BIBBIAMICA – SIAMO DIVENTATI UNA VERGOGNA PER I NOSTRI VICINI

BIBBIAMICA – SIAMO DIVENTATI UNA VERGOGNA PER I NOSTRI VICINI

[1] Dio, le nazioni sono giunte nella tua eredità, hanno profanato il tuo santo tempio, hanno ridotto Gerusalemme in un cumulo di macerie. [2] Hanno dato i corpi dei tuoi servi in pasto agli uccelli del cielo, la carne dei tuoi fedeli agli animali della campagna. [3] Hanno versato come acqua il loro sangue, intorno a Gerusalemme, senza che alcuno desse loro sepoltura. [4] Siamo diventati una vergogna per i nostri vicini, scherno e derisione per quelli che ci stanno intorno. [5] Fino a quando, Signore? Sarai forse adirato per sempre? Arderà come fuoco la tua gelosia? [6] Riversa il tuo furore sulle nazioni che non ti riconoscono e sui regni che non invocano il tuo nome; [7] perché hanno divorato Giacobbe e hanno devastato la sua dimora. [8] Non imputarci le colpe degli antenati, affrettati a venirci incontro con la tua misericordia, perché siamo molto afflitti. [9] Aiutaci, Dio, nostro salvatore, per la gloria del tuo nome; salvaci e perdona le nostre colpe, in grazia del tuo nome. [10] Perché le nazioni dovrebbero dire: «Dov’è il loro Dio»? Si conosca tra le nazioni, sotto i nostri occhi, la vendetta per il sangue dei tuoi servi, che è stato versato. [11] Giunga fino al tuo cospetto il gemito dei prigionieri; secondo la potenza del tuo braccio salva quelli che sono votati alla morte. [12] Fa’ ricadere ai nostri vicini, nel seno, sette volte tanto l’oltraggio che ti hanno fatto, mio Signore.”

Salmo 79 (78)

FB_IMG_1459989819646

Tratto da “La Bibbia”, San Paolo Edizioni.
Nuovissima versione dai testi originali, cattolica, completa, autorevole, approvata dalla Cei.

in alto : Guido Buzzelli, Diavolo in museo su sfondo blu, 1986, tecnica mista su tela.

Guido Buzzelli, viaggio del Papa a Mosca, 1988, gouache su carta. Satyricon, “La Repubblica”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*