GULP, I PRIMI CARTONI DEI SUPEREROI IN TV?

GULP, I PRIMI CARTONI DEI SUPEREROI IN TV?

Si dice spesso che i cartoni animati dei supereroi siano approdati in tv all’interno del programma “Gulp”, chiamato poi “SuperGulp”, dove avremmo visto per la prima volta l’Uomo Ragno e i Fantastici Quattro “in movimento”.

In realtà, il loro debutto televisivo non risale affatto a SuperGulp, dove i Fantastici Quattro sono apparsi solo il 15 marzo 1977 e l’Uomo Ragno il 22 marzo 1977.
Per quanto riguarda i Fantastici Quattro, erano già apparsi all’interno del programma “Eroi di Cartone” il 13 febbraio 1973.

Mentre l’Uomo Ragno fece capolino per la prima volta in tv all’interno del programma “Drops” (altro contenitore di cartoni), il 28 settembre 1976. In quella puntata di Drops, dedicata ai “superuomini”, andarono nuovamente in onda anche i Fantastici Quattro, oltre a Braccio di Ferro e ai fumetti di Dick Fulmine.

Ma il primo supereroe che abbiamo visto sotto forma di cartone sugli schermi della televisione italiana non apparteneva all’universo Marvel, bensì fu il supereroe di Kripton della Dc Comics: Superman. Gli episodi della serie trasmessa negli Eroi di Cartone il 12 giugno 1970 erano quelli realizzato dai Fleischer Studios.

Cliccando sull’immagine si può ammirare un intero episodio del Superman dei fratelli Fleischer: gli stessi di Popeye e Betty Boop.

In origine i cortometraggi dei fratelli Fleischer erano stati proiettati nei cinema americani tra il 1941 e il 1942 (i primi 9 episodi). I cartoni passarono poi nelle mani dei Famous Studios (che inglobarono la Fleischer), la quale terminò la serie di 17 episodi, aggiungendo gli ultimi 8 tra il 1942 e il 1943.

L’Uomo Ragno e i Fantastici Quattro di SuperGulp, invece, erano stati realizzati per la televisione americana nel 1967. La serie dell’Uomo Ragno, prodotta dalla Grantray-Lawrence Animation, è la prima in assoluto dedicata all’arrampicamuri, con la sigla divenuta ormai un classico.

Mentre i Fantastici Quattro erano stati prodotti dalla Hanna-Barbera sugli sketch di Alex Toth, il celebre disegnatore di fumetti che negli anni sessanta si occupò di diversi personaggi in cartoni animati come Space Ghost, Birdman e il Galaxy Trio, Shazzan, Mighty Mightor e gli Erculoidi.

Nell’anno precedente, il 1966, in America era stata trasmessa la serie “The Marvel Super Heroes”, dedicata a diversi eroi Marvel. La serie era caratterizzata da una animazione estremamente povera: in pratica venivano trasmesse le vignette dei fumetti con movimenti minimi.

Racchiudeva le avventure di Thor, che in Italia vedremo in SuperGulp dal 22 giugno 1978, insieme a quelle di Capitan America, Hulk, Iron Man e Namor. Queste ultime trasmesse sui nostri teleschermi agli inizi degli anni ottanta nelle tv private.

Per esempio, Hulk e Capitan America furono trasmessi all’interno di un famoso contenitore di cartoni a fine anni settanta e inizio ottanta: “Ciao Ciao”.

All’interno di “Ciao Ciao” prima edizione, prima che fosse dedicato esclusivamente ai cartoni giapponesi, oltre ai cartoni americani furono trasmessi solo tre personaggi giapponesi che potremmo definire supereroi: Tekkaman, Kyashan e Hurricane Polimar.

Nel proliferare delle emittenti televisive private dei primi anni ottanta, assistiamo alla messa in onda di numerose serie tv con protagonisti i supereroi dei fumetti. L’Uomo Ragno torna con una nuova serie, prodotta nel 1981 da “Marvel Productions” e “De Patie-Freleng Enterprises”.
Ma Spidey non si ferma qui, e dà inizio a un’altra serie sempre degli stessi produttori:  “L’Uomo Ragno e i suoi fantastici amici” (Spider-Man and His Amazing Friends), in cui Peter Parker stringe alleanza con l’Uomo Ghiaccio (degli X-Men) e Stella di Fuoco, una supereroina creata appositamente.

Non dimentichiamo la Donna Ragno (Spider Woman), sempre della “Marvel Productions” e “De Patie-Freleng Enterprises”, prodotta nel 1979. Da noi è stata trasmessa nei primi anni ottanta.

Anche i Fantastici Quattro, nel 1978, furono riproposti nella nuova serie “The New Fantastic Four” della “Marvel Productions” e “De Patie-Freleng Enterprises”, ama con una formazione diversa da quella originale: la Torcia Umana, accusata dai pedagogisti dell’epoca di stimolare propositi incendiari nei bambini, fu sostituita dal piccolo robot Herbie. Gli sketch usati per le animazioni sono di Jack Kirby, il disegnatore dei fumetti originali.

E la Dc Comics? Anche lei ebbe le sue serie animate tratte dai fumetti. Il 4 aprile 1978, insieme a Goldrake Atlas Ufo Robot, nel programma “Buonasera con…”, arriva la nuova serie dedicata a Superman (“The New Adventures of Superman” della Filmation, 1966-1970).

Furono trasmessi anche episodi di “The Adventures of Superboy”, del 1966-1969, sempre della Filmation.

Dal 23 giugno 1978 sulla Rai 2, alle 19.10, arrivano anche i cartoni di Batman e Robin (“The Adventures of Batman”, Filmation 1968-70).

Dal 9 luglio 1979, all’interno del nuovo contenitore di cartoni “Noi Supereroi”, tornano il Superman e il Batman della Filmation. A loro si aggiungono Acquaman (Aquaman, Filmation 1967-70), Hawkman, Atom, Green Lantern, Giovani Titani, Flash e la Lega della Giustizia.

Tutti questi supereroi apparivano come guest-star all’interno della serie: “The Superman/Aquaman Hour of Adventure”, Filmation 1967-68. Da notare che in “Noi Supereroi”, Hawkman era chiamato Falcoman, mentre Atom Atomo (nel settimanale Nembo Kid erano Falco e Atomo).

Nello stesso programma viene trasmessa un’altra serie della Filmation: Tarzan (“Tarzan, Lord of the Jungle”, 1976-1979), già visto in “Buonasera con…” del 3 febbraio 1978, in coppia con il cartone H-B “La Famiglia Addams”.

Sempre nei primi anni ottanta, la Hanna-Barbera produce i “Superamici” (“Super Friends”, del 1973-1974) che avranno diversi sequel: “The All-New Super Friends Hour” (del 1977-1978), “All-New Super Friends/Challenge of the Super Friends” (1978), “The World’s Greatest Super Friends” (1979-1980) e altri ancora fino al 1986.

Ci sarà anche una serie dedicata a Plastic Man (“The Plastic Man Comedy/Adventure Show”), prodotta dalla “Ruby-Spears Productions” nel 1979-1981. Anche lui trasmesso in televisioni commerciali italiane.

In Supergulp furono trasmessi, ma sotto forma di veri “fumetti” in tv (cioè privi di animazione), anche Phantom/L’Uomo Mascherato e Mandrake, i predecessori dei supereroi veri e propri.

Chi fosse interessato alle cronologie dei cartoni animati dei supereroi nelle televisioni italiane può andare a vederle qui:
http://www.anni70.net/forum/viewtopic.php?f=2&t=119
http://www.anni70.net/forum/viewtopic.php?f=2&t=517

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*