LA PRIMA STORIA DI PLASTIC MAN TRADOTTA IN ITALIANO

LA PRIMA STORIA DI PLASTIC MAN TRADOTTA IN ITALIANO

Uno dei più divertenti e innovativi fumetti di superoi creati negli anni quaranta è sicuramente Plastic Man.

Ideato, scritto e disegnato dal grande Jack Cole, “Plas” fece la sua prima apparizione sul primo numero di Police Comics con data di copertina agosto 1941.


L’eroe estensibile non iniziò la sua carriera di costumed crimefighter (come venivano allora chiamati i supereroi) salutato dal suono trionfale di fanfare. Difatti, il personaggio era solo un riempitivo per il nuovo albo pubblicato dalla casa editrice Quality di “Busy” Arnold.

Il fulcro del nuovo mensile doveva, secondo le intenzioni dell’editore, essere il personaggio di Firebrand che campeggiava in copertina, occupando la prestigiosa posizione di apertura e 11 pagine interne (contro le misere 6 di Plastic Man, piazzate nel centro dell’albo).

Ma il pubblico sapeva riconoscere il valore e, tolto il disegno eccellente, Firebrand era un personaggio scialbo, mentre l’uomo elastico di Cole era chiaramente destinato a lasciare il segno.

Così, Plastic Man conquistò in breve la copertina di Police Comics, la posizione d’apertura e fino a 15 pagine interne e Firebrand svanì dalle pagine e dalla memoria dei lettori.

La vita editoriale di Plastic Man alla Quality Comics fu piuttosto lunga: continuò ad apparire regolarmente su Police Comics fino al n.102 (ottobre 1950) ed ebbe anche un albo proprio, Plastic Man, che fu pubblicato per 64 numeri dal dicembre 1943 al novembre 1956, alla chiusura della casa editrice.

Il personaggio continua a vivere ancora oggi, acquisito nel panteon della Dc Comics, ma senza l’originale brillantezza dell’irraggiungibile Jack Cole, che, peraltro, aveva già dalla fine degli anni quaranta lasciato il suo eroe ad altri autori: Gill Fox, Alex Kotzky, John Spranger…

La storia che abbiamo tradotto è la prima assoluta del personaggio (quella di Police Comics n.1), non ancora affiancato dalla spalla comica, il cicciottello Woozy Winks, che appare dal novembre 1942 (Police Comics n.13).

3 commenti

  1. […] Latella ha tradotto qui la prima storia di Plastic Man per Giornale POP).  […]

  2. […] il protagonista di una breve storia senza pretese, ma, su Silver Streak n. 7, venne rilanciato da Jack Cole, che lo contrappose in un’epica lotta in cinque parti al suo supercattivo The […]

  3. […] in crisi profonda: gli unici rimasti in edicola erano Superman, Batman, Wonder Woman della Dc e Plastic Man della Quality. Tutti gli altri, compresi quelli della Timely/Marvel, avevano chiuso. Ormai andavano […]

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*