BIBBIAMICA – TI FARÒ DIVENTARE ROVINA E SCHERNO DELLE GENTI

BIBBIAMICA – TI FARÒ DIVENTARE ROVINA E SCHERNO DELLE GENTI

[14] Ti farò diventare rovina e scherno delle genti che hai attorno, sotto lo sguardo di ogni passante. [15] Sarai oggetto di scherno e di oltraggio, di ammonimento e di stupore per i popoli che ti sono attorno, quando decreterò contro di te la mia condanna con ira e furore e con tremendi castighi: io, il Signore, ho parlato; [16] quando scaglierò contro di essi le funeste frecce della fame, quale sterminio che io manderò contro di essi per annientarli. Sì, aggiungerò la fame contro di essi! Spezzerò loro il bastone del pane. [17] Manderò contro di essi la fame e le bestie feroci, che ti lasceranno senza figli; peste e strage verranno su di te e ti manderò contro la spada: io, il Signore, ho parlato».

EZECHIELE 5

FB_IMG_1459989819646

Tratto da “La Bibbia”, San Paolo Edizioni. Nuovissima versione dai testi originali, cattolica, completa, autorevole, approvata dalla Cei.

img_20161129_141517

Sotto il titolo, particolare del “Giudizio universale” di Michelangelo

Qui in basso, vignetta di Angese sull’elezione del papa tratta da “Il Male”

1 commento

  1. Ormai si sa che il Vecchio Testamento non è un testo religioso, non parla mai di Dio ma degli Elohim, che erano condottieri militari che praticavano lo sterminio, il massacro e la pulizia etnica; uno di questi era l’insignificante YHWH, Elohim della famiglia di Giacobbe che, a torto, la teologia ebraica e cristiana hanno trasformato nel Dio ebraico-cristiano. Il Vecchio Testamento è un testo di guerra, uno dei testi più immorali della storia dell’umanità, non c’entra nulla con la religione. Punto e basta. Grazie. Fabrizio.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*