DEVILMAN, IL CAPOLAVORO DI GO NAGAI

DEVILMAN, IL CAPOLAVORO DI GO NAGAI

Go Nagai è uno dei mangaka più conosciuti in occidente, grazie soprattutto alle versioni animate dei suoi robot, come Goldrake, Mazinga e Jeeg Robot.Ma Nagai non è soltanto questo: le sue opere toccano vari generi, facendo di lui un autore poliedrico. Oltre ai megarobot ha prodotto serie come Scuola senza pudore, una commedia di genere erotico; Cutie Honey con protagonista una giovane donna androide che combatte il crimine; e Violence Jack, su un brutale antieroe che agisce in un mondo postapocalittico. Ma il suo capolavoro riconosciuto all’unanimità da pubblico e critica è Devilman, un horror dai toni splatter in cui Nagaisi fa interprete di una profonda critica alla società. IL PRECEDENTE: MAO DANTE Non ci sarebbe stato Devilman se prima Nagai non avesse creato Mao Dante, opera che ne an... »

L’EDITORIALE CORNO PRIMA DELLA MARVEL

L’EDITORIALE CORNO PRIMA DELLA MARVEL

Come per molti ragazzini che avevano iniziato a leggere i supereroi Marvel dal loro apparire nel 1970, anche per me la chiusura della mitica Editoriale Corno nei primi anni ottanta coincise con la fine dell’adolescenza e con il diminuire dell’interesse per i fumetti. La passione però, sotto le ceneri, rimase e mi spinse a scoprire che l’Editoriale Corno esisteva anche prima dell’avvento dei supereroi. Per tutti gli anni sessanta era stata una casa editrice dinamica che aveva alternato molti flop a pochi, ma significativi, successi, segnando in qualche modo la storia del fumetto italiano. Le testate edite durante il primo decennio di vita furono molte, speriamo di essercele ricordate tutte… Viva! (1960) Negli anni cinquanta Andrea Corno era un giovane dipendente della Banca Popo... »

I ROBOTTONI DI GO NAGAI

I ROBOTTONI DI GO NAGAI

Go Nagai è uno dei più influenti fumettisti – o mangaka, come si dice in Giappone – di sempre. Le sue opere sono conosciute e apprezzate in diverse parti del mondo, anche grazie alle trasposizione animate. Gli anime tratti dai suoi fumetti hanno conquistato l’Italia, a partire dalla fine degli anni settanta, facendo da apripista all’invasione dei prodotti proveniente dal Sol Levante. Nagai è stato un autore poliedrico, una fucina di idee che ha prodotto fumetti di vario tipo, spesso mescolando i generi: dal satirico ed erotico Scuola senza pudore (1968) all’horror-splatter di Mao Dante (1971) e soprattutto a Devilman (1972), da molti ritenuto il suo capolavoro e a cui presto dedicheremo un approfondimento. Go Nagai è anche autore di Cutie Honey (1973), una ragazza androide dalle numerose i... »

SONO ANDATA IN EGITTO PER VEDERE SE ESISTE

SONO ANDATA IN EGITTO PER VEDERE SE ESISTE

L’Egitto è ricco di antichità, di reperti, di meraviglie, più di quanto io potessi immaginare da bambina. La realtà supera qualunque fantasia. Alle scuole elementari andavo a visitare il Museo egizio di Torino. Almeno una volta all’anno riuscivo a convincere mio padre ad accompagnarmi. Quando arrivavano i parenti dal paesello cercavo di convincerli che il Museo egizio era assolutamente da vedere. Di solito, con  scarsa fortuna.   Ero riconoscente a Bernardino Drovetti (1776 – 1852) perché era stato lui a raccogliere e portare a Torino il grosso della collezione. Era un canavesano nato a Barbania che si era arruolato nell’esercito napoleonico nel 1798, durante la campagna d’Egitto. I viaggiatori piemontesi  I piemontesi, che sono un po’ “montagnini e schivi”, han... »

MATITE BLU 380

MATITE BLU 380

. »

ANNE ASKEW, TORTURATA DA ENRICO VIII

ANNE ASKEW, TORTURATA DA ENRICO VIII

Per capriccio e presunzione, il re Enrico VIII nel 1534 dichiara la separazione della chiesa inglese da quella di Roma. Il cancelliere Thomas More, che cerca di opporsi, viene destituito e giustiziato (come filosofo, More ipotizzava una società libera e tollerante). Inoltre vengono soppresse le abbazie, i monasteri, i conventi e tutti gli ordini religiosi. Le loro terre vengono sequestrate dalla monarchia e in parte rivendute ai nobili. Molte delle antiche biblioteche delle abbazie vennero distrutte e i contadini che per secoli avevano lavorato sui campi dei monasteri persero le loro case ed il loro lavoro. Il risultato fu che una massa di disoccupati andò ad affollare le città dell’Inghilterra, specialmente Londra, creando i quartieri miserabili pieni di malavitosi detti “slum”. Sia Enric... »

IL JOKER DI PHOENIX È FANTOZZI

IL JOKER DI PHOENIX È FANTOZZI

Joker, fortunata pellicola del 2019 diretta da Todd Philips, ispirata all’omonimo supercriminale della Dc Comics, altri non è che… Fantozzi, il personaggio nato in un romanzo scritto da Paolo Villaggio nel 1971, che nel 1975 è arrivato sul grande schermo con la regia di Luciano Salce. A prima vista sembra assurdo accostare la nemesi di Batman allo sfigato per eccellenza del cinema italiano, eppure se analizziamo bene i due film vediamo come narrino entrambi la stessa storia, sia pure con toni differenti. Joker è un film cupo dai toni drammatici, che si rifà alle pellicole americane di fine anni settanta e inizio ottanta, come Taxi Driver di Martin Scorsese. Fantozzi è un classico della tragicommedia italiana, come I Soliti Ignoti o Amici Miei.Entrambe le pellicole rappresentano una critica... »

STORIA DEL FUMETTO WESTERN IN ITALIA

STORIA DEL FUMETTO WESTERN IN ITALIA

Dall’immediato dopoguerra fino agli anni settanta il Far West è stato per il fumetto italiano il luogo per eccellenza dell’avventura, della nobiltà dei sentimenti e dell’esaltazione della virilità maschile. Questo West, che derivava dai film di John Wayne, è stato innanzitutto un luogo dello spirito e della mente, nonché un formidabile repertorio di archetipi e di personaggi. Il processo di smitizzazione avviene soprattutto all’interno del genere cinematografico, per poi estendersi inesorabilmente al fumetto. Inizia negli anni sessanta con i film di Sergio Leone e il fenomeno degli spaghetti western. Passa attraverso i cosiddetti film “politici” italiani di Lizzani, Damiani, Petroni e Corbucci per giungere infine ai film “revisionisti” americani (schierati cioè dalla parte dei pellirosse) ... »

WALT DISNEY COPIÒ WALLACE CARLSON?

WALT DISNEY COPIÒ WALLACE CARLSON?

Per la comprensione di questo articolo sul giovane Walt Disney è raccomandata la visione del cortometraggio di Wallace Carlson: Dud Leaves Home (1919), della durata di 5 minuti. Link: https://www.youtube.com/watch?v=uRFaP0xkCeA E del cortometraggio di Walt Disney Cinderella (1922),della durata di 7 minuti. Link: https://www.youtube.com/watch?v=bN2y4amytN8 Per chi volesse approfondire: How Animated Cartoons Are Made (1919), durata 09:52. Link: https://www.youtube.com/watch?v=7W2KItoS3Ww Questo è il 5° articolo di un ciclo sull’arte disneyana del periodo giovanile a Kansas City (clicca QUI per leggere i precedenti). L’intento di questa ricerca è quello di trovare il “Disney factor”, ossia ciò che ha reso Walt Disney qualcosa di unico. Partendo dall’inizio! Nei precedenti capitoli sugli esord... »

COLORLESS, UN MONDO SENZA COLORI

COLORLESS, UN MONDO SENZA COLORI

Sulla scena del manga italiano ha fatto il suo debutto Musubi Edizioni, un editore che per quanto giovanissimo ha dimostrato di credere nel proprio progetto e amare i manga, al punto da partire con due serie che meritano di essere scoperte e portate alla ribalta. Si inizia con Colorless di Kent, un manga post-apocalittico unico e particolare che mixa influenze provenienti da vecchie e intramontabili opere manga, per catapultarle nel futuro dando vita a una storia ricca d’azione. In un futuro forse non così lontano, a causa di una crisi ambientale il mondo intero ha… perso i colori! Forti eruzioni solari hanno cancellato dalla faccia della Terra ogni singolo colore, con una vera e propria operazione di de-pigmentazione che ha causato gravi danni e catastrofi a livello ecolo... »

IL LIBRO NERO DEL BRASILE

IL LIBRO NERO DEL BRASILE

Mi presento, sono Francine Arioza, laureata in mediazione linguistica e scienze politiche: sono stata la prima scrittrice brasiliana in Italia ad affrontare la criminologia brasiliana. Con “Il libro nero del Brasile. Storie brasiliane di serial killers, omicidi, sette religiose e altri fatti cruenti” getto luce su aspetti raramente esplorati della società brasiliana, affrontando argomenti come sette religiose, satanismo, cannibalismo e serial killer. In questo articolo presento un capitolo del libro. Le sette distruttive C’è una grande differenza tra una setta religiosa distruttiva e una non distruttiva. Una setta distruttiva o totalitaria esplora la vulnerabilità dei propri membri cercando di ottenere il controllo completo su di loro, di solito utilizzando tecniche psicologiche come il la... »

È PIÙ FORTE UN LEONE O UN TYRANNOSAURUS?

È PIÙ FORTE UN LEONE O UN TYRANNOSAURUS?

Fotogramma da “Jurassic World – Fallen Kingdom” (c) Universal. Silhouette da PhyloPic.org La rete abbonda di domande assurde dedicate a ipotetici combattimenti tra animali (una mentalità che denota un decadimento mentale da tardo impero, ma senza il Colosseo in cui sfogarsi), e siti apposta coltivano questa perversa passione per la zoologia lobotomizzata. Ma questo blog è diverso. Se propongo domande idiote e pacchiane, non è fine a sé stesso, ma si propone (spera, si illude) di suscitare una riflessione più profonda. Direte: “cosa può esserci di profondo nel domandarsi chi vinca in uno scontro tra un leone ed un Tyrannosaurus rex, domanda impossibile da verificare, e comunque, è ovvio che vince il dinosauro, pesa 30 volte più di un leone, una sua sola gamba genera ... »

MATITE BLU 379

MATITE BLU 379

. »

I MERCENARI E LA RINASCITA DEI FILM ACTION

I MERCENARI E LA RINASCITA DEI FILM ACTION

The Expendables (letteralmente “I sacrificabili”), tradotto da noi come I mercenari, è un franchising ideato da Sylvester Stallone. Nell’epoca di blockbuster sui supereroi, il vecchio Sly ha saputo ritagliarsi uno spazio sfruttando abilmente l’effetto nostalgia per il genere “action” che negli ottanta e novanta era garanzia di incassi. RAMBO E L’ASCESA DEI FILM ACTION Sylvester Stallone è esploso sulla scena di Hollywood nel 1976 con l’incredibile successo avuto da Rocky, pellicola nata da una sua sceneggiatura che ha fortemente voluto interpretare. Da quel momento a Stallone piovono numerose offerte, ma nessuno dei sui lavori successivi ha saputo replicare il successo del primo. Sly prese parte all’incompreso F.I.S.T. (ispirato al sindacalista Jimmy Hoffa) e a film dalle buone recensioni ... »

AULA ALLA DERIVA

AULA ALLA DERIVA… UNA STORIA HORROR

Oggi ci occuperemo di Aula alla deriva di Kazuo Umezz, nella sua nuova edizione targata Star Comics. Come si fa a parlare di Kazuo Umezz senza avere paura di sbagliare? Be’ ditemelo, perché ogni volta che mi ritrovo a scriverci su, la paura è tanta e l’ansia dell’errore è dietro l’angolo. Però non potevo davvero esimermi dal parlarvi di Aula alla deriva, una delle sue opere più conosciute e apprezzate che torna tra gli scaffali di librerie e fumetterie grazie a Star Comics, che ci offre un’edizione davvero ben curata. Prendete una scuola elementare giapponese come tante altre… e catapultatela in un luogo imprecisato. A partire da questo incipit nasce una delle storie più inquietanti dei manga, una storia che ruota attorno ad alcuni alunni delle elem... »

PV - IMMAGINE PUBBLICA

PV – IMMAGINE PUBBLICA

. »

Tags:
LA TOURNÉE IN ITALIA DEL 13ENNE MOZART

LA TOURNÉE IN ITALIA DEL 13ENNE MOZART

Ben prima di Sanremo, la nostra Penisola costituiva un importante palcoscenico in campo musicale e canoro, oltreché un trampolino di lancio per tanti giovani talenti. Nel Settecento, in particolare, chiunque ambisse a far carriera nell’arte cara ad Euterpe doveva passare da qui, non solo per affinare vocalità e melodia, ma anche per impratichirsi nella lingua italiana, perché allora le opere si componevano e recitavano quasi sempre in italiano. Il signor Leopold Mozart, padre affettuoso e al tempo stesso dotato di senso degli affari, sul finire del 1769 decise dunque di partire dalla nativa Salisburgo per accompagnare il figlio Wolfgang Amadeus, nato il 27 gennaio del 1756, in un lungo viaggio destinato a toccare quasi tutto il Belpaese. Doveva infatti mostrare agli Italiani e al mondo int... »

PIERO FINÀ, IL GOLIARDA CHE VINSE A SANREMO

PIERO FINÀ, IL GOLIARDA CHE VINSE A SANREMO

Piero Finà, figlio di un finanziere sardo, nasce ad Ancona il 23 ottobre 1942, ma crescerà a Piombino, in Toscana nella Maremma. Dopo il liceo classico frequenta la facoltà di lettere e filosofia nell’Università di Pisa. Entra nella locale goliardia, tra una festa e l’altra impara l’uso della chitarra e scopre il suo talento musicale. Assume lo pseudonimo di Astarotte, il nome del demone aveva un significato di anarchia e anticlericalismo. In una sua canzone che parafrasava la Batracomiomachia, la satirica guerra tra i topi e le rane di Giacomo Leopardi, Finà cantava: “Dove c’è preti non c’è libertà”, facendo il parallelo delle rane con gli Stati Uniti e dei topi con l’Unione Sovietica. Quando sono entrato in goliardia a Torino, nel 1974-75, Finà è già una vedette nell’ambito goliardico na... »

I DINOSAURI IN JURASSIC WORLD

L’ACCURATEZZA DEI DINOSAURI IN JURASSIC WORLD

Saluti, amanti dei dinosauri! Benvenuti a un nuovo post di Theropoda Blogspot, dove ci immergiamo nell’affascinante mondo dei rettili preistorici. Oggi metteremo sotto la lente d’ingrandimento la accurata rappresentazione dei dinosauri nel mondo cinematografico, con un focus particolare sulla serie di film di Jurassic World. La saga di Jurassic Park, iniziata negli anni ’90 con l’opera pionieristica di Steven Spielberg, ha catturato l’immaginazione di milioni di persone in tutto il mondo, portando i dinosauri dal passato remoto direttamente sul grande schermo. Tuttavia, con l’avanzare della tecnologia e delle conoscenze scientifiche, è emersa una crescente preoccupazione riguardo alla precisione delle rappresentazioni dei dinosauri in questi film. Jurass... »

DOROTHEA PENSA ALLA TUA VECCHIAIA

DOROTHEA PENSA ALLA TUA VECCHIAIA

Un’elegante signora di 52 anni attraversa la città di Sacramento in taxi con tremila dollari nella borsetta. Ha dovuto lasciare in banca tutti gli altri soldi che aveva spillato ai suoi inquilini: con i poliziotti che controllavano ogni suo movimento, non sarebbe stato saggio ritirarli. Così, invece, è riuscita a tagliare la corda davanti ai loro occhi. Ora però deve fermarsi in un bar per prendere qualche cocktail: le piacciono gli alcolici, unitile negarlo. Dopo aver bevuto vede tutto più chiaro. Deve lasciare subito la città: Sacramento sarà pure la capitale della California, ma è un centro piuttosto piccolo.Meglio prendere l’autobus e spingersi a sud, nella sconfinata Los Angeles, dove nessuno la troverà mai. Pochi giorni dopo, in un pub della metropoli, la donna nota un uo... »

Sicilia on the road: itinerario perfetto da ovest a est

Sicilia on the road: itinerario perfetto da ovest a est

Andare in Sicilia è una di quelle esperienze che bisogna provare almeno una volta nella vita. Il modo migliore per visitare l’isola è partire all’avventura senza scadenze fisse e lasciandosi guidare esclusivamente dalla bellezza dei luoghi. Ecco perché un viaggio on the road potrebbe essere l’ideale per chi vuole conoscere questa terra in ogni sua parte. Ecco un’idea di itinerario. Le tappe della Sicilia Orientale Una volta arrivati in traghetto a Messina il viaggio può iniziare proprio da qui. Questa è conosciuta non solo perché è la prima città che si incontra arrivando dal mare, ma anche perché ospita uno degli orologi astronomici più belli del mondo. Si trova in pieno centro, a Piazza Duomo, insieme al Duomo di Messina e alla fontana di Orione. Chi ha tempo a disposizione può organizza... »

Tags:
ELISABETTA I, LA REGINA DELLA RINASCITA

ELISABETTA I, LA REGINA DELLA RINASCITA

Cadeva una neve leggera a Londra nella mattinata del 15 gennaio 1559, ma le strade erano già ridotte a pantano. Centinaia di servitori fin dalla notte precedente avevano fatto il possibile per colmare con sabbia e ghiaia le buche più profonde, in modo che la fastosa processione composta da una lunga teoria di carrozze potesse avanzare senza troppi problemi. La folla era quella delle grandi occasioni, ma se il popolo doveva accontentarsi delle retrovie, nobili e cortigiani potevano contendersi i posti migliori. Dopo una lunga attesa ecco finalmente comparire una portantina luccicante nei suoi broccati dorati, scortata da lacchè in livrea rossa sulla quale risalta ben visibile, ricamato in argento dorato, il blasone “E.R.”, per “Elisabetha Regina”. All’esclamazi... »

MATITE BLU 378

MATITE BLU 378

. »

MILLE E UNA SERA: YELLOW SUBMARINE E ALTRI CARTONI

MILLE E UNA SERA: YELLOW SUBMARINE E ALTRI CARTONI

Abbiamo parlato QUI della prima edizione del programma televisivo contenitore Mille e una sera, trasmesso tra il 1970 e il 1971: proseguiamo con la seconda. La seconda edizione del programma di raffinati cartoni animati iniziò sabato 23 ottobre 1971 sul Secondo canale alle 21.15: Mario Accolti Gil riproponeva le serie di corti, medi e lungometraggi. Caratteristica di questa nuova edizione fu la presentazione delle opere realizzate in giro per l’Europa Occidentale e Orientale, da Parigi a Praga, da Londra a Zagabria, visionate nelle cineteche e nei festival specializzati. Il nuovo ciclo fu quindi una rassegna delle scuole nazionali di ciascun paese. Si iniziò dalla “Scuola di Zagabria”. Gianni Rondolino, critico cinematografico ed esperto di cinema d’animazione, presentava gli autori dei fi... »

I GRAFICI NEL TRADING: SUPPORTI E RESISTENZE

I GRAFICI NEL TRADING: SUPPORTI E RESISTENZE

Nel mondo del trading online, comprendere e utilizzare gli strumenti di analisi tecnica è fondamentale per prendere decisioni informate e profittevoli. Tra i concetti più importanti e diffusi nell’analisi tecnica ci sono i livelli di supporto e resistenza. Questi concetti forniscono ai trader punti di riferimento cruciali per identificare possibili livelli di prezzo in cui potrebbero verificarsi inversioni di tendenza o consolidamenti del mercato. Cos’è un Livello di Supporto? Il supporto è un livello di prezzo al di sotto del quale è probabile che un titolo o un mercato non scenda facilmente. È come un piano su cui il prezzo sembra trovare un sostegno prima di riguadagnare slancio rialzista. Tecnicamente, il supporto si riferisce a una zona di prezzo in cui la domanda per un d... »

TRUFFE SUL WEB, GUIDA ALLE PIÙ DIFFUSE

TRUFFE SUL WEB, GUIDA ALLE PIÙ DIFFUSE

Con l’aumento della presenza online e delle transazioni digitali, le truffe sul web sono diventate sempre più diffuse e sofisticate. Gli utenti sono esposti a rischi di frodi, phishing e altre truffe online che possono compromettere la loro sicurezza e causare perdite finanziarie. Vediamo di seguito alcune delle truffe più diffuse su internet, compresa quella del trading online che si sta diffondendo sempre più. 1. Phishing Il phishing è una delle truffe online più comuni ed è caratterizzato dall’invio di e-mail, messaggi o siti web fraudolenti che cercano di convincere le vittime a condividere informazioni personali o sensibili, come password, numeri di carte di credito o informazioni bancarie. I truffatori spesso si spacciano per istituzioni finanziarie, società di carte di c... »

TUTTE LE STORIE DI ZANARDI

TUTTE LE STORIE DI ZANARDI

Massimo Zanardi è uno dei personaggi più rappresentativi della disillusione giovanile che caratterizzò gli anni ottanta. Eppure rimane anche una scheggia impazzita che non si riesce a comprendere fino in fondo. Un giovane che, come cantava Giovanni Lindo Ferretti “non studia, non lavora, non guarda la tv, non va al cinema e non fa sport”. Il simbolo vivente di una generazione che, come ha detto Pier Vittorio Tondelli, “non ha mai realmente creduto in niente se non nella propria dannazione”. Zanardi appartiene, come il suo creatore, a un gruppo di ragazzi che guardò le facce dipinte degli indiani metropolitani, una sorta di hippy italiani, contestare i leader sindacali e politici.  “La fantasia distruggerà il potere e una risata vi seppellirà” era uno dei loro slogan più riusciti.... »

BLUEBERRY DI CHARLIER E GIRAUD

BLUEBERRY DI CHARLIER E GIRAUD

Mike Steve Donovan, detto Blueberry, non assomiglia fisicamente a Jerry Spring, il personaggio di Jije che lo precede nella storia del fumetto western francese. Già dal primo episodio ci viene presentato come un affascinante mascalzone dal naso rotto, ispirato fisicamente all’attore francese Jean-Paul Belmondo, che lo caratterizza imprimendogli le stigmate del ribelle. Coraggioso e spiritoso, incline a usare la testa come i pugni, Blueberry ha vizi e difetti che lo definiscono tanto quanto le sue virtù. “Bevitore, giocatore, guascone, indisciplinato, canaglia, contestatore, insolente…”, si legge nei rapporti dei suoi superiori. Realizzato da una delle coppie di autori più acclamate, il belga Jean-Michel Charlier ai testi e il francese Jean Giraud (che si firma Gir su Blueberry e Moebi... »

ELS, BABS E IL PARACADUTE

ELS, BABS E IL PARACADUTE

Il 9 nevembre 2006 due amiche, Babs ed Els, salgono sul Cessna di un aeroclub del Belgio insieme all’istruttore e a un altro uomo. Raggiunti i 4000 metri d’altezza, si lanciano tutti insieme come hanno fatto tante altre volte. Prima di aprire i paracadute, tre di loro uniscono le mani per alcuni attimi, disegnando con i corpi una stella in mezo al cielo. Poi, spingendosi a vicenda, si separano. Babs, che si era lanciata una frazione di secondo più tardi, non è riuscita a unirsi agli altri come avevano programmato. Non le rimane che tirare la cordicella del paracadute, per planare dolcemente verso terra. Uno dopo l’altro, nel cielo si aprono tre grandi fiocchi bianchi. Manca solo Els, che dopo avere tirato la sua cordicella, si accorge con orrore che dalla sacca legata die... »

MINI VIP CONTRO ELON MUSK?

MINI VIP CONTRO ELON MUSK?

Si sapeva che sarebbe accaduto prima o poi. Il reponsabile è un sudafricano residente in Texas, Elon Musk, stimato come l’uomo più ricco del mondo, fondatore di PayPal; proprietario del social Twitter, ora X; della Tesla, specializzata in auto elettriche e pannelli fotovoltaici; dellla compagnia aerospaziale Space X e dei cantieri di costruzioni Boring. La notizia del giorno, dunque, è che Elon Musk ha fatto impiantare nel cervello di un essere umano un microchip Telepathy della sua azienda Neuralink, che permetterà, secondo le notizie date, di collegare le onde cerbrali con il computer. Lo scopo, principalmente medico, consentirebbe alle persone paralizzate di controllare un cursore o una tastiera con il solo pensiero con tutti i vantaggi che potrebbero conseguire. Per alcuni critic... »

LA LUNA E L’ACCIAIO, UN SAMURAI SFIGATO E UNA SPECIE DI STREGA

LA LUNA E L’ACCIAIO, UN SAMURAI SFIGATO E UNA SPECIE DI STREGA

Raga’, ma quanto è bello “La luna e l’acciaio” di Daruma Matsuura (edito J-Pop Manga)? Be’… l’ho detto! Scusate l’introduzione, ma questo manga è una piccola perla in un vasto panorama ricco di storie e di avventure. In questo immenso parco di manga, dove ne abbiamo letti davvero di tutti i generi e tipi, uno come quello di Daruma Matsuura riesce a distinguersi e a salire quel grandino che permette di scorgerlo a distanza e di farsi notare anche dai lettori più acerbi. Sin dalle prime pagine di “La luna e l’acciaio” veniamo catapultati nella vita di Konosuke Ryodo, figlio di un ex samurai e ormai diventato lui stesso un samurai di bassissimo rango. Konosuke è letteralmente scartato da una società che lo rifiuta per il suo st... »

Pagina 114 di 114«112113114