LO SPECCHIO DI TUDYK: CON MAN (2015)

LO SPECCHIO DI TUDYK: CON MAN (2015)

Con Man è un prodotto seriale del 2015, realizzato per il web, che segue le vicende di Wray Nerely, un attore in difficoltà dopo la cancellazione della serie tv cult Spectrum, sci-fi di cui era tra i protagonisti.
Wray continua la sua vita tra convention, sessioni d’autografi e meeting con bizzarri fan, durante cui sperimenta le difficoltà del successo-lampo e quanto sia difficile restare nei cuori e nelle grazie della gente.

con-man-alan-tudyk-mindy-sterling

Per capire meglio questa serie e averne una giusta chiave di lettura dobbiamo fare un passo indietro, precisamente nel 2002: in quell’anno, infatti, la Fox lanciò sull’allora ancora poco denso mondo del broadcast Firefly, una serie tv a metà tra lo sci-fi e il western diretta da Joss Whedon (già creatore di Buffy e in seguito regista di The Avengers) che divenne un cult per gli appassionati del genere in pochissimo tempo.
Dopo una sola stagione la serie fu cancellata, nello sconforto più totale del fandom rimasto orfano del nuovo feticcio; nel 2005, con l’uscita del lungometraggio Serenity, che dava alla serie una conclusione degna e faceva luce sulle zone d’ombra per forza di cose non sviluppate, i fan ebbero quantomeno il modo di salutare il capitano Reynolds (interpretato da Nathan FIllion) e la sua ciurma di cui faceva parte anche Alan Tudyk nel ruolo del pilota Hoban “Wash” Washburne.

20150310213318-spectrum_cards

Alan Tudyk è il creatore, produttore, regista e protagonista di Con Man, che diviene in parte uno specchio distorto e volutamente grottesco della sua vita post-Firefly.
La serie è stata finanziata via crowdfunding dai fan, che hanno accolto con entusiasmo (e più di 3 milioni di dollari, di cui 1 solo nelle prime 24 ore della campagna) il ritorno sullo schermo dei loro eroi.
Sì, perché oltre a Tudyk, la serie vede la partecipazione anche di Fillion nel ruolo di Jack Moore, attore che dopo Spectrum è diventato un A-Lister di Hollywood – all’opposto di Nerely, continuamente amareggiato per non aver mai ricevuto una seconda chance dopo la chiusura della serie – e di quasi tutto il cast originale di Firefly (alcuni anche nei ruoli di loro stessi), insieme ad alcune comparsate di gente del calibro di Milo Ventimiglia, Seth Green, la voce originale di Chris Griffin, e James Gunn, regista del campione di incassi Guardians of the Galaxy per i Marvel Studios oltre che di Slither e varie pellicole per la Troma.
La seconda stagione dovrebbe illuminare i monitor dei vostri pc entro la fine del 2016; al già nutrito cast si aggiungeranno anche new entry tra cui Lou Ferrigno, il primo storico Hulk televisivo, e tantissime nuove guest star.

Con-Man-e1445390766324

Imprescindibile per tutti i fan orfani di Firefly che non vedono l’ora di rivedere i propri eroi in azione, Con Man è consigliata anche a chi un po’ si rivede nello strambo fan in costume che chiede al suo idolo se tornerà mai a fare ciò per cui lo hanno amato, senza sapere che magari ha diverse ambizioni e che c’è la possibilità che sotto sotto lui odi quel genere di cose.
Ma comunque vi sorride, vi firma un autografo e via, al prossimo giro.

vivo tra immaginario pop, fantascienza, nuvolette e altre cazzatelle. Cerco risposte nei libri di Palahniuk e non nella Bibbia.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*