GIOCHIAMO A “GAME OF THRONES”?

GIOCHIAMO A “GAME OF THRONES”?

La rinomata serie tv Game of Thrones, adattamento della saga romanzesca A Song of Ice and Fire di George R. R. Martin, non ha certo bisogno di presentazioni visto il successo planetario ottenuto.
Un harmony del fantasy, con poca magia, non manicheistico, tutto intrighi, decapitazioni, sesso incestuoso, pugnalate alle spalle, sesso con mignotte, impalamenti, torture, politica macchiavellica, battaglie, sesso di gruppo e rapimenti. Ma non solo! Anche intrighi, sesso e decapitazioni!

Un insieme di elementi che appagano soprattutto il pubblico femminile: il principe azzurro tira ancora un sacco, specialmente al rogo.
Allora, mentre ci inoltriamo nell’autunno (vi aspettavate un Winter is Coming, eh?) cosa c’è di meglio (e fallimentare) per il piccolo nerd che è in noi di chiudersi in casa con qualche fanciulla e provare a conquistarla con un bel gioco da tavolo ispirato al Trono di Spade?

Naturalmente qui si tratta di giochi più complessi del classico Risiko o Monopoli, ma proprio per questo decisamente più appaganti e divertenti. I giochetti viziosi in cosplay non sono contemplati, per quelli dovrete rivolgervi ad altre sezioni di Giornale Pop. Poiché si tratta di giochi non “per adulti”, la componente erotica della serie è assente, al contrario fiumi di sangue e duelli politici da far impallidire Hillary & Trump sono ammessi e approvati. Da notare che solo alcuni di questi titoli dispongono della licenza della serie tv, la maggior parte si basa direttamente sui libri.

Ne Il Trono di Spade: Il Gioco da Tavolo 2° Edizione possono affrontarsi da 3 a 6 giocatori, ciascuno al comando di una delle rispettive casate della serie per la conquista del trono di Westeros. Il gioco prodotto dalla Fantasy Flight Games ha ottenuto ottimi voti e diversi riconoscimenti da parte della critica ed è distribuito in italiano da Giochi Uniti. Sono anche uscite due espansioni.

Il gioco da tavolo

Il gioco da tavolo

Il Trono di Spade: Il Gioco di Carte  2° Edizione: si tratta di un Living Card Game (LCG) ovvero un gioco di carte che diversamente da quelli collezionabili (come ad esempio Magic) prevede una distribuzione fissa e non casuale delle carte all’interno di ogni pacchetto di espansione (e nella scatola base), il che elimina problemi di collezionismo e caccia alle “rare”. Non elimina però il problema dei doppioni e il gioco in quanto “living” prevede comunque una serie di espansioni con cadenza regolare. Il gioco è distribuito in Italia da Asterion Press e qui è possibile vedere altre immagini e dare una letta alle regole.

Il gioco di carte

Alcune carte del gioco

Le Battaglie di Westeros è un gioco incentrato sui conflitti bellici della serie. La scatola comprende oltre 130 miniature in plastica e svariati altri accessori per darsele di santa ragione e dominare i campi di battaglia del mondo creato da Martin.

Alla pugna!

Alla pugna!

Proseguiamo con due titoli che sfruttano direttamente la licenza della serie tv HBO, ovvero Il Trono di Spade: Il gioco a quiz e Il Trono di Spade HBO. Il primo è un trivia dove i giocatori possono sfidarsi a chi la sa più lunga sulle prime quattro stagioni della serie. Qui sul sito di Asterion Press altre immagini e regolamento. Il secondo è un gioco di carte non collezionabili in cui due giocatori, uno a capo della casata Stark, l’altro/a dei Lannister, dialogano di massimi sistemi e tisane drenanti. Utilizza una versione leggermente semplificata delle regole rispetto al LCG di cui ho accennato sopra e come immagini usa le foto della serie tv. É distribuito in italiano da Giochi Uniti.

gotquiz

Nome, cognome e codice fiscale!

Chiude la carrellata dei giochi disponibili nella lingua del Bel Paese Il Trono di Spade: Intrighi a Westeros, giochino semplicissimo e molto più breve rispetto ai precedenti creato dal noto game designer Reiner Knizia, per 2-6 giocatori. Si tratta di far combaciare carte di colori simili per fare una piramide. Il tema di GoT non ha nulla a che vedere con le meccaniche del gioco.

Per chi conosce l’inglese l’offerta è ancora più ampia. La Fantasy Flight Games ha deciso di sfruttare al massimo le licenze della serie. Qui la loro pagina dove è possibile leggere articoli, consigli strategici e le regole dei diversi giochi. Tra quelli non disponibili anche in italiano abbiamo Game of Thrones: The Iron Throne (che verrà localizzato in italiano con data da definire da Asterion Press) che non è altro che un retheming del noto Cosmic Encounters; e A Game of Thrones: Hand of the King con grafica cartoonesca e ancora non disponibile. Per leggere una preview del gioco cliccare qui

Dicevo sopra che i boardgames qui presentati sono più complessi dei soliti Risiko e Monopoli. Ebbene, per la serie l’eccezione che conferma la regola Usaopoly è un editore statunitense specializzato nel reskinning o retheming di giochi classici che propone le versioni Game of Thrones di Cluedo, Risiko e Monopoli, non annunciate in italiano, però.

gotmon

Attacco la Kamchatka col drago senza passare per il via!

Siamo giunti alla fine di questa carrellata, direi che ce n’è per tutti i gusti: per chi vuole divertirsi in prima persona, calandosi nelle atmosfere della popolare serie fantasy di Martin, magari approfittando della passione per la serie tv e avere il modo di avvicinarsi al bel mondo dei giochi da tavolo che, in un’epoca fatta di relazioni social digitali, ci permettono di passare qualche ora di divertimento con altre persone distogliendo gli occhi da uno schermo.

“The night is dark and full of terrors”

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*