ANGRY BIRDS, DA GIOCO A FILM D’ANIMAZIONE

ANGRY BIRDS, DA GIOCO A FILM D’ANIMAZIONE

È interessante esaminare la trasformazione di un brand come quello di Angry Birds. Gli uccellini arrabbiati nascono nel 2009 con il primo titolo “rompicapo” che sbarca su mobile lanciando il trend dei giochi passatempo su smartphone.
Angry Birds è riuscito a totalizzare oltre 1 miliardo di download, grazie anche al fatto di essere presente su moltissime piattaforme. Il titolo portò Rovio a diventare, da piccola startup finlandese, un grande colosso indipendente.

Ma la gallina dalle uova d’oro non campa a lungo.
Infatti già nel 2012 cominciano le prime avvisaglie “della crisi”, nonostante le fruttuose collaborazioni con brand famosi come Star Wars o Transformers.
I download e gli acquisti in-app diminuiscono a vista d’occhio e Rovio non riesce a produrre alcuna alternativa, lanciandosi in esperimenti che si risolvono in un nulla di fatto.

A dicembre 2014 i primi 110 licenziamenti.
Nella speranza di una ripresa Rovio decide di tagliare 110 posti di lavoro e dichiara di concentrarsi sullo sviluppo di un nuovo titolo.
Il 30 luglio 2015, l’azienda finlandese pubblica l’atteso Angry Birds 2, reale sequel del titolo originale del 2009. Il gioco totalizza 10 milioni di download in pochi giorni, arrivando addirittura a 30 milioni in due settimane dall’uscita, ma non basta.

A ottobre 2015 Rovio decide quindi di licenziare altri 213 dipendenti, il 25% dell’intero staff dell’azienda; eliminando tutte le divisioni definite “superflue” tranne quella che avrebbe dovuto occuparsi del film: The Angry Birds Movie.
Angry Birds, uno dei giochi più scaricati di tutti i tempi, rivaleggiando con Minecraft, entrava ufficialmente in crisi.
Mikael Hed, fondatore originario di Rovio, decide di lasciare il posto di CEO riconoscendo come il brand di Angry Birds abbia cercato invano di espandersi in settori fuori dal mondo del gaming causando un collasso dell’intera azienda.

1-dl0aalqd4pj_b8p_ywmqsw
L’ultima speranza… nasce Angry Birds  – Il Film.
Rovio decide quindi di stringere una collaborazione con Sony Pictures Imageworks e concentrarsi sulla creazione di un film d’animazione che potesse “fiondare” gli uccellini arrabbiati nuovamente in vetta alle classifiche.
Sony mette insieme un buon cast di doppiatori per la lingua inglese che vede alcune note star, tra cui Peter Dinklage e Josh Gad. Per il doppiaggio in lingua italiana vengono scelti Maccio Capatonda e Alessandro Cattelan.

A settembre 2015 viene pubblicato il primo trailer del film.
Rovio stringe anche una partnership con LEGO per produrre dei set di mattoncini dedicati alla storia. Rovio e Sony Entertainment spenderanno 100 milioni di dollari per la realizzazione della campagna pubblicitaria del titolo.
Il budget della pellicola viene fissato a 80 milioni di dollari, il film più costoso mai prodotto in Finlandia.
Il film arriva in America il 20 maggio 2016 e in Italia il 15 giugno 2016, la pellicola non viene osannata dalla critica, il taglio del film è molto semplice e adatto per un pubblico di bambini, ma risulta comunque piacevole e divertente in molti momenti strappando parecchie risate.

Nonostante l’abbondanza di personaggi tutti riescono ad emergere nel coro e vengono delineati gli aspetti della personalità… esplosiva di ognuno.

Sia Rovio che Sony Entertainment si dichiarano soddisfatte del film, alludendo a un possibile sequel.
Rovio lancia il 28 aprile 2016 il titolo Angry Birds Action!
Ambientato poco dopo gli eventi del film e utilizzandone i personaggi, il gioco arriva in cima alle classifiche di gradimento totalizzando 4.5 / 5 stelle su iTunes e Play Store, e risulta essere uno dei titoli più graditi dal pubblico tra quelli prodotti da Rovio.
Grazie al film le entrate di Rovio aumentano del 24% nella prima metà del 2016 rispetto all’anno precedente, la pellicola ha totalizzato oltre 347 milioni di dollari al botteghino.
Pochi mesi dopo l’uscita del film, il nuovo CEO di Rovio, Katy Levoranta, annuncia lo sviluppo di un nuovo IP e di altri progetti legati al marchio di Angry Birds e conferma la creazione di un sequel per The Angry Birds Movie la cui data d’uscita non è stata ancora annunciata.

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*