RISPARMIO ENERGETICO, COME TAGLIARE I COSTI DELLA BOLLETTA

RISPARMIO ENERGETICO, COME TAGLIARE I COSTI DELLA BOLLETTA

La notizia arrivata a inizio mese non ha certo fatto felici i consumatori: proprio dal 1 aprile sono infatti aumentati del +2,9% i costi della bolletta elettrica, come annunciato dall’Autorità nazionale del settore, che ha spiegato come il rincaro della luce derivi dagli effetti dei rialzi all’ingrosso di inizio anno per l’andamento dei collegati mercati europei e dall’eccezionale ondata di freddo che ha colpito il nostro Paese nell’inverno che ci siamo lasciati alle spalle.

Aumenta la bolletta della luce

bolletta-della-luce

E poco conta, purtroppo, che nel contempo la bolletta del gas cali del 2,7%: la situazione di difficoltà cui sono esposte le famiglie italiane continua a peggiorare, anche perché ormai siamo “pieni” di accessori ed elettrodomestici che divorano corrente elettrica. Certo, non è possibile attribuire solo a computer, lavatrici, frigoriferi e così via le colpe delle spese, ma di certo il risparmio (economico ed energetico) passa anche attraverso un uso più consapevole ed efficace di questi strumenti.

Due consigli semplici

cavo-presa-elettrica

Il primo intervento suggerito dagli esperti è quello di non lasciare i dispositivi in stand-by, ovvero una modalità che lascia comunque “attivo” il consumo di elettricità: l’ideale, una volta terminato l’impiego dello strumento, sarebbe staccare il cavo dalla presa elettrica. Una scelta di questo tipo consente di risparmiare circa 50 euro ogni anno.

Attenzione all’ora di utilizzo degli elettrodomestici

lavastoviglie

C’è poi la possibilità di cambiare abitudini di utilizzo degli elettrodomestici, soprattutto se è attiva una tariffa luce bioraria: in questo caso bisogna concentrare le proprie necessità con lavastoviglie, lavatrici e affini quando è più conveniente, ovvero nelle ore serali e nei weekend. Più in generale, il consiglio è di avviare questi dispositivi soltanto quando sono a pieno carico.

Le soluzioni del mercato

fantini-cosmi

Se questo sembra ancora troppo poco, ci si può rivolgere al mercato e alle innovazioni di prodotto per ottenere altri vantaggi: i progressi della tecnologia hanno infatti portato allo sviluppo di nuove soluzioni orientate proprio al risparmio energetico, come apparecchiature di classe elevata o lampadine a basso consumo. Inoltre, come si scopre sullo shop di Punto Luce, non mancano neppure le occasioni nel campo dei sistemi elettrici ed elettronici di controllo e regolazione: settore in cui spiccano alcuni prodotti specifici come quelli di Fantini Cosmi in grado di rispondere alle rinnovate esigenze degli utenti, a cominciare proprio dalla possibilità di ridurre le spese e di garantire un utilizzo efficiente dell’energia. Prendiamo, ad esempio, il nuovo Intellicomfort CH180, cronotermostato dotato di display touchscreen a retroilluminazione bianca dall’elevata leggibilità, che unisce design e stile con elementi di funzionalità d’uso, limitando i consumi energetici legati al funzionamento degli impianti di riscaldamento e di rinfrescamento degli ambienti di casa.

Il risparmio attraverso la tecnologia

Non dissimili i vantaggi della linea di dispositivi per la termoregolazione e contabilizzazione del calore pensata per gli edifici con impianti centralizzati, che consentono all’utente di gestire in autonomia l’impianto di riscaldamento e dell’acqua sanitaria e di pagare solo in base al consumo effettivo. Sempre in tema “tecnologia e risparmio” va poi citato il sistema di automazione MiA, che offre la gestione e il controllo della propria casa.

Una gestione smart

L’innovativo software di supervisione consente di gestire via app (e quindi attraverso smartphone, tablet, pc o smart Tv) il proprio impianto domestico, migliorando la qualità della vita e semplificando le azioni quotidiane, in piena sicurezza e raggiungimento del risparmio energetico. Inoltre, MiA è progettato per essere installato facilmente sia nelle abitazioni nuove che in fase di ristrutturazione.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*