enrico bagnoli

GLI ITALIANI CHE DISEGNANO COME AMERICANI

GLI ITALIANI CHE DISEGNANO COME AMERICANI

I fumetti in stile americano non li disegnano più nemmeno gli americani stessi, ora che si è imposto lo stile fotografico o comunque realistico. Quindi per “fumetti americani” qui intendiamo i comic book di un tempo. Uno stile dinamico e insieme elaborato che in Italia non riesce mai a imporsi, anche se, nel corso degli anni cinquanta, ha in Roy D’Amy (Rinaldo Dami) e altri autori dei rappresentan... »

I FRATELLI MONTECCHI DA BATMAN A PARIS JOUR

I FRATELLI MONTECCHI DA BATMAN A PARIS JOUR

Se negli anni settanta sei un ragazzino che vive ai confini di Milano tra campetti spelacchiati in mezzo a un palazzo e una fabbrichétta gli unici svaghi sono vagabondare, giocare al pallone e leggere i giornaletti della Universo (oltre ai porno dei fratelli più grandi), sfogliando i quali finisce per rimanerti impresso il disegno essenziale dei fratelli Montecchi. Vi racconterò quel poco che so d... »

BATMAN IN ITALIA SI CHIAMAVA ALA D’ACCIAIO

BATMAN IN ITALIA SI CHIAMAVA ALA D’ACCIAIO

Batman nasce nel 1939, nel numero 27 di Detective Comics, dopo un vero e proprio furto di proprietà creativa. Lo sceneggiatore Bill Finger (1914-1974) modifica radicalmente il personaggio schizzato dal disegnatore Bob Kane (vero nome Robert Khan, 1915-1998), trasformando il suo “uomo uccello” in un cupo giustiziere con la maschera dalle inquietanti orecchie a punta, il mantello e la ca... »