TOP 5 UNDERGROUND ALBUM 2016: 1° POSTO

TOP 5 UNDERGROUND ALBUM 2016: 1° POSTO

Top Five Underground Album 2016: siamo giunti al vertice di una classifica e di un’impresa che ha messo a dura prova le nostra banda e le nostre orecchie, in cui abbiamo impegnato ogni nostra fibra ottica, procurandoci godimento musicale e un’infiammazione ai timpani che cureremo con una compilescion a cura di Zio Enzo, aka Acqua di Cielo: musica classica e CD masterizzati alla vecchia maniera!

The winner is:

  1. MAIDEN VOYAGE SUITE – SIGNOR BENEDICK THE MOOR01-signor-benedick-the-moor-500x500

Genere: alternative hip-hop, sperimentale

Se ti piace: Milo, Chance the Rapper, Frank Ocean

E’ un vero peccato che gli esperimenti non sempre riescano.Ma per fortuna nostra e vostra, talvolta la ciambella ha il buco al posto giusto e siamo tutti contenti. Maiden Voyage è senza dubbio il più ambizioso pezzo hip-hop uscito, almeno fino ad oggi alle ore 16:56, in questo ultimo scorcio di 2016, e ci convince totalmente e dobbiamo anche dire che giustifica completamente la sua lunghezza di ben 11 minuti che per il genere ci era sembrata esagerata.

Dall’introduzione, di ispirazione gospel, ai testi e per l’imponente lavoro di chitarra, il brano colpisce ad ogni livello e ci fa capire che il signor Benedetto il Moro è rapper da tenere d’occhio, sia nel 2016 che dopo, dal momento che egli stesso ci informa che “questo album è un prequel”.

Che ci prenda per il culo?

Infine, ecco alcuni album che ci sono piaciuti, ma che non hanno trovato posto nella nostra top five:

MENZIONI D’ONORE

FONTI

I brani che abbiamo ascoltato sono disponibili in streaming su BandCamp.

Bandcamp è un negozio di musica online e allo stesso tempo una piattaforma per la promozione degli artisti, che si rivolge principalmente agli artisti indipendenti e agli appassionati di musica interessati a quello che si muove al di fuori delle Major.

Gli artisti che utilizzano Bandcamp creano il loro microsito personalizzabile dove la musica che creano può essere caricata e condivisa. Tutti i brani possono essere riprodotti gratuitamente sul sito e gli utenti hanno la possibilità di acquistare l’album o un brano specifico a prezzi personalizzabili.

Il sito permette agli artisti di offrire download musicali gratuiti con la possibilità di effettuare donazioni all’artista o ricevere un brano o un album gratuito in cambio di una lista di indirizzi e-mail. Altre opzioni includono l’invio di musica acquistata come regalo, la visualizzazione di testi e la possibilità di salvare i singoli brani o gli album in una lista dei desideri. Queste opzioni possono essere attivate dall’artista a seconda del modello di commercializzazione della propria musica che vuole adottare. Tutte queste opzioni di fruizione dei brani garantiscono agli artisti sconosciuti e indipendenti una presenza online gratuita, rendendo il processo di vendita della musica più semplice. Il caricamento della musica su Bandcamp è gratuito, ma la società trattiene il 15% delle vendite effettuate percentuale che scende al 10% quando le vendite superano i 5000 $.

All’utente Bandcamp offre l’accesso alla pagina dell’artista, link ai social media, merchandising e la possibilità di acquistare la di musica prodotta dall’artista. Nel 2013  Bandcamp ha lanciato le applicazioni mobili per dispositivi iOS e Android,fornendo la possibilità di scaricare musica direttamente dalla app per avere accesso alle pagine degli artisti che sono stati ottimizzate per la visualizzazione mobile.

Nei primi mesi del 2015, Bandcamp rilasciato un annuncio che artisti che utilizzano il sito avevano ufficialmente guadagnato $ 100 milioni in totale da vendite di musica.

Siti come Bandcamp offrono ai consumatori liberi contenuti in streaming, e consentono agli artisti di impostare varie formule di pagamento dei brani, dall’offerta gratuita a varie opzioni di acquisto on line, dando maggiore possibilità di scelta ai clienti. Questa flessibilità nel bilanciamento fra contenuti gratuiti e metodi di pagamento permette anche agli artisti di competere con la pirateria, fornendogli un’alternativa ai mezzi di distribuzione digitale non autorizzati.

Se ti è piaciuto quello che hai ascoltato, sostieni gli artisti comprando la loro musica e andando ai concerti, in modo che possano continuare a suonare. Torneremo prossimamente con altri album underground e se siete a conoscenza di uscite interessanti, fateci sapere nei commenti sotto.

1 commento

  1. Bella ed etereogenea

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*