ORAL SEX

ORAL SEX

Ah, sono tutti bravi a chiacchiere, a parlare di sesso.

Tutti campioni, tutti con i loro elicotteri di 28 cm, le verghe kilometriche, tutti espertissimi di punto G (ammesso che esista ndr), ma poi…?

Andiamo ai FATTI.

Quanti sanno che esiste un punto G anche nell’uomo? Quanti sanno come si fa un rapporto orale perfetto a una donna finlandese o cubana? Chi dice che le donne siano tutte uguali? A fare lo squirting possono riuscirci tutte?

A dare una soluzione a questi dubbi più o meno ancestrali c’è un bel libro pubblicato dalla Castelvecchi (sotto un altro nome): Oral Sex di Marcy Michaels, esperta logopedista e docente di dizione e fonetica di New York. C’è tutto, ma proprio tutto, sulle antiche arti della fellatio (rapporto orale sull’uomo) e del cunnilingus (sulla donna), a cui vengono dedicate mezzo libro per ciascuna.

Si scopre così l’importanza dell’igiene orale e quella degli esercizi giornalieri per la perfetta mobilità della lingua, con tanto di schede tecniche e punteggi (sia al maschile che al femminile). Si scoprono l’angolazione perfetta della bocca e la posizione del corpo per dare il massimo del piacere a lei o a lui. E se lui è un gigante e lei una nanetta? E se lui è nero e lei giapponese? E se lui è glabro e lei pelosetta? E se lei è una milf (bella donna matura) e tu…. e se… e se…

Aaah quanti cazzi, pure voi!

Questi dettagli non sono spiegati, ma in compenso vengono elencati una serie di trucchi a cui pochi di noi potevamo avere accesso.

Come si impugna un membro correttamente, per esempio. L’arte dell’uso leggero dei denti nell’ars oratoria. Come usare il naso in maniera creativa. La lingua batte, ma i capezzoli? Come amplificare il piacere con mezzo dito nell’ano… e perle di saggezza simili, disseminate qui e là.

Consiglio pratico per lui
Non farti prendere dall’ansia di penetrarla. Dèdicati al cunnilingus partendo in maniera molto delicata, quasi una leggera vibrazione, per poi aumenta di intensità senza strafare. Il segreto è capire quando comincia a eccitarsi. Se non si bagna, ritorna al punto uno senza sbuffare o dare segni di impazienza.

Consiglio pratico per lei
Il pene non è un dildo da strapazzare: lo devi maneggiare con cura. Mai succhiare il glande a secco, perchè l’attrito può fare male. Anche nel “su e giù” va trovato il ritmo giusto, la velocità, l’ampiezza del movimento e la pressione. Tutte cose che che cambiano da uomo a uomo, e non le si scoprono sempre durante il primo rapporto.

In sintesi: ho riso, mi sono acculturato e ho appreso cose che non sapevo. Più di così cosa si può pretendere?

Beh sì, certo, una ragazzetta un po’ ninfomane insegnerebbe anche di più, direte voi… ok.

Fortuna che quelle sembra non manchino… a saper dove cercare)! :)))
p_files_2016_43646-jpgo0c0f0w1d250ach0

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*