GUIDA AI GADGET DI TOPOLINO ENTRATI NELLA LEGGENDA

GUIDA AI GADGET DI TOPOLINO ENTRATI NELLA LEGGENDA

I gadget di Topolino degli ultimi decenni sono ormai dei veri e propri giocattoli. Si va dal pupazzetto o action figure, agli autoveicoli componibili dei personaggi: astronavi, auto, marchingegni dei Bassotti e attrezzature di Paperinik. Un galeone, il castello dei Wizard of Michey e persino l’intera città di Paperopoli con mappa, case e deposito sulla collina Ammazzamotori.


I primi gadget di Topolino, quelli degli anni sessanta, settanta e ottanta sono più semplici, ma forse anche più carismatici. Oltre ai vari album di figurine e cataloghi dei giochi in prossimità delle feste natalizie, ci sono medaglie, finte monete, francobolli veri o di metallo, gagliardetti e giochini vari che per noi, bimbi all’epoca, erano omaggi graditissimi.

Prima dei gadget di Topolino

I primi regali extra-giornalino, non dei veri gadget, iniziano negli anni cinquanta. Nel 1952 ci sono state le ministorie “Paperosinfonie”, piccole avventure di Paperino. Poi vengono allegati calendari disneyani, cartoline per la partecipazione a concorsi e le figurine della “Grande Enciclopedia di Topolino”, in regalo a partire dal n. 220 del 10 ottobre 1959 fino al n. 400 del 28 luglio 1963. Ben 12 album divisi in 9 volumi, che parlano di animali, corpo umano, piante, invenzioni e scoperte con figurine che si ritagliano dal settimanale di Topolino per attaccarle sull’album.


Il n. 500 del 27 giugno 1965 ha come allegato un cartoncino con una farfalla, posata su una foglia inserita a metà del giornalino.


Seguono poi cartoline e l’album di figurine dedicato al Mondiale di Calcio del 1966, il primo catalogo promozionale di giochi Edison Giocattoli nel n. 628. Oltre ad altri cataloghi promozionali di giocattoli, negli anni settanta vengono regalati ben sette album di figurine in omaggio, tre dei quali calcistici: l’album dei Mondiali di calcio del 1974 (Topolino 961 del 28 aprile 1974); dei Campionati di calcio italiani del 1977-1978 (Topolino 1139 del 25 settembre 1977) e 1979-1980 (Topolino 1245 del 7 ottobre 1979). Poi ci sono due album dedicati ai giocattoli Mattel di Barbie (Topolino 1060 del 21 marzo 1976) e Big Jim (Topolino 1143 del 23 ottobre 1977). Infine due album sui cartoni animati: Bianca e Bernie (Topolino 1154 del 8 gennaio 1978) e Remì (Topolino 1247 del 21 ottobre 1979).

Operazione Dollaro

La prima serie di gadget di Topolino vera e propria è la “Operazione Dollaro”, dal numero 708 del 22 giugno 1969 al n. 713 del 27 luglio.

 
Ogni numero del settimanale ha in allegato una “moneta” raffigurante su un lato il volto di un personaggio Disney e sull’altro il simbolo del dollaro. All’operazione è affiancato un concorso a premi per i lettori. A differenza delle “operazioni” che seguiranno, questa non è abbinata ai fumetti di Topolino.


Sono in tutto sei monete raffiguranti, nell’ordine: Pluto, Pippo, Topolino, Archimede, Zio Paperone e Paperino da un lato, e dall’altro il simbolo del dollaro.

Operazione Miliardo

La seconda serie dei gadget di Topolino è la “Operazione Miliardo”, che inizia il 5 aprile 1970 sul n. 749 e finisce il 24 maggio con il numero 756, accompagnando gli episodi della celeberrima saga a fumetti “Storia e gloria della dinastia dei Paperi”.


In tutto sono otto monete raffiguranti alcuni personaggi Disney in versione “storica”: “Paperone Astronauta”, “Paperina Cleopatra”, “Pippo Imperatore”, “Nonna Papera Clan scozzese”, “Minni Regina”, “Paperino Corsaro”, “Topolino Soldato nordista”, “Rockerduck Davy Crockett”.


Ognuna rappresenta la moneta che Paperino e i suoi nipotini utilizzano all’interno dell’episodio per evocare un capitolo della storia della dinastia. Su ogni moneta è coniato il volto del personaggio principale a cui la storia è collegata.

I numeri degli episodi
Topolino 749: “Zio Paperone e il rimbombo lunare”
Topolino 750: “Paperina e i papiri del Pah-Peh-Rheo”
Topolino 751: “Petronius Paperonius e i sesterzi di Pippus Augustus”
Topolino 752: “Paperon McPaperon e le sterline di Trisnonna Papera”
Topolino 753: “Paperin de la Scalogna e il re dell’arena”
Topolino 754: “Paperino e il fuorilegge di Pensacola”
Topolino 755: “Zio Paperone e i cannoni del Mississippi”
Topolino 756: “Zio Paperone e l’oro del Klondike”

La saga è realizzata dallo sceneggiatore Guido Martina, con i disegni di Romano Scarpa e Giovan Battista Carpi.
I vari episodi raccontano le gesta degli antenati della famiglia dei paperi, partendo dall’antico Egitto fino alla corsa all’oro in America, attraversando i millenni: dopo l’antico Egitto, si passa agli imperatori di Roma, poi si va in Scozia e in Spagna, fino a raggiungere il Nuovo Mondo con la spedizione di Colombo del 1492 e, infine, il Klondike.
C’è anche la possibilità di acquistare il “Portamonete di Paperone” per custodire le monete in regalo.


Affianca la raccolta delle monete il concorso con la collaborazione della Banca Commerciale Italiana, che dà ai vincitori la possibilità di aprire un “Libretto di risparmio Topolino” di 10mila Lire.

I francobolli di San Marino


L’iniziativa “I francobolli di San Marino” inizia su Topolino n. 804 del 25 aprile 1971, dove c’è in regalo il primo francobollo con il cartoncino per conservarlo, e finisce con il n. 809 del 30 maggio.



In tutto sono 6 francobolli: Paperino – Lire 5, Archimede – L. 2, Minni – L. 4, Pluto – L. 3, Gambadilegno – L. 1, Pippo – L. 10. La serie, emessa dalla Repubblica di San Marino in collaborazione con Bolaffi per celebrare Walt Disney, è composta da 10 pezzi.
I quattro francobolli non inclusi nell’omaggio sono quelli più “costosi”: Zio Paperone – L. 15, Qui Quo Qua – L. 50, Topolino – L. 90, Walt Disney – L. 220.

Le Medaglie Olimpiche

Le Medaglie Olimpiche sono una serie di gadget di Topolino in occasione delle Olimpiadi di Monaco del 1972. La serie inizia su Topolino n. 856 del 23 aprile 1972 e prosegue fino al n. 861 del 28 maggio.


In regalo a ognuno dei sei numeri c’è una medaglia che rappresenta un personaggio Disney impegnato in una disciplina olimpica: Zio Paperone – Sollevamento pesi, Pippo – Lancio del disco, Paperino – Tuffi, Minni – Pattinaggio, Eta Beta – Tiro con l’arco e Topolino – Salto degli ostacoli.


Anche in questo caso ad affiancare la raccolta c’è un fumetto a puntate che vede protagonisti i “paperi” (con i camei di Topolino, Pippo, Minni, Pluto) in Operazione Olimpiadi. Nella storia Zio Paperone prova a conquistare un alloro olimpico coinvolgendo i suoi parenti e amici. La storia scritta da Guido Martina con vari disegnatori: Giovan Battista Carpi, Marco Rota e Luciano Bottaro.

Operazione Quack

L’Operazione Quack è una serie di gadget di Topolino che inizia nel n. 906 dell’8 aprile 1973 e termina nel n. 916 del 17 giugno.


In tutto sono dieci “francobolli” in metallo con raffigurati Zio Paperone, Paperinik, Nonna Papera, Archimede, Topolino, Pluto, Clarabella, Gambadilegno, Paperino e Pippo.
Nel n. 908 viene regalato il raccoglitore, che può essere rosso, blu o verde.


La raccolta è accompagnata da una storia a episodi autoconclusivi. In ogni episodio il personaggio raffigurato sul francobollo (e anche sulla copertina del Topolino) tenta di risolvere il “Segreto del Totem Decapitato“, una specie di caccia al tesoro ideata da Zio Paperone.
La serie di episodi è scritta dal solito Guido Martina, con i disegni di Giovan Battista Carpi, Guido Scala, Giorgio Cavazzano e Massimo De Vita. Nell’ultima storia, su Topolino 916, Zio Paperone, dopo aver svelato il mistero, fa una “auto-pubblicità” annunciando la pubblicazione de “I pensieri di Paperone”, un libro che viene davvero messo in vendita scritto da Guido Martina e disegnato da Giovan Battista Carpi nello stile del Manuale delle Giovani marmotte.

Bandierine con personaggi Disney

Le Bandierine con personaggi Disney vengono allegate da Topolino n. 985 del 13 ottobre 1974 fino al n. 990 del 17 novembre.


Le bandierine sono di plastica a forma triangolare, su ognuna è rappresentato un personaggio Disney in versione “medievale” con, in basso, una sillaba che forma una “frase misteriosa”. Al termine della collezione si scopre che la frase è “Viva Topolino”.


I personaggi effigiati nell’ordine di pubblicazione, che non segue la sequenza della frase, sono: “Topolino Moschettiere”, con la sillaba “TO”; “Gambadilegno alabardiere”, “VI”; “Paperone con armatura e spadone”, “LI”; “Pippo alle prese con una mazza chiodata”, “NO”; “Paperino con una lancia flessuosa, “PO”; “Paperoga con l’archibugio”, “VA.

Il Grande Gioco di Robin Hood

L’uscita nelle sale del nuovo lungometraggio Disney “Robin Hood” ispira una nuova serie di gadget di Topolino.


Sul numero 1009 del 30 marzo 1975 compare il “Grande Gioco di Robin Hood”, una specie di gioco dell’oca con i personaggi e l’ambientazione del Robin Hood disneyano.


Poi, nel n. 1010 del 6 aprile 1975, si trova in regalo il raccoglitore degli scudetti in metallo di Robin Hood: “Il grande scudo di Sherwood”, che può essere marrone, rosso o verde.



Dal numero successivo, fino al n. 1016 del 18 maggio (6 numeri in totale), viene allegato uno “Scudetto di Sherwood” con i volti di Principe Giovanni, Fra’ Tac, Robin Hood, Little John, Sir Biss e infine lo Sceriffo di Nottingham.

Super atleti delle Olimpiadi

Con Topolino n. 1066 del 2 maggio 1976 inizia la raccolta dei “Super atleti delle Olimpiadi”, per celebrare le Olimpiadi di Montreal di quell’anno.


Il primo regalo è il “Grande gioco delle Topoliniadi”, un gioco dell’oca basato sulle discipline del Decathlon.


Quindi, a partire dal n. 1067 del 09 maggio, in ogni numero troviamo un “Superatleta in metallo”, ovvero un personaggio Disney impegnato in una disciplina olimpica.


“Topolino – Corsa”, “Pippo – Basket”, “Paperina – Tuffi”, “Gambadilegno – Hockey su prato”, “Paperino – Calcio”, “Zio Paperone – Lancio del disco”.

Nel numero 1069 del 23 maggio è allegato il raccoglitore in plastica nera.


La serie termina con il n. 1073 del 20 giugno. In tutto, Topolino regala sei atleti, mentre i sei mancanti possono essere trovati nelle confezioni dei bastoncini Findus.


Quelli riservati allo sponsor sono “Archimede – Sciabola”, “Minni – Ginnastica artistica”, “Rockerduck – Getto del peso”, “Gastone – Ginnastica”, “Paperoga – Pugilato”, “Un Bassotto – Sollevamento pesi”.

 

Il QuiQuoQua

Con il numero n. 1119 del 08 maggio 1977 inizia la raccolta dei gadget di Topolino intitolata “Il QuiQuoQua“, allegando la scatola e il regolamento.


Dal numero successivo e fino al n. 1124 del 12 giugno arrivano la scacchiera, le pedine, i ticket, i gettoni “Win” e i segnapunti con le tabelle indicanti le varie combinazioni.

 

Portaritratti dei personaggi Disney

Dal n. 1225 del 20 maggio 1979 inizia la raccolta del gadget di Topolino “Portaritratti dei personaggi Disney”, tutti dalla forma rotonda tranne uno quadrato.


Termina con il numero 1229 del 17 giugno: in tutto sono cinque cornici, ma con doppi ritratti da scegliere: nel primo numero “Minni e Topolino”, nel secondo “Paperina e Paperino”, nel terzo “Clarabella e Pippo”, nel quarto “Qui Quo Qua e Pluto” (l’unico quadrato) e infine “Nonna Papera e Zio Paperone”.


Su Topolino n. 1247 del 21 ottobre 1979 vengono allegati i “Portaritratti dei calciatori” e nei numeri successivi fino al 1250 si regalano le figurine dei “Grandi Calciatori” da inserire, a scelta, nel portaritratti seguendo lo stesso principio di quelli precedenti dei personaggi Disney.

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*