THE WALKING DEAD: RICOMINCIO DA NEGAN

THE WALKING DEAD: RICOMINCIO DA NEGAN

Torna The Walking Dead, la saga televisiva prodotta da Amc, tratta dall’omonimo comic e trasmessa in Italia da Sky. La serie è giunta ormai alla settima stagione.
L’attesa è spasmodica, grazie anche ad un nuovo personaggio di cui abbiamo intuito le potenzialità nel finale della sesta stagione: Negan, il cattivo che ameremo odiare, oppure che ameremo tout court, a seconda delle nostre private perversioni, ma che non ci lascerà indifferenti.

Ma vediamo di chi si tratta, accennando brevemente al personaggio del fumetto.

walking-dead-magazine-9-san-diego-exclusive-cover

 

La circostanza che Negan sia un personaggio presente anche nella serie a fumetti The Walking Dead di Robert Kirkman, è già garanzia di un carattere ben delineato. Anche se ad essere onesti,  i personaggi presenti solo nel serial, come Daryl Dixon, finora non ci hanno deluso.

Un uomo, un chiodo e una mazza chiodata.

Negan è il leader di un gruppo di circa 70 sopravvissuti, chiamati Salvatori, che vive depredando e pretendendo il pizzo dagli altri sopravvissuti.
L’aspetto fisico del personaggio si ispira a Henry Rollins, cantante del gruppo punk-hardcore americano dei Black Flag. Kirkman ha dotato il personaggio, oltre che della capacità di usare con gran naturalezza l’ultra violenza, di un linguaggio estremamente scurrile, ricco di “f-bomb” (i vari fuck, fucking, insomma) che Negan pronuncia praticamente come intercalare, ma che la AMC ha purtroppo dovuto eliminare dalle puntate televisive (ma non dalla versione in Blu-ray).

Tornando alla serie televisiva.

Jeffrey Dean Morgan (Grey’s Anatomy, Batman v Superman: Dawn of Justice, ecc) è l’attore che interpreta Negan nella settima serie televisiva, del quale abbiamo già scorto la mazza spinosa nel finale della sesta: un figaccione della madonna che non dispiacerà alle fans stufe del silenzioso Norman Rediuus.

Il trailer pubblicato il 22 lug 2016 in occasione della Worldwide premiere of The Walking Dead Season 7 al Comic-Con di San Diego.

I fan ricorderanno che dopo che Rick Grimes e gli altri superstiti hanno deciso di avviare un rapporto commerciale con la Colonia Hilltop, vengono attaccati dai Salvatori e sono costretti a sottomettersi agli ordini di Negan dando ai Salvatori la metà del raccolto, come fanno del resto le altre comunità della zona. Rick e i suoi si mostrano inizialmente obbedienti, ma stanno pianificando con altre comunità della zona di Washington una feroce reazione contro i Salvatori. Negan vive in una fabbrica abbandonata, attorniato da donne, ex fidanzate o mogli di altri uomini, che si comportano come fossero tutte sue mogli.

Negan ha una personalità unica:  la forma più pura di psicopatico che avevamo incontrato fino ad oggi nella serie era quella del Governatore, che aveva tendenze sociopatiche e ricorrenti esplosioni emotive. Negan è temuto e rispettato come un re; la sua è la prima e l’ultima parola sulle attività del suo gruppo, i Salvatori. Controlla i suoi subordinati con intimidazioni e punizioni. Brutale, sboccato, Negan ha un contorto senso dell’umorismo e va in giro con una mazza da baseball su cui ha avvolto del filo spinato e che chiama Lucille come la sua defunta moglie, che non esita ad usare per aprire il cranio a chiunque.

walking-dead-season-7-photo-official-08

Negan detta le sue condizioni a Rick.

 

Negan è inspiegabilmente violento, a volte uccide le persone senza alcun motivo. Tuttavia, il suo comportamento in determinate situazioni potrebbe non essere del tutto insensato. Può essere spietato e implacabile quando vuole raggiungere un obiettivo, ma può apparire anche comprensivo, disposto a risparmiare chi vede come potenzialmente utile, e dimostra di essere ragionevole quando qualcuno cerca di negoziare con lui. Ha una vera e propria avversione per lo stupro e afferma che le sue mogli stanno con lui volontariamente.

Negan ha una grande propensione per la provocazione e i giochi di potere. Più forte è la resistenza alla sua volontà, tanto più sembra godere nel mettere alla prova il suo avversario.

Milioni di persone in trepidante attesa del ritorno di The Walking Dead.
Dopo mesi di finti spoiler, voci e teorie finalmente scopriremo chi ha messo il proprio destino nelle mani di Negan e Lucille e soprattutto chi dei nostri beniamini ha avuto il cranio spappolato da Lucille.

walking-dead-season-7-photo-official-06

Negan: un uomo, un chiodo e una mazza chiodata.

Fino ad oggi, i sopravvissuti hanno vissuto conflitti… La malattia, la fame, decine di morti, la tragedia, il tradimento, e perdite insopportabili ai più.
Grazie a tutto ciò sono diventati formidabili. Forti, potenti. Inarrestabili.

Con la Stagione 7 questo potere gli viene portato via. Avevano trovato sicurezza e stabilità. Avevano creato una casa. Hanno creduto che il mondo fosse il loro.

Hanno creduto di conoscerlo, questo mondo. Si sbagliavano.

walking-dead-season-7-photo-official-07

I zombie sono l’unica certezza.

La prima metà della stagione 7 vede il gruppo frantumato, distrutto, in lutto, a raccogliere i pezzi mentre vive sotto il tallone dell’oppressione. Negan li ha sottomessi brutalmente convincendoli con le cattive a stare alle sue regole con l’esempio terrificante di ciò che accade se non lo fanno.

Altri personaggi, pur a conoscenza di quello che sta accadendo a Rick e agli altri, si sono separati dal gruppo per accidente o per scelta – ma impareranno presto che neppure loro possono sfuggire al Nuovo Ordine di Negan.

La prima metà della stagione ci mostra come i vari personaggi reagiscano a questa nuova “partenza da zero”.

walking dead season-7-photo-official-02

Nuovi personaggi. Nuovi leader. Altre bande di sopravvissuti.

Perchè il leitmotiv della stagione è “il nuovo inizio”.

Come se le prime sei fossero solo un lunghissimo prologo, adesso ci viene mostrato il vero mondo post-apocalittico, che non è quello, terrificante, che avevate pensato che fosse.

È più grande, ed è un posto ancora più pericoloso.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*