LA CRISI DEL CALCIO PESA SUL MERCATO INVERNALE

LA CRISI DEL CALCIO PESA SUL MERCATO INVERNALE

Il calcio italiano non sta attraversando uno dei suoi momenti più brillanti. La mancata qualificazione della Nazionale azzurra ai campionati del mondo di Russia 2018 ha impietosamente messo in evidenza tutta la mancanza di sviluppo del nostro movimento rispetto alle altre realtà europee sia dal punto di vista sportivo organizzativo che prettamente economico finanziario.

L’assemblea elettiva della Federazione si è radunata qualche giorno fa nel tentativo di trovare un successore al presidente federale dimissionario Carlo Tavecchio. I tre candidati erano Cosimo Sibilia (presidente della Lega Nazionale Dilettanti), Gabriele Gravina (presidente della Lega Pro) e Damiano Tommasi (presidente dell’Associazione Italiana Calciatori). Dopo tre scrutini andati a vuoto, in cui non si è raggiunto il quorum deliberativo, l’assemblea è stata sciolta e adesso si attende che la Figc subisca il commissariamento da parte del Coni.

Tommasi, Sibilia e Gravina durante l’Assemblea Elettiva della Figc

Mentre le principali federazioni mondiali andranno a giocarsi il titolo in Russia incamerando fior di quattrini da introiti televisivi e sponsor, quella italiana è ancora senza un presidente e alla ricerca di quel leader in grado di mettere in pratica le attese riforme necessarie per rilanciare il nostro calcio sia a livello di Nazionale che di club. Tra le varie cose, in ballo c’è la nomina del nuovo commissario tecnico, la revisione della responsabilità oggettiva per i club, la ristrutturazione dei campionati e della Coppa Italia, l’introduzione delle seconde squadre e l’obbligatorietà di allestire centri sportivi di qualità.

Dopo non poche delusioni e con questo sfondo carico di incertezze, nell’ultimo mese gli appassionati italiani hanno guardato alla sessione invernale del calciomercato nella speranza di vivere qualche sussulto o qualche emozione, ma invece al 31 gennaio si è conclusa una delle campagne trasferimenti più magre di sempre. In Italia ci sono stati movimenti per un ammontare complessivo di circa una ventina di milioni (contro, giusto per fare un esempio, il quasi mezzo miliardo speso dalla Premier League).
Gli operatori di mercato dei club italiani hanno dovuto lavorare con le casse vuote sperando di acquisire rinforzi per le loro squadre esclusivamente con formule vantaggiose quali prestiti secchi, prestiti senza obbligo di riscatto o svendite.

Il Milan, dopo la scoppiettante campagna acquisti estiva, si è ritrovato con un grosso debito nei confronti del fondo finanziario Elliott e dunque nell’impossibilità di ritoccare l’organico.

L’Inter è riuscita a prendere il difensore argentino Lisandro Lopez in prestito dal Benfica e il centrocampista brasiliano Rafinha dal Barcellona con la medesima formula, ma la proprietà cinese Suning ha detto no all’arrivo di Pastore, che il Psg era disposto a cedere con la formula del prestito oneroso.
Ceduti in prestito Nagatomo ed il flop Joao Mario rispettivamente al Galatasaray ed al West Ham.

Rafinha con la maglia del Barcellona

Forte di un organico già sufficientemente ampio, la Juventus ha preferito lavorare sottotraccia in vista del mercato estivo. Obiettivo numero uno è assicurarsi le prestazioni del mediano tedesco Emre Can, in uscita a parametro zero dal Liverpool.
Recuperato dal grave infortunio e bisognoso di mettere minuti nelle gambe, il croato Pjaca è stato girato in prestito ai tedeschi dello Schalke.

Deludente il mercato del Napoli. Già fuori dalla Champions League e dalla Coppa Italia, la squadra di Sarri punta tutto sul campionato. I tifosi partenopei si aspettavano un regalo dal presidente De Laurentiis, ma le trattative per portare all’ombra del Vesuvio gli esterni Verdi, Politano e Younes sono fallite una dopo l’altra. Anzi, considerando le cessioni di Maksimovic allo Spartak Mosca e di Giaccherini al Chievo, probabilmente la rosa azzurra è stata addirittura depotenziata.

La Roma ha venduto il terzino Emerson Palmieri al Chelsea incassando circa venti milioni e stava per cedere ai londinesi allenati da Antonio Conte anche il suo asso Dzeko. La trattativa è saltata in extremis in quanto il bosniaco non ha trovato con i Blues l’accordo economico.

Per il resto da segnalare il ritorno di Dzemaili a Bologna e il passaggio del difensore Cáceres dal Verona alla Lazio.
Fiorentina e Sassuolo si sono scambiate gli attaccanti, con Babacar verso i neroverdi e Falcinelli in viola.
A dimostrazione di quanto sia sempre più arduo trattenere i giovani talenti in Italia di fronte allo strapotere economico di molti club stranieri, si è concretizzato il trasferimento dal Genoa al Monaco del sedicenne Pietro Pellegri. Per assicurarsi il giovane attaccante, a lungo corteggiato anche da Juve e Inter, il club monegasco non si è fatto problemi a sborsare una cifra superiore ai venti milioni solo di quota fissa.

Philippe Coutinho con la maglia del Liverpool

Fuori dal nostro Paese non sono mancati i fuochi d’artificio. Il trasferimento clou di gennaio è stato sicuramente quello del fantasista brasiliano Coutinho, passato dal Liverpool al Barcellona per una cifra intorno ai 120 milioni. Si tratta del secondo trasferimento più costoso nella storia del calciomercato, dopo quello che qualche mese fa vide Neymar lasciare Barcellona in direzione Parigi.
Ha fatto clamore il passaggio dell’olandese Virgil van Dijk dal Southampton al Liverpool per la cifra (record assoluto per un difensore) di 78 milioni.
Alexis Sanchez lascia l’Arsenal per approdare alla corte di Mourinho al Manchester United. Invece fa il percorso inverso l’armeno Mkhitaryan.
Per rimpiazzare Sanchez, i Gunners non hanno badato a spese assicurandosi per 64 milioni il centravanti Pierre Aubameyang dal Borussia Dortmund.
Torna all’Atletico Madrid l’attaccante Diego Costa (si parla di 66 milioni al Chelsea per liberarlo).
Rinforzo in difesa per il Manchester City di Pep Guardiola. Da Bilbao arriva il ventitreenne Aymeric Laporte. La cifra sborsata dal City per acquistarlo è stata di ben 65 milioni.
Infine l’ala Lucas Moura, chiuso al Psg dagli arrivi di Neymar e Mbappè, va al Tottenham. Per il brasiliano un’operazione da “solo” 30 milioni.

Di seguito, le rose con cui i club italiani di Serie A si apprestano ad affrontare la seconda parte della stagione agonistica 2017/2018 (in maiuscolo gli acquisti fatti durante l’ultima sessione di mercato).

Atalanta (allenatore: Gasperini)
Portieri: Berisha, Gollini, Rossi
Difensori: Caldara, Toloi, Masiello, Palomino, Bastoni
Terzini: Hateboer, Spinazzola, Castagne, Gosens
Centrocampisti: de Roon, Cristante, Freuler, Haas
Attaccanti: Petagna, Gomez, Ilicic, Cornelius

Benevento (allenatore: De Zerbi)
Portieri: PUGGIONI, Brignoli, Piscitelli
Difensori: Andrea Costa, Antei, Lucioni, DJimsiti, Billong
Terzini: Letizia, Venuti, Lazaar, TOSCA
Centrocampisti: DJURICIC, SANDRO, D’Alessandro, Cataldi, Viola, Memushaj
Attaccanti: Massimo Coda, Iemmello, DIABATE, GUILHERME, Brignola, Armenteros, Lombardi, Parigini

Bologna (allenatore: Donadoni)
Portieri: Mirante, da Costa
Difensori: De Maio, Helander, Gonzalez, SIMONE ROMAGNOLI, PAZ
Terzini: Mbaye, Masina, Torosidis, Krafth
Centrocampisti: DZEMAILI, Poli, Donsah, Pulgar, Crisetig, Nagy
Attaccanti: Verdi, Destro, Di Francesco, Palacio, Krejcí, ORSOLINI

Cagliari (allenatore: Diego Lopez)
Portieri: Cragno, Rafael
Difensori: Ceppitelli, Andreolli, Romagna, CASTAN
Terzini: Van Der Wiel, Pisacane, Miangue, LYKOGIANNIS
Centrocampisti: Barella, Cigarini, Ionita, Dessena, Padoin, Faragò, Cossu, CALIGARA
Attaccanti: Pavoletti, Sau, Joao Pedro, Farias, HAN

Chievo Verona (allenatore: Maran)
Portieri: Sorrentino, Seculin
Difensori: Dainelli, Tomovic, Gamberini, Cesar, Bani
Terzini: Cacciatore, Gobbi, Jaroszynski
Centrocampisti: GIACCHERINI, Castro, Hatemaj, Nicola Rigoni, Radovanovic, Bastien, Gaudino
Attaccanti: Inglese, Pucciarelli, Birsa, Meggiorini, Pellissier, Stepinski, Leris

Crotone (allenatore: Zenga)
Portieri: Cordaz, Festa
Difensori: CAPUANO, Ajeti, Ceccherini, Simic
Terzini: Sampirisi, Martella, Pavlovic
Centrocampisti: BENALI, Mandragora, Rohden, Izco, Faraoni, Barberis, ZANELLATO
Attaccanti: Trotta, Tumminello, Budimir, FEDERICO RICCI, Nalini, Tonev, Stoian, DIABY

Fiorentina (allenatore: Pioli)
Portieri: Sportiello, Dragowski
Difensori: Astori, German Pezzella, Vitor Hugo, Milenkovic
Terzini: Bruno Gaspar, Olivera, Laurini, Biraghi
Centrocampisti: DABO, Badelj, Saponara, Benassi, Eysseric, Veretout, Cristoforo
Attaccanti: Simeone, Thereau, Chiesa, FALCINELLI, Gil Dias, Zekhnini

Genoa (allenatore: Ballardini)
Portieri: Perin, Lamanna
Difensori: Izzo, Zukanovic, Rossettini, Gentiletti, Biraschi, Spolli, Landre
Terzini: PEREIRA, Rosi, Migliore
Centrocampisti: BESSA, HILJEMARK, Omeonga, Veloso, Bertolazzi, Laxalt, Luca Rigoni, Lazovic, Cofie, Brlek
Attaccanti: GIUSEPPE ROSSI, Lapadula, Galabinov, Pandev, Taarabt, MEDEIROS

Hellas Verona (allenatore: Pecchia)
Portieri: Nicolas, Coppola, Silvestri
Difensori: VUKOVIC, Heurteax, Caracciolo, Alex Ferrari, Bianchetti
Terzini: Romulo, Souprayen, Felicioli
Centrocampisti: Buchel, Franco Zuculini, Fossati, Valoti, Laner, Zaccagni
Attaccanti: Kean, Cerci, Verde, MATOS, PETKOVIC

Inter (allenatore: Spalletti)
Portieri: Handanovic, Padelli, Berni
Difensori: Miranda, SKriniar, Ranocchia, LISANDRO LOPEZ
Terzini: D’Ambrosio, Dalbert, Cancelo, Santon
Centrocampisti: Gagliardini, Vecino, Borja Valero, Brozovic, RAFINHA, Gnoukouri
Attaccanti: Icardi, Perisic, Candreva, Eder, Pinamonti, Karamoh

Juventus (allenatore: Allegri)
Portieri: Buffon, Szczesny, Pinsoglio
Difensori: Barzagli, Chiellini, Benatia, Rugani, Howedes
Terzini: Lichtsteiner, Alex Sandro, De Sciglio, Asamoah
Centrocampisti: Matuidi, Pjanic, Khedira, Marchisio, Bentancur, Sturaro
Attaccanti: Higuain, Dybala, Mandzukic, Douglas Costa, Cuadrado, Bernardeschi

Lazio (allenatore: Simone Inzaghi)
Portieri: Strakosha, Vargic
Difensori: MARTIN CACERES, de Vrij, Wallace, Bastos, Mauricio
Terzini: Basta, Radu, Marusic, Jordan Lukaku, Patric, Luiz Felipe
Centrocampisti: Lucas Leiva, Sergej Milinkovic-Savic, Parolo, Lulic, Di Gennaro, Murgia, Crecco
Attaccanti: Immobile, Nani, Felipe Anderson, Luis Alberto, Caicedo, Perea

Milan (allenatore: Gattuso)
Portieri: Gianluigi Donnarumma, Storari, Antonio Donnarumma
Difensori: Bonucci, Alessio Romagnoli, Musacchio, Cristian Zapata, Gustavo Gomez
Terzini: Calabria, Rodriguez, Abate, Antonelli, Conti
Centrocampisti: Biglia, Kessie, Bonaventura, Montolivo, Locatelli, Josè Mauri
Attaccanti: Kalinic, Andrè Silva, Suso, Calhanoglu, Borini, Cutrone

Napoli (allenatore: Sarri)
Portieri: Reina, Sepe, Rafael
Difensori: Albiol, Koulibaly, Chiriches, Tonelli
Terzini: Hysaj, Ghoulam, Maggio, Mario Rui
Centrocampisti: Hamsik, Allan, Jorginho, Zielinski, Diawara, Rog, MACHACH
Attaccanti: Mertens, Insigne, Callejon, Milik, Ounas

Roma (allenatore: Di Francesco)
Portieri: Alisson, Skorupski, Lobont
Difensori: Manolas, Fazio, Juan Jesus
Terzini: Bruno Peres, Kolarov, Karsdorp, JONATHAN SILVA
Centrocampisti: De Rossi, Nainggolan, Strootman, Florenzi, Gonalons, Lorenzo Pellegrini, Gerson
Attaccanti: Dzeko, Schick, Perotti, El Shaarawy, Defrel, Cengiz Under

Sampdoria (allenatore: Giampaolo)
Portieri: Viviano, BELEC
Difensori: Silvestre, Gianmarco Ferrari, Regini, Andersen
Terzini: Sala, Strinic, Bereszynski, Murru, Dodo
Centrocampisti: Torreira, Linetty, Praet, Capezzi, Verre, Barreto
Attaccanti: Duvan Zapata, Quagliarella, Caprari, Ramirez, Alvarez, Kownacki

Sassuolo (allenatore: Iachini)
Portieri: Consigli, Pegolo
Difensori: Acerbi, Goldaniga, Letschert, LEMOS
Terzini: Lirola, Peluso, Adjapong, Dell’Orco
Centrocampisti: Magnanelli, Missiroli, Sensi, Duncan, Mazzitelli, Biondini, Cassata
Attaccanti: BABACAR, Berardi, Politano, Matri, Ragusa

Spal (allenatore: Semplici)
Portieri: Meret, Gomis
Difensori: Felipe, Salamon, Vicari, CIONEK
Terzini: Mattiello, Konate, DRAME
Centrocampisti: KURTIC, EVERTON LUIZ, Schiattarella, Viviani, Grassi, Vitale, Schiavon, Lazzari, Costa
Attaccanti: Borriello, Floccari, Bonazzoli, Paloschi, Antenucci

Torino (allenatore: Mazzarri)
Portieri: Sirigu, Vanja Milinkovic-Savic, Ichazo
Difensori: N’Koulou, Moretti, Burdisso, Lyanco, Bonifazi
Terzini: Ansaldi, Barreca, De Silvestri, Molinaro
Centrocampisti: Rincon, Baselli, Acquah, Valdifiori, Obi
Attaccanti: Belotti, Liajic, Iago Falque, Niang, Berenguer, Edera

Udinese (allenatore: Oddo)
Portieri: Scuffet, Bizzarri
Difensori: ZAMPANO, Nuytinck, Danilo, Samir, Angella, Bubnjic
Terzini: Widmer, Adnan, Giuseppe Pezzella, Larsen
Centrocampisti: Hallfredsson, Barak, de Paul, Fofana, Jankto, Behrami, Balic
Attaccanti: Lasagna, Maxi Lopez, Perica

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*