IN EUROPA LEAGUE PREZIOSE VITTORIE IN TRASFERTA PER LE DUE ITALIANE

IN EUROPA LEAGUE PREZIOSE VITTORIE IN TRASFERTA PER LE DUE ITALIANE

Dopo il ritorno della Champions, anche le squadre impegnate nell’Europa League riprendono questa settimana il loro cammino verso la finale. Ricordiamo che in questa competizione vengono recuperate otto compagini provenienti dalla Champions League, dunque la fase ad eliminazione diretta non inizia dagli ottavi, ma dalle gare di andata dei sedicesimi di finale.

La fase a gironi ha visto l’eliminazione dell’Inter e del Sassuolo. Le uniche squadre rimaste a rappresentare il calcio italiano sono dunque la Roma e la Fiorentina.

I viola allenati dal portoghese Paulo Sousa sono impegnati alle 19 di giovedi 16 febbraio al Borussia Park, lo stadio del Borussia Moenchengladbach.
Dieter Hecking, tecnico dei padroni di casa, sceglie il 4-2-3-1 e manda in campo Sommer; Jantschke, Christensen, Vestergaard, Wendt; Kramer, Dahoud; Herrmann, Stindl, Johnson; Thorgan Hazard.
Gli ospiti rispondono con un 3-4-2-1 che prevede Tatarusanu; Gonzalo Rodriguez, Astori, Sanchez; Tello, Badelj, Vecino, Maxi Olivera; Borja Valero, Bernardeschi; Kalinic.
Fiorentina in campo con la terza maglia, la tenuta completamente rossa. Primo tempo dal ritmo non molto alto e con poche occasioni da rete. Le due squadre si sono praticamente annullate a vicenda. Equilibrio sbloccato al 43′ grazie a Bernardeschi che infila il pallone alle spalle del portiere svizzero Sommer direttamente su calcio di punizione. Nella seconda frazione i tedeschi spingono per il pareggio, ma la retroguardia viola è attenta e non concede tiri insidiosi. Dieter Hecking le prova tutte e getta nella mischia prima l’attaccante croato Josip Drmic, poi anche André Hahn. Paulo Sousa chiama in causa anche Tomovic, Cristoforo e Babacar.
Il Borussia avrebbe meritato almeno un pari, ma i gigliati alla fine portano a casa lo 0-1 firmato da Federico Bernardeschi, che può celebrare in questo modo il suo ventitreesimo compleanno.

Alle 21 sfida tra Villarreal e Roma all’Estadio de la Ceramica (ex Madrigal).
Il tecnico Fran Escribá schiera un 4-4-2 con Asenjo; Mario Gaspar, Musacchio, Victor Ruiz, Jaume Costa; Jonathan Dos Santos, Trigueros, Bruno Soriano, Castillejo; Sansone, Bakambu.
A poche ore dall’inizio della gara Spalletti riceve la notizia del nuovo grave infortunio capitato a Florenzi. Per l’esterno della Roma e della Nazionale la stagione è finita.
I giallorossi vanno in campo con un 3-4-1-2 con Alisson; Manolas, Fazio, Rudiger; Bruno Peres, De Rossi, Strootman, Emerson; Nainggolan; El Shaarawy, Dzeko.
Primo tempo vivace e ben giocato dalle due formazioni, con buoni gesti tecnici e capovolgimenti di fronte. Al 32′ Emerson Palmieri segna il primo gol dell’incontro con un destro da lontano. La Roma termina la prima frazione in vantaggio. Nella ripresa i padroni di casa riescono a mettere pressione ai giallorossi, ma il portiere brasiliano Alisson è attento. Al 62′ mossa vincente di Spalletti che fa uscire El Shaarawy e fa entrare un Salah reduce dalle fatiche della Coppa d’Africa (il suo Egitto ha perso la finale contro il Camerun). Al 65′ proprio Salah offre a Dzeko un importante assist che il bosniaco trasforma col piede mancino nello 0-2 per i giallorossi. Poco dopo Adrian Lopez e Cherychev sostituiscono Castillejo e Bakambu. A venti minuti dal termine Juan Jesus entra per Rudiger. Al 79′ lancio lungo di Juan Jesus per Dzeko ed il centravanti bosniaco sigla di destro lo 0-3. Non è finita, perché all’86’ ancora Edin Dzeko scambia con Nainggolan e stavolta di sinistro in diagonale trafigge nuovamente l’estremo difensore Asenjo. La gara termina 0-4 con una tripletta di Dzeko che affonda il sottomarino giallo.

Le altre partite
Krasnodar-Fenerbahce 1-0
Astra-Genk 2-2
AZ-Lione 1-4
Celta-Shakhtar 0-1
Rostov-Sparta Praga 4-0
Gent-Tottenham 1-0
Ludogorets-Copenaghen 1-2
Olympiakos-Osmanlispor 0-0
Anderlecht-Zenit 2-0
Athletic-Apoel Nicosia 3-2
Hapoel Beer Sheva-Besiktas 1-3
Legia Varsavia-Ajax 0-0
Manchester United-St. Etienne 3-0
Paok-Schalke 0-3

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*