RICORDANDO IL MAESTRO DEL MUSICAL STANLEY DONEN IN 7 SEQUENZE

Stanley Donen

È scomparso il 23 febbraio Stanley Donen, uno degli ultimi grandi registi del cinema hollywoodiano classico. Nato il 13 aprile del 1924 nello stato della Carolina del Sud, ha iniziato la carriera artistica negli anni quaranta come ballerino e coreografo, passando poi dietro la macchina da presa per firmare alcuni tra i più riusciti musical della storia.

Stanley Donen
Donen però si è distinto anche in generi diversi da quello che lo ha reso un celebrato maestro. Il modo migliore per ricordarlo è quindi quello di godersi sette sequenze tratte da alcuni dei suoi capolavori.
Cominciamo con uno straordinario numero musicale tratto da Un giorno a New York (On the Town, 1949), diretto insieme a Gene Kelly e che segna l’esordio registico di Stanley Donen.

 

Cantando sotto la pioggia (Singin’ in the Rain, 1952)

“Un’interessante iniziativa fu quella del ballerino Stanley Donen che, in collaborazione con Gene Kelly, varò diversi film cantati e danzati come Un giorno a New York, Cantando sotto la pioggia e altri, la cui trama si svolge quasi integralmente in esterni. In questa maniera venne rinnovato e ringiovanito il genere”.
René Jeanne / Charles Ford

 

Il giuoco del pigiama (The Pajama Game, 1957)

“Con la complicità di Vera Ellen, Audrey Hepburn, Doris Day, Suzy Parker, verificò il celebre aforisma: Il cinema è far fare cose graziose a donne graziose. Danzò tutta l’estate, e fu un’estate prodigiosa”.
Jean-Luc Godard

 

Il mio amico il Diavolo (Bedazzled, 1967)

“Ma la più bella variazione umoristica sull’argomento (il patto col Diavolo, NdA) è senz’altro Il mio amico il Diavolo, regia di Stanley Donen, interpreti Dudley Moore e Peter Cook: un timidissimo cuoco di tavola calda accetta di dannarsi pur di conquistare la cameriera Margaret”.
Ferruccio Alessandri

 

Due per la strada (Two for the Road, 1967)

Due per la strada non è un film interessante – qualificazione che in questo come in molti altri casi mi sembra del tutto fuori luogo – ma un film da guardare. Perché è spesso molto piacevole alla vista e all’udito”.
Piero Arlorio

 

Il boxeur e la ballerina (Movie Movie, 1978)

“La Hollywood dell’happy end, convenzionale e ottimistica, è rievocata con convincente arguzia e suscitando qualche pensiero nostalgico: se temi e personaggi sono irrisi come maschere ipocrite di una dura realtà, rimane inalterato e ancora esemplare il piacere del lavoro ben fatto, di una tecnica narrativa prodigiosa che il regista ammirevolmente rinverdisce”.
Stefano Stefani

 

Saturn 3 (Id. 3, 1980)

Il penultimo film di Stanley Donen è un thriller fantascientifico sceneggiato dallo scrittore inglese Martin Amis, tratto dal romanzo di Steve Gallagher. Ha qualche punto di contatto con Alien, uscito nel 1979, ma non gli è di molto inferiore. Due scienziati, il maggiore Adams e la sua giovane assistente Alex, accolgono su un satellite di Saturno il capitano Benson, proveniente dalla Terra per controllare le ricerche che i due stanno effettuando. Benson porta con sé un modello avanzato di robot, Hector. Invaghitosi di Alex, cerca di prendere il controllo di Saturn 3 e di eliminare Adams, ma non ha fatto i conti con Hector. Donen conferma il suo inimitabile talento visivo e la tecnica sopraffina, riuscendo a creare momenti di autentica suspense.

 

Filmografia completa di Stanley Donen

Un giorno a New York (On the Town) (1949)
Sua altezza si sposa (Royal Wedding) (1951)
Marito per forza (Love Is Better Than Ever) (1952)
Cantando sotto la pioggia (Singin’ in the Rain) (1952)
Fearless Fagan (1952)
Tre ragazze di Broadway (Give a Girl a Break) (1953)
7 spose per 7 fratelli (Seven Brides for Seven Brothers) (1954)
Così parla il cuore (Deep in My Heart) (1954)
È sempre bel tempo (It’s Always Fair Weather) (1955)
Cenerentola a Parigi (Funny Face) (1957)
Il gioco del pigiama (The Pajama Game) (1957)
Baciala per me (Damn Yankees) (1957)
Indiscreto (Indiscreet) (1958)
Damn Yankees (1958)
Ancora una volta con sentimento (Once More, with Feeling) (1960)
Pacco a sorpresa (Surprise Package) (1960)
L’erba del vicino è sempre più verde (The Grass Is Greener) (1960)
Sciarada (Charade) (1963)
Arabesque (1966)
Due per la strada (Two for the Road) (1967)
Il mio amico il diavolo (Bedazzled) (1967)
Quei due (Staircase) (1969)
Il piccolo principe (The Little Prince) (1974)
In 3 sul Lucky Lady (Lucky Lady) (1975)
Il boxeur e la ballerina (Movie Movie) (1978)
Saturn 3 (1980)
Quel giorno a Rio (Blame It On Rio) (1984)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*