espressione del viso. Numerose sono le star che scelgono di celarsi allo sguardo altrui indossando occhiali da sole, tanto che alcune hanno fatto dell’accessorio un marchio di fabbrica e un segno distintivo a tutti gli effetti. Sicuramente l’utilizzo sfrenato da parte di persone famose ha fatto sì che si diffondessero nei guardaroba di tutti, anche se a volte ci si dimentica che la funzione primaria di questo oggetto è proteggere la vista dal sole, e non ... »

LE TRAPPOLE SEDUTTIVE DEL WEB

LE TRAPPOLE SEDUTTIVE DEL WEB

Come molti aspetti della nostra esistenza hanno un risvolto nel mondo del web e della comunicazione digitale, così le relazioni amorose, i flirt e la seduzione passano inevitabilmente (persino tra persone che si conoscono direttamente) per i canali social, app e chat. Foto, messaggini, video ed emoticon piene di cuoricini sono divenute un linguaggio comune dall’adolescenza fino all’età adulta e oltre. Un´intera categoria di app, quelle per incontri o di dating, è specificamente indirizzata a chi, per motivi vari, fatica a trovare un partner con i metodi tradizionali. Ma è anche rivolta a chi, pur non avendo problemi di questo tipo, le utilizza per fare nuove conoscenze, scremare i pretendenti o conoscere persone in città distanti dalla propria, magari per la durata di un solo, ... »

L’URLO DI RIBELLIONE DI ALLEN GINSBERG

L’URLO DI RIBELLIONE DI ALLEN GINSBERG

La poesia di Allen Ginsberg esplode in uno dei periodi più controversi della storia statunitense. La Seconda guerra mondiale è appena terminata, ma la popolazione non appare disposta ad abbandonarsi completamente all’euforia per la vittoria sul totalitarismo nazista. La gente tende a preoccuparsi per un altro totalitarismo, un totalitarismo uscito vincente dalla guerra, il comunismo. La guerra fredda era appena cominciata e già l’ombra del maccartismo iniziava ad opprimere silenziosamente il paese delle libertà. Il be-bop, una musica tenuta a battesimo in due fumosi locali di New York, il Minton’s Playhouse e il Monroe’s, divenne la colonna sonora di una generazione veloce e furiosa, insofferente delle regole e dedita alla benzedrina (il solfato di anfetamina). Fu nei vicoli bui di Harlem ... »

I PERSONAGGI ANIMATI (E NON) DI CAROSELLO

I PERSONAGGI ANIMATI (E NON) DI CAROSELLO

Carosello era un contenitore televisivo di spot pubblicitari che iniziò il 3 febbraio 1957 e si concluse il 1 gennaio 1977. Era trasmesso dalla Rai sul Programma Nazionale (l’attuale Rai Uno) più o meno intorno alle 20.30 tutti i giorni della settimana. Ogni spot di Carosello consisteva in un breve filmato con protagonisti attori, cantanti, artisti dello spettacolo; ma anche sportivi, telecronisti, presentatori. Oppure c’era un breve cartone animato con personaggi inediti o presi da cartoni già esistenti che facevano da testimonial al prodotto. Prima c’era lo sketch con gli artisti o i personaggi del cartone, infine veniva presentato il prodotto oggetto della pubblicità. Questi “caroselli”, così venivano chiamati anche i singoli spot, sono rimasti nella memoria dei telespettatori anc... »

MARC DUTROUX

MARC DUTROUX, IL MOSTRO DI MARCINELLE

Condannata nel 2004 a 30 anni carcere, Michelle Martin, moglie di Marc Dutroux, ottiene la libertà condizionata già nel 2012. Dopo essere stata in convento per tre anni inizia a studiare legge e nel 2020 si laurea, mettendosi subito alla ricerca di un lavoro. Per l’opinione pubblica belga gli otto anni passati in prigione sono davvero poca cosa per lei, tenuto conto della sua complicità nei delitti compiuti dal marito. Marc Dutroux nasce nel 1956 alla periferia di Bruxelles, capitale del Belgio. Pur essendo figlio di una coppia di insegnanti, allo studio preferisce il lavoro manuale, così a 18 anni prende il diploma di elettricista. Due anni dopo sposa Francoise, dalla quale ha due figli, ma la coppia si separa nel 1983, quando lui si mette con Michelle Martin. Nata nel 1960 a Waterl... »

BILL WATTERSON DOPO CALVIN AND HOBBES

BILL WATTERSON DOPO CALVIN AND HOBBES

“… ho cercato di mostrare la mia gratitudine dando alla strip tutto quello che avevo da offrire” Bill Watterson, dall’introduzione a The Complete Calvin and Hobbes, 2005 “Calvin and Hobbes ha creato un livello di attenzione e aspettative che non ho saputo come gestire” Bill Watterson, dall’intervista alla rivista online Mental Floss, 2013     Interrotta la realizzazione della sua popolarissima strip Calvin and Hobbes, Bill Watterson ne pubblica nel 1996 le ultime due raccolte cronologiche, There’s Treasure Everywhere (C’è un tesoro in ogni dove) e It’s a Magical World (È un magico mondo). Dopodiché si ritira a vita privata nella cittadina di Chagrin Falls in Ohio, dove vive con la moglie, dedicandosi alla famiglia dopo la nascita della figlia Violet e allontanandosi sempre ... »

10 ANIME HORROR E ULTRAVIOLENTI DA VEDERE

10 ANIME HORROR E ULTRAVIOLENTI DA VEDERE

Parlando di anime horror, splatter, violenti e ultra-gore, c’è da premettere una cosa. Facciamo due, va’. Innanzitutto, l’epoca a cui appartengono. Perché, molta di questa roba risale ai tempi del mercato dei film underground in Vhs. In altre parole, un periodo dove potevi trovarti, da un lato, con il film dei Pokemon. Dall’altro con una roba tipo Genocyber, per dire. Tutto mischiato alla cazzomannaggia sotto l’allegra dicitura “cartone animato giapponese”. In secondo luogo, se c’è un aspetto veramente affascinante degli anime horror, è l’incredibile varietà con cui vengono messe in scena situazioni disturbanti. La capacità, cioè, di ritrarre la morte in un’infinità di modi diversi e la dovizia di particolari con cui viene rappresentata. A re... »

MATITE BLU 292

MATITE BLU 292

.   »

OMEOPATIA E ANTROPOCENE

OMEOPATIA E IMPORTANZA DELL’UOMO NELL’UNIVERSO

Nel foglietto illustrativo di un noto prodotto omeopatico è descritto cosa contenga ognuno dei globuli inclusi nella confezione, da assumere per via orale: “1 dose contiene 1 g di globuli di Anas Barbariae, Hepatis e Cordis extractum 200 K. Questo preparato contiene inoltre sostanze ausiliarie: saccarosio e lattosio”. I termini “Anas Barbariae, Hepatis e Cordis extractum” sono latino e significano “estratto di fegato e cuore di Anas barbariae”, ovvero parti delle interiora di un’anatra. Prima che vi prenda un conato di vomito, specialmente se siete vegani, non dovete temere, perché la dicitura continua con la terminologia “200 K”. Questo termine indica la procedura di diluizione in acqua del principio attivo (ovvero dell’estratto ... »

MAFALDA LA CONTESTATRICE

MAFALDA LA CONTESTATRICE

“Quando ho inventato Mafalda erano anni in cui sembrava che il mondo stesse per cambiare. Non solo non è cambiato niente, ma tutto è peggiorato tantissimo”. Quino, da un’intervista del 1994   Nel 1964 tre strisce di prova di Mafalda, ideate da Quino senza fortuna l’anno precedente per un’agenzia pubblicitaria (come visto nel primo articolo), escono sulla testata Gregorio, un supplemento umoristico della rivista Leoplán diretto da Miguel Brascó, il collega cartoonist che ha fatto da tramite con l’agenzia.   Lo stesso anno Primera Plana, il più importante settimanale argentino d’informazione, chiede a Quino una collaborazione che sia “satirica, ma non la solita vignetta”. Lui ricicla l’idea, rivedendo l’aspetto dei personaggi e concentrandosi sulla bambina titolare della serie. La ... »

IL MENO PEGGIO

PV – IL MENO PEGGIO

.   »

Tags:
GIANFRANCO STEVANIN TORTURAVA A MORTE LE DONNE

GIANFRANCO STEVANIN TORTURAVA A MORTE LE DONNE

Gianfranco Stevanin nasce il 20 ottobre 1960 a Montagnana, un paesino in provincia di Padova. I suoi genitori sono Giuseppe e Noemi, una coppia di proprietari terrieri che vive di rendita. Persino il cibo consumato in famiglia arriva dalle tenute e, sebbene siano più che benestanti, spesso sono loro stessi a procurarselo. Quando va a caccia di selvaggina, il padre porta con sé anche il piccolo Gianfranco. Il bambino, però, non vuole imparare a uccidere gli animali e tanto meno a scuoiarli, come fa il genitore con le lepri. Un giorno, Gianfranco scivola sul fango e cade pesantemente su un attrezzo agricolo. Gli vengono messi quattro punti di sutura e i genitori si convincono che la vita di campagna è troppo pericolosa per quel bambino delicato, così lo portano in un collegio di suore. Giuse... »

WATTERSON CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEL FUMETTO

WATTERSON CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEL FUMETTO

“… avere una carriera invidiabile è un conto, essere felici è un altro” Bill Watterson (da un discorso al Kenyon College, 1990) “Le strip dal 1992 al 1995, specie le domenicali, sono i lavori che mi rendono più orgoglioso” Bill Watterson (dall’introduzione al catalogo Exploring Calvin and Hobbes, 2014)     Creando una strip come Calvin and Hobbes, come abbiamo visto nell’articolo precedente, per Bill Watterson il sogno di fare il cartoonist si è avverato e il successo sembra inarrestabile, ma è stato così rapido e implica tali pressioni che forse non vi era preparato.   Nel 1988 la National Cartoonists Society gli assegna per la seconda volta il Premio Reuben come miglior fumettista e il Premio per la miglior striscia a fumetti umoristica. Nel 1989 escono il terzo volu... »

DYLAN DOG È BRUCE BANNER

DYLAN DOG È BRUCE BANNER

L’abbigliamento di Dylan Dog, il personaggio ideato da Tiziano Sclavi, è oggi il look riconoscibile di una delle maggiori icone del fumetto italiano, fin da quando il personaggio è nato nel 1986.   Un abbinamento tra giacca nera, camicia rossa e pantaloni di jeans, oggi è famoso al punto che chi lo indossasse in una manifestazione fumettistica, sfoggiando la giusta pettinatura, sarebbe subito identificato come cosplayer del personaggio. La spiegazione di quell’abbigliamento, a detta di chi conosceva Tiziano Sclavi tra gli anni settanta e ottanta, è semplicemente che gli abiti di Dylan erano più o meno quelli che lo stesso autore indossava abitualmente.   È noto l’aneddoto del collega sceneggiatore Alfredo Castelli, secondo cui, al suo invito di cambiarsi più spesso la camic... »

OCCHI DI GATTO, TRE SORELLE FURBISSIME

OCCHI DI GATTO, TRE SORELLE FURBISSIME

Occhi di Gatto… tre ragazze bellissime, tre sorelle furbissime: di giorno proprietarie di un caffè, di notte impegnate a rubare opere d’arte. Sono le sorelle Kisugi: Kelly, Sheila e Tati, a caccia di indizi che potrebbero portare a conoscere la verità sulla scomparsa del padre. Create nel manga di Tsukasa Hojo, uscito in Giappone dal 1981 al 1985, Occhi di Gatto (Cat’s Eye) hanno avuto una serie animata di 73 episodi divisi in due stagioni, prodotta da Tokyo Movie Shinsha dal 1983 al 1985. Le avventure delle tre sorelle sono arrivate in Italia nel settembre 1985, e ancora oggi sono tra le protagoniste più amate dei cartoni, ricordate e celebrate da continue repliche televisive.   CAT’S EYE L’edizione italiana ha modificato tutti i nomi dei protagonisti (s... »

QUINO PRIMA DI MAFALDA

QUINO PRIMA DI MAFALDA

“Il mio rapporto con il mondo è di sofferenza perché tutto ciò che vi accade è orrendo”. Quino   Joaquín Salvador Lavado Tejón, in seguito detto Quino, nasce in Argentina ai piedi delle Ande. Per l’esattezza a Guaymallén, nella provincia di Mendoza, il 17 Luglio 1932, terzo di tre fratelli, da genitori spagnoli emigrati nel 1919 dall’Andalusia. Pare che gli andalusi siano noti per il carattere tragico e l’umorismo nero. I genitori di Quino sono anticlericali e repubblicani, termine che nella Spagna di allora indicava i progressisti contrapposti ai nazionalisti monarchici. Il bambino cresce così in un ambiente familiare che lo incoraggia a mettere in discussione ogni forma di autoritarismo e ad analizzare i motivi delle ingiustizie.   Gli è stato dato lo stesso nome dello zio mate... »

MATITE BLU 291

MATITE BLU 291

.   »

BILL WATTERSON, DAI PRIMI TENTATIVI AL SUCCESSO

BILL WATTERSON, DAI PRIMI TENTATIVI AL SUCCESSO

L’argentino Quino, creatore della striscia di Mafalda, non è stato l’unico fumettista ad aver privilegiato le proprie esigenze creative anziché ripetersi all’infinito per continuare a ottenere facili vantaggi economici. Un altro autore venti anni dopo fece la stessa scelta, smettendo di disegnare la sua striscia a dieci anni esatti dall’esordio, nonostante il successo mondiale riscosso. Stiamo parlando di Bill Watterson.   “La mia strip crea deliberatamente due versioni della realtà, senza vincolarsi a nessuna di esse”. Bill Watterson, da un’intervista su The Comics Journal del marzo 1989. “… i lettori erano pronti per la strip nello stesso momento in cui io ero pronto a disegnarla”. Bill Watterson, dall’introduzione a The Complete Calvin and Hobbes, 2005.   William Boyd Wa... »

CAUSE E SINTOMI DEL MAL DI SCHIENA

CAUSE E SINTOMI DEL MAL DI SCHIENA

L’Organizzazione Mondiale della Sanità classifica il comune mal di schiena come la prima causa di disabilità al mondo. Si tratta di un disturbo molto diffuso che colpisce persone di tutte le età, tuttavia ci sono molti modi per porre rimedio a questo disturbo o per prevenirlo. Il mal di schiena la maggior parte delle volte è causato da una postura scorretta o da uno stile di vita malsano. Raramente il disturbo proviene da cause di natura fisiologica, bastano quindi delle semplici modifiche al proprio stile di vita per porre rimedio al dolore. Al tempo stesso l’innovazione in ambito medico ha permesso di creare soluzioni contro questo disturbo efficaci, come Dicloreum antinfiammatorio per mal di schiena.   Tutto quello che c’è da sapere Il mal di schiena è un disturbo che può insorgere... »

SAILOR MOON, I MOTIVI DI UN SUCCESSO

SAILOR MOON, I MOTIVI DI UN SUCCESSO

Il 7 marzo del 1992 andava in onda in Giappone il primo episodio di Bishōjo senshi Sailor Moon (La bella ragazza guerriera Sailor Moon), opera animata della Toei tratta dal manga di Naoko Takeuchi, pubblicato da Kōdansha dall’anno precedente. Dopo trent’anni (e dopo cinque serie, tre film e qualche special) il primo capitolo dello storico anime di Sailor Moon dimostra ancora di essere un’opera rimasta nel cuore di molti.   Alle origini del mito Il ritorno in auge dei cartoni giapponesi nel nostro Paese, dopo un periodo di stasi post anni ottanta, è dovuto proprio a Sailor Moon: QUI tutto il percorso del brand. Si tratta di un anime che ha unito idealmente due generi diversi. Sailor Moon è un’opera dagli ingredienti dosati sapientemente, sin dalla costruzione de... »

certezze

PV – CERTEZZE

.   »

Tags:
PIETRO CAVALLERO, BANDITI A MILANO

PIETRO CAVALLERO, BANDITI A MILANO

“Dite pure che ero una belva feroce, che ho assassinato senza pietà persone innocenti. Quell’uomo ora non c’è più e voglio dedicarmi ad aiutare gli altri”. Con queste parole Pietro Cavallero uscì dal carcere toscano di Porto Azzurro nel 1988: la sua vicenda e quella dei suoi complici rimane una delle pagine più sanguinose della cronaca giudiziaria del secolo scorso. Il 25 settembre del 1967, Pietro Cavallero e i suoi, durante uno scontro a fuoco con la polizia, spararono sulla folla inerme, facendo tre vittime e una ventina di feriti. La vicenda sconvolse l’Italia. Per la ferocia del crimine venne appioppato al capo della banda il soprannome di “belva”. Ma chi era quest’uomo? Pietro Cavallero, detto “il Piero”, è nato nel 1928 a T... »

PREHISTORIC PLANET VISTO DA UN PALEONTOLOGO

PREHISTORIC PLANET VISTO DA UN PALEONTOLOGO

Nessuno della mia generazione ignora l’enorme valore della produzione documentaristica di Sir David Attenborough, voce narrante della serie in cinque puntate di Prehistoric Planet. Uno dei primissimi documentari che ricordo, risalente alla mia infanzia, a metà degli anni ottanta, è proprio uno degli episodi de Il Pianeta Vivente di Attenborough, trasmessi all’interno del programma Il Mondo di Quark di Piero Angela. Alcuni anni fa, durante la preparazione di un travagliato manoscritto che spero veda la luce nei prossimi mesi, il paleozoologo Darren Naish, coautore con me in quello studio, mi accennò che aveva appena iniziato una tanto impegnativa quanto eccitante collaborazione con la Bbc e che coinvolgeva proprio Attenborough: Prehistoric Planet. Prehistoric Planet rientra nel ... »

LA DONNA RAGNA, EROINA SEXY CON SUPERPROBLEMI

LA DONNA RAGNA, EROINA SEXY CON SUPERPROBLEMI

Alla fine degli anni settanta la testata dell’Uomo Ragno pubblicata dalla Editoriale Corno di Milano raggiunge punte di oltre 200mila copie. Secondo Maria Grazia Perini, all’epoca caporedattrice alla Corno, sotto si piazzavano i Fantastici Quattro superando le 100mila copie. Ottime diffusioni, anche se all’epoca c’erano fumetti che vendevano molto di più. I supereroi tiravano a quei tempi e gli editori italiani, sempre alla ricerca di nuove trovate per fare quattrini, non si facevano problemi a creare personaggi simili a quelli americani o che ne riflettevano le caratteristiche principali. Siccome le serie a luci rosse affollavano le edicole al pari di altre pubblicazioni a fumetti, l’Editore Galassia di Milano (in seguito Galax Editrice) pensò di unire i due ... »

JURASSIC WORLD 3

JURASSIC WORLD 3, AL PEGGIO NON C’È MAI LIMITE

I sequel sono ripugnanti a causa del loro corpo freddo, colorito pallido, scheletro cartilaginoso, pelle immonda, aspetto feroce, occhio calcolatore, odore sgradevole, voce stridula, tana squallida e terribile veleno; per questa ragione il Creatore non ha esercitato il suo potere per crearne un franchise. Michael Crichton   Saprete di sicuro che in questi giorni esce l’attesissimo (circa) terzo (sesto) episodio della saga di Jurassic World (Park). Voci dicono che questo sarà l’ultimo-definitivo-episodio-conclusivo, quello che risolve tutti gli enigmi (perché, c’erano degli enigmi?), ma poi sappiamo che in realtà Malcolm resuscita, che era soltanto “quasi morto” quando i militari passano tutto col napalm, e quindi ci sarà il settimo capitolo, perché tira p... »

Pagina 5 di 86«34567»