ANIMALIER INSTINCT: LA MODA QUEST’ANNO SI FA PITONATA, MACULATA E ZEBRATA

Animalier Instinct

Nel 1999 i Cranberries lanciavano un pezzo musicale destinato a diventare un cult: Animal Instinct. Oggi, a distanza di 20 anni, dall’Animal si è passati all’Animalier Instinct: nel mondo della moda, infatti, pare proprio che i trend parlino la lingua delle stampe pitonate, maculate e zebrate. E in fondo si tratta di una tendenza in linea con la moda primavera estate di ogni anno: la regola è stupire, e farlo all’insegna di colori e fantasie sempre più estreme. Ecco perché l’Animalier al momento rappresenta una delle tendenze più in voga e più apprezzate non solo dagli stilisti, ma anche dalle donne italiane.

 

Tornano le stampe animalier

Torna la moda delle stampe animalier, e lo fa in maniera prepotente, senza guardare in faccia a nessuno: perché tutti i capi del guardaroba finiscono stritolati fra le grinfie di questo istinto maculato, zebrato e pitonato. Dai pantaloni più giovanili fino ad arrivare ai classici e intramontabili abiti da cerimonia lunghi, oggi la legge della giungla pare aver conquistato ogni settore possibile e immaginabile nel mondo degli outfit. Eppure, come spesso accade in questo universo, le novità non sono di certo poche: durante la stagione calda firmata 2019, le stampe in questione si faranno sempre più colorate e intense. Il tutto, per merito di un innovativo mix fra tinte pastello e colori decisi e brillanti, nell’ottica della creazione di un look glamour ma anche innovativo e stupefacente. Il primo protagonista sarà il pitone, dato che le texture “snake” vengono considerate dagli stilisti le più avveniristiche in assoluto. Questo, comunque, non spingerà in secondo piano le macchie leopardate e le strisce zebrate, insieme ad alcune novità particolari come il “muccato”. Il tutto, ovviamente, senza dover mai fare male a un animale.

 

Come indossare un capo animalier

L’Animalier Instinct è molto affascinante, ma per portarlo nel modo corretto bisogna seguire alcune regole. In primo luogo si consiglia di indossare questi capi solo se vi trovate a vostro agio a indossarli, dato che l’animalier non è per tutte. In secondo luogo, è bene ricordarsi che questo genere di stampe dovrebbero spiccare su un solo pezzo dell’outfit, dato che in caso contrario l’esagerazione è sempre dietro l’angolo. Per quanto riguarda lo stile, meglio optare sempre per capi animalier minimal e dunque privi di ricami strani e altri orpelli, abbinandoli poi ad un capo basic (una t-shirt bianca, ma anche un jeans denim). Per le donne che desiderano osare sul serio, invece, largo agli abbinamenti con capi con fantasie a fiori e quant’altro: attenzione, però, perché bisogna saperlo fare con un certo occhio. Un’ulteriore regola importante riguarda l’accostamento dei capi animalier con gli accessori: anche qui, mai scegliere borsette o scarpe maculate o zebrate dato che anche in questo caso si rischierebbe di esagerare con le fantasie. Infine, per riuscire ad attutire il peso di questi capi, è possibile anche pensare di abbinarli a un capo o a un tessuto tipicamente maschile, come un classico principe del Galles.

Quest’anno, dunque, largo agli istinti animalier, a patto di saperli gestire grazie ai consigli visti oggi.

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*