IL PARADISO DI JOEY

IL PARADISO DI JOEY

Una delle mie storie a fumetti preferite è sempre stata “Contratto con Dio” di Will Eisner. Un giorno mi chiesi: “E se invece di fare un contratto con Dio ci fosse una persona, magari un killer a pagamento, che riceve un contratto SU Dio?”

Così nacque “Il paradiso di Joey”, sempre ambientato nell’universo di John Smith, e sempre con Armando Granozio ai disegni.

La storia risale al 2009, ma è tuttora inedita (a parte qualche concorso a cui partecipammo, anche se non ci accordammo mai per una pubblicazione). Qui la potete leggere per la prima volta, e per intero.

joey-galdi-granozio-tavola-1joey-galdi-granozio-pagina-2joey-galdi-granozio-pagina-3joey-galdi-granozio-pagina-4joey-galdi-granozio-pagina-5

Alcune curiosità sulla storia:
– La prima stesura della sceneggiatura comprendeva qualche pagina aggiuntiva, dove veniva mostrato Joey mentre compiva un omicidio su commissione. Dovemmo tagliarla su richiesta di un editore.
– In principio gli angeli in paradiso erano armati, e Joey fregava loro una pistola con cui li faceva fuori. Anche questo venne cambiato.
– Per raggiungere il paradiso Joey si iniettava un potente sedativo veterinario, il timer dell’apparecchio gli iniettava l’antidoto al momento giusto. Anche questo fu tagliato per motivi di spazio.
– Anche se si muove nello stesso universo del nostro precedente personaggio, cioè John Smith, i due non si sono mai incontrati.

2 commenti

  1. Bella storia e bel tratto…”Dio?”. “si..”. !!!! 😉

    • Grazie Carmen… troppo gentile
      Armando Granozio

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*