MICHAEL ANDERSON, MESTIERANTE DI PREGIO

MICHAEL ANDERSON, MESTIERANTE DI PREGIO

In un periodo cinematografico come quello che stiamo vivendo, nel quale gli Anderson vanno per la maggiore (non sempre con merito), ci lascia un regista che questo cognome lo ha onorato pur non ricevendo grandi riconoscimenti. Erano altri tempi d’altra parte (più o meno gli anni sessanta e settanta), tempi in cui operavano autentici titani della macchina da presa, e quindi era facile finire ai margini dell’attenzione critica. In ogni caso, non è retorico scrivere che con Michael Joseph Anderson Sr., scomparso il 25 aprile 2018, se ne va uno degli ultimi grandi mestieranti. Termine che anni fa veniva utilizzato in senso dispregiativo, ma che oggi andrebbe rivalutato. Nato a Londra nel 1920, Michael Anderson sarà stato anche un mestierante o addirittura, secondo alcuni, uno yes m... »

MOMENTO POP – FUGA CON LA FIGLIA DEL GENERALE

MOMENTO POP – FUGA CON LA FIGLIA DEL GENERALE

Vai nel nostro sito satirico https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/ »

L’ERBA MAGICA DI PANTERA NERA

L’ERBA MAGICA DI PANTERA NERA

Dopo essere stato un film Marvel Studios campione d’incassi, il supereroe Pantera Nera, creato da Stan Lee e Jack Kirby, è diventato un’icona della cultura pop. Tanto che recentemente nel programma L’Eredità, storico gioco a quiz preserale di Rai Uno, hanno posto una domanda su di lui: “L’eroe dei fumetti Black Panther deve i suoi poteri a cosa?”. La risposta giusta è: “A un’erba a forma di cuore”. Una risposta che non tutti gli esperti della Marvel della prima ora saprebbero in grado di dare a causa della genesi particolare, diciamo pure contorta e contraddittoria, di questo aspetto di Pantera Nera. La prima apparizione Pantera Nera compare per la prima volta nel n. 52 di Fantastic Four, pubblicato in America nel 1966, ma le sue origin... »

PROF KNOX – MONTATO

PROF KNOX – MONTATO

. »

PV – QUINDICI

PV – QUINDICI

. »

Tags:
10 FANTAFILM DIMENTICATI DEGLI ANNI ’90

10 FANTAFILM DIMENTICATI DEGLI ANNI ’90

Se vi chiedessi di dirmi al volo una manciata di film di fantascienza anni novanta, quali tirereste fuori? Terminator 2, sicuramente, e poi Jurassic Park, Stargate, Men in Black. Magari Independence Day. Sono stati dei successi enormi, facile ricordarseli. Gli anni novanta sono stati un periodo florido per la fantascienza: oltre a quei quattro, cinque titoli conosciuti pure dalle scolopendre, di film ne sono usciti a grappolo. Perciò ho deciso di andare a pescare quei titoli di fantascienza anni novanta che il potenziale l’avevano pure, solo che per un motivo o per un altro non hanno funzionato e sono finiti nel dimenticatoio. Abraxas, Guardian of the Universe (1990) Tra la fine degli anni ottanta e l’inizio dei novanta cominciò ad andare forte l’ibrido dei fantapolizieschi. Ti... »

MOMENTO POP – ITALIEN

MOMENTO POP – ITALIEN

Vai nel nostro sito satirico https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/ »

IL NUOVO LINUS POETICO E RETRÒ DI IGORT

IL NUOVO LINUS POETICO E RETRÒ DI IGORT

Oggi ho comprato il primo numero Linus con il nuovo restyling di Igort. Il nuovo curatore ha accettato una sfida da brividi e forse impossibile. Un po’ come se chiedessero: “Dai, rifacciamo Carosello aggiornato ai nostri tempi”. Come è andata? Dal punto di vista grafico, al primo impatto mi è piaciuta molto la costina nera che riporta il mese e l’anno. Nell’interno di copertina c’è una pubblicità elegante in linea con lo spirito della rivista. A pagina 1 ho trovato molto spiritose le motivazioni del prosaico aumento di prezzo a sei euro. Nelle pagine 2 e 3 Igort, che riveste i panni del direttore editoriale, si professa un poco emozionato nell’essere portatore di una rivoluzione soffice, la quale per assonanza riporta alla macchina soffice (the soft machine) di William Bu... »

I CHINSON – PARTITI

I CHINSON – PARTITI

. »

REGALIAMOCI VACANZE LETTERARIE

REGALIAMOCI VACANZE LETTERARIE

Amare uno scrittore significa prima di tutto leggerne le opere, portarle dentro di sé ovunque si vada. Ciononostante ci sono dei luoghi di elezione, dei passaggi segreti, che danno accesso al backstage del suo mondo. Sono i luoghi che hanno visto nascere ed esplodere la sua ispirazione. Perché non visitarli trasformando le nostre solite vacanze in vacanze letterarie? Le case degli scrittori La casa in cui lo scrittore è nato, è vissuto, oppure ha semplicemente soggiornato durante un viaggio; i mobili, la scrivania, la libreria, il piatto in cui ha mangiato: tutto ci parla di lui, della sua famiglia, dei suoi sogni, delle sue paure e delle sue passioni. Da quella casa ha guardato, ha sentito il mondo intorno e dentro di sé e ce ne ha consegnato le chiavi. È infinito il numero di case di aut... »

BOLDI E DE SICA TORNANO INSIEME

BOLDI E DE SICA TORNANO INSIEME

Era il 2005 quando usciva l’ultimo film della premiata coppia Massimo Boldi e Christian De Sica, “Natale a Miami”. Qualche mese prima “cipollino” Boldi aveva rilasciato un’intervista dove attaccava De Sica e il produttore De Laurentiis. Boldi annunciava la sua separazione artistica e manifestava la volontà di lavorare da solo. Da lì a poco sarebbe uscito il suo nuovo film, “Olè”, identico nello stile a quelli realizzati con De Sica, ma con l’attore Vincenzo Salemme al suo posto. Boldi continuava a inveire su De Sica, lanciando numerose accuse, diverse delle quali poi ritrattò. Da parte sua, Christian De Sica scriveva a proposito di Boldi nel libro autobiografico “Figlio di papà” (pag. 50): “Boldi … mi ha mosso delle ac... »

FUMETTISTI: DA ANONIMI A ROCKSTAR

FUMETTISTI: DA ANONIMI A ROCKSTAR

Gli Anonimi Quando ero bambino si leggevano i fumetti senza preoccuparsi di chi li realizzasse. Interessavano le storie, alle quali i disegni erano funzionali. Che dietro quelle vignette, in bianco e nero o colorate, ci fossero professionalità diverse non interessava quasi a nessuno. Gli stessi autori spesso non rivendicavano in alcun modo i propri lavori. Alcuni perché, magari, erano anche pittori o illustratori e non volevano squalificarsi firmando un genere narrativo considerato un sottoprodotto letterario destinato a un pubblico di ragazzini e servette. Ad altri, che invece facevano solo fumetti e si divertivano a farlo, magari era sufficiente la soddisfazione di aver fatto bene il proprio lavoro, a meno che non fosse l’editore a preferire l’assenza di qualsiasi attribuzion... »

MOMENTO POP – RESTAURO

MOMENTO POP – RESTAURO

Vai nel nostro sito satirico https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/ »

SATISPAY, PAGAMENTI CON IL CELLULARE

SATISPAY, PAGAMENTI CON IL CELLULARE

Satispay è una società di pagamento elettronico che usa i cellulari per inviare e ricevere bonifici. È stata fondata nel 2014 da tre ragazzi di Cuneo: Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. L’attivazione del servizio Satispay serve per pagare i conti presso i negozianti iscritti, per scambiare denaro con i propri amici e per comprare online e nei negozi oggetti e servizi. Applica sconti interessanti che vengono immediatamente riaccreditati sulla somma pianificata per la settimana. Secondo i dati dell’osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano in Italia gli acquisti via smartphone in negozi fisici sono saliti dai 10 milioni di euro del 2016 ai 70 milioni del 2017. Metà di quei 70 milioni sono “passati” dall’app Satispay, società italiana indipenden... »

MATITE BLU 86

MATITE BLU 86

. »

TEMPESTA SULLE MONTAGNE (STORIA A FUMETTI)

TEMPESTA SULLE MONTAGNE (STORIA A FUMETTI)

TEMPESTA SULLE MONTAGNE Storia a fumetti Sulla cima rocce enormi gettano lunghe ombre su eterni nevai. In basso vaste pianure si perdono azzurrognole all’orizzonte. Sole senza raggi al mattino nell’aria immobile di una strana quiete. Volano silenziosi gli uccelli e i lampi. Improvviso l’incontenibile lamento di un vento che spazza il campo spaventa uomini e cavalli mentre arriva aggressiva la tempesta che batte per giorni sul caldo rifugio della tenda dove neve e vento cullano gli uomini che ascoltano assonnati. Il cielo è di nuovo blu una bianca coperta copre la natura dove risaltano le macchie nere dei cavalli sulle colline. Duro lavoro per cavalcare ancora tra salici e pioppi e scendere sopra le dune dove alte erbe giocano col vento come onde di un oceano a rincorrersi... »

IL METODO DI  STENO IN 18 SEQUENZE

IL METODO DI STENO IN 18 SEQUENZE

Se si comincia a studiare l’opera di Steno (Stefano Vanzina, Roma 1917-1988), con serietà e senza pregiudizi, ci si accorge che è limitativo definirlo un regista comico e che, forse, può essere addirittura considerato un autore importante, quindi meritevole di un discorso approfondito. Partiamo dagli inizi della carriera dietro la macchina da presa, gli anni dei film diretti insieme a Mario Monicelli. Esordiscono nel 1949 con Al diavolo la celebrità, variazione brillante sul mito di Faust, una commedia fantastica che la dice lunga su quelli che saranno i temi preferiti dal regista. Nello stesso anno, Totò cerca casa comincia a fondere il sociale del neorealismo con l’ironia e la farsa, segno che Steno aveva personalità e non era tipo da seguire la corrente. Lo confermano i primi film diret... »

MOMENTO POP – PROVA COSTUME

MOMENTO POP – PROVA COSTUME

Vai nel nostro sito satirico https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/ »

PROF KNOX – TABELLINE

PROF KNOX – TABELLINE

. »

LA PERDUTA LEGGEREZZA DEL FUMETTO

LA PERDUTA LEGGEREZZA DEL FUMETTO

Oggi il fumetto è ancora leggerezza? Un paio d’anni fa ho lavorato a una storia a fumetti, “Dai gas, Liz”, su testo di Francesco Matteuzzi, con scadenza di consegna molto ravvicinata e, di conseguenza, senza pretese di grande qualità. Dovendo lavorare a ritmo piuttosto sostenuto, ho sacrificato ricchezza e complessità del disegno a favore di soluzioni più veloci, cercando tuttavia di garantire al lettore una buona godibilità del prodotto. Ho realizzato, in poco più di un mese, 90 tavole da 4 vignette. Per dare un’idea dei miei tempi abituali per quel genere di disegno, per realizzare un paio di pagine di prova per il mercato francese, tavole da 8-10 vignette, pochi mesi prima ho impiegato forse qualche settimana in più. L’esperienza è stata comunque interessante, e persin... »

PV – MEMORIA

PV – MEMORIA

. »

Tags:
L’HORROR SOLIDO DI GHOST STORIES

L’HORROR SOLIDO DI GHOST STORIES

Protagonista di Ghost Stories è il professor Phillip Goodman, interpretato dal co-regista e co-sceneggiatore del film Andy Nyman. A causa delle profonde convinzioni religiose paterne che distrussero la sua famiglia, il professore è diventato un uomo piuttosto cinico che si è specializzato nello smascheramento di sensitivi fraudolenti e di tutto ciò che ruota nella sfera del paranormale. Tra l’altro, conduce un programma televisivo in cui svela queste truffe in diretta. Quando sbugiarda i ciarlatani, Goodman sembra provare una certa gioia nel dimostrare che il paranormale non esiste. Dopo l’ultimo episodio dello show, Goodman riceve un pacco da Charles Cameron. Cameron è l’idolo di Goodman, nonché l’uomo che ha preso a modello. Un investigatore del paranormale degli anni settanta che ha ded... »

MOMENTO POP – PAUSA IN UFFICIO

MOMENTO POP – PAUSA IN UFFICIO

Vai nel nostro sito satirico https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/ »

BOTTEGO A FUMETTI, L’ESPLORATORE UCCISO COME CUSTER

BOTTEGO A FUMETTI, L’ESPLORATORE UCCISO COME CUSTER

Nel passato più volte i fumetti si sono occupati delle avventure degli esploratori africani. Le imprese di Vittorio Bottego, dal 1937 al 1960, hanno avuto molte versioni di qualità artistiche e “storiche” alterne, che analizziamo con rari disegni di Avenali, Natoli, Scolari, Fantoni, Canevari, De Fiore e Restani. Vittorio Bottego (per la sua biografia vedi qui), nato a Parma il 29 luglio 1860, fu capitano d’Artiglieria di montagna ed esploratore della Dancalia, Somalia e Abissinia. Negli anni trenta i nostri esploratori ebbero un periodo di grande fama: furono considerati i precursori delle vittorie coloniali mussoliniane, conquiste che proprio in Africa, a Adua nel 1896, avevano subito una grave sconfitta militare. In questo clima di “euforia africana” il 30 maggio 1937 veniva... »

I CHINSON – ESOTERISMO

I CHINSON – ESOTERISMO

. »

ORGANIZZARE MEGA RIUNIONI FAMILIARI

ORGANIZZARE MEGA RIUNIONI FAMILIARI

Quando si dice riunioni familiari di solito si pensa al Natale, l’occasione per eccellenza perché si ritrovino nonni e nipotini, genitori e figli, fratelli, cugini, zii, suoceri e cognati. In qualche caso, però, sarebbe più opportuno usare il termine di raduni, per indicare l’incontro di membri di una famiglia allargata che, con i parenti dei parenti può arrivare a un numero impressionante di persone. Che l’Italia sia il paese delle riunioni familiari è fuori di dubbio. Almeno una volta nella vita è capitato a tutti di essere invitati a un pranzo di matrimonio con decine o addirittura centinaia di commensali, inclusi gli amici degli sposi. Eppure, il nostro paese non detiene il record mondiale di partecipanti a una riunione familiare. Il primato appartiene alla famiglia francese che ... »

I DIRITTI DELL’AUTORE DI FUMETTI

I DIRITTI DELL’AUTORE DI FUMETTI

Oggi chiunque lavori nel settore dei fumetti sa di avere dei diritti come autore (o autrice), ma fino a che punto sappiamo davvero in cosa consistono realmente questi diritti? La legislazione che li tutela, al momento, non prende in considerazione il fumetto in modo specifico, costringendo chi ha cercato di occuparsi dell’argomento a “cucire” insieme le regole che, separatamente, riguardano settori simili. Prima di addentrarci nell’analisi della tuttora ingarbugliata materia, vale forse la pena fare un passo indietro e vedere come siamo arrivati al punto in cui ci troviamo. Scrivevo qualche anno fa nella prefazione a un libro di cui ci occuperemo più avanti: “Anche quando l’editoria a fumetti italiana, nell’ultimo dopoguerra, si è sviluppata enorme... »

MOMENTO POP – COMPROMESSO

MOMENTO POP – COMPROMESSO

Vai nel nostro sito satirico https://www.facebook.com/groups/1791129604449853/ »

ACCESSORI INUTILI PER LA REALTÀ VIRTUALE

ACCESSORI INUTILI PER LA REALTÀ VIRTUALE

Realtà virtuale, un concetto affascinante che abbiamo già visto in relazione all’uso fatto nei film di fantascienza e horror. Quando negli anni ottanta si iniziò a parlare “seriamente” della possibile realizzazione di accrocchi per la realtà virtuale c’era la volontà di fare un grosso balzo avanti nel mondo dei videogame. Il risultato fu la diffusione di tutta una serie di accessori inutili: vediamone alcuni. Nintendo Power Glove Come non partire da un grande classico dell’inutilità come il Power Glove di Nintendo? Tradotto in termini economicamente svantaggiosi, ‘sto aggeggio era un bidone. Tutto nasce da un progetto di tutt’altro utilizzo e portata. Nel 1984 gli ingegneri Thomas Zimmerman e Jaron Lanier brevettarono un guanto di controllo cablato a fibre ottiche per l’utilizzo da “... »

MATITE BLU 85

MATITE BLU 85

. »

Pagina 2 di 791234»