HUNIE POP: DATING SIMULATOR PER ADULTI

HUNIE POP: DATING SIMULATOR PER ADULTI

Hunie Pop è un gioco di simulazione per adulti, per PC, Mac e Linux, che incrocia dating sim, puzzle game, gioco di ruolo, visual novel e rompicapo, finanziato e realizzato grazie al crowdfunding (Kickstarter).

Il dating sim è gioco in prima persona, in cui si simulano contatti, appuntamenti e avventure erotiche con fanciulle virtuali spesso rappresentate in uno stuzzicante stile “anime”.

Hunie Pop

L’abitudine dei videogiocatori di finanziare gli sviluppatori tramite il crowdfunding non fa eccezione nemmeno per i sex games.

Come VirtuaDolls, un controller per pc che permette di simulare fisicamente il sesso digitale. A tutti gli effetti una vagina artificiale: interno intercambiabile sia in forma che in colore, inizialmente si collegherà al pc, in futuro anche agli smartphone.

A marzo quelli della Eos Creative hanno raccolto sul portale IndieGoGo più di 100 mila dollari. Gli oltre 600 sostenitori hanno speso almeno 159 dollari a testa per un kit che comprende gli schemi di VirtuaDolls e il gioco Girls of Arcadia, un’avventura fantasy dove si salvano fanciulle indifese da minotauri e altri mostri e si viene ricompensati con del sesso virtuale. Il controller non solo permetterebbe di guidare i movimenti del proprio alter ego digitale, ma dovrebbe simulare, attraverso le vibrazioni, anche i movimenti della partner sullo schermo.

Grazie alla raccolta fondi sul web, nel 2013 è stato possibile anche realizzare Leisure Suit Larry: Reloaded, un remake del titolo originale del 1987 che riprende una seconda versione di quattro anni più vecchia con grafiche migliorate e il controllo tramite mouse. L’iniziativa, promossa dalla Replay Games, ha ricevuto 650 mila euro con cui è stata sviluppata una nuova edizione per pc e smartphone.

Grazie a Kickstarter è nato anche Coming Out On Top, un simulatore di storie d’amore e rapporti sessuali dedicato al pubblico gay. Gli sviluppatori di Obscurasoft chiedevano 5 mila euro per realizzare il gioco: ne hanno incassati quasi 40 mila. Coming Out On Top ha appassionato anche il pubblico femminile, e la giornalista Cara Ellison l’ha inserito nella sua top ten del 2014 su Giant Bomb, uno dei siti più seguiti di gaming.

Hunie Pop

Sempre sul più visitato sito di crowdfuding ha visto la luce HuniePop, creazione del californiano Ryan Koons che unisce storie d’amori virtuali, giochi di ruolo e puzzle simili al famoso Candy Crush, ma molto più difficili – ragione per cui ha incassato diverse recensioni positive dalla critica. Per 20 mila dollari richiesti ne ha ricevuti 53 mila, ha realizzato HuniePop e l’ha distribuito nel 2015 su Steam, dove lo trovate anche adesso a sei dollari e novantanove.

HuniePop, che non è disponibile ancora in italiano, è un gioco di simulazione per PC, Mac e Linux che unisce e centrifuga dating sim, puzzle game, gioco di ruolo, uno stile manga e qualche rompicapo o intrigo da risolvere. Disponibile sia in versione hard, completa, per per Humble Bundle.com e MangaGamer.com, con contenuti sessuali espliciti, sia in versione soft, per Steam.

La storiella che introduce al gioco è la seguente: dopo il vostro patetico tentativo di abbordaggio, Kyu, una specie di fatina dell’amore sotto le mentite spoglie di zoccola o viceversa, decide di prendervi sotto la propria ala e aiutarvi a superare la vostra imbarazzante incapacità di conoscere donne.

Dopo alcune lezioni di seduzione e qualche consiglio banale, Kyu vi spedisce finalmente nel mondo dove avrete la possibilità di esercitare il ruolo di sciupafemmine avendo a disposizione un ampio cast di belle ragazze tutte più o meno somiglianti a Candy Candy in guêpière.

Come declamato nelle specifiche del gioco, avrete a disposizione 8 ragazze, ciascuna con la propria personalità, preferenze e stile (pare anche che ci siano vari personaggi segreti da sbloccare), più di 20 scenari di gioco, oltre 250 oggetti (alimenti, bevande, articoli da regalo, accessori) che è possibile acquistare, sbloccare, raccogliere e regalare, oltre a una colonna sonora contenente oltre 20 tracce di musica originali pop-orientale, jazz e bossa nova, ed è possibile personalizzare le ragazze con abiti e acconciature “sbloccabili!” Urca!

huniepop
Il gioco essenzialmente è un dating sim misto a Candy Crush
e dovrete sudare non poco per completarlo, e quando arriverete a cosiddetto alpha mode pioveranno madonne che neanche uno scaricatore di porto; insomma, un Match3 con tante donnine ignude, censurate nella sua versione Steam, ma anche con quella potete sempre scaricare un file che sblocca la censura e godervi quella che Elio definiva La Visione…

Finirete quindi per fare la conoscenza di altezza, hobby e preferenze di tutte le 8 ragazze (+ 4 segrete; cioè, solo 2 sono davvero segrete).

Nel gioco sono presenti 2 monete: i “munie“, che servono per acquistare oggetti, cibi e bevande alle ragazze; e si guadagnano con gli appuntamenti. La seconda moneta, “hunie“, serve per far progredire le abilità che facilitano il completamento del gioco. Questa seconda valuta, più preziosa e difficile da ottenere, si guadagna rispondendo “correttamente” alle ragazze, oppure regalando loro degli oggetti speciali acquistati con i munie.

Hunie Pop

I contro: le unità di misura – le libbre per il peso, i piedi per l’altezza – come pure il linguaggio di alcune ragazze, sempre che capiate un minimo di inglese, a volte vi lasceranno perplesso e incerto sul da farsi.
8 delle 12 ragazze sono abbastanza stereotipate: c’è la prof, la milf, la ragazzina, la sportiva, la zen, la riccona, la nerd e la drogata. Quest’ultima è uno dei personaggi più irritanti, maleducati e tsundere che io abbia mai visto, ma alla fine te la porti a letto e la abbandoni.

Purtroppo il gioco è solo in inglese, per qualcuno può essere un problema, ma è un inglese davvero semplice e basta poco per “intendersi”.
Il gioco non ha una storia vera e propria, inizia con te che sei un verginello qualunque che incontra questa tipa al bar e che ti fa qualche domanda, e poi te la ritrovi sotto forma di fata in camera tua che ti dice che è una fata dell’amore e bla bla bla e che ti aiuterà a scopare. Questa è la storia. Intrigante, vero?

I pro: Il gioco consente di scegliere tra protagonista maschile e femminile, qualora ci sia qualche giocatrice cui piace il dating sim con fanciulle.
Inoltre ti permette di farti il tuo harem senza dover seguire una sequenza di azioni obbligata.

Dopo tutto, un bel gioco, un po’ maschilista, un po’ per sfigati, ma dopotutto è un gioco, chi se ne frega, e potrebbe coinvolgervi parecchio. Oppure lo odierete.
C’è dentro tanto materiale waifu, se capite il termine, e troverete certamente la vostra ragazza preferita. Magari vi prenderete una cotta per lei e in una prossima versione, con interfaccia matrimoniale usb, potrete convolare a nozze, come il nostro amico Otaku con la sua mogliettina Dueddi, qui sotto:

kasumi1

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*