ARREDO BAGNO: I MOBILI FONDAMENTALI

ARREDO BAGNO: I MOBILI FONDAMENTALI

Arredare il bagno non è mai un’impresa semplice. Infatti, occorrono diversi mobili, da posizionare con intelligenza per non appesantire lo spazio. La scelta di questi elementi è fondamentale, perché dovrebbero rispecchiare lo stile d’arredo del bagno ma allo stesso tempo garantire praticità ed efficienza

Mobili da appoggio o sospesi?

I mobili nel bagno possono essere da appoggio oppure sospesi. Il primo termine indica gli arredi che poggiano direttamente a terra, pertanto generalmente sono più grandi. Allo stesso tempo, consentono di riempire immediatamente lo spazio vuoto e di riporre comodamente tutti gli accessori e i prodotti utili nel bagno. I mobili sospesi, invece, lasciano libero il pavimento. Proprio per questo motivo hanno il vantaggio di agevolare le operazioni di pulizia, in più non appesantiscono l’ambiente. Tuttavia, essi devono essere posizionati a una parete portante o comunque abbastanza resistente, e non possono essere riempiti in maniera eccessiva. 

Diverse tipologie di mobili 

È possibile distinguere diverse tipologie di mobili da bagno: mobile basso, scaffale, armadio, a colonna, ecc. Il mobile basso è in genere dotato di diversi cassetti o ante apribili con ripiani, ed è molto pratico perché occupa poco spazio e può essere posizionato ovunque senza ingombro. Altrettanto comodo il mobile a colonna, che a differenza del precedente è alto e stretto. Quest’ultimo è organizzando combinando cassetti, sportelli e/o spazi aperti, per inserire sia la biancheria da bagno che i diversi prodotti per l’igiene personale. Lo scaffale, ancora, è costituito da molteplici ripiani (di solito cinque) sui quali posizionare i diversi prodotti ed eventualmente anche qualche vaso decorativo. Può essere di diverse dimensioni ed essere sospeso oppure da appoggio. Lo svantaggio principale di questa soluzione è l’assenza di sportelli e ante, che potrebbero far entrare la polvere. L’armadio, infine, può avere molteplici configurazioni e dimensioni, ma dato che va posizionato in corrispondenza del lavabo dovrebbe adattarsi a quest’ultimo. 

Mobile lavabo 

Uno dei mobili più utili nel bagno è il mobile lavabo. Anche in questo caso, i modelli a disposizione sono numerosi e si adattano a ogni esigenza. Di seguito le varie tipologie.

A incasso

Quando il lavabo è posizionato all’interno del mobile si parla di mobile da incasso. Può essere soprapiano, quando i bordi del lavabo si sovrappongono al top, o sottopiano, quando invece è posizionato sotto la superficie del piano. 

A semi-incasso

In questo caso il lavabo è posizionato per metà all’interno del mobile e per metà al di fuori. Sono la soluzione ideale per i bagni molto piccoli, poiché sono pratici da utilizzare e caratterizzati da uno stile minimal. 

Integrato

Il lavabo può essere anche integrato direttamente nel top del mobile, per creare delle soluzioni di design molto chic. Tuttavia, queste soluzioni hanno uno svantaggio, ovvero la capienza ridotta del lavabo stesso. 

Lavabo ad appoggio

Questa tipologia di mobile prevede il lavabo appoggiato sul piano; questo può essere di diverse forme, ad esempio tondo, quadrato o rettangolare. Il mobile in questo caso è piuttosto capiente, tuttavia il lavabo può avere delle dimensioni ridotte e risultare poco pratico da utilizzare. 

Doppio lavabo

Alcuni mobili hanno il doppio lavabo e sono molto utili nelle case dove c’è un solo bagno ma molte persone. Si tratta, però, di mobili più grandi dei precedenti e sono necessari almeno 120 cm per l’installazione.