Autore: Massimo Polidoro

Combustione umana spontanea

COMBUSTIONE UMANA SPONTANEA, MISTERO RISOLTO

Un po’ di cenere, qualche osso affumicato e un inquietante piede intatto è tutto ciò che rimaneva della signora Mary Reeser il 2 luglio 1951, il più famoso caso di cosiddetta combustione umana spontanea. Quel giorno, a St. Petersburg, in Florida, giunse un telegramma per la sessantasettenne signora Reeser. Lo ritirò la padrona di casa che poi salì i gradini per consegnarlo alla sua inquilina. Nono... »