DYBALA TRASCINA LA JUVENTUS CONTRO IL BARCELLONA

DYBALA TRASCINA LA JUVENTUS CONTRO IL BARCELLONA

Ultima rimasta delle squadre italiane impegnate nelle coppe europee, la Juventus ospita a Torino la formazione catalana del Barcellona nella partita di andata dei quarti di finale della Uefa Champions League. Ai bianconeri il compito di tenere alto il blasone proprio e di tutta la Serie A in una sfida di massimo livello, di quelle che possono valere un’intera stagione.
L’ultima volta le due squadre si sono incontrate due anni fa nella finalissima di Champions 2015. Allora furono i blaugrana a prevalere col punteggio di 3-1, ma dei giocatori bianconeri che oggi partono tra gli undici titolari figurano soltanto due reduci da quella partita; Buffon e Bonucci.

La squadra di Allegri arriva a questa gara priva di Pjaca (grave infortunio al ginocchio, fuori per almeno sei mesi) e con un Mandzukic recuperato all’ultimo momento. Higuain invece sta attraversando un buon periodo; il cannoniere argentino è stato autore di una doppietta in coppa Italia a Napoli e di altri due gol nell’ultima di campionato contro il Chievo.
In Champions la Juventus non perde in casa da diciassette partite consecutive. In questa edizione del torneo la difesa bianconera ha incassato solo due reti in otto gare.
Allegri non rinuncia ai quattro davanti e conferma il suo 4-2-3-1.
Il tecnico livornese vuole vincere la partita, ma si tratta comunque di una sfida da interpretare nell’ambito dei centottanta minuti, quindi obiettivo numero uno è quello di non subire reti in casa.

Il Barcellona guidato da Luis Enrique non potrà contare sul suo metronomo di centrocampo Busquets, squalificato. Tutti presenti invece i tre fuoriclasse che compongono l’irresistibile reparto offensivo dei catalani, ovvero Messi, Suarez e Neymar.
Il Barcellona è la squadra più prolifica in questa edizione del torneo con 26 reti realizzate nelle 8 partite fin qui disputate.
Messi è capocannoniere del torneo con la bellezza di 11 reti segnate in 7 gare. Una media vertiginosa.
Inoltre il Barcellona raggiunge i quarti di finale per il decimo anno consecutivo, la striscia più lunga da quando esiste la Uefa Champions League.

Formazioni delle squadre
Juventus: Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
Barcellona: Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Mathieu; Rakitic, Mascherano, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar.

Inizio aggressivo dei giocatori bianconeri. I catalani sono subito in difficoltà sul pressing alto degli avversari. Dopo due minuti Ter Stegen para un tentativo di testa di Higuain. Al 6′ apertura di Higuain che serve Cuadrado sull’out di destra; il colombiano disorienta Mathieu e trova dentro l’area Dybala che si gira e con un bel tiro di sinistro trova la rete sul palo più lontano. Padroni di casa in vantaggio.

Gli ospiti ci mettono un po’ per entrare in partita. Al 21′ Messi trova un corridoio impossibile per Iniesta mettendo il compagno davanti a Buffon, ma il portierone bianconero salva d’istinto. Al 22′ azione di Mandzukic sul lato sinistro, il croato la mette al centro per Dybala che esplode un sinistro sul primo palo sul quale Ter Stegen non può fare nulla. 2-0 per i padroni di casa. Ottimo Barcellona nella seconda parte di frazione, ma la difesa della Juventus sa soffrire e non concede nitide occasioni. Prima dell’intervallo Ter Stegen devia un potente sinistro di Higuain. Ad inizio ripresa gli ospiti si presentano col centrale Andrè Gomes al posto dell’esterno mancino Mathieu. La Juventus soffre fino al 55′, quando su un corner di Pjanic è Chiellini in proiezione offensiva a trovare la rete del 3-0 con una precisa incornata. La squadra di Luis Enrique gioca bene, ma il suo possesso palla rimane sterile. La retroguardia bianconera è di ferro. Allegri spezza il ritmo dei blaugrana inserendo sul terreno di gioco anche Lemina per Cuadrado, Rincon per Dybala e Barzagli per Pjanic. Dopo quattro minuti e mezzo di recupero l’arbitro fischia la fine dell’incontro e sancisce il 3-0 per i padroni di casa. Lo Stadium è in festa.

Gara strepitosa di Dybala, autore di una prestazione da dieci e lode al di là dell’incredibile doppietta. Insuperabile la coppia di difensori centrali formata da Bonucci e Chiellini. Miglior partita in bianconero di Dani Alves. Solito preziosissimo lavoro di qualità e quantità di Mandzukic sulla fascia sinistra. Comunque nessun bianconero sottotono.

La partita è stata altamente gradevole, intensa e dagli alti contenuti tecnici. I bianconeri l’hanno interpretata come meglio non potevano, ma il Barcellona non ha giocato affatto male; a tratti è riuscito a mettere in difficoltà la Vecchia Signora e Messi è riuscito ad inventare qualcosa ad ogni pallone giocato.
Il verdetto definitivo tra sette giorni al Camp Nou.

L’altro quarto in programma era Borussia Dortmund-Monaco, ma la partita è stata rinviata alle ore 18.45 di mercoledì 12 aprile a causa di una bomba fatta esplodere contro il bus della squadra tedesca che avrebbe ferito non gravemente il giocatore Bartra. La situazione è ancora da chiarire.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*