I PIÙ BELLI E COMMOVENTI SPOT DELLE FESTE

I PIÙ BELLI E COMMOVENTI SPOT DELLE FESTE

Ogni anno nel periodo delle Feste la televisione, soprattutto quella britannica, trasmette spot commoventi.
Di solito sono piccole storie e il nome dell’azienda che le ha commissionate compare solo alla fine.

 

La storia qui sopra racconta le disavventure natalizie della gatta Nebbia. È stata messa in onda nel 2015 da una catena di supermercati che vende cibo. La protagonista dello spot è la maldestra gatta Nebbia, che causa tutta una serie di guai. Alla fine si rende necessario l’intervento dei pompieri. Però i proprietari della gatta non si inquietano. Festeggiano il Natale insieme a tutti i loro amici e con la gatta Nebbia.
Nella realtà, difficilmente saremmo in grado di accettare con tale aplomb simili comportamenti dei nostri animali domestici.

 

John Lewis & Partners è una catena di grandi magazzini che opera in tutto il Regno Unito. È una cooperativa di proprietà dei dipendenti, attualmente la più grande cooperativa del Regno Unito. Dal 2007 la John Lewis è diventata famosa per la produzione di memorabili spot televisivi natalizi, ripetutamente trasmessi sui social media. Lo spot del 2019 ha come protagonista un draghetto molto sensibile. Si emoziona facilmente e causa molti guai. Finché, con la guida della sua amichetta, riuscirà a donare un pudding natalizio senza causare disastri.

 

In questo spot del 2015, la piccola Lily guarda la Luna dal telescopio. Resta a bocca aperta quando vede un anziano nel bel mezzo del paesaggio lunare. Prova a salutarlo e rimane delusa perché si accorge che lui non può vederla. Il giorno dopo Lily ci riprova. Osserva l’uomo mentre cammina e si siede su una panchina. L’uomo volge lo sguardo verso la Terra con commozione. Lily scrive un messaggio per l’anziano sulla Luna e, munita di arco e freccia, prova a lanciarglielo dal tetto di casa. Niente da fare.
Arriva il Natale: la festa, la gioia, l’albero con i regali da scartare. Ed ecco che sulla Luna, trasportato dai palloncini, vola un pacco: un telescopio per osservare la terra. Ora “The man on the Moon” può vedere Lily che gli fa “ciao” con la manina. Emozionato e intenerito, la saluta a sua volta. Non si sente più solo.
Naturalmente i vecchi soli non sono sulla luna, sono nelle nostre case e nelle nostre città.

 

Quella sopra è la storia di Natale della John Lewis & Partners del 2014. La pubblicità televisiva mostra Sam e il suo amico pinguino Monty che fanno tutto insieme, dal giocare a nascondino a giocare a calcio. Tuttavia, Sam nota che Monty è triste. Si rende conto che desidera ardentemente un compagno. Il giorno di Natale Sam dà a Monty il dono che stava sognando. Gli presenta un pinguino chiamato Mabel. “Regala a qualcuno il Natale che ha sempre sognato” è il motto del racconto natalizio.

 

La società Argos mette il proprio catalogo al centro della campagna natalizia di quest’anno. Il film di tre minuti è stato creato da The & Partnership London, la colonna sonora è Don’t You (Forget About Me) dei Simple Minds (1985).
Comincia con un papà che apre il catalogo Argos. Vede che sua figlia ha fatto un cerchio sul regalo che desidera: una batteria da tre pezzi Junior di Music Alley. A questo punto, la batteria esplode e l’uomo inizia a suonare. I suoi accessori da cucina si trasformano in altoparlanti e luci del palcoscenico, e il video musicale per la canzone inizia a suonare sulla sua televisione. Quando arriva sua figlia, la invita a unirsi a una seconda batteria. La scena diventa uno spettacolo dal vivo davanti a una folla esultante.

La catena di supermercati tedeschi Edeka ha mandato in onda nel 2015 lo spot qui sopra. Un anziano, anno dopo anno, rimane da solo in una grande casa. I figli hanno una brillante carriera e sono sparsi per il mondo. Scrivono lettere di scuse al padre e non si presentano mai. Allora il protagonista della pubblicità decide di fingersi morto. Così, figli e nipoti arrivano per il funerale. Trovano invece una tavola ben apparecchiata e l’anziano genitore che li attende. Tra lacrime e stupore la famiglia ritrova il vero spirito del Natale.
Non credo che potrebbe essere davvero apprezzato uno scherzo macabro di questo genere.

 

Un primo incontro sull’anonimo pianerottolo diventa l’occasione per uno dei vicini di casa per trasformare la casa dell’altro, che non sembra proprio un fan del Natale. La casa del vicino scettico viene così letteralmente invasa da un Natale gioioso e festoso. Con alberi enormi, tavolate imbandite, aiutanti di Babbo Natale e persino una renna in carne e ossa. Uno spirito natalizio che finisce per travolgere e cambiare anche l’umore dello scettico.
Spesso, però, nella realtà i vicini di casa non gradiscono i festeggiamenti del circondario e possono arrivare a chiamare la polizia.

 

Pubblicità del 2016 dell’aeroporto londinese di Heathrow: i nonni ritornano a casa.
Questi anziani sono espatriati alla ricerca di località più calde e più a buon mercato della madrepatria. Ma la festività del Natale li richiama in Inghilterra. Scendono all’aeroporto di Heathrow accolti a braccia aperte dai nipotini.

 

Quello è un piccolo film natalizio del 2014. L’autore è il britannico Phil Beatstall. L’attore protagonista si chiama Chris Ilston. Lo spot è costato solo 50 sterline.
Il protagonista, un giovane uomo, trascorre tranquillo le sue giornate. Il giorno di Natale ascolta una cassetta che gli ha lasciato la sua mamma morta. La cassetta dice: “Ciao Chris, sono la mamma. Buon Natale, cucciolo… Un altro anno è passato. Volevo registrarti questo per dirti una parola che non ti ho ancora detto mai, che è: grazie! Grazie per prenderti del tempo per ricordarmi, dopo tutti questi anni… Non riesco a credere che presto avrai 30 anni, vorrei poter essere li per vedere come stai crescendo, per vedere che tipo di uomo sei diventato. So che sarei comunque cosi orgogliosa di te! Quindi, eccoci qui: la mia ultima cassetta! Vorrei poterti parlare ogni Natale, ma… è tempo di dirci addio! Però ricorda quanto ti voglio bene, non dimenticarlo mai quello, ok? Io sarò sempre la tua mamma! Prima che finisca lascia che ti racconti la storia del giorno più bello della mia vita: il giorno in cui sei nato!”.
Il regista, con questo piccolo film, dimostra che si può essere molto efficaci anche spendendo poco.

 

Nel film della Nutella per le feste natalizie compare una famiglia come quella che tutti vorremmo avere. Un bambino raccoglie i momenti condivisi durante l’anno per regalarli all’interno di vasetti personalizzati. Ci vuole ricordarci che il regalo più bello è il tempo trascorso insieme alle persone che amiamo. Così il Natale diventa una preziosa occasione per prendersi dei momenti insieme.
A fare da colonna sonora alla pubblicità una canzone natalizia che inizia con “Little me, I have a lovely light”.  Si intitola Twinkle Twinkle Little Me ed è stata interpretata da Stevie Wonder nel 1967.

 

Con la regia di Matthieu Mantovani, lo spot è realizzato dalla casa di produzione The Family, sotto la direzione creativa di McCann Worldgroup Italia.
Un bambino cerca di attirare un vicino di casa per favorirne l’incontro con la madre single Anna.
Lo spot tenta di contraddire l’esperienza dei genitori. Spesso infatti i nuovi compagni dei genitori single sono osteggiati dai figli. Al punto che a volte le madri e i padri finiscono per rassegnarsi alla solitudine sentimentale per evitare grane.

 

Il simpatico vecchietto dello spot della società polacca “Allegro” compra attraverso la piattaforma online un corso di inglese e si esercita coscienziosamente a imparare. Infine, lascia il suo cagnetto alla vicina e parte per l’Inghilterra. Si fa portare in taxi presso l’abitazione del figlio che abita lì. Entra in casa accolto dal figlio e dalla sua compagna, mentre una bambina si avvicina timidamente. Il vecchietto polacco le rivela in inglese che è suo nonno. Lo spot è del 2016.

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*