iPhone 7 PRONTO ALLA PARTENZA

iPhone 7 PRONTO ALLA PARTENZA

Sono giorni che sui siti di settore non si parla di altro. Sarà bello? Sarà brutto? Lungo corto basso grasso stretto curvo?

Ed eccoci finalmente arrivati al tanto atteso 7 settembre, data della presentazione ufficiale di casa Apple del nuovo iPhone 7.

Alle 19 in punto ora italiana inizia l’evento in diretta streaming mondiale.

Alle 18.44 Amazon aveva già pubblicato le informazioni per l’acquisto dello smartphone e dei suoi accessori, sul sito statunitense. Ops.

Prima che Tim Cook parta con la presentazione di dettaglio di iPhone7, Apple twitta per errore per tre volte le funzionalità del nuovo nato di casa Apple, e subito dopo cancella i tweet. Ops, ops e ancora ops.

“Il migliore mai creato”, così lo definisce Tim Cook durante il keynote Apple al Graham Civic Center di San Francisco. E parte con la presentazione di quanto si è già visto nella mezzora precedente!

Al lancio sarà disponibile in due versioni (iPhone7 e iPhone7 Plus). Si vocifera di una terza versione, che verrà rilasciata nel 2017 in occasione del decennale del lancio di iPhone e che avrà funzionalità futuristiche come la lettura dell’iride.

Ha nuove e sofisticate fotocamere per “foto perfette”, grazie al sistema di stabilizzazione ottica che riduce le sfocature delle immagini in movimento, a una maggiore apertura del diaframma per catturare fino al 50% in più di luce rispetto ad iPhone6s, e a un flash che fa il 50% di luce in più rispetto al brutto e vecchio iPhone6. La versione iPhone7 Plus ha complete due fotocamere, che conferiscono profondità alla foto e che in fase di zoom permettono di conservare la stessa qualità dell’immagine iniziale. È impermeabile e può resistere ad una profondità di un metro per ben trenta minuti, dovesse venirci voglia di una prova di apnea.

Il design è pressoché invariato, ma verrà introdotto nella gamma di colori il nero, in versione lucida e opaca. Perché il nero, si sa, va bene con tutto e smagrisce.

Monta il nuovo chip A10 Fusion, che aumenta la potenza di elaborazione, e riduce il consumo di batteria.

Il jack per le cuffie verrà rimosso, e la sua funzione incorporata nella porta Lightning, l’ingresso dello smartphone che si usa per scaricare dati sul pc e per caricare il telefono. Il dispositivo sarà comunque commercializzato con un adattatore che ci consentirà di utilizzare le nostre cuffie, ma se non siamo degli inguaribili nostalgici possiamo comprare AirPods, i nuovi e fighissimi auricolari Bluetooth.

3

E il tasto “Home”, quello che si rompeva spesso e volentieri, ve lo ricordate?

Non sarà più un tasto vero e proprio, ma un tasto a stato solido, molto più resistente ed al tempo stesso sensibile alla pressione. Il telefono avrà inoltre altoparlanti stereo e un nuovo display Retina HD per “colori da cinema” come scrive Apple sul proprio sito: maggiore luminosità, gamma cromatica più ampia… un bel lavoro insomma!

Altra novità: viene eliminata la memoria a 16Gb, e si parte da quella a 32Gb, in listino allo stesso prezzo di iPhone6 16Gb che continuerà ad essere commercializzato.

Volete sapere quanto costa? Ah sì giusto… si parte dai 799 euro di iPhone7 32 Gb.

I nuovi iPhone arrivano in Italia il 16 settembre, in preordine dal sito Apple dal 9 settembre.
Curiosi di provarli? Noi sì. E anche di sapere che ne pensate.

Pasticcera per vocazione. Lavoro leggo scrivo faccio la moglie, madre, figlia e spirito santo. O almeno ci provo.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*