IT, IL NUOVO FILM TRATTO DAL CAPOLAVORO DI STEPHEN KING

IT, IL NUOVO FILM TRATTO DAL CAPOLAVORO DI STEPHEN KING

“It” è un romanzo horror di Stephen King pubblicato nel 1986.

Il capolavoro di King si sviluppa come una lunga e sinistra saga corale tra orrori e drammi umani senza speranza, introducendo tutti i temi che in seguito diventeranno il marchio di fabbrica dello scrittore statunitense: la forza soverchiante della memoria, i traumi infantili, la violenza nascosta dietro la maschera felice, la grettezza degli abitanti di una ridente cittadina americana.

Dal libro era già stata tratta una omonima miniserie televisiva nel 1990 e ora sta per arrivare sugli schermi cinematografici una omonima trasposizione cinematografica.

L’uscita di It – Parte 1: il Club dei Perdenti, primo atto dell’adattamento firmato Andrés Muschietti del monumentale romanzo It di Stephen King, è prevista per il 19 ottobre 2017.

Ecco il nuovissimo, inquietante trailer ufficiale italiano:

Muschietti e la produzione hanno deciso di dividere la narrazione che alterna presente e passato del libro in due film, uno dedicato al passato (con i protagonisti bambini nella cittadina di Derry) e l’altro concentrato sui protagonisti ormai adulti richiamati a Derry dalla maledizione che torna a palesarsi.
Tra gli interpreti di It c’è, molto coerentemente, Finn Wolfhard, il Mike di Stranger Things: spudorato omaggio all’immaginario anni Ottanta, nei quali è stata ambientata la sezione del passato.

Rispetto alla serie tv, che durava quattro ore, i due film potrebbero avere costretto gli autori a comprimere eccessivamente un romanzo di ben 1000 pagine, ma il vero difetto della miniserie era che, essendo trasmessa in tv, ha dovuto subire una serie di censure nelle parti veramente terrificanti del romanzo di Stephen King.

Anche nel film probabilmente sono stati omessi quei momenti che probabilmente avrebbero imposto il divieto ai minori di 18 anni, ma le limitazioni saranno sicuramente più ridotte.

Un altro problema della miniserie era il budget, che, essendo una produzione televisiva del 1990, si rivelò piuttosto risicato, con gravi ripercussioni soprattutto su effetti speciali e scenografia.

Ma se una cosa della serie ha lasciato il segno, è stata l’interpretazione di Tim Curry nelle vesti della mostruosa creatura con le sembianze di un clown chiamata Pennywise, che in qualche modo verrà citata anche nella versione cinematografica.

Già leggendario interprete in The Rocky Horror Picture Show, Tim Curry, colpito da ictus nel 2012, purtroppo è immobilizzato su una sedia a rotelle.

 


GIORNALE POP cerca articolisti e redattori.
Chi fosse interessato scriva a info@giornalepop.it

La collaborazione sarà di tipo volontaristico.

2 commenti

  1. […] fiutato il ritorno di moda del filone di cui il film di It è l’apripista, come già fu per il Pulp Fiction negli anni novanta, gli esperti di marketing […]

  2. […] nell’omonimo adattamento televisivo del 1990. Oggi, nell’anno domini 2017, il regista argentino Andrés Muschietti, manco a farlo apposta ventisette anni dopo, ci tiene a dirci anche lui ‘sta […]

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*