CONSIGLI PER SVILUPPARE ECOMMERCE EFFICACE

CONSIGLI PER SVILUPPARE ECOMMERCE EFFICACE

A seguito della diffusione del Covid a livello globale, molte aziende hanno optato per una delocalizzazione pensando di convertirsi alla multicanalità o, addirittura, di spostare definitivamente la propria attività sul web.
Il commercio elettronico da tempo sta aumentando il proprio giro d’affari a discapito dei negozi fisici, confidando su una serie di caratteristiche per incontrare il gradimento dei consumatori. A partire dalla possibilità di avere a disposizione un catalogo sostanzialmente infinito e, spesso, a prezzi più convenienti, grazie alla mancanza di costi di personale e di affitto delle strutture in cui operare.

 

Come fare per vendere di più? L’uso dei social

Una volta che si sia scelta la propria piattaforma per il commercio elettronico e sia stato predisposto il catalogo, arriva il momento di catturare un adeguato numero di clienti. Per farlo occorre adottare una strategia promozionale efficace.
Molte aziende hanno deciso di rafforzare la propria presenza sui social, in particolare su quelli che, secondo gli esperti, sono più adatti. A partire da Instagram, considerato ormai irrinunciabile per le imprese che intendano aumentare la propria visibilità. Naturalmente non basta scegliere il social giusto, occorre anche creare contenuti in grado di fornire risultati. Se non ci si sente adatti allo scopo, si può ricorrere a una agenzia.

 

Rimuovere l’obbligo di registrazione per i clienti

Non è raro il caso in cui ci si imbatta in un prodotto che ci piace. Facendo una ricerca su Google, può venire fuori l’ecommerce in cui acquistarlo. Navigando alla pagina segnalata, però, ci scontriamo con una difficoltà imprevista: occorre iscriversi. Per farlo il procedimento è abbastanza breve, limitandosi alla compilazione di un modulo coi dati richiesti.
Eppure, molte persone guardano con fastidio a questo semplice obbligo, decidendo di non andare oltre. Per non perdere la potenziale vendita, sono sempre di più i siti di commercio elettronico che rinunciano alla registrazione dell’utente, concedendogli la possibilità di acquistare in veste di ospite, con una notevole velocizzazione delle procedure.

 

Il lato sicurezza

Una delle grandi paure degli utenti di ecommerce è quella di incappare in truffe. Alimentata dai numeri reali, i quali segnalano il costante aumento di raggiri online. Per spazzare via i timori è possibile adottare i cosiddetti trust badges e i certificati di sicurezza con protocollo SSL: se si vuole lanciare un business in rete è indispensabile affidarsi a realtà certificate per quanto riguarda lo sviluppo di siti ecommerce, altrimenti si rischia di avere un prodotto non performante.
Si tratta sostanzialmente di metodi che permettono di verificare l’autenticità del sito, facendo comparire nella barra degli indirizzi del browser una scritta di colore verde. Se non mancano i siti che li rendono visibili su ognuna delle pagine che li compongono, mostrandoli nella parte alta, secondo gli esperti sarebbe preferibile posizionarli esclusivamente nei punti in cui la loro presenza risulti congrua.

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*