HAMILTON VINCE ANCHE A MONZA, BUON PODIO PER VETTEL

HAMILTON VINCE ANCHE A MONZA, BUON PODIO PER VETTEL

Dopo la trasferta sulle Ardenne, il circus della Formula 1 si sposta in Italia, più precisamente presso l’Autodromo Nazionale di Monza, per la tredicesima prova del mondiale 2017. Il circuito brianzolo ospita quest’anno l’ottantottesima edizione del Gran Premio d’Italia.
Si tratta di una delle corse di maggior tradizione sportiva (in calendario per la Formula 1 fin dal 1950), nonché uno degli appuntamenti più attesi da tutti gli appassionati di automobilismo.

La pioggia disturba le qualifiche del sabato

Le qualifiche del sabato sono state disturbate dalla pioggia battente.
La Ferrari si è trovata in difficoltà con le gomme da bagnato e deve accontentarsi di schierare le sue due vetture in terza fila.
La Red Bull ha chiuso Q3 con i suoi due piloti in seconda e terza posizione, ma l’intervento dei meccanici per la sostituzione di alcune componenti motoristiche e le relative penalità previste in questi casi dal regolamento arretrano Verstappen e Ricciardo rispettivamente in tredicesima e sedicesima posizione.
Davanti a tutti parte dunque ancora una volta la Mercedes di Lewis Hamilton.
Per il trentaduenne pilota britannico si tratta della pole position numero 69 in carriera, nuovo record assoluto per la Formula 1. Il record precedente era di 68 pole e apparteneva al campione tedesco Michael Schumacher.
Il bagnato in qualifica spesso mischia leggermente le carte e anche questa volta non è mancato il risultato a sorpresa. Accanto ad Hamilton, prende infatti il via dalla prima fila il giovane Lance Stroll, al volante della Williams.
Figlio di un ricchissimo imprenditore canadese, Stroll aveva già messo in evidenza discrete doti di guida centrando il terzo posto in gara a Baku.
Dalla seconda fila parte Esteban Ocon e anche per il pilota francese si tratta di un risultato insperato. Dietro alla sua Force India l’altra Mercedes, quella di Bottas.
Ultima fila per l’ex ferrarista Alonso.


La Starting Grid del Gran Premio di Monza

1. L. Hamilton (Mercedes) – 2. L. Stroll (Williams)
3. E. Ocon (Force India) – 4. V. Bottas (Mercedes)
5. K. Raikkonen (Ferrari) – 6. S. Vettel (Ferrari)
7. F. Massa (Williams) – 8. D. Kvyat (Toro Rosso)
9. K. Magnussen (Haas) – 10. S. Pérez (Force India)
11. M. Ericsson (Sauber) – 12. P. Wehrlein (Sauber)
13. M. Verstappen (Red Bull Racing) – 14. N. Hulkenberg (Renault)
15. C. Sainz Jr. (Toro Rosso) – 16. D. Ricciardo (Red Bull Racing)
17. J. Palmer (Renault) – 18. S. Vandoorne (McLaren)
19. F. Alonso (McLaren) – 20. R. Grosjean (Haas)


Gara asciutta e tutti i piloti con la strategia di un solo pit stop.
Allo start Hamilton mantiene facilmente il comando, sfruttando anche la timidezza di uno Stroll molto preoccupato di non rovinare la propria corsa con un contatto al via. Contatto che invece avviene tra Massa e Verstappen. L’olandese ne esce con un taglio all’anteriore destra e deve rientrare ai box per una fermata supplementare.
Nelle posizioni di testa, già nei primi giri Bottas e Vettel si liberano dei concorrenti più lenti e si lanciano all’inseguimento del battistrada Hamilton.
Raikkonen invece lamenta problemi al posteriore e non riesce ad attaccare Ocon e Stroll. Il team lo richiama per uno pit stop anticipato già al quattordicesimo giro.
Hamilton comanda la gara inseguito da Bottas e Vettel. Dietro c’è bagarre tra Ocon e le due Williams.
Paga la strategia di Ricciardo di allungare al massimo il primo stint. L’australiano cambia gli pneumatici per ultimo, al trentottesimo dei cinquantadue giri totali e con gomme fresche può attaccare le due Ferrari nel finale di gara. Scavalca facilmente Kimi, ma non riesce a prendere la scia di Vettel.
Vince Hamilton davanti al compagno di squadra Bottas. Vettel è terzo e centra il miglior risultato possibile in gara dopo le qualifiche negative. Quarto Ricciardo davanti a Raikkonen e Ocon. Settimo Stroll, che nel finale resiste agli assalti del compagno di scuderia Massa. Ai punti anche Perez e Verstappen.


Per quel che riguarda la lotta per il titolo iridato, giornata positiva per Hamilton che raggiunge quota 238 punti e scavalca Vettel (235 punti) in cima alla classifica.

Lewis Hamilton saluta dal podio il numeroso pubblico italiano

Il 17 settembre si correrà a Singapore, su un tracciato che per caratteristiche tecniche si preannuncia favorevole alle vetture di Maranello. La sfida per il mondiale continua.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*