TONFO DELLA ROMA A GENOVA, JUVENTUS +4

TONFO DELLA ROMA A GENOVA, JUVENTUS +4

La 22^ giornata di campionato vede la Juventus allungare sulle inseguitrici di 4 punti e con una partita ancora da disputare. Cade clamorosamente la Lazio in casa contro il Chievo, mentre una grande Sampdoria batte 3 a 2 la Roma di Spalletti. Brutta sconfitta anche per il Milan a Udine. Settima vittoria consecutiva per l’Inter che si prepara alla super sfida di domenica prossima allo “Stadium”. La Fiorentina perde una grossa occasione per avvicinarsi alla zona europea pareggiando 3 a 3 in casa contro il Genoa. Pareggio anche tra Torino-Atalanta Cagliari-Bologna e Napoli-Palermo. In zona salvezza, importante vittoria del Crotone sull’Empoli che ridà un minimo di speranze per ciò che riguarda la lotta per non retrocedere nella serie cadetta.

Nel primo anticipo del sabato, la Lazio è chiamata a ripartire dopo il brusco stop in casa della Juve nell’ultimo turno di campionato; all’Olimpico arriva un Chievo reduce da quattro sconfitte consecutive. La partita vede i padroni di casa dominare e sprecare per tutti i 90 minuti con ben 28 conclusioni verso la porta avversaria senza trovare mai la zampata giusta per passare in vantaggio. Ma come succede spesso nel calcio, quando la palla non vuole entrare si viene puniti, ed è così che è andata alla Lazio, quando al 90° subisce il gol del vantaggio dei veneti grazie ad una ripartenza finalizzata da Inglese. Secondo stop consecutivo per la squadra di Inzaghi che vede allontanarsi sempre più la zona Champions.

In serata l’Inter di Pioli infligge un 3 a 0 ad un Pescara sempre più nel baratro raggiungendo così le sette vittorie consecutive proiettandosi sempre più verso quel posto Champions che solo due mesi fa poteva risultare utopistico. È D’Ambrosio a sbloccare la gara al 23° con un piattone a centro area dopo un traversone di Brozovic. A due minuti dalla fine del primo tempo, Joao Mario raddoppia portando i nerazzurri al riposo sul 2 a 0.

il 3 a 0 finale è siglato da Eder subentrato a Perisic solo due minuti prima.

Una bella partita a Torino tra i granata e l’Atalanta, finita 1 a 1 ma che avrebbe potuto assumere contorni più vasti in termini di gol. Dopo un bell’inizio dei padroni di casa, passati in vantaggio al 16° con Iago Falque, la squadra di Gasperini guadagna campo imponendo il gioco e creando molti più pericoli rispetto ai granata. Il pareggio di Petagna al 66° è il giusto premio per la quantità di azioni offensive create dall’Atalanta che con questo pareggio muove la classifica in proiezione Europa League. Continua invece il digiuno di vittorie per il Torino che ha vinto solo una delle ultime otto gare.

La Juventus ritrova il passo vincente grazie anche al modulo offensivo ormai consolidato da Allegri che schiera insieme Cuadrado, Dybala, Mandzukic e Higuain. Passano solo 9 minuti e il “Pipita” sigla il gol del vantaggio dopo una bella azione in velocità costruita dalla coppia Alex Sandro-Mandzukic. La Juve vuole chiudere subito la partita e il 2 a 0 nasce da un pressing vincente dei bianconeri che recuperano palla nella metà campo avversaria concedendo la possibilità a Khedira di segnare il gol che consegna 3 punti fondamentali verso la corsa al sesto scudetto. Fermo a 24 punti il Sassuolo, che non è mai entrato in partita.

Incredibile partita a “Marassi” tra Sampdoria e Roma che danno vita ad una gara pirotecnica e avvincente. Al vantaggio di Bruno Peres dopo 5 minuti risponde Praet al 21° che raccoglie una gran giocata di Muriel anticipando tutti. La Samp gioca con grinta e determinazione creando più occasioni offensive rispetto alla squadra di Spalletti, ma sono proprio gli ospiti a tornare in vantaggio con il solito Dzeko che al 66° infila di sinistro Puggioni. Passano 5 minuti e la forza di volontà blucerchiata viene premiata con il gol del pareggio di Schick. La Samp sfrutta il momento positivo e al 73° completa la rimonta segnando il gol del vantaggio grazie ad una punizione di Muriel, complice una piccola deviazione di Nainggolan che spiazza Szczesny. Con questa vittoria, la squadra di Giampaolo vola a 27 punti. Inchiodata a 47 la Roma di Spalletti che vede allontanarsi la Juve.

Prima vittoria del 2017 per l’Udinese che batte in rimonta per 2 a 1 il Milan. Al vantaggio di Bonaventura dopo soli 8 minuti, risponde Thereau al 31°. Una ripartenza bianconera mette nelle condizioni De Paul di segnare il gol del definitivo 2 a 1 facendo volare la squadra di Del Neri a quota 28 punti. Occasione persa per Montella di recuperare punti a Lazio e Atalanta in proiezione Europa League. Il Milan può recriminare per un brutto fallo di De Paul su De Sciglio poco prima del gol partita, meritevole di un cartellino rosso diretto.

Ben 6 gol al “Franchi” tra Fiorentina e Genoa che impattano sul 3 a 3 dopo che i viola erano addirittura andati sul doppio vantaggio con Ilicic e Chiesa. Il 2 a 0 siglato dal giovane talento in maglia viola sembra poter spianare la gara verso una facile vittoria per la squadra di Sousa, ma il fulminante uno-due della coppia Simeone-Hiljemark riporta la situazione in parità in soli 120 secondi. Il preoccupante calo mentale dei padroni di casa lasciano presagire ad un’inevitabile débacle, ma ci pensa Kalinic ad allontanare i fantasmi di una sconfitta segnando il gol del nuovo vantaggio al 62°. La Fiorentina sfiora il gol del 4 a 2 in altre occasioni, dopo che nel primo tempo aveva avuto la possibilità di mettere al sicuro il risultato con Ilicic e Chiesa (incredibile traversa), ma è il Genoa a trovare nuovamente il pareggio grazie ad un rigore decretato da Orsato per un fallo di mano volontario di Bernardeschi che è stato anche espulso. Dagli 11 metri, Simeone non fallisce regalando un punto che da morale alla squadra di Juric. Occasione persa per i viola che non sfruttano i risultati negativi delle pretendenti all’Europa League. Mercoledì ci sarà il recupero di campionato contro il Pescara allo stadio “Adriatico”.

Il Crotone si aggiudica lo scontro diretto e rosicchia tre punti all’Empoli . Dopo un primo tempo conclusosi in parità grazie alle reti di Stoian al 24° e Mchedlidze al 39°, nella ripresa si scatena Falcinelli che segna prima di testa al 56°, poi su rigore al 91° e infine chiude la gara 1 minuto dopo con una bella triangolazione con Rohden.

Gara ricca di emozioni al “Sant’Elia” tra Cagliari e Bologna: ospiti che soffrono ma hanno il merito di trovare il vantaggio con Destro al 64°. La squadra di Donadoni è incapace di gestire il risultato e nel finale di gara rimane addirittura in nove uomini per le espulsioni di Viviani e Krafth. Ci pensa il solito Borriello a salvare i sardi trovando un meritatissimo pareggio al 92° con una splendida punizione.

Il posticipo che chiude la 22^ giornata, segna l’esordio di Diego Lopez sulla panchina del Palermo del dimissionario Corini. Al “San Paolo”, il Napoli di Sarri ha la ghiotta occasione per agganciare il secondo posto ma deve fare i conti con i siciliani che non vogliono arrendersi ad una discesa in serie B sempre più vicina. La partita inizia bene per gli ospiti e al 6° minuto Nestorovski sfrutta un cross di Rispoli svettando di testa e insaccando alle spalle di Reina. Da questo momento in poi è solo un monologo partenopeo che aumenta la pressione e prova in tutti i modi a ribaltare la partita. Dove non ci arriva Posavec, ci pensa il palo a negare la gioia del gol ai padroni di casa. Come spesso accade in questa stagione, il portiere nerorosa si rende protagonista di grandi parate che spesso vengono vanificate da leggerezze letali, ed è proprio una papera dell’estremo difensore del Palermo a far pareggiare il Napoli: destro potente dal limite di Mertens e pallone che passa sotto le gambe di Posavec. Un pareggio che non accontenta nessuno ma che può dar morale al Palermo per centrare quella salvezza sempre più lontana.

di ales
sono nato a Novi Ligure (AL) il 6 gennaio del 1976. il resto lo devo scoprire pure io.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*